Percorso di navigazione

Altri strumenti

Marcatura CE - Principi di base e domande e risposte

Principi di base

La marcatura CE indica che un prodotto è conforme alla legislazione dell'UE e può quindi circolare liberamente all'interno del mercato unico europeo. Apponendo il marchio CE su un prodotto il fabbricante dichiara, sotto la sua esclusiva responsabilità, che è conforme a tutte le prescrizioni stabilite nella normativa che ne disciplina l'apposizione; di conseguenza, il prodotto può essere venduto in tutto lo Spazio economico europeo (SEE), che comprende, oltre ai 28 paesi dell'UE, 3 paesi dell'EFTA (Associazione europea di libero scambio): Islanda, Norvegia e Liechtenstein. Questo vale anche per i prodotti fabbricati in altri paesi che vengono venduti nel SEE.

Il marchio non deve essere apposto su tutti i prodotti, ma solo su quelli appartenenti alle categorie disciplinate da specifiche direttive UE che prevedono la marcatura CE.

Il marchio CE non indica che un prodotto è stato fabbricato nel SEE, ma solo che è stato sottoposto a una valutazione prima di essere immesso sul mercato e che soddisfa tutti i requisiti stabiliti dalle leggi (ad esempio, un livello di sicurezza armonizzato) perché ne sia permessa la vendita. In concreto, il fabbricante, prima di apporre il marchio:

  • deve controllare che il prodotto soddisfi tutti i requisiti essenziali (ad esempio, in materia di salute e sicurezza o di compatibilità ambientale) stabiliti dalle direttive pertinenti
  • se le direttive lo richiedono, deve farlo esaminare da un organismo indipendente di valutazione della conformità.

È il fabbricante che è responsabile della verifica della conformità, della preparazione della documentazione tecnica, del rilascio della dichiarazione di conformità e dell'apposizione del marchio CE su un prodotto. I distributori devono verificare che il prodotto rechi il marchio CE e che la documentazione che lo accompagna sia in regola. Se il prodotto viene importato da un paese che non fa parte del SEE, l'importatore deve verificare che il fabbricante abbia eseguito i necessari controlli di conformità alle norme UE e che la documentazione sia disponibile su richiesta.

Maggiori informazioni per gli operatori economici

Maggiori informazioni per i consumatori

Domande e risposte

Si può essere certi che un prodotto che reca il marchio CE è sicuro?

Purtroppo, visto che il marchio può essere contraffatto o apposto illegittimamente, non si può mai essere certi al 100% che un prodotto che reca il marchio CE sia sicuro. Tuttavia, nel regolamento 765/2008pdf e nella decisione 768/2008pdf, gli obblighi del fabbricante sono stabiliti in modo inequivocabile ed è chiaro che apponendo su un prodotto il marchio CE egli si assume la piena responsabilità della sua conformità a tutti i requisiti stabiliti dalla legislazione dell'Unione europea.

Il corretto funzionamento della marcatura CE è assicurato dall'insieme dei partecipanti al processo. Il sistema, in cui intervengono fabbricanti, importatori, distributori, organismi di verifica (gli "organismi notificati") e autorità di vigilanza del mercato, è stato rafforzato con il cosiddetto "nuovo quadro legislativo", che mira a ridurre ulteriormente gli oneri amministrativi che pesano sul commercio, garantendo al tempo stesso un elevato livello di sicurezza e la protezione dell'interesse pubblico.

In quanto fabbricante, sono autorizzato ad apporre il marchio CE sui miei prodotti?

Sì, spetta sempre al fabbricante o al suo mandatario apporre il marchio CE, dopo aver seguito la prescritta procedura di valutazione della conformità. In concreto, prima di apporre il marchio CE su un prodotto e metterlo sul mercato, occorre sottoporlo alla procedura di valutazione della conformità prescritta dalla direttiva o dalle direttive che riguardano quel prodotto specifico. Le direttive precisano se la valutazione può essere effettuata dal fabbricante stesso o se deve intervenire un organismo di verifica.

Dove va apposto il marchio CE?

Il marchio dev'essere apposto o sul prodotto stesso, o sulla sua targhetta segnaletica. Se ciò non è possibile a causa della natura del prodotto, il marchio CE deve essere apposto sull'imballaggio e/o sui documenti di accompagnamento.

Cos'è la dichiarazione di conformità del fabbricante?

La dichiarazione di conformità CE è un documento nel quale il fabbricante o il suo mandatario nello Spazio economico europeo (SEE) attesta che il prodotto soddisfa tutti i requisiti prescritti dalle direttive pertinenti. Nella dichiarazione devono essere indicati, oltre alle informazioni sul prodotto, come marca e numero di serie, anche il nome e l'indirizzo del fabbricante. La dichiarazione deve essere firmata da un dipendente del fabbricante (di cui devono essere indicate anche le funzioni) o da un suo mandatario. Il fabbricante deve redigere e firmare la dichiarazione di conformità CE anche quando nella procedura di verifica è intervenuto un organismo indipendente.

Qual è la differenza tra la marcatura CE e altre marcature? È consentito apporre altri marchi su un prodotto che reca il marchio CE?

Il marchio CE è l'unico marchio che attesta che il prodotto è conforme ai requisiti essenziali delle direttive che ne prevedono l'apposizione. Un prodotto può recare anche altri marchi a condizione che non abbiano lo stesso significato, non siano atti ad essere confusi con il marchio CE e non limitino la visibilità e la leggibilità della marcatura CE.

Chi vigila sul corretto uso della marcatura CE?

La vigilanza sulla marcatura CE è esercitata dalle autorità pubbliche dai paesi membri dell'UE, in cooperazione con la Commissione europea.

Quali sono le sanzioni per l'uso improprio o la contraffazione del marchio CE?

Le procedure, misure e sanzioni previste in caso di uso improprio o contraffazione del marchio CE variano in funzione delle norme amministrative, civili e penali dei singoli paesi membri. A seconda della gravità dell'infrazione, gli operatori economici si espongono a una multa e, nei casi più gravi, a una pena detentiva. I prodotti possono essere ritirati o richiamati dal mercato. Se si ritiene che il prodotto non presenti un rischio immediato per la sicurezza, al fabbricante può essere concessa la possibilità di renderlo conforme alla legislazione pertinente invece di ritirarlo dal mercato.

Dove trovare maggiori informazioni?

È possibile scaricare dal sito della Commissione europea la "Guida all'attuazione delle direttive fondate sul nuovo approccio e sull'approccio globale" (nota anche come "Guida blu").

Le imprese possono anche rivolgersi alla rete Enterprise Europe Network.

Per contattarci

ENTR /C/1 IM & ITS INTL DIMENSION

Condividi: FacebookGoogle+LinkedInInvia questa pagina a un amico