Questo sito è stato archiviato il 02/02/2015
02/02/2015

Percorso di navigazione

Altri strumenti

Magazine Imprese & Industria

Migliori standard – un vantaggio per i consumatori e per l'industria

Tutti i diritti riservati © GettyImages

L'uso di standard comuni in diversi settori di attività riduce i costi, garantisce processi di qualità e rappresenta un fattore chiave nella diffusione di nuovi prodotti e innovazioni. il Vicepresidente Antonio Tajani sta facendo in modo che gli standard continuino a soddisfare in egual modo le esigenze dei consumatori e delle imprese.

Le norme svolgono un ruolo importante nella nostra vita quotidiana. Ad esempio, rendono i giocattoli per i bambini più sicuri e garantiscono la qualità dei prodotti che usiamo praticamente ovunque: a casa, al lavoro, sulla strada e nei cieli.

La Commissione europea riconosce l'importanza degli standard, non solo per la sicurezza e la convenienza, ma anche come catalizzatore della crescita economica. Per le imprese, gli standard sono fondamentali per realizzare economie di scala, ridurre i costi di produzione e avere accesso a più mercati e più consumatori.

“Gli standard rappresentano il ponte tra l'idea innovativa e la sua fruibilità sul mercato”, spiega il Vice Presidente della Commissione europea Antonio Tajani. “E possono fornire un contributo essenziale all’innovazione e alla competitività”.

Un processo collaborativo

Gli standard non vengono creati ed emessi dalla Commissione europea: si tratta infatti di un processo sviluppato dall'industria per l'industria su base volontaria e trasparente. Tuttavia, affinché uno standard diventi europeo, deve essere adottato da uno degli organismi europei di normazione: il comitato europeo di normazione (CEN), il comitato europeo di normazione elettrotecnica (CENELEC) o l'istituto europeo delle norme di telecomunicazione (ETSI).

Le norme europee vengono sviluppate quando c'è un bisogno pubblico, o in un settore, o ancora in un mercato. L’industria, ad esempio, potrebbe aver bisogno di uno standard per garantire l'interoperabilità di un prodotto o servizio. È il caso dell'industria delle TIC (tecnologie dell'informazione e della comunicazione), che interessa direttamente gli oltre 250 milioni di utenti  che utilizzano Internet quotidianamente nell’UE, così come quasi tutti i cittadini europei che possiedono un telefono cellulare. Gli standard devono essere disponibili per permettere lo scambio di informazioni tra dispositivi, applicazioni, banche dati, servizi e reti, in modo che l'Europa possa sfruttare appieno i vantaggi delle TIC.

Gli standard sono essenziali per il successo internazionale

Il processo di normalizzazione UE rafforza anche la posizione dell'Europa nelle negoziazioni commerciali con il resto del mondo. Un bene prodotto in Europa nel rispetto degli standard UE ha credibilità in tutto il mondo, oltre che un vantaggio competitivo fondamentale. Allo stesso modo, se i prodotti importati rispettano le norme comunitarie, sono garantiti come sicuri.

Per tenere traccia delle evoluzioni degli standard internazionali, l'UE dispone di esperti di normalizzazione in Cina e in India. Dato che sono i paesi al di fuori dell'UE ad avere le economie a più rapida crescita, questi esperti possono promuovere il marchio UE a sostegno delle imprese europee, in particolare le piccole e medie imprese (PMI).

Inoltre, per consentire alle imprese europee di essere meglio informate sugli standard internazionali, è stata lanciata nel 2012 la Piattaforma di informazione sugli standard cinesi ed europei (CESIP). Quest’ultima fornisce informazioni in due lingue alle imprese cinesi ed europee su diversi aspetti, che vanno dai regolamenti tecnici ai requisiti di accesso al mercato. La Piattaforma non solo aiuta le imprese a internazionalizzarsi, ma di fatto rafforza gli scambi commerciali tra Europa e Cina.

Per contattarci

Maggiori informazioni sono disponibili on-line all'indirizzo

http://ec.europa.eu/enterprise/policies/european-standards/standardisation-policy/index_en.htm

Condividi: FacebookGoogle+LinkedInInvia questa pagina a un amico