Percorso di navigazione

L'industria per la concia delle pelli

La concia è un trattamento cui sono sottoposte le materie prime, cioè la trasformazione della pelle greggia, un materiale putrescibile, in pelle, in un materiale stabile, rifinito in modo tale da poterlo usare per la manifattura di un'ampia gamma di prodotti di consumo.

L'industria conciaria usa il cuoio e le pelli - sottoprodotti dell'industria della carne e di quella lattiero-casearia - che altrimenti dovrebbero essere smaltiti con altri mezzi, come le discariche e gli incineratori. La pelle è il prodotto fondamentale del settore conciario. Si tratta di un prodotto industriale intermedio, con applicazioni nei settori a valle dell'industria dei beni di consumo. Le calzature, gli indumenti, i mobili, le industrie dei prodotti per autoveicoli e del pellame sono gli sbocchi più importanti per la produzione conciaria dell'UE.

La lavorazione del cuoio e delle pelli genera altri sottoprodotti che trovano sbocco in vari settori industriali come la produzione di alimenti per animali domestici, prodotti della chimica fine tra cui la fotografia e i cosmetici, nonché l'ammendamento del terreno e i fertilizzanti.

Nel 2006, il settore della concia comprendeva circa 3 700 imprese, generando un fatturato di 10,6 miliardi di euro. Queste imprese occupavano circa 52 000 persone nell'UE-27. Le concerie dell'Unione europea sono tradizionalmente imprese piccole e medie a conduzione familiare. La concentrazione regionale è accentuata, e l'industria svolge spesso un ruolo cruciale nell'economia locale, essendo il creatore predominante di ricchezza e di occupazione.

Nel contesto della competitività globale, si presta particolare attenzione alle opportunità e ai rischi per l'industria conciaria europea in un'Unione europea allargata. L'integrazione dell'industria della concia delle pelli dei nuovi Stati membri è in corso e indurrà un ulteriore adeguamento strutturale, non da ultimo perché uno dei principali vantaggi comparativi dei nuovi Stati membri - costi bassi per la manodopera - è destinato ad affievolirsi col tempo.

L'industria della concia delle pelli è globale, e i conciatori dell'UE dipendono ampiamente dalì'accesso alle materie prime e dai mercati delle esportazioni. Anche se, in generale, la quota dell'UE nei mercati mondiali tende a ridursi con lo sviluppo dell'industria delle pelli in altre regioni del mondo come l'Asia e le Americhe, l'industria conciaria dell'UE rimane tuttora il maggiore fornitore sul mercato internazionale.

Condividi: FacebookGoogle+LinkedInInvia questa pagina a un amico

Caratteri di grandezza normaleAumenta la grandezza caratteri del 200%Stampa questa pagina