Percorso di navigazione

Altri strumenti

  • Versione stampabile
  • Riduci carattere
  • Ingrandisci carattere

Seguiteci

Facebook

Inquinamento acustico nell'UE

Un numero crescente di europei sono esposti sul lavoro e a casa a forme di inquinamento acustico, con ripercussioni negative sulla salute.

L'inquinamento acustico determina una serie di problemi alla salute, eppure il numero degli europei esposti ad elevati livelli di rumore sta crescendo. Il rumore ha anche un impatto nocivo sulla fauna. Gli Stati membri sono tenuti a registrare i livelli di rumore nelle città, sulle strade e ferrovie e negli aeroporti e a proporre piani per affrontare questa forma di inquinamento.

Il rumore dovuto al traffico e alle attività industriali e ricreative è un problema crescente. Il traffico stradale è una fonte primaria di rumore nelle città, dato che ogni giorno espone quasi 70 milioni di europeia livelli che superano i 55 decibel. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, un'esposizione prolungata a tali livelli può aumentare la pressione sanguigna ed essere causa di infarto.

Circa 50 milioni di persone che vivono nelle aree urbane sono esposte a livelli eccessivamente elevati di rumore nelle ore notturne. Per 20 milioni il rumore dovuto al traffico notturno ha effettivamente un effetto nocivo sulla salute.

Il problema più importante è la perdita del sonno. Per un sonno ristoratore, l'OMS raccomanda un rumore di fondo inferiore ai 30 decibel, con singoli rumori che non superano i 45 decibel.

Tra gli altri problemi figurano quelli dell'udito, come l'acufene, quelli della salute mentale e lo stress.

Il rumore può anche influire sulle prestazioni professionali ed essere causa di disturbo nelle attività scolastiche.

Anche gli uccelli e gli animali in genere ne soffrono. Se alcune specie sono in grado di adattarsi all'ambiente urbano, per altre esiste il timore che l'inquinamento acustico possa determinare l'abbandono dei siti abituali di riproduzione e alimentazione.

Il diritto dell'UE impone alle autorità di informare il pubblico sull'impatto dell'inquinamento acustico e di consultarlo sulle misure che intendono adottare per affrontare il problema. Il tal modo i cittadini possono verificare se le misure di gestione del rumore comportano dei reali miglioramenti ed eventualmente rivolgersi ai loro rappresentanti eletti.