Percorso di navigazione

Altri strumenti

Glossario

Apparecchi destinati a impieghi in un'atmosfera potenzialmente esplosiva (ATEX)
La direttiva ATEX, così chiamata dal termine francese "ATmosphere EXplosible", fornisce i requisiti tecnici per gli apparecchi destinati a impieghi in atmosfere potenzialmente esplosive. È obbligatoria dal 1° luglio 2003.
Inizio pagina
CET
Consiglio economico transatlantico
Cluster
I cluster possono essere definiti come un gruppo di aziende, di soggetti economici correlati e di istituzioni ubicati in prossimità l'uno degli altri e che hanno conseguito una dimensione sufficiente a sviluppare competenze, servizi, risorse e fornitori specializzati.
Competitività
Un'economia è competitiva quando presenta un tasso costantemente elevato di crescita della produttività. La competitività dipende dalle prestazioni dell'industria sospinta dalle PMI. Per essere competitiva, l'UE deve battere le prestazioni dei suoi concorrenti in termini di ricerca e innovazione, tecnologie dell'informazione e delle comunicazioni, imprenditorialità, concorrenza, istruzione e formazione. La strategia di Lisbona ha l'obiettivo di fare dell'Europa l'economia più competitiva e dinamica del mondo: la competitività è pertanto una delle principali priorità strategiche dell'Unione europea.
Inizio pagina
EPSO
Ufficio europeo di selezione del personale
EUJBRT
Tavola rotonda UE-Giappone per gli affari industriali
Europe INNOVA
Europe INNOVA è un'iniziativa della Direzione generale Imprese e Industria che aspira a divenire il laboratorio per lo sviluppo e il collaudo di nuovi strumenti a sostegno dell'innovazione nell'intento di aiutare le imprese innovative a creare innovazione in modo migliore e più rapido. L'iniziativa riunisce operatori pubblici e privati che garantiscono il sostegno all'innovazione, quali agenzie per l'innovazione, agenzie per il trasferimento tecnologico, incubatori, intermediari finanziari, organizzazioni cluster e altri ancora.
Inizio pagina
GHS
Sistema di armonizzazione globale
Globally Harmonised System of Classification and Labelling of Chemicals (GHS)
Il sistema mondiale armonizzato di classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche (GHS) è un sistema delle Nazioni Unite volto a individuare i prodotti chimici pericolosi e a informare gli utenti di questi pericoli mediante simboli e frasi standard apposti sulle etichette degli imballaggi e tramite schede di dati di sicurezza. Il 16 dicembre 2008, il Parlamento europeo e il Consiglio hanno adottato un nuovo regolamento relativo alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio di sostanze e miscele che allinea le attuali direttive europee al GHS. Il regolamento è stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale del 31 dicembre 2008.
Global Monitoring for Environment and Security (GMES)
Il sistema globale di osservazione per l'ambiente e la sicurezza (GMES) è un'iniziativa europea per l'attuazione di servizi di informazione riguardanti l'ambiente e la sicurezza. Il GMES si basa su dati ricevuti dai centri di terra e dai satelliti per l'osservazione della terra. I dati vengono coordinati, analizzati e preparati per gli utenti finali. Il sistema mette a punto una serie di servizi per i cittadini europei con l'obiettivo di aiutarli a migliorare la qualità di vita per quanto attiene all'ambiente e alla sicurezza. Grazie ai suoi servizi, il GMES ha un'importanza strategica per le più importanti politiche dell'UE.
GMES
Sistema globale di osservazione per l'ambiente e la sicurezza
Inizio pagina
IDA
Scambio di dati fra amministrazioni
Industrie delle apparecchiature radio e apparecchiature terminali di telecomunicazione (RTTE)
Il settore delle industrie delle apparecchiature radio e apparecchiature terminali di telecomunicazione comprende tutti i prodotti che utilizzano la banda di radiofrequenze (p.es. telecomandi di apertura/chiusura porte auto, apparecchi di comunicazione mobile come i cellulari, ricetrasmittenti CB radio, trasmettitori, ecc.) e tutti gli apparecchi collegati alle reti pubbliche di telecomunicazione (p.es. modem ADSL, telefoni, centralini telefonici).
Inizio pagina
Mercato unico o interno
Il mercato unico, o interno, dell'UE è un mercato nel quale possono circolare liberamente merci, servizi, capitali e persone. Il principio della libera circolazione delle merci richiede la rimozione delle barriere nazionali all'interno dell'UE. Gli articoli da 34 a 36 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE) vietano le restrizioni quantitative all'importazione, all'esportazione o al transito di merci e ogni misura restrittiva analoga tra i paesi membri. Sono da considerarsi restrizioni quantitative tutte le misure che possono direttamente o indirettamente ostacolare tali scambi.
Migliore regolamentazione/Riduzione delle pastoie burocratiche
Il processo di riduzione delle pastoie burocratiche intende eliminare le pratiche amministrative e burocratiche inutili. L'UE è impegnata a definire un contesto normativo migliore per le imprese, semplice, comprensibile, efficace e applicabile. La riduzione delle pastoie burocratiche dovrebbe aiutare gli imprenditori a migliorare la competitività, ma anche contribuire allo sviluppo sostenibile.
MRA
Accordi di reciproco riconoscimento (ARR)
Inizio pagina
Normalizzazione
La normalizzazione è il processo tramite il quale l'UE intende definire elevati criteri qualitativi in tutti gli Stati membri. La normalizzazione si basa sul consenso fra le varie parti coinvolte: industria, consumatori e autorità pubbliche. Il risultato auspicato è l'interoperabilità, ossia la compatibilità tecnica di prodotti, servizi e procedimenti complementari. Il processo comporta altresì la definizione di metodi di prove e prescrizioni in materia di sicurezza, salute, efficienza organizzativa e ambientale. La normalizzazione consente alle PMI di rimanere aggiornate sulle tecnologie e sulle pratiche commerciali. Rappresenta un simbolo di qualità, riconosciuto dai clienti. E inoltre un mezzo per capitalizzare la leadership dell'Europa sui nuovi mercati.
Inizio pagina
PECA
Protocolli degli accordi europei sulla valutazione della conformità e l'accettazione dei prodotti industriali
PMI
Ai sensi dell'articolo 2 dell'allegato alla raccomandazione 2003/361/CE, la categorie delle microimprese, delle piccole imprese e delle medie imprese (PMI) è costituita da imprese che occupano meno di 250 persone, il cui fatturato annuo non supera i 50 milioni di euro oppure il cui totale di bilancio annuo non supera i 43 milioni di euro (vedi: Definizione di PMI ). Le PMI sono la spina dorsale dell'economia dell'UE - rappresentano il 99% di tutte le imprese nell'Unione. Sono complessivamente circa 23 milioni e assicurano circa 75 milioni di posti di lavoro.
Inizio pagina
Quadro europeo di valutazione dell'innovazione (European Innovation Scoreboard - EIS)
Nel quadro della politica di innovazione dell'UE, l'EIS fornisce dal 2001 una valutazione annuale dei risultati dell'innovazione in tutta l'UE.
Inizio pagina
REACH
REACH è il nuovo regolamento per la registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche. Entrato in vigore il 1° giugno 2007, razionalizza e migliora il precedente quadro legislativo dell'Unione europea (UE) in materia di sostanze chimiche.
REACH
Registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche
Responsabilità sociale delle imprese (RSI)
Per RSI si intende l'integrazione volontaria delle preoccupazioni sociali ed ecologiche delle imprese nelle loro operazioni commerciali e nei loro rapporti con le parti interessate. Le PMI che hanno integrato il concetto di RSI si comportano in maniera etica e contribuiscono allo sviluppo economico, migliorando al contempo la qualità di vita della forza lavoro e delle loro famiglie, nonché della collettività locale e della società in senso generale.
RTTE
Apparecchiature radio e apparecchiature terminali di telecomunicazione
Inizio pagina
Sostenibilità
Il concetto di sviluppo sostenibile fa riferimento a una forma di sviluppo rispondente alle attuali esigenze senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare a loro volta le proprie esigenze. L'UE ha approvato l'ambizioso obiettivo di ridurre del 20% le emissioni europee di gas a effetto serra, di migliorare l'efficienza energetica dell'Europa del 20% e di portare la percentuale di energie rinnovabili al 20% entro il 2020. A tale scopo, occorre redigere politiche in grado di migliorare la competitività industriale, economica e commerciale dell'UE, tenendo al contempo nella dovuta considerazione le prospettive future del pianeta.
Inizio pagina
TABD
Dialogo commerciale transatlantico
Tenders Electronic Daily (TED)
TED è la versione online del supplemento S della Gazzetta ufficiale dell'Unione europea; vi sono pubblicati i bandi di gara, le aggiudicazioni di appalti e gli avvisi di preinformazione.
Inizio pagina
WES
Imprenditoria femminile
Inizio pagina

Condividi: FacebookGoogle+LinkedInInvia questa pagina a un amico