Percorso di navigazione

Altri strumenti

  • Versione stampabile
  • Riduci carattere
  • Ingrandisci carattere

Seguiteci

Facebook

Prevenire e gestire i rifiuti

Il riciclo e recupero dei materiali di scarto è una soluzione molto migliore del deposto in discarica e dell'incenerimento.  La prevenzione resta però la scelta migliore.

Tradizionalmente i rifiuti sono considerati una fonte di inquinamento. Tuttavia, se ben gestiti, possono diventare una fonte preziosa di materie prime, specie se queste iniziano a scarseggiare.

L'economia dell'UE usa 16 tonnellate di materie pro capite all'anno, di cui 6 tonnellate si trasformano in rifiuti, la metà dei quali finiscono in discarica. Numerosi Stati membri ricorrono ancora alle discariche per gestire i rifiuti, anche se sono insostenibili.

Le discariche possono contaminare il suolo e inquinare l'acqua e l'aria. Quelle abusive possono rilasciare sostanze chimiche pericolose e dannose per la salute. Soprattuto non consentono di recuperare le materie di valore contenuti nei rifiuti.

La soluzione migliore sarebbe quella di non creare più rifiuti. Altre opzioni valide sono il riuso, riciclo e recupero.

Una buona gestione dei rifiuti può contribuire alla crescita economica e alla creazione di posti di lavoro. Recupera risorse preziose, evita operazioni di pulitura costose e previene i problemi di salute.

Secondo uno studio condotto nel 2012, se tutta la legislazione dell'UE fosse attuata pienamente, l'Europa potrebbe risparmiare 72 miliardi di euro all'anno, il fatturato annuo del settore dello smaltimento e riciclo dei rifiuti salirebbe di 42 miliardi di euro e si potrebbero creare 400 000 posti di lavoro entro il 2020.

Ma allora perché non si procede in tal senso? Spesso i prezzi non includono il costo reale dello smaltimento successivo all'uso. Se lo facessero, potrebbero contribuire a evitare i rifiuti. Le pratiche illegali sono diffuse, specie nei paesi in cui non esiste la raccolta differenziata e dove riciclaggio, recupero e controllo sono scarsi.

L'UE sta cercando i migliorare la gestione dei rifiuti negli Stati membri che hanno politiche deboli, raccomandando strumenti economici come imposte sulle discariche, il ritiro dei prodotti al termine del loro ciclo di vita da parte dei produttori e un contributo a carico dei cittadini proporzionale ai rifiuti generati.

La normativa europea su articoli come le attrezzature elettriche, gli imballaggi, le batterie e le automobili da rottamare hanno prodotto notevoli miglioramenti nella raccolta e gestione dei rifiuti, e ora numerosi prodotti contengono meno sostanze pericolose. Ma molto resta ancora da fare!