IMPORTANT LEGAL NOTICE
 

 AGE. F.O.S. : Amb. e For. integrata per lo sviluppo delle serre cosentine ascii version

Italy

 
DP Managing organisation : TERTIUM - Ente no Profit
Other national partners : COMUNITA` MONTANA DELLE SERRE COSENTINE
Calabria Ricerche S.r.l.
EQUAL theme :Employability - (Re-)integration to the labour market 
Type of DP :Geographical - Other - COSENZA 
DP Legal status :Association without legal form 
DP identification :IT-IT-G-CAL-003 
Application phase :Project ended 
Selection date :21-06-2002 
Last update :30-04-2002 
Monitoring: 2003  2004   

Rationale

Text available in

We need to start from a general analysis of the labor market, paying particular attention to those social segments that are more penalized according to the sector, the generation, and the territory, in order to identify those problematic elements the Community Program EQUAL wants to combat.
Despite a situation that sees a general improvement in the unemployed/employed relation, the long-term unemployment rate (relation between people looking for a job for a period longer than 1 year and labor forces as a whole) calculated independently from a distribution according to their age, it is still high, and recorded in the year 2000, at 7,28% for males against the 12,92% for women. These data do not show any decrease (ISTAT and Unioncamere Data).

In the area of reference, and precisely within the 9 Municipalities forming the Comunità Montana delle Serre Cosentine, it comes out that the long-term unemployment rate is not far from the present situation concerning the South of Italy, in fact, by analyzing the Comunità Montana new socio-economic development plan, it comes clear that a relevant demographic growth is specular to a worrying unemployment rate. This witnesses the lack of work answer despite a territory very scarcely investigated and rich of potentials connected to the environmental sector.


The project sector of reference is the GUIDANCE in the sector of environment. This sector is at the same time a problem given the inadequacy of the actuated politics, addressed to the creation of specific professional figures, and an opportunity, given its intrinsic enormous growth and development potential. The guidance pattern that will be experimented by the project concerns the environmental sector. An experimental guidance centre will be planned and it will be possible to study methodologies to be transferred later to other sectors.
At this purpose environmental problematic have been considered given the opportunities and potentials connected to the sector.


In a time of economic as well as employment steadiness on a European basis, the sector of environment marks a constant opposite-trend.

According to the European Report on employment of 1999, the sector of environment already counts 3,8 million employed persons and the perspective is a strong increasing of the existing data.

At present the workers in the sector of environment in Italy are more than 165.000, included the allied activities, but excluding such activities as biological agriculture, naturalistic engineering and alternative energy. The chance to find a job in this sector are by now becoming higher, thank to the development in the field of research, tourism, agriculture, craftsmanship, and environment protection. (Ministry of Environment/ISTAT Data)

A serious study of the environmental professions, of the human resources training able to come to terms with the new demand for environment protection cannot be postponed any further, since the environmental matters have by now become integral part of the policy decision making mechanisms as well as a necessary reference point for the economic activities.

The result of this brief analysis in the environmental sector, justifies the choice of our project target group, that is: long-term unemployed people.

Several are the causes generating the discrimination and exclusion of such social groups from the labour market. A relevant one is the inadequacy of the professional competencies and the scarce qualification level.
In particular it is aimed at recovering actively into the labour market, those subjects who got a Low level Certificate of Education (Secondary Upper School or University level), very often connected to a humanistic formative route.
In short, we can talk about `Intellectual Unemployment` involving those subjects whose education is not adequate to those professional profiles required by the labour market and by virtue of that they are confined into a sort of professional isolation, which becomes in the short period a factor of both economic social and psychological discrimination.

Thus, by the analysis of the problematic elements it came out the project Target Group, that is: LONG-TERM UNEMPLOYED PEOPLE OWING INADEQUATE EDUCATION CERTIFICATES

dot Top


Objective

Text available in

The project General objective is the definition of innovative training and guidance methodologies able to contribute to make come closer labour demand and offer in the environmental sector. The final objective is to contribute to fill the gap existing between the competencies inadequacy of the long-term unemployed with a `weak Education` and the demand for new professional figures coming out of the socio-economic tissue.
Such an objective will be pursued by an integrated program of research, planning and realisation of guidance, consulting, and training actions along with accompanying to search for a job in the sector of environment, meant as a delimited field for the project strategy experimentation.

The above strategy will articulate by a number of actions such as:

· Intervention promotion, by activities able to sensitise and involve the actors external to the development partnership. These activities are also essential to activate the mainstreaming process.
· Planning and realisation of a formative route for `Environmental Communication Expert`, aiming at the creation of a new Professional figure;
· Elaboration of a guidance methodology based mainly upon the competencies balance, for long-term unemployed to lead to the `environmental professions`. It will be adopted after a phase of training of the guidance operators involved in the project;
· Development of a research whose main purpose is a careful analysis of the scenery concerning both offer and demand of `Green Professions` on a local as well as national and European basis;
· To realise exchanges of experiences with European partners, involving Staff, trainers and Guides;
· To realise an Experimental Guidance Centre specialised in the sector of Environment, prevalently used as follows:
- Updated and interactive information system on the `Environmental Professions`;
- Post-training accompanying actions, as a reference point to get in touch with Bodies and Enterprises working in the sector of environment;
- For the Competencies balance
- To support the dissemination of results and the mainstreaming.

In short, it is a guidance centre that will exploit the work opportunities offered by the environment, and so it will give the users/trainees a number of services such as:
- Information on the environmental labour market and access to data base;
- Self- evaluation and self-training;
- Competencies balance.

The project ambition is naturally the transfer of the experimented in the environmental sector to all the other sectors, economic and social, which, by using the Guidance can give positive answers against discriminations and inequalities existing in the labour world.

By virtue of that, coherently with the general objective, the intervention strategy that the project wants to experiment is articulated and innovative; it is articulated for it is based upon a set o integrated actions, and it`s innovative because it proposes new methodological approach forms by exploiting the competencies balance for the job searching and the re-conversion into professions linked to the sector of environment.

The cancellation of the formative route for `Water Manager`, which represent the only relevant change, does not imply any change in the project strategy, as well as in the pursuing of the planned objectives. It was decided to employ more resources to the Guidance activity since, as above exposed, it represents the centre of the intervention.

dot Top


Innovation


Nature of the experimental activities to be implemented Rating
Guidance, counselling ****
Training ***
Training on work place *
Work placement *
Training of teachers, trainers and staff ***
Improvement of employment services, Recruitment structures ****
Conception for training programs, certification ***
Work organisation, improvement of access to work places ****
Guidance and social services ****
Awareness raising, information, publicity ****
Studies and analysis of discrimination features ****

Type of innovation Rating
Process-oriented ***
Goal-oriented ****

Text available in

The proposed intervention shows several and important innovative features, either for the processes or the objectives.
As regards the innovation oriented to objectives the main innovative features are:
· The creation of an operative leader group, something like a mediation team, that will build up and make stable the encounter between the working processes and the world of the qualification and the professional figures;
· The creation of an experimental shared space where to articulate the long-term unemployed people work inclusion process, equipped with specific evaluation and interpersonal mediation;
· Widening of the intervention characteristics in the sector of environment which isn`t yet fully explored by the formative offer.
· Creation of professional integration opportunities in the labour market, for subjects discriminated owing to their qualification and professional knowledge inadequacy;
· Practice and dissemination of the `Philosophy` and the techniques related to the environmental protection and to the echo-compatible professions.

The innovation oriented to the processes will be concerning mostly:
· The realisation of an Experimental Guidance Centre on environment, to experiment, among the other things, the possibility of providing guidance, self-evaluation, training, accompanying and further consulting services;
· Identification and description of new professional profiles and formative processes;
· Elaboration and standardisation of procedures for the guidance and self-evaluation of the beneficiaries as well as for the project evaluation and monitoring

dot Top


Budget Action 2

500 000 – 1 000 000 €

dot Top


Beneficiaries


Assistance to persons 
Unemployed  50.0%  50.0% 
Employed  0.0%  0.0% 
Others (without status, social beneficiaries...)  0.0%  0.0% 
  100.0% 
 
Migrants, ethnic minorities, …  0.0%  0.0% 
Asylum seekers  0.0%  0.0% 
Population not migrant and not asylum seeker  50.0%  50.0% 
  100.0%
 
Physical Impairment  0.0%  0.0% 
Mental Impairment  0.0%  0.0% 
Mental Illness  0.0%  0.0% 
Population not suffering from a disability  50.0%  50.0% 
  100.0% 
 
Substance abusers 0.0%  0.0% 
Homeless  0.0%  0.0% 
(Ex-)prisoners  0.0%  0.0% 
Other discriminated (religion, sexual orientation)  0.0%  0.0% 
Without such specific discriminations  50.0%  50.0% 
  100.0% 
 
< 25 year  30.0%  30.0% 
25 - 50 year  20.0%  20.0% 
> 50 year  0.0%  0.0% 
   100.0% 

Assistance to structures and systems and accompanying measures Rating
Gender discrimination **
Discrimination and inequality in employment **
Low qualification **
Unemployment ****

dot Top


Empowerment

 

 With beneficiaries

Participation
Promoting individual empowerment
Participation in running and evaluating activities
Changing attitudes and behavior of key actors

Text available in

According to the data provided by ISTAT, although there have been an upturn in the employment, more then 50% of the unemployed people is still looking for a job after one year. So, it is necessary to verify the efficiency of the research modalities and the services supporting the individuals who declare they want to find a job.
As a consequence, the diffusion of guidance and accompanying for the job searching measures seems even more useful.
This last reflection is among the strongest ideas of the project strategy, which is centred upon Research, Guidance, Training and Accompanying activities, in order to give alternative opportunities to enter the labour market, by exploiting the huge work demand basin coming from the environmental professions.
Such a process can be realised through a guidance action based upon the Competencies Balance tool and made standard by the elaboration of self-evaluation and self-training samples.
The foreseen actuation modalities, by the realisation of an Experimental Guidance Centre on environment, are such to guaranty the involvement of a high number of beneficiaries.

The process of the beneficiaries active involvement will regard three groups:
· A particularly wide group will participate to the guidance, consulting and accompanying actions, realised by the Guidance Centre on environment;
· A smaller group (15 people) will participate to the Pilot training actions. The same trainees will take actively part to the formative route evaluation and validation process, finalised to the creation of the Form and to the subsequent dissemination of the new formative route, even by capillary mainstream actions;
· A group selected among the participants of the training action (the best 5), will take part even to the realisation of the environment promotion campaign. It will be developed together with the partners, involving and sensitising the political actors, the social parts and the whole of the population.

 

 Between national partners

Text available in

The project will be managed according to a structure based upon different levels. The Tertium, which is the organisation of reference, will be the leader.

The organisational activities and the different operative actions will be co-ordinated by a co-ordination committee, which will be supported by the project manager and, as for the implementation of the formative activities, by a didactical co-ordinator and by a Director for the Experimental Guidance Centre.
An administrative responsible will be in charge of the administrative and financial management. He will co-ordinate the administrative structure, and to him will be dispatched all accountancy documents produced by the different partners.
The involvement of all the partners in the decision making will be thus guaranteed by the institution of a Co-ordination Committee, to which will take part the representatives of all the organisations involved in the PS. Such a committee will meet periodically in order to:
· Adopt a common strategy for the definition of decisional processes;
· Define the actions, the resources and the project temporal planning;
· Elaborate a synergy working normal standard, that guarantees the unity of intents in all project activities implementation;
· Manage the relationship between local and transnational partners.

The general co-ordination of the transnational activities, will be held by a transnational steering committee made of transnational PS members, who will meet periodically for the project setting up and the development of the various thematic work groups activities.

dot Top


Transnationality

 

 Linguistic skills

  • English
  • español (castellano)
  • français
  • italiano

 Percentage of the budget for transnational activities

  • 11.7%

 Transnational Co-operation Partnerships

Transnational Co-operation Agreement DPs involved
1632 COUPOLE BEfr 11
FR NAT-2001-10813
FR NPC-2001-10485
PT 2001-026

dot Top


Background

 

 Involvment in previous EU programmes

  • One partner involved in A&E

dot Top


National Partners


Partner To be contacted for
TERTIUM - Ente no Profit Co-ordination of experimental activities
Design of the project
DP managing organisation
Evaluation
Monitoring, data collection
Transnational partnership
COMUNITA` MONTANA DELLE SERRE COSENTINE
Calabria Ricerche S.r.l.

dot Top


Agreement Summary

Text available in

a) As a result of the admission to the financing to the action 1 of the project called AGE.F.O.S., environment and training that is integrated for the development of the Serre Cosentine and AGE.F.O.S is written und introduced by the PS that originally is constituted by Tertium and C.M. Serre Cosentine and the PS is extended with Calabria Research Organization Co. Ltd throughout the action 1, and with regard to the specific competences and references of TERTIUM of Cosenza, the parties, that constitute the PS, have decided in agreement to assign the responsibility of address and management of the same PS to the TERTIUM Organization of Cosenza, that assumes the role of contact person. Therefore the TERTIUM Organization of Cosenza assumes this role/function and becomes the sole interlocutor, in the PS, of the administration and, also, the sole receiver of the financing.

b) The PS has individualized the following macro-activities: incentive of the initiative, diffusion of the results and mainstreaming; Training; Research; experimental guidance centre; Transnational Activities. For every macro-activity, the leadership will be assigned to one of the partners and this will carry out one`s duties in the following way: predominant role in the macro-activity; responsibility of the expected results and the times that are foreseen by the work programme; monitoring in itinere of the macro-activity.

c) The Tertium Organization, as a contact person, will assume the responsibility of the organization of the relations management between the PS and the contact administration. The acts that demand a responsibility assumption of the PS towards the contact administration, will be subscribed by the delegate lawyer of the Tertium, except formal proxy if this is expressed. For the request activities of authorizations, conduct of the informations, communications by and towards the administration, the relations between the PS and the contact administration will be entertained by the administrative Manager of the project. The organizing structure will be constituted in this way: A Coordination committee (CdC); A Project Manager; A Managing Director who will coordinate the administrative work group (accountant, secretary`s office, and so on); a Committee of Evaluation and monitoring; a Didactic Coordinator; a Manager of the research; a Team of transnational work; a Director of the guidance centre; many occasional collaborations of experts, consultants, teachers and tutors. For the written communications will be used two registers of correspondence and these registers will be authenticated; the first register will be for the in-coming mail and the second for the outgoing mail. The Chairman of the Tertium will be responsible for the verification of content and form and also for the verification of the times; the outgoing communications will be produced within the second day since the relative in-coming communication. It is constituted a file for these documents and this will be distinguished, classied for subject, functions and reported to every actor for the Ps. These files will follow the chronological order. The relations ad personam, with officers who are responsible for the contact administration and for the other offices that are involved, will be delegated to the administrative manager.
d) An ordinary current account will be constituted to a credit institution and in this ordinary current account will meet the contributions and with this will be paid the payments. The invoices will be accompanied with a report of the work that is occured and also with a documentation of the costs. The treasurer of the Tertium Organization is the same chairman. There will be two different but parallel and contemporaneous methods of accounts: the first will point out every financial event of income and expenditure for a correct detailed accounting of the contributions and the relative costs that are groupped for homogeneous typology and distinguished for Subject (that constitute the PS). The Second method, that is more complete and analytical, is based on the principle of the account revelations in double entry and this performs to the provisions of the Book V, Title II, Head III of civil code.
e) The Tertium Organization will attend to the administrative and financial administration of the different activities of the project and in this way the Tertium will be able to manage public funds.
f) The contact person and also the other parties, that constitute the PS, accept to spread, publicize and to make of public domain the results of the activity, the products, the instruments and the methodologies that have used, in every form that the contact administration will consider useful and appropriate.
g) The Ps is aware of the necessity to consent and urge the active involvement of the partners in every phase of realization of the project.The involvement of every partners in the decisional moment will be assured with the founding of a Coordination committee there and in this Coordination committee will be one or two representatives who are designated by every partner of the PS.
h) The Ps accepts to produce in a context of transnational co-operation, networking and diffusion of the results. The general coordination of the transnational activities, that has been defined in the Agreement of transnational co-operation, will be assumed by a committee of transnational pilotage that is constituted by the members of transnational Ps.

Last update: 30-04-2002 dot Top


TERTIUM - Ente no Profit

(TERTIUM)
Via P. Rossi 129/B
87100 COSENZA
non registrato

Tel:+39098431229
Fax:+390984821561
Email:info@tertium.org

 
Responsibility in the DP: Co-ordination of experimental activities
Design of the project
DP managing organisation
Evaluation
Monitoring, data collection
Transnational partnership
Type of organisation:Education / training organisation
Legal status:Private
Size:Staff < 10
NUTS code:COSENZA
Date of joining / leaving:27-08-2001 /

Text available in

Tertium Organisation spreads out the use of training routes as tools for social promotion and adaptation of professions to the needs and requirements of the labour organisation in the industrial and services sectors.
Tertium achieves cultural and work exchange activities as well as data surveying concerning the labour markets.
It plans and implements vocational and continuous training courses and workshop for public servants and vocational training operators.
It elaborates tools for orientation activities and promotes study initiatives and didactical experimentations.



Contact person(s)

Name First name Phone E-mail Responsibility
De Caro Enrico +39098431229 info@tertium.org Responsible of the Administrative Aspects of the DP

Last update: 30-04-2002 dot Top


COMUNITA` MONTANA DELLE SERRE COSENTINE

(C.M.)
Via Tivolille n.80
87040 MENDICINO
Non registrato

Tel:+390984/632367
Fax:+390984/632652
Email:comunitamontanaserreco@tin.it

 
Responsibility in the DP:
Type of organisation:Public authority (national, regional, local)
Legal status:Public organisation
Size:Staff 10-50
NUTS code:COSENZA
Date of joining / leaving:27-08-2001 /

Text available in

Traduzione in inglese o francese della voce 3.2.9, anche in forma sintetica (massimo 3.000 caratteri).

The Comunità Montana aims at a human, social and economic valorisation of its area of reference by a politic of balance and development of the present as well as potential resources. It wants to achieve the following objectives:
· Local culture protection and valorisation along with its local features;
· Mountain territory protection and rational asset as well as the environment protection;
· Optimal management of services and actions referred to the interested territory, to be achieved even through conventions signed with the municipalities it is formed by, with the conterminal mountain communities and with the sub municipal organisations;
· The promotion of the Municipalities union and the constitution of technical and of the administrative structures supporting the associated Municipalities;
· The planning, in a provincial and regional ambit, of infrastructures and civil services appropriated to guaranty a basis for an effective economic development, also finalized to favor a residential status;
· Associated management of Municipality services;
· Support to initiatives of economic and productive kind, addressed to favouring and valorisation of all resources existing in the mountain territory, in the frame of a well defined planning of the objectives and actions;
· The mountain populations participation to the general mountain social and economic development process, in particular, favouring its residential and demographic development conditions as well as their cultural professional and economic growth;
· A link between them and their emigrants citizens also by adhesion to specific associations or organizations.

Furthermore, the Comunità Montana pursues economic and resources rationalization development finalities it was entrusted by both State and Regional regulations as well as by the European Union normative.



Contact person(s)

Name First name Phone E-mail Responsibility
PETRONE GABRIELE +390984632367 comunitamontanaSerreCo@tin.it responsible for funds managed by his Organisme and Tertium relationships

Last update: 30-04-2002 dot Top


Calabria Ricerche S.r.l.

(C.R.)
via degli Stadi, n.32
87100 Cosenza
non registrato

Tel:+390984825309
Fax:+390984825234
Email:calabriaricerche@virgilio.it

 
Responsibility in the DP:
Type of organisation:Enterprise
Legal status:Private
Size:Staff < 10
NUTS code:COSENZA
Date of joining / leaving:27-08-2001 /

Text available in

3.2.9.1 Traduzione in inglese o francese della voce 3.2.9, anche in forma sintetica (massimo 3.000 caratteri).

The main activity carried out from Calabria Ricerche srl regards studies of economic and social searches and industrial searches and of market. Where particular necessities to the deepening of the acquaintance of specific economic fields are introduced relative and social, of industrial and market segments, Calabria Ricerche srl, based on the opportune methodologies, carries out searches on the field through champions adequately selects to you. These searches can be, for comfort, grouped in some traditions which: the economic search that comprises problematic searches on `lived` of social (the healths, order, energetic saving, reform of the instruction, cost of living, social welfare, etc.); economic searches and on the territory (cognitive pictures you for plans of total and territorial development); structural searches historical on the national economy (analysis of the resources, constitution and analysis of intersettoriali matrices, etc.); macro-economic forecasts of development (course of the question, analysis of the offer, international cooperation, etc.); searches on the problematic ones of the occupation and the job. On the depositor of the industrial search, Calabria Ricerche srl finalizes its activity towards the study and the analysis of market scenes, studies on the productive structures and on the degree of concentration of specific fields, searches on the distributive structure and the evolution of the various channels, analysis upgrades them of market, existing opportunities on the home market and international. For the development of the own activity, Calabria Ricerche srl is taken advantage of the competence of emergent professionalities, opportunely forms to you and, however, with to the shoulders moments covered of collaboration, matured on the field, with institutes of search and university.



Contact person(s)

Name First name Phone E-mail Responsibility
Rio Raffaele +39338.2362480 raffaele.rio@virgilio.it the responsible of the funds managed by his Company and Tertium Relations

Last update: 30-04-2002 dot Top



 
 
 
 

 
 
 
 

 
 
 
 
Warning! This section is not meant to be read directly, but rather be navigated through from the main page above.
 
 
 
 

AGE. F.O.S. : Amb. e For. integrata per lo sviluppo delle serre cosentine

Rationale

Text available in

Per arrivare alla individuazione dei problemi che creano sul mercato del lavoro discriminazione ed esclusione, si è fatta una analisi delle condizioni sociali ed economiche partendo dalla situazione nazionale per poi arrivare al territorio di riferimento, considerando in particolare quella che è la situazione in atto, l`analisi delle potenzialità dell`area, l`andamento demografico, le attività economiche prevalenti, la formazione scolastica.
Occorre partire da un`analisi generale del mercato del lavoro, prestando particolare attenzione ai segmenti sociali maggiormente penalizzati in un`ottica di genere, generazionale e territoriale, per individuare quegli elementi problematici che il Programma di Iniziativa Comunitaria EQUAL intende combattere.
La mancanza di lavoro è una delle più gravi condizioni di disagio, non solo di quello economico ma anche di quello sociale; e l`entità di tale disagio è più o meno proporzionale alla lunghezza della durata della ricerca di lavoro. Pur in una situazione che vede un generale miglioramento deI rapporto disoccupati/occupati, il tasso di disoccupazione di lunga durata (rapporto tra persone in cerca di occupazione da più di un anno e Forze di Lavoro in complesso) calcolato prescindendo dalla distribuzione per classe di età, risulta ancora elevato attestandosi, nel 2000, per i maschi al 7,28% contro il 12,92% per le femmine, e tali dati non accennano a diminuire (Dati ISTAT e Unioncamere).
L`analisi territoriale del tasso di disoccupazione di lunga durata consente di individuare una zona del Mezzogiorno in cui tale fenomeno è particolarmente intenso; nel 1998 questo indicatore, calcolato per la fascia di età dai 15 ai 24 anni, ovvero quella maggiormente interessata dal fenomeno, è superiore al 30% sia per i maschi che per le femmine in 5 regioni: Puglia, Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna. Tra le donne, poi, la disoccupazione di lunga durata raggiunge valori nettamente superiori rispetto agli uomini: in Campania, Calabria e Sicilia nel 1998 più della metà della forza lavoro femminile dai 15 ai 24 anni è in cerca di lavoro da più di un anno.
Nell`area di riferimento, e precisamente nei nove comuni che costituiscono la Comunità Montana delle Serre Cosentine, il dato che emerge circa il tasso di disoccupazione di lunga durata non si discosta molto dalla situazione presente nel mezzogiorno d`Italia, infatti analizzando il nuovo Piano di sviluppo socio economico della Comunità Montana, si riscontra come ad una situazione di notevole crescita demografica, sia rapportato un tasso di disoccupazione preoccupante, evidenziando la mancanza di una risposta lavorativa anche se in presenza di un territorio sotto certi punti di vista scarsamente indagato e ricco di potenzialità legate principalmente al settore ambiente. Si riscontra però dai dati relativi alle persone attive per ramo di occupazione un elevato tasso per il settore terziario, a discapito degli altri settori che negli anni passati erano i settori trainanti quali ad esempio il settore agricolo.
Tutto ciò è il risultato di quanto avvenuto a livello di pianificazione nel bacino territoriale di riferimento sul quale intende incidere il progetto; esso infatti mostra gli effetti più evidenti di un processo di trasformazione che deriva direttamente dal sistema economico e sociale connaturato ad una filosofia di intervento sul territorio garante di interessi particolari e speculativi piuttosto che allo sviluppo e alla programmazione dello stesso.
Il settore di riferimento del progetto è l`ORIENTAMENTO nel settore dell`ambiente. Quest`ultimo rappresenta allo stesso tempo un problema per l`inadeguatezza delle politiche attuate, indirizzate a creare specifiche professionalità, ed una opportunità per le enormi potenzialità di sviluppo e di crescita che lo stesso racchiude. Il modello di orientamento che il progetto sperimenterà sarà relativo al settore ambiente, progettando un centro di orientamento sperimentale che permetterà di studiare metodologie, che potranno essere poi trasferite ad altri settori.
A tal proposito si sono prese in considerazione le problematiche ambientali viste le potenzialità e le opportunità legate a tale settore.
Nell`ultimo decennio si è sviluppata, infatti, una consapevolezza che l`ambiente, nei suoi fattori fisici, biologici e climatici, costituisce non un contenitore neutro da utilizzare in maniera indiscriminata, bensì un complesso sistema regolato da leggi naturali tra di loro interconnesse, e che una variazione anche modesta di un solo elemento dell`ambiente può determinare effetti gravi e a volte imprevedibili.
Lo sviluppo sostenibile è un principio che investe ogni attività umana ed economica. Per una società futura capace di rispetto delle risorse naturali, umane e culturali occorre pertanto applicare questo principio ad ogni settore lavorativo. Di conseguenza una possibile trasformazione dell`economia in senso ecosostenibile comporta la creazione di figure professionali specifiche che entrino in un nuovo mercato del lavoro.
In un periodo di stagnazione dell`economia e quindi dell`occupazione a livello europeo, quale l`attuale, il settore ambientale segna una costante controtendenza.
Secondo il Rapporto Europeo sull`occupazione del 1999 il settore ambientale in Europa conta già 3,8 milioni di occupati e le proiezioni sono per un forte incremento del dato esistente.

In Italia i margini di sviluppo sono particolarmente interessanti, in quanto occorre colmare un considerevole distacco dagli altri Paesi dell`Europa e del Nord America. Ciononostante questo nuovo mercato del lavoro sta nascendo e crescendo con un ritmo costante, pur se permangono alcuni ritardi ed ostacoli che frenano lo sviluppo di questo settore. In particolare si tratta di:
· incertezza del quadro normativo;
· scarsità e polverizzazione di realtà economiche (aziende, consorzi, ecc.), in grado di stimolare il processo, comunque in corso, promuovendo al contempo interventi e realizzazioni sempre più innovative e adeguate agli obiettivi;
· scarsità di risorse umane in grado di rispondere tempestivamente alle sollecitazioni del tessuto socio - economico.



Ad oggi sono comunque oltre 165.000 i lavoratori del settore ambientale in Italia, compreso l`indotto, ma escludendo attività come l`agricoltura biologica, l`ingegneria naturalistica e le energie alternative. Le possibilità di trovare un lavoro in questo settore stanno dunque aumentando, grazie agli sviluppi in atto nel campo della ricerca, turismo, agricoltura, artigianato, protezione e salvaguardia del territorio. (Dati Ministero dell`Ambiente/ISTAT)

Un serio studio delle professioni ambientali, della formazione delle risorse umane in grado di affrontare la nuova domanda di tutela dell`ambiente non può più essere rimandato, dal momento che i temi ambientali sono ormai divenuti parte integrante dei meccanismi di decisione politica e finiscono col costituire un necessario riferimento anche per le attività economiche.

Il risultato di questa breve analisi nel settore ambiente, giustifica la scelta del gruppo bersaglio del nostro progetto: i disoccupati di lunga durata.

Le cause che generano discriminazione ed esclusione dal mercato del lavoro di tali gruppi sociali sono molteplici ma fra queste un ruolo fondamentale gioca la inadeguatezza delle competenze professionali e dei titoli di studio conseguiti.
In particolare si intende recuperare attivamente al mercato del lavoro i soggetti che hanno acquisito un titolo di studio (diploma o laurea) debole, molto spesso correlato ad un percorso formativo umanistico.
In sostanza si può parlare di `disoccupazione intellettuale` da parte di quei soggetti i cui diplomi o le cui lauree non sono adeguati ai profili professionali che il mercato del lavoro richiede e che pertanto vengono confinati in una sorta di emarginazione professionale, che diventa fattore di discriminazione non solo economico ma anche sociale e psicologico.
A tal proposito l`Ente TERTIUM, restringendo sempre il campo di azione al settore ambiente, ha svolto una indagine su un campione rappresentativo del gruppo bersaglio, intervistandolo e sottoponendolo ad una analisi delle competenze.

È emerso che:
· Il 77% dispone di esperienze e titoli INADEGUATI
· Il 21% ` ` ` ` ` ADEGUATI
· Il 2% ` ` ` ` ` NON DEFINIBILE

Il risultato di tale indagine porta alla presenza di un grosso gap tra domanda, di lavoro legato al settore ambientale, e l`offerta di figure professionali specializzate adeguatamente.
Pertanto dall`analisi degli elementi problematici è emerso il Gruppo-bersaglio del progetto: DISOCCUPATI DI LUNGA DURATA IN POSSESSO DI UN TITOLO DI STUDIO DEBOLE.

dot Top


Objective

Text available in

Obiettivo generale del progetto è quello di definire delle metodologie di orientamento e formazione innovative e in grado di contribuire all`avvicinamento tra la domanda e l`offerta di lavoro nel settore dell`ambiente. Questo con l`obiettivo finale di contribuire a colmare il gap esistente tra l`inadeguatezza delle competenze dei disoccupati di lunga durata in possesso di un titolo di studio `debole` e la domanda di nuova professionalità proveniente dal tessuto socio-economico.
Questo obiettivo sarà raggiunto attraverso un programma integrato di ricerca, progettazione e realizzazione di interventi di orientamento, formazione, consulenza e accompagnamento alla ricerca di un posto di lavoro nel settore ambientale, quale campo di azione ristretto per la sperimentazione della strategia progettuale.

La sopraindicata strategia si esplicherà mediante una serie di azioni:

· Promozione dell`intervento, con attività in grado di sensibilizzare e coinvolgere gli attori esterni al partenariato di sviluppo, essenziali inoltre per attivare il processo di mainstreaming;
· Progettazione e realizzazione di un percorso formativo per `Esperto Comunicazione Ambientale`, finalizzato alla creazione di una nuova figura professionale;
· Elaborazione di una metodologia di orientamento, basata principalmente sul bilancio delle competenze, per disoccupati di lunga durata da indirizzare alle `professioni ambientali`; attuata dopo una fase di formazione degli operatori dell`orientamento impegnati nel progetto;
· Sviluppo di una ricerca che abbia l`obiettivo di fornire un`accurata analisi di scenario della domanda e dell`offerta di `Professioni verdi` in ambito locale nazionale ed europeo. Verranno poi studiate le figure professionali emergenti, sempre limitatamente al settore ambientale, nel medio periodo (3/5 anni), al fine di permettere una conoscenza dettagliata delle professioni emergenti esistenti. Infine, la ricerca intende individuare i titoli di studio deboli e i profili professionali forti presenti sul territorio delle Serre Cosentine, al fine di valutare, da un lato, il grado di incidenza locale di diplomi e lauree poco `spendibili` sul mercato del lavoro, dall`altro, in un`ottica di superamento di tale difficoltà, di verificare le possibilità di coniugare professioni ambientali e titoli di studio `deboli`.
· Realizzare scambi di esperienze con partner europei per staff, formatori, Orientatori;
· Realizzare un Centro di Orientamento Sperimentale specializzato nel settore `ambiente`, che si ponga come anello di congiunzione tra il bacino di utenza dell`iniziativa (disoccupati e inoccupati) e i soggetti che operano nel settore ambiente. Tale centro sarà utilizzato prevalentemente:
- come sistema informativo aggiornato ed interattivo sulle `professioni ambientali`,
- per le azioni di accompagnamento post-formazione, come punto di riferimento per entrare in contatto con Enti ed aziende che operano nel campo dell`Ambiente,
- per il Bilancio di Competenze,
- per supportare la diffusione dei risultati e il mainstreaming.


La realizzazione del Centro di orientamento sperimentale sull`ambiente, rappresenta il vero fulcro della strategia del progetto e, nell`intendimento dei partner, è uno strumento che sopravviverà alla conclusione delle attività progettuali.
In sostanza si tratta di un Centro di Orientamento che sfrutterà le opportunità lavorative offerte dal settore ambientale, offrendo agli utenti/allievi una serie di servizi quali:
- Informazioni sul mercato del lavoro ambientale e accesso a banche dati,
- autovalutazione ed autoapprendimento,
- bilancio delle competenze.

L`innovatività di questo Centro consiste nel fatto che mentre sono numerose le iniziative finalizzate a realizzare un inventario o classificazione delle professioni ambientali, non risultano esperienze di centri di orientamento così settorializzati e specializzati.
L`orientamento (o il riorientamento) del gruppo bersaglio sarà realizzato principalmente mediante il bilancio di competenze, inteso come un percorso che mira a facilitare l`acquisizione di consapevolezza sulle competenze professionali e personali nonché sulle potenzialità che il soggetto possiede, con l`obiettivo di costruire un progetto professionale per un migliore inserimento lavorativo.

Ambizione del progetto è ovviamente quella di trasferire la metodologia sperimentata nel campo ambientale, a tutti gli altri settori, economici e sociali, che usufruendo dell`Orientamento possano dare risposte positive contro le discriminazioni e disuguaglianze presenti nel mondo del lavoro.

Pertanto, coerentemente con l`obiettivo generale, la strategia di intervento che il progetto intende sperimentare è articolata ed innovativa; articolata perché si basa su un complesso di azioni integrate, innovativa perché propone nuove forme di approccio metodologico sfruttando la tecnica del Bilancio delle competenze per la ricerca di un posto di lavoro o la riconversione in professioni legate al settore dell`ambiente.

Le differenze con il formulario di candidatura sono esclusivamente a livello di contenuti e non a livello di strategia e risultati da raggiungere.
Questo è un passaggio normale che si è sviluppato durante l`azione 1 nella implementazione del progetto, e nel maggiore coinvolgimento della PS all`interno delle problematiche emerse in fase di definizione del programma definitivo, e vista la decurtazione del 17% sulla somma preventivata nel formulario di candidatura.
L`esclusione del percorso formativo per Manager delle acque, che rappresenta l`unica modifica di rilievo, non comporta infatti nessun cambiamento a livello di strategia del progetto, e quindi di raggiungimento degli obiettivi prefissati, bensì si è deciso di destinare maggiori risorse sull`attività di Orientamento, che come sopra specificato rappresenta il fulcro dell`intervento.

dot Top


Innovation

Text available in

L`intervento proposto presenta numerosi e rilevanti caratteri di innovatività, sia dei processi che degli obiettivi.
Per quanto riguarda l`innovazione orientata agli obiettivi le principali caratteristiche innovative sono:
· Creazione di un gruppo guida operativo, quasi un team di mediazione, che costruisca e renda stabile l`incontro fra i processi lavorativi e il mondo della qualificazione delle figure professionali;
· Creazione di uno spazio condiviso di sperimentazione e di snodo del processo di inserimento lavorativo dei disoccupati di lunga durata, dotato di strumenti specifici di valutazione e di mediazione interpersonale;
· Approfondimento delle caratteristiche di intervento nel settore ambientale ancora poco esplorato dall`offerta formativa;
· Creazione di opportunità di integrazione professionale, nel mercato del lavoro, per soggetti discriminati per la inadeguatezza delle conoscenze professionali, mediante la valorizzazione e non la semplice riconversione del bagaglio conoscitivo e di competenze acquisite nei percorsi scolastici;
· Pratica e divulgazione della `filosofia` e delle tecniche della tutela ambientale e delle professioni ecocompatibili.

L`innovazione orientata ai processi riguarderà principalmente:
· Realizzazione di un Centro di orientamento sperimentale dedicato e specializzato sull`ambiente, per sperimentare, tra l`altro, la possibilità di erogare orientamento, autovalutazione, formazione, accompagnamento ed altri servizi consulenziali;
· Individuazione e descrizione di nuovi profili professionali e processi formativi;
· Elaborazione e standardizzazione di procedure per l`orientamento e l`autovalutazione dei beneficiari e per il monitoraggio e la valutazione dl progetto.

dot Top


Agreement Summary

Text available in

a) A seguito dell`ammissione a finanziamento all`azione 1 del progetto denominato AGE.F.O.S. ambiente e formazione integrata per lo sviluppo delle Serre Cosentine, redatto e presentato dalla PS originariamente costituita da Tertium e C.M. Serre Cosentine, ampliata con l`Ente Calabria Ricerche srl durante l`azione 1, e riguardo alle specifiche enunciate competenze e referenze di TERTIUM di Cosenza nonché, alla già manifesta delega di unico interlocutore con l`Amministrazione, per come già specificato nell`apposito formulario di candidatura, le parti, costituenti la PS, hanno deciso in accordo di affidare la responsabilità di indirizzo e di gestione della stessa PS all`Ente TERTIUM di Cosenza, che assume il ruolo di soggetto referente.
Pertanto l`Ente Tertium di Cosenza assumendo tale ruolo/funzione diviene l`unico interlocutore, nella PS, dell`Amministrazione ed, altresì, l`unico percettore del Finanziamento.
L`Ente Tertium sarà pertanto responsabile del Coordinamento organizzativo ed amministrativo della PS e, quindi, svolgerà una funzione di indirizzo della stessa.

b) La PS ha individuato le seguenti macro-attività: promozione dell`iniziativa, diffusione dei risultati e mainstreaming; Formazione; Ricerca; Centro di orientamento sperimentale; Attività transnazionali.
Per ogni macro-attività la leadership sarà assegnata ad uno dei partner e si espleterà nel seguente modo: ruolo predominante nella macro-attività; responsabilità dei risultati attesi e dei tempi previsti dal programma di lavoro; monitoraggio in itinere della macro-attività .
I ruoli e le responsabilità di ogni partner, suddivisi per macro-attività, saranno:
- Promozione dell`iniziativa, diffusione dei risultati e mainstreaming: La Comunità Montana delle Serre Consentine leader della macro attività, in qualità di Ente Pubblico e soggetto operante sul territorio di riferimento, si preoccuperà di promuovere l`intero intervento e i risultati raggiunti.
Calabria ricerche srl promuoverà e pubblicherà i risultati della ricerca.
Tertium realizzerà la promozione del Centro di Orientamento sperimentale sull`ambiente ed i risultati da esso raggiunti.
-Formazione :Tertium leader della macro-attività, sarà responsabile e gestirà la struttura organizzativa e amministrativa dell`attività corsuale e si porrà, inoltre, come punto di riferimento per le attività didattiche del percorso formativo denominato `Esperto comunicazione Ambientale`, individuando la metodologia e le eventuali modifiche necessarie per il raggiungimento degli obiettivi prefissati.
La Comunità Montana delle Serre Cosentine parteciperà alle attività di implementazione delle attività didattiche fornendo alcuni docenti che seguiranno la fase pratica del percorso, concernente la progettazione della campagna di promozione ambientale. Successivamente sarà responsabile dei 5 tirocinanti che, selezionati alla fine dell`attività corsale, realizzeranno la campagna di comunicazione ambientale;
Calabria Ricerche srl sarà responsabile del coordinamento didattico,
preoccupandosi di relazionare all`Ente Tertium, quale leader dell`attività, sulle eventuali modifiche necessarie per il raggiungimento degli obiettivi formativi.
- Ricerca: Calabria Ricerche srl leader della macro-attività, coordinerà la ricerca, che si pone come obiettivo generale la definizione dello stato dell`arte del mercato del lavoro `verde`.
La Comunità Montana delle Serre Consentine dovrà individuare e fornire un professionista che parteciperà attivamente alle attività di somministrazione delle interviste per la raccolta dei dati, al Data Entry per le successive elaborazioni condotte dal leader della macro-attività.
Tertium dovrà individuare e fornire un professionista che parteciperà attivamente alle attività di somministrazione delle interviste per la raccolta dei dati, al Data Entry per le successive elaborazioni condotte dal leader della macro-attività
- Centro di orientamento: Tertium leader della macro-attività, si occuperà della progettazione del centro di orientamento.
Parteciperà e supervisionerà la realizzazione delle attività svolte dal Centro di Orientamento mettendo a disposizione di tale struttura professionisti esperti nell`orientamento e specificatamente del Bilancio delle competenze che, opportunamente formati, si preoccuperanno della fornitura dei servizi offerti ed in particolare:Informazione sul mercato del lavoro generale e specifico e sulle opportunità di lavoro offerte dall`ambiente; Accesso telematico a banche dati locali, nazionali e internazionali; Orientamento (Bilancio delle Competenze, etc.).
Calabria Ricerche Srl si preoccuperà di individuare e mettere a disposizione un professionista che assumerà il ruolo di Direttore del Centro di orientamento sperimentale.
La Comunità Montana delle Serre Cosentine dovrà individuare e mettere a disposizione un professionista (consulente orientamento) che parteciperà alla fornitura dei servizi di orientamento .
- Attività transnazionali:Tertium leader della macro-attività, referente dell`accordo di cooperazione transnazionale, gestirà le attività transnazionali, usufruendo della partecipazione degli altri partner quando il progetto transnazionale lo richiederà. In particolare la Tertium parteciperà al Comitato di Coordinamento transnazionale, mentre gli altri partner, a seconda delle competenze specifiche, parteciperanno ai work-shop transnazionali previsti dall`ACT.
c) L`ente Tertium, nella sua qualità di soggetto referente, si assumerà la responsabilità dell`organizzazione della gestione dei rapporti tra la PS e l`Amministrazione referente.
Gli atti che richiedono una assunzione di responsabilità della PS nei confronti della Amministrazione referente saranno sottoscritti dal Legale rappresentante della Tertium, salvo formale delega espressa ove possibile.
Per le attività di richiesta di autorizzazioni, gestione delle notizie/informazioni, comunicazioni da e verso l`Amministrazione, i rapporti tra la PS e l`Amministrazione Referente saranno intrattenuti dal Responsabile Amministrativo del progetto.
La struttura organizzativa sarà così costituita: Un Comitato di Coordinamento (CdC); Un Project Manager; Un Direttore Amministrativo, che coordinerà il gruppo di lavoro amministrativo (contabile, segreteria, etc.); Un Comitato di Valutazione e Monitoraggio; Un Coordinatore didattico; Un Responsabile della ricerca; Un Team di lavoro Transnazionale; Un Direttore del Centro di Orientamento; numerose collaborazioni occasionali di esperti, consulenti, docenti etutors.
In particolare per le comunicazioni scritte saranno utilizzati n° due registri di corrispondenza, debitamente vidimati, rispettivamente il primo per la posta in arrivo e il secondo per quella in uscita. Sarà responsabilità del presidente della Tertium, oltre al controllo di contenuto e forma, il controllo sui tempi: è stabilito che le comunicazioni in uscita debbano essere prodotte non oltre il secondo giorno dalla relativa comunicazione in entrata.
E` costituito un apposito archivio di tali documenti ben distinto, classificato per materia, per funzioni e riferito a ciascuna parte attore costituente la PS. Detti archivi omogenei per materia, funzioni e parti seguiranno l`ordine cronologico.
Sempre al responsabile Amministrativo saranno altresì delegate i rapporti ad personam con i funzionari responsabili della Amministrazione referente e degli altri Uffici coinvolti.
d) Sarà costituito apposito conto corrente ordinario presso un Istituto di Credito ove confluiranno i contributi e attraverso il quale saranno regolati tutti i pagamenti. Le fatture dovranno essere accompagnate da una puntuale e relativa relazione sull`opera prestata, nonché dalla documentazione delle spese sostenute. Il tesoriere dell`Ente Tertium è lo stesso Presidente. Saranno adottate due distinti, ma paralleli e contemporanei, metodi di contabilità: -Il primo mirerà a rilevare tutti gli accadimenti finanziari di entrata e di uscita al fine di una sicura rendicontazione analitica dei contributi e delle relative spese raggruppate per tipologia omogenea e distinte per Soggetto (costituente la PS).
-Il secondo metodo più completo ed analitico, si basa sul principio delle rilevazioni contabili in partita doppia ed assolve ai disposti contenuti nel Libro V, Titolo II, Capo III del codice civile.
i)L`Ente Tertium si occuperà della gestione amministrativa e finanziaria delle varie attività del progetto assicurando allo svolgimento di tale attività una organizzazione in grado di gestire fondi pubblici, avendo già svolto, portando a compimento con diligenza e risolutezza, numerose attività di Iniziativa Comunitaria finanziate alcune dalla Regione Calabria, altre dal Ministero del Lavoro, riportate al PAR. 3.1.10
ii)Il soggetto referente, nonché le altri parti costituenti la PS, accettano di diffondere, pubblicizzare e rendere di dominio pubblico i risultati dell`attività, i prodotti, gli strumenti e le metodologie messe a punto, in tutte le forme che l`Amministrazione referente riterrà utili ed opportune.
iii)La PS, è consapevole della necessità di consentire e sollecitare il coinvolgimento attivo dei partners in tutte le fasi di realizzazione del progetto.
Il coinvolgimento di tutti i partners nel momento decisionale sarà garantito mediante la istituzione di un Comitato di Coordinamento, al quale prenderanno parte 1 o 2 rappresentanti designati da ciascun partner coinvolto nella PS.
iv)La PS accetta di operare in un contesto di cooperazione transnazionale, di networking e diffusione dei risultati.
Il coordinamento generale delle attività transnazionali definito nell`Accordo di cooperazione transnazionale, sarà assunto da un comitato di pilotaggio Transnazionale costituito da membri di PS transnazionali.

dot Top


Empowerment

 With beneficiaries

Text available in

Secondo dati forniti dall`ISTAT, alla fine del 2000, i disoccupati di lunga durata in Italia erano oltre 1.347.000. Di questi oltre il 40 %, con una forte concentrazione nel Sud e nelle Isole, è costituito da diplomati e laureati in possesso di un titolo di studio debole. Nemmeno la diminuzione del tasso di disoccupazione, infatti, ha intaccato il fenomeno della disoccupazione di lunga durata, dal momento che ha favorito il segmento degli inattivi. Sebbene diminuiti nel numero di circa 90mila unità, i disoccupati di lunga durata vedono tuttavia peggiorare la loro posizione relativa: essi rappresentano oggi il 60,8% del totale dei disoccupati, contro il 60% del 1999.
Pertanto, se in un quadro di ripresa dell`occupazione più della metà dei disoccupati continua a restare tale a distanza di un anno e se la quota prevalente degli ingressi al lavoro è rappresentata da flussi dalla inattività, occorre verificare l`efficacia delle modalità di ricerca e dei servizi di supporto per gli individui che dichiarano di voler trovare lavoro.

Ancor più utile appare, pertanto, la diffusione di misure di orientamento ed accompagnamento per la ricerca di lavoro.
Questa ultima riflessione è fra le idee forti della strategia del progetto, imperniata sulle azioni di Ricerca, Orientamento, Formazione ed Accompagnamento, per offrire opportunità alternative di entrata nel mondo del lavoro, sfruttando il grosso bacino di offerta lavorativa che arriva dalle professioni ambientali.
Per poter cogliere queste opportunità i soggetti interessati devono riformulare i propri progetti professionali prendendo coscienza delle modalità necessarie per aggiornare le proprie competenze/conoscenze, valorizzandole nell`ambito di nuovi bacini di impiego.
Tale processo può essere realizzato attraverso una azione di orientamento basata sullo strumento del bilancio di competenze e standardizzata elaborando modelli di autovalutazione e autoapprendimento.
Le modalità di attuazione previste per l`intervento sono tali da garantire il coinvolgimento di un numero molto elevato di beneficiari.
Il processo di coinvolgimento attivo dei Beneficiari riguarderà tre gruppi:
· Un gruppo molto ampio parteciperà alle azioni di orientamento, consulenza ed accompagnamento, realizzate dal Centro di Orientamento sull`ambiente, dove, i risultati della ricerca saranno fruibili da parte di tutti i beneficiari su scala locale, nazionale e transnazionale;
· Un gruppo ristretto (15 persone) che parteciperà alle azioni formative Pilota. Gli stessi formati prenderanno parte attiva al processo di valutazione e validazione del percorso formativo, finalizzato alla creazione del Form, anche attraverso azioni di mainstreaming.
· Un gruppo selezionato nell`azione formativa (i migliori 5), prenderà parte anche alla realizzazione della campagna di promozione ambientale, sviluppata congiuntamente ai partner e coinvolgendo e sensibilizzando gli attori politici, le parti sociali e tutta la popolazione.

dot Top


Empowerment

 Between national partners

Text available in

Il progetto sarà gestito secondo una struttura a più livelli. L`ente referente, la Tertium, ne assumerà la guida.

Le attività organizzative e le diverse azioni operative saranno coordinate da un Comitato di coordinamento, che si avvarrà dell`apporto fornito dal Project Manager e, per la implementazione delle attività formative, di un Coordinatore didattico e da un Direttore per il Centro di orientamento sperimentale.

La gestione amministrativa e finanziaria sarà affidata ad un Responsabile amministrativo, che coordinerà la struttura amministrativa, al quale confluiranno i documenti contabili generati dai diversi partner della PS.

Il coinvolgimento di tutti i partner nel momento decisionale sarà quindi garantito dall`istituzione del Comitato di Coordinamento, al quale prenderanno parte i rappresentanti di tutti gli Enti coinvolti nella PS. Tale comitato si riunirà periodicamente per:
· adottare una strategia comune per la definizione dei processi decisionali;
· definire le azioni, le risorse e la tempistica progettuale, individuando gli strumenti di lavoro;
· elaborare una prassi lavorativa sinergica che garantisca l`unitarietà nella implementazione di tutte le attività progettuali;
· gestire il rapporto tra Partner locali e transnazionali.

Il coordinamento generale delle attività transnazionali definito nell`Accordo di cooperazione transnazionale (di seguito denominato ACT), sarà assunto da un comitato di pilotaggio Transnazionale (di seguito denominato CdPT) costituito da membri di PS transnazionali.
Questo CdPT si riunirà periodicamente con le varie PS transnazionali, per la messa in opera del progetto e lo sviluppo delle differenti attività previste nei gruppi di lavoro tematici.

dot Top



Logo EQUAL

Home page
DP Search
TCA Search
Help
Set Language Order
Statistics