Percorso di navigazione

Turismo

Via Francigena

Intorno all'anno 990 d.C., durante il viaggio di ritorno da Roma verso il seggio vescovile, l'arcivescovo Sigerico fa scrivere le 79 submansiones de Roma usque ad mare (da Roma a Canterbury)...

Intorno all'anno 990 d.C., durante il viaggio di ritorno da Roma verso il seggio vescovile, l'arcivescovo Sigerico fa scrivere le 79 submansiones de Roma usque ad mare (da Roma a Canterbury). Un viaggio che, nella geografia moderna, attraversa sette regioni italiane (Lazio, Toscana, Emilia-Romagna, Liguria, Lombardia, Piemonte e Valle d'Aosta), oltre ai cantoni svizzeri del Vallese e del Vaud e, in Francia, la Franca Contea, la Champagne-Ardenne, la Piccardia e il Nord-Pas-de-Calais, per poi attraversare la Manica e raggiungere Canterbury nella contea del Kent. Una "via di culture", secondo la definizione di Jacques Le Goff, che ha ottenuto il riconoscimento di "itinerario culturale" (1994) e poi di "grande itinerario culturale" (2004) da parte del Consiglio d'Europa. L'Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF) ha rafforzato un efficace modello di gestione grazie al quale ha ricevuto l'abilitazione a rete principale (2007). Questo prestigioso riconoscimento fa dell'AEVF un modello europeo di riferimento per lo sviluppo e la tutela della Via Francigena.

Itinerari turistici tematici europei

Sito web

http://www.viafrancigena.eu

Condividi: FacebookGoogle+LinkedInInvia questa pagina a un amico

Caratteri di grandezza normaleAumenta la grandezza caratteri del 200%Stampa questa pagina