IMPORTANT LEGAL NOTICE
 

 TECNICHE INNOVATIVE DELLA PROGETTUALITA` ascii version

Italy

 
DP Managing organisation : ORBITER S.r.L.
Other national partners : Associazione internaz. per la Ricerca metod..applicata in program. econ. e prog
CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI
ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DELL`AQUILA
EQUAL theme :Adaptability - Life long learning 
Type of DP :Geographical - Urban area - LA SPEZIA, TERAMO, PESCARA, CHIETI 
DP Legal status :Association without legal form 
DP identification :IT-IT-G-ABR-044 
Application phase :Project ended 
Selection date :29-05-2002 
Last update :02-08-2004 
Monitoring:  

Rationale

Text available in

Pour faire face aux importantes transformations derivant par la globalisation et l`introduction de l`euro et pour assurer la mailleure cohésion économique er sociale des Pays membres, l`U.E. a, dépuis longtemps, mis en place des actions de sensibilisation pour la modernisation de leur processus de développement.

L`Italie, malgré son engagement, n`est pas encore en mesure de maîtriser le processus de développement en matière de qualification et rationalisation des plans et projets d`investissement par l`emploi de méthodologies mises au point par la Science économique internationale, utilisées par l`UE elle-même, et suggérées aux Pays membres (cf déclaration de Mr Ranieri di Carpegna - responsable du Secrétariat de la DG XVI U.E., - lors d`une conférence nationale organisée par le Formez à Rome le 25/10/98 à l`Hotel Aldrovandi au sujet de `l`Agenda 2000 et le nouveau scénario pour la politique communautaire de cohésion`: `............L`Italie trouve encore des difficultés, même au niveau conceptuel, à recevoir les quatre principes fondamentaux des politiques communautaires: la Planification économique, la Projetation, la Transparence et la Subsidiareté).

Ces difficultés dérivent principalement d`une carence de capacité de planification et de projetation qui met e en évidence:
- Au niveau culturel, un retard par rapport à l`évolution de la science économique moderne;
- Au niveau professionnel, une difficulté de renouvellement des compétences;
- Au niveau du marché du travail, une compétitivité managériale limitée
- Au niveau du développement, un ralentissement de la croissance économique et sociale du Pays.

Tout cela est du, en particulier, à la prédominance de la `culture d`entreprise` par rapport à la `culture des projets`.

Alors que la culture d`entreprise considère suffisant pour garantir le succès d`un projet , l`utilisation des modernes techniques de gestion bien coordonnées avec le système du marché, la culture des projets fait une distinction entre les méthodologies de gestion et le méthodologies de préparation et évaluation des projets. Elle réserve aux premières le rôle d`optimiser la rentabilité du projet dans la phase d`exploitation - c`est-à-dire après la réalisation de l`investissement - et, aux deuxièmes, le rôle d`évaluer ex ante le projet pour vérifier sa capacité réelle de dégager le but poursuivi.

De ce point de vue, le projet se presente comme le point d`intersection entre les deux visions culturelles et l`element de référence dans le rapport Projet/Entreprise/Entrepreneur. En tant que capable d`exprimer sa validité autonome, le porjet pourrait devenir le vrai moteur du développement.

En Italie, à cause de la préminence, jusqu`à ce moment, des méthodologies de gestion d`entreprise, existe un vide culturel en matière de Développement qui pénalise pas seulement ce domaine mais aussi un segment du marché du travail intellectuel qui porrait se presenter très interessant.
Afin d`orienter la demande de travail intellectuelle vers ce domaine, ce projet propose le recyclage des ressources humaines occupées par leur perfectionnement professionnel dans les méthodologies de la planification économique e de l`évaluation des projets de standard technique international. De cette manière elles seront en mesure de donner une contribution active à la restructuration et réorganisation du processus de développement économique soit è niveau national que local.

Etant données ces considérations, les élements de référence du projet sont:

- `les carences de la capacité de planification économique et de préparation et évaluation des projets selon les modernes methodologies de standard international` des ressources humaines,;

- la necessité de créer des profils professionnels d`innovation pour le renforcement et la qualification de la demande du travail intellectuel dans le secteur du développement

- l`opportunité de la divulgation de cette moderne conception du développement aussi dans les Pays des partners internationaux .

dot Top


Objective

Text available in

Pour ce qui concerne les objectifs généraux, l`on n`a pas apporté des modifications par rapport à l` Action 1 tandis que pour la strategie les modifications apportées concernent exclusivement son articulation (pp. 5.13 et 5.14).

L`objectif général du projet de donner une contribution substentielle à la divulgation des méthodologies de preparation et évaluation des projets d`investissement dans le cadre d`une moderne programmation économique repond au meme temps à la strategie de l`UE qui dépuis longtemps invite les pays membres à moderniser et actualiser leur processus de développement.

L`Italie, sensible à cet appel, a produits beucoup de lois en matière. Mais cela n`est pas suffiçant. Il faut se baser aussi sur un modèle de réfèrence pour la programmation économicque et la preparation et l`évaluation des projets qui ait été dèjà positivement experimenté à niveau international et former, au meme temps, les ressources humaines intellectuelles capables de maitriser cette problematique. Le projet va dans cette direction et peut donner des contributions très qualifiées pour rejoindre cet objectif soit par la predisposition des methodologies et des instruments didactiques les plus appropiés que par la formulation des actions de divulgation et de formation.

Les instruments didactiques
A niveau intenational, il y a en matière de développement deux Ecoles principales: la premiere d`expression anglo-saxonne - retenue surtout par les Organisations et les Organismes financiers intenationaux - . et l`autre d`expression latine reliée aux Centres de recherche français.
Le sujet de référence du projet (Orbiter) utilise, d`habitude les textes méthodologiques traduits en langue italienne de la Banque Mondiale, de l`ONUDI (école anglo-saxonne) et du fondateur de l`école française.
Le programme de formation s`inspirera aux deux écoles et aura un caractère surtout opérationnel s`appuyant sur une méthode d`analyse des projets très pratique: `Le cahier d`analyse financière et économique` qui, d`après la longue experience professionnelle de Orbiter en matière formation dans le domaine du développement, se presente comme l`instrument d`application le plus approprié.

Les activités de divulgation et de formation.

Pour une divulgation la plus incisive possible des méthodologies de programmation et d`évaluation des projets, il y a été prevu une `action integrée` de rencontres institutionels et d`activités de formation au cours desquels ces méthodes seront presentés dans leur aspect essentiel et primaire; cet à dire comme procedures complementaires à celles de gestion de l`entreprise et pas en conflit avec celles-ci.
Au but de favoriser au maximum la participation aux activités de formation, l`on a prevu des modules didactiques prefixés et très flexibles qui peuvent donner la possibilité de respecter les engagements de travail de chaque participant.

Pour assurer le monitorage et la bonne reussite du projet sera constituée una cabine de pilotage à laquelle participeront les répresentants du projets qui ont signé l`accord de coopèration ou bien leur delegués.
Les activités du projet seront développées comme suit:
- à niveau politique (sensibilisation et formation des representants des institutions locales les plus directement interessées au processus de développement;
- à niveau tecnique (sensibilisation et formation des tecniciens directement interessès au proces de développement);
- en matière de meme opportunité (les femmes pourront beneficier particulierement de cette action car elles auront le pleine droit de participer au processus politique - de decision - et de gagner des emplois toujours plus importants dans le travail tecnique, domaines qui sont d`habitude reservés aux hommes)

Les partners collaboreront activement pour la predisposition des actions de divulgation des activités réalisées. A cet effet l`on organisera des evenements de mainstreaming orizontal et vertical auxquels seront invités les réprésentants des institutions publiques et privées, soit locales che nationales, pour les sensibiliser sur les disciplines du projet. Cela favorira la création de nouveaux ed indispensables équilibres entres le politiques de développement locales et nationales, celles du travail et de la formation, celles de l`occupation et du développement.

Le projet prévoit aussi des action de divulgation dans le pays des partners internationaux afin di favoriser la meilleure integration des actions du partenariat international.



dot Top


Innovation


Nature of the experimental activities to be implemented Rating
Guidance, counselling ****
Training ****
Training on work place ****
Employment creation and support **
Anticipation of technical changes ****

Type of innovation Rating
Process-oriented ****
Goal-oriented ****
Context oriented ****

Text available in

Le caractère innovatif du projet est réprésenté par l`introduction d`une moderne culture de la programmation économique et de l`analyse des projets de niveau technique internationnel. Cette action s`inscrit dans le processus de modernisation que l`UE et l`Italie conjointement sont en train de réaliser pour la rationalisation des politiques de développement et la cohésion économique et sociale des Pays membres.
Pour ce qui concerne le `processus` le projet propose un iter particulier finalisé au renforcement culturel et professionnel de la demande de travail dans le secteur du dévèloppement.
POur ce qui concerne l`objectif, le projet prévoit une action de sensibilisation des autorités centrale et locales qui s`occupent du dévéloppement.

Pour ce qui concerne l`assistence technique au développement local, social et occupationnel, le projet se presente comme l`instrumento le meilleur pour le fait que, en partant de l`identification des besoins en matière de renouvellement des institutions chargées du dévéloppement local, il a séléctionné les instruments capables de satisfaire ces besoins, les a transferés aux ressources et a formé des profils professionnels capables de donner l`assistence technique indispensable pour permettre aux institutions et aux entreprises de maitriser les changements économiques et sociaux.

dot Top


Budget Action 2

500 000 – 1 000 000 €

dot Top


Beneficiaries


Assistance to persons 
Unemployed  0.0%  0.0% 
Employed  50.0%  50.0% 
Others (without status, social beneficiaries...)  0.0%  0.0% 
  100.0% 
 
Migrants, ethnic minorities, …  0.0%  0.0% 
Asylum seekers  0.0%  0.0% 
Population not migrant and not asylum seeker  50.0%  50.0% 
  100.0%
 
Physical Impairment  0.0%  0.0% 
Mental Impairment  0.0%  0.0% 
Mental Illness  0.0%  0.0% 
Population not suffering from a disability  50.0%  50.0% 
  100.0% 
 
Substance abusers 0.0%  0.0% 
Homeless  0.0%  0.0% 
(Ex-)prisoners  0.0%  0.0% 
Other discriminated (religion, sexual orientation)  0.0%  0.0% 
Without such specific discriminations  50.0%  50.0% 
  100.0% 
 
< 25 year  5.0%  5.0% 
25 - 50 year  40.0%  40.0% 
> 50 year  5.0%  5.0% 
   100.0% 

Assistance to structures and systems and accompanying measures Rating
Gender discrimination ****
Discrimination and inequality in employment ****

dot Top


Empowerment

 

 With beneficiaries

Participation
Promoting individual empowerment
Participation in running and evaluating activities
Changing attitudes and behavior of key actors

Text available in

Les beneficiaires du projet pourront participer aux evenements solennels de mainstreaming vertical et horizontal en tant rapporteurs sur des sujet specifiques des disciplines objet des activités du projet.

 

 Between national partners

Text available in

Le projet prévoit la participation de tous les partners soit dans les actions decisionnelles que de monitorage. A cet effet une cabine de pilotage sera constituée avec la participation des répresentants des partners ou bien de leur delégués.

Pour ce qui concerne la réalisation des activités du projet, les partners participeront de la manière suivant:
- les actions de sensibilisation des acteurs du dévéloppement - à niveau local que central - seront dévéloppées par les trois partners;
- les actions d`assistence techncique, les rencontres institutionnels - actions de mainstreaming horizontal et vertical - et les activités de formation seront réalisées par Orbiter (sujet de référence) qui sera toujours en contact avec les autres partners pour les mettre au courent de leur développement;
- les evenements solennels de mainstreaming horizontal et vertical et les actions internationales seront réalisés par les trois partners.

Etant donnée l`importance de l`action de mainstreaming pour le projet, l`on repute que les rencontres institutionnels et les evenements solennels pourront faire enregistrer un grand succes soit pour l`importance des disciplines objet des activités du projets soit pour la haute position des partneurs institutionnels (Conseil National et Ordre des Ingeniers de la Province de L`Aquila).
En effet.
- le Pays se trouve dans un moment historique particulier pour ce qui concerne le développement (beaucoup de lois et débats en matière) et pourtant les acteurs du développements peuvent etre fort sensiblies aux méthodologies innovatives de la programmation économique e de l`analyse des projets;
- le role très important joué par les partners institutionnels du projet dans le mileiu social sans doute fera accroitre la motivation et l`interet aux méthodologies proposées de la part des institutions et des ressources humanines beneficiaires du projet en favorisat aussi la création de network parmi toutes les institutions interessées.

dot Top


Transnationality

 

 Linguistic skills

  • English
  • français
  • italiano

 Percentage of the budget for transnational activities

  • 20.5%

 Transnational Co-operation Partnerships

Transnational Co-operation Agreement DPs involved
1592 Innovative Human Resources Management DE EA-35821
IT IT-S-MDL-064

dot Top


Background

 

 Involvment in previous EU programmes

  • Nobody involved in A&E

dot Top


National Partners


Partner To be contacted for
ORBITER S.r.L. Co-ordination of experimental activities
Design of the project
DP managing organisation
Evaluation
Monitoring, data collection
Transnational partnership
Associazione internaz. per la Ricerca metod..applicata in program. econ. e prog
CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI
ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DELL`AQUILA

dot Top


Agreement Summary

Text available in

Pour ce qui concerne les points (a - d)
a) Les partenaires conviennent que les responsabilités de gestion du partenariat sont confiées à la cabine de régie du projet, composée par un représentant de chaque partenaire (ceux qui souscrivent ce document ou leurs délégués). Elle est chargée de la surveillance et du monitorage des activités et agira comme organisme virtuel afin d`alléger les opérations administratives et permettre une gestion plus pratique du projet. En général, ses activité seront développées au cours des rencontres institutionnelles des partenaires, des échanges de visites et des contacts personnels dans le contexte des différentes missions; la verbalisation ne sera pas obligatoire à moins qu`il ne s`agisse de décisions qui ont des répercussions importantes sur le projet.
b) Le sujet de référence sera responsable de la predisposition de la logistique (siège de direction administrative, instruments didactiques et web site). l`Ordre des Ingenieurs de L`Aquila sera chargé des actions de sensibilisation des actuers du développement soit directement que comme coordinateur des associations de l` Arcivescovado, l`UIL, la Confindustria et l`Alliance des autonomies locales. La Rimet assurera le support necessaire pour organiser les rencontres institutionnelles. Le Conseil National des Ingénieurs réalisera les dits rencontre. Orbiter, avec la collaboration de la Faculté dì Ingenierie de L`Université de L`Aquila réalisera la formation dans les Méthodologies innovatives d`analyse des projets. La Faculté d`Economie de l`Université de l`Aquila avec ICE sera responsable de la formation en gestion du commerce international. Pour ce qui concerne les activités transnationales Orbiter sera chargé de la gestion financière, de l`autoévaluation. Pour ce qui concerne le mainstreaming chaque partenaire sera responsable en fonction de sa compétence institutionnelle
c) Pour ce qui concerne l`organisation des modalités de gestion des rapports avec les administrations de référence, sera établi un calendrier d`activités à réaliser. Etant donné que les destinataires finaux des activités du projet sont des sujets normalement occupés, les rencontres seront organisées auprès des sièges des institutions d`appartenance afin d`en favoriser la participation.
d) Pour la gestion financière de l`Action 2, on prévoit l`ouverture d`un compte bancaire à utiliser exprès pour le projet. La comptabilisation des dépenses du projet sera conforme aux directives régionales et communautaires.
Pour ce qui concerne les points (i - iv)
i) Le sujet de référence possède une grande expérience en matière de gestion des fonds publiques (nationaux et internationaux) pour avoir réalisé plusieurs projets en matière de `Méthodologies innovatives de planification économique et d`analyse des projets` avec: l`Organisation des Nations Unies pour le Développement Industriel (ONUDI): 2 projets de formation des fonctionnaires des institutions publiques et privés des Pays de l`Afrique Centrale et de la Communauté des Grands Lacs (CPGL); l`Institut pour la Reconstruction Italienne (IRI): formation residentielle des fonctionnaires de la Guinée Conakry-; le Ministère du Travail/FSE: 2 projets de formation (P.O. 936033-I-6 Fasc.235 et P.O. 940029-I-3 fasc.498); le FSE/Département Fonction Publique: formation et assistance technique (PASS 3 P.O. 940022-I-1)
ii) Les partenaires s`engagent à mettre à disposition de tout le monde les produits des activités développées, étant ceci l`objectif principal du projet.
iii) Tous les partenaires, selon leurs finalités institutionnelles, sont dotés de haute capacité d`organisation;
- Le CNI et l`Ordre des Ingenieurs de la Province de L`Aquila: en tant que des organisations qui réprésent la catégorie des ingenieurs ont une grande experience dans l`établissement de rélations à niveau publique et privé soit sur le plan régional que national;
- Orbiter, dépuis sa constitution, a continuellement développé à niveau national et internationale des activités de promotion, assistance technique, sensibilisation, formation soit directement que en partenariat et/ou collaboration avec les Nations Unies, des Ministères italiens, l`IRI, le FSE, l`Association Bancaire Italienne, le Conseil National Ingenieurs etc..;
- Les deux Universités de L`Aquila et l`ICI ont une grande experience dans la formation,, la recherche scientifique et les problèmes du commece international;
- Les autres acteurs du développement qui ont donné leur adhésion au projet en tant que bénéficiers, ont beucoup d`experience dans la gestion des problèmes sociaux diversifiés.
Tous les partenaires sont fortement intéressés au succès du projet et sont très hrureux d`etre les promoteurs d`une nouvelle conception du procès de développement.
iv) les partenaires ont décidé d`utiliser la méthodologie proposée par le projet dans l`évaluation ex ante du projet integré international et ont predisposé un plan de diffusion des résultats.

Last update: 02-08-2004 dot Top


ORBITER S.r.L.

(ORBITER)
Sede operativa: Via S.Apollaria, 13
00039 Zagarolo
www.orbiterinternational.it

Tel:069576170 - 069575510 - 069576622
Fax:069576170
Email:orbiter4@libero.it

 
Responsibility in the DP: Co-ordination of experimental activities
Design of the project
DP managing organisation
Evaluation
Monitoring, data collection
Transnational partnership
Type of organisation:Other
Legal status:Private
Size:Staff < 10
NUTS code:ROMA
Date of joining / leaving:27-08-2001 /

Text available in

ACTIVITEE PRINCIPALES

1. recherche méthodologique appliquée: Orbiter a mis au point des models pour l`évaluation économique et financière des projets d`investissements s`inspirant aux méthodologies de standard technique international afin de pouvoir les appliquer aux caractéristiques économiques, sociales et financières des Committant tels que : République de Guinée (1986-1989); Région Sicile (1990-1993) (réalisation du I° Plan pluriannuel du secteur Santé); Tunisie (Etude de faisabilité pour une joint venture ex art.7 Loi 49 Coopération italienne - US$ 33 millions); Etude de faisabilité pour la réalisation d`une installation industrielle ex L.488/92 - Lit. 30 milliards.
2. Etude de Plan: réalisation du Plan de Développement de la Province de Trapani (1990/91), du Master Plan de l`Etat régional du Pahang Barat - Malaisie - (Secteurs de l`Education, Santé, Commerce, Banques, Finances, Assurances, Tourisme, Télécommunications, Sociale etc.), du Plan Sub-secteurs de la Santé de la République de Guinée (1986-1989);
3. Divulgation: Séminaire Association Bancaire Italienne (ABI) et ORBITER au sujet de ` l`Analyse coûts/bénéfices : méthodologies de préparation e d`évaluation des projets ` ; Séminaires Mediocredito centrale/ORBITER sur les méthodologies de planification, d`évaluation et de financement des projets; Conférence Conseil National des Ingénieurs (CNI)/ORBITER sur les méthodologies d`évaluation des projets : rentabilité financière et économique des investissements;
4. Formation: réalisation de différents module didactiques pour le perfectionnement professionnel en matière de planification économique et d`évaluation des projets pour l`Ecole de Perfectionnement en Etudes Européennes; pour l`Ecole des Officiers de la Gendarmerie Italienne (Carabinieri); pour l`Ecole de l`Administration Publique de Caserta.

Orbiter a obtenu aussi la possibilité d`utiliser le `Cahier d`analyse financière et économique`, méthode pratique pour la préparation et/ou l`évaluation des projets, conforme aux niveaux techniques internationaux. Elaborée par M. A. Savastano en langue française a été enregistré en Italie à la Presidence du Conseil et publié sur le I° Manuel du Ministere du Bilan italien pour l`évaluation des investissements publiques (1983).



Contact person(s)

Name First name Phone E-mail Responsibility
Savastano Alberto 069575510 . 328 7051894 - 069576622 alberto.savastano@libero.it Collaborateur principal Orbiter et son DELEGUE AUPRES PS

Last update: 02-08-2004 dot Top


Associazione internaz. per la Ricerca metod..applicata in program. econ. e prog

(RIMET)
Via delle Montagne Rocciose 69
00100 ROMA
in fase di attivazione

Tel:06 9575510
Fax:06 9576170
Email:in fase di attivazione

 
Responsibility in the DP:
Type of organisation:Other
Legal status:Private
Size:Staff < 10
NUTS code:ROMA
Date of joining / leaving:27-08-2001 /

Text available in

La Rimet, née comme association des ex elèves de la Orbiter, développe des activités de recherche méthodologique appliquée dans l`Economie du Devéloppement. Elle développe activité d`assistence technique et met à disposition esperts et professeurs specialisés en matière de prplanification économique et préparation et évaluations des projets d`investissement; collabore avec la Orbiter; soigne la traduction de testes scientifiques et méthodologiques dans les matières dont elle est specialisée. Elle entretient des rapports de consultation et d`operativité avec Centres de recherches, Organisations et Organismes finaciers internationaux.



Contact person(s)

Name First name Phone E-mail Responsibility
D`ANGELO RITA 069575510 in fase di attivazione President de l`Association

Last update: 02-08-2004 dot Top


CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI

(CNI)
Via IV Novembre, 114
00187 ROMA
www.cni-online.it

Tel:066991216/7
Fax:066782783
Email:segreteria@cni-online.it

 
Responsibility in the DP:
Type of organisation:Other
Legal status:Public organisation
Size:Staff 10-50
NUTS code:ROMA
Date of joining / leaving:27-08-2001 /

Text available in

Les activités du Conseil National des Ingenieurs a sont strictement liées au role et aux focntions qu`il doit developper en tant que institution de représentation et tutèle des interets d`une catégorie professionnelle.



Contact person(s)

Name First name Phone E-mail Responsibility
Dusman Alberto 066991216/7 segreteria@cni-online.it CONSEILLEUR SECRETAIRE DU CONSEIL DELEGUE A LE REPRESENTER DANS LA PS

Last update: 02-08-2004 dot Top


ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DELL`AQUILA

(non ha acronimo)
Via S. Bernardino, 23
67100 L`AQUILA
www.ordingaq.it

Tel:0862420603
Fax:0862420603
Email:info@ordingaq.it

 
Responsibility in the DP:
Type of organisation:Other
Legal status:Public organisation
Size:Staff 10-50
NUTS code:L'AQUILA
Date of joining / leaving:27-08-2001 /

Text available in

Les activités de l`Ordre des Ingegniers de la province de L`Aquila sont strictement liées au role et aux focntions qu`il doit developper en tant que institution de représentation et tutèle des interets d`une catégorie professionnelle.



Contact person(s)

Name First name Phone E-mail Responsibility
ZIA Giuseppe 086242063 info@ordingaq.it PRESIDENT DE L`ORDRE ET DELEGUE A LE REPRESENTER AUPRES DE LA PS

Last update: 02-08-2004 dot Top



 
 
 
 

 
 
 
 

 
 
 
 
Warning! This section is not meant to be read directly, but rather be navigated through from the main page above.
 
 
 
 

TECNICHE INNOVATIVE DELLA PROGETTUALITA`

Rationale

Text available in

In ordine alle problematiche di riferimento non sono state apportate modifiche sostanziali rispetto all`Azione 1 per cui la descrizione del problema di discriminazione individuato viene di seguito integralmente riportata. Si fa presente, tuttavia che le inchieste condotte per quantificare i bisogni attuali e futuri dei profili professionali sono state reiterate ed hanno confermato il risultato già acquisito.

DESCRIZIONE DEL PROBLEMA DI DISCRIMINAZIONE INDIVIDUATO

Alla luce delle grandi trasformazioni indotte dalla globalizzazione, dalla creazione del mercato unico europeo e dall`introduzione dell`Euro, per assicurare una maggiore coesione economica e sociale dei Paesi membri, l`Unione Europea ha avviato, da alcuni lustri, azioni di sensibilizzazione per la modernizzazione dei rispettivi processi di sviluppo.
Per chi è già all`interno del mondo del lavoro: impossibilità di progredire per scarsa conoscenza degli strumenti richiesti dalla internazionalizzazione dell`economia;
per chi entra nel mondo del lavoro: barriera costituita dalla mancata acquisizione, in fase di formazione, delle specifiche competenze nell`ambito dei processi di internazionalizzazione dell`economia.
Questo disagio accomuna tanto il lavoro dipendente che indipendente, sia negli enti pubblici che privati. Esso appare inoltre accresciuto da una diffusa non consapevolezza del problema, ciò che ha finora provocato un approccio del tutto superficiale ad esso.

L`Italia, pur collaborando attivamente con L`U.E. in questa direzione, trova difficoltà a sviluppare un processo di adeguamento del sistema, delle strutture e delle competenze in materia di sviluppo. In particolare stenta ad introdurre e diffondere in via generalizzata le moderne metodologie di qualificazione e razionalizzazione di piani e progetti d`investimento, conformemente a quelle formulate dalla Scienza economica internazionale, adottate dalla stessa U.E. e suggerite ai Paesi membri ( si cita al riguardo la dichiarazione del Dott. Ranieri di Carpegna - all`epoca responsabile del Segretariato della DG XVI dell`U.E., - fatta nel corso del convegno nazionale organizzato dal Formez il 25/10/98 a Roma presso l`Hotel Aldrovandi sul tema `Agenda 2000 e nuovo scenario per la politica comunitaria di coesione: (...) L`Italia avverte ancora difficoltà, anche di ordine concettuale, a recepire i quattro riferimenti cardine delle politiche comunitarie: la Programmazione economica, la Progettualità, la Trasparenza e la Sussidiarietà)`.

Tali difficoltà dipendono prevalentemente dalla carenza di capacità programmatico - progettuali, di seguito chiamate per praticità `carenze di capacità progettuale`, che evidenziano:
- sul piano culturale, un anacronistico ritardo rispetto all`evoluzione del pensiero economico moderno;
- sul piano professionale, un evidente disagio rispetto ai moderni livelli di competenza;
- sul piano del mercato del lavoro, una ridotta competitività manageriale;
- sul piano dello sviluppo, un imperdonabile rallentamento della crescita economica e sociale del Paese.

Le carenze di capacità progettuale sono essenzialmente di ordine culturale e sono riconducibili alla predominanza della diffusione della cultura aziendale rispetto alla cultura della progettualità.

Mentre la cultura aziendale parte dal presupposto che l`impiego di moderne tecniche gestionali, ben coordinate con il mercato, costituisca sufficiente garanzia di successo per una idea progettuale che s`intenda realizzare, la cultura della progettualità, distinguendo tra tecniche aziendaliste e tecniche di progettualità, riserva alle prime il compito di ottimizzare la redditività del progetto nella fase a regime - cioè dopo la realizzazione dell`investimento - e, alle seconde, il compito precipuo dell`analisi ex ante del progetto che si propone di verificare la buona impostazione progettuale dell`intervento e stimare la sua reale capacità di conseguire l`obiettivo ad esso proposto.
In questa ottica, il progetto - punto di intersecazione tra le due culture e di riferimento dominante nel rapporto Progetto/Azienda/Imprenditore in quanto capace di esprimere una sua autonoma validità - diventerebbe il vero e concreto motore dello Sviluppo.

Accertare preventivamente se il progetto è redditivo costituisce, dunque, il compito precipuo della moderna cultura della progettualità che a tal fine dedica una vasta letteratura tecnica.

L`Italia, invece, ha privilegiato da sempre le discipline aziendali determinando un vuoto culturale in materia di Sviluppo e un fattore di esclusione delle risorse umane intellettuali da un vero e proprio emisfero occupazionale alternativo.

Si tratta sostanzialmente di una diseguaglianza culturale che ha penalizzato e penalizza gli intellettuali italiani ed in particolare quelli impegnati in attività autonoma e/ o dipendente che, non potendo spaziare in ambiti professionali addizionali e innovativi, rischiano l`obsolescenza culturale e con essa la impossibilità di riproporsi, con rinnovato potenziale professionale, nell`ambito dello stesso ambiente di lavoro e/o di ricercare altrove nuove e più promettenti occasioni occupazionali.

Per orientare la domanda intellettuale verso quell`altro emisfero del mercato del lavoro rappresentato dallo sviluppo, il progetto propone l`aggiornamento e il perfezionamento professionale degli occupati nelle discipline innovative della progettualità attraverso il trasferimento di nuove metodologie e nuovi strumenti tecnici capaci di riequilibrare i loro livelli di competenza e competitività in modo da poter offrire un contributo attivo per la ricostruzione strutturale e organizzativa del processo di sviluppo economico, a livello nazionale e locale. Il progetto propone altresì il perfezionamento professionale in discipline della progettualità fisica degli investimenti con particolare riguardo ai processi di ristrutturazione del patrimonio artistico, archeologico, monumentale e storico di cui è ricchissima la Regione Abruzzo, il perfezionamento professionale nelle discipline del mercato internazionale. Il tutto in coerenza con la condizione reale dello sviluppo regionale di cui sono genuini interpreti tutte le forze sociali qualificatamente rappresentate nel progetto dagli attori dello sviluppo cooptati.

Alla luce delle considerazioni di cui sopra la presente proposta progettuale individua:

- nelle `carenze di capacità di programmazione economica e progettualità` la cause dell` insufficiente competenza specialistica e di ridotta competitività manageriale delle risorse umane intellettuali a qualunque titolo impegnate nell`attuazione del processo di sviluppo economico, nazionale e locale (si cita al riguardo l`articolo del quotidiano `Il Mattino` (allegato al presente formulario) in merito all`incontro con gli industriali sui fondi UE: `cerco 30 esperti per la Regione: `Bassolino sbotta: non ci sono le professionalità per programmare`; ;

- nelle `risorse umane intellettuali` il target di riferimento;

- nello `Sviluppo` - in particolare nel `processo della programmazione economica` nazionale e locale, sia pubblica che privata - il bacino alternativo che possa assicurare continuità ovvero nuove occasioni dìimpiego;

- nella creazione di profili professionali innovativi per il potenziamento e la qualificazione della domanda di lavoro intellettuale nel settore dello Sviluppo, l`obiettivo da perseguire;

- nell`offerta di azioni di orientamento e formazione innovative, flessibili e integrate` aventi ad oggetto le `Tecniche innovative della progettualità`, il percorso formativo ideale per riciclarsi nel mondo del lavoro in nuove e migliori posizioni di carriera..

- nell`approfondimento di metodologie di standard tecnico internazionale, il contributo migliore per aspirare a ricoprire incarichi professionali internazionali.

Al fine di quantificare i bisogni attuali e futuri dei profili professionali di cui sopra si è tentato di fare un`indagine statistica.

Ci si è rivolti all`uopo all`Union Camere (Roma, P.zza Sallustio 21, Tel. 064704269 - Fax: 064704344) e in particolare al Dott. Alberto Varia, responsabile dello studio statistico `Sistema informativo Excelsior - sintesi dei principali risultati 1999), a all` ISTAT (Roma, V.le Liegi Tel. 0685227178), alla Dott.ssa MICALI autrice delle seguenti pubblicazioni; `Il sistema C.A.T.I. nell`indagine pilota sui percorsi post diploma dei maturi` e `Sistema educativo e mercato del lavoro nel contesto internazionale - 1955`

Non è stato possibile attingere ad analisi statistiche mirate perché i profili professionali che s`intendono creare, a causa del particolare aspetto innovativo che li caratterizza, non trovano riscontro nelle tipologie tradizionali di lavoro disaggregate nei vari sub comparti di detti studi.

I componenti istituzionali della partnership - espressione autorevole delle parti sociali - tuttavia, pur non potendo dare contributi di quantificazione numerica del fabbisogno di profili professionali innovativi perché l`indagine statistica mirata non rientra nei loro compiti istituzionali, ritengono che, al momento storico attuale, tale fabbisogno riguardi la quasi totalità dei professionisti che, a livello sia pubblico che privato, operano in materia di sviluppo.

dot Top


Objective

Text available in

In ordine agli obiettivi generali si precisa che non sono state apportate modifiche rispetto all`Azione 1 mentre per quanto rigurda la strategia, le modifiche riguardano la sua articolazione e non la sostanza. (pp.5.13 e 5.14).
Il progetto intende realizzare un programma formativo di aggiornamento e perfezionamento professionale diretto alle risorse umane già occupate con rapporti di lavoro autonomo o dipendente per far fronte ai mutamenti di un mercato del lavoro fortemente influenzato dal processo di internazionalizzazione. Per raggiungere questo obiettivo la presente proposta progettuale vuole offrire una formazione innovativa che integri quella nazionale focalizzata per tradizione didattica prevalentemente sull`aziendalismo. Si vuole pertanto schiudere a questa forza lavoro l`accesso a quell`importante ed innovativo segmento del mercato del lavoro rappresentato dallo Sviluppo, sensibilizzarli alla cultura della progettualità basata su metodologie di livello tecnico internazionale e trasferire loro una specifica conoscenza ed una competenza professionale che consentano di favorire quella sana riconversione culturale e professionale necessaria a riequilibrare e potenziare, in termini di rinnovata attualità, la loro domanda di lavoro sia negli stessi ambiti occupazionali di appartenenza sia altrove.Allo scopo di offrire una visione più ampia della validità e dell`attualità che i risultati attesi presentano nella logica dell` ` Adattabilità` di Equal, si precisa quanto segue.La cultura dominante dell`aziendalismo ha ostacolato la diffusione della cultura della progettualità di cui si conoscono in modo inadeguato anche i concetti base che, a livello internazionale, la contraddistinguono. Il termine PROGETTUALITA` è espressione di quell`attività professionale specialistica diretta alla preparazione e/o valutazione degli studi tecnico economici di piani e progetti di sviluppo al fine di determinare preventivamente la loro redditività. Il rermine REDDITIVITA` è espressione del rapporto, preventivamente quali-quantificato , tra i costi ed i rientri finanziari e/o benefici sociali che l`investimento può produrre.
E` fondamentale che la redditività di un investimento sia ricercata prima della sua realizzazione perché non tutti i progetti sono redditivi e sottovalutarne l`importanza equivale a lanciarsi in avventure che potrebbero rivelarsi disastrose. Alcuni progetti, infatti, sono `fisiologicamente non redditivi`, per cui tutti gli interventi a supporto posti in essere dopo la loro realizzazione, risulteranno inesorabilmente vani.
L`Italia non ha ancora pienamente recepito tali concetti e, diversamente da altri Paesi, come ad esempio la Francia, non ha sviluppato, in alternativa, modelli analoghi di propria produzione. Le Istituzioni accademiche hanno trattato tali tematiche sul piano teorico e le scuole di perfezionamento post laurea non le hanno approfondite né divulgate adeguatamente. Di fatto, non si è verificato il naturale travaso di conoscenza da dottrina a pratica professionale.
E` sorprendente, del resto, rilevare come in Italia, Paese classificato tra i più industrializzati del mondo, l`investimento in titoli del più modesto risparmio domestico sia addirittura conteso - a colpi di predichiarati tassi del loro rendimento futuro - da un`agguerrita schiera di professionisti e da primari istituti bancari e finanziari, mentre, per investimenti che richiedono cospicue risorse finanziarie da destinare alla realizzazione di imponenti progetti - pubblici e privati - industriali, infrastrutturali e sociali, non si avverta la pur minima esigenza di conoscere preventivamente, l`esistenza e l`entità della loro redditività.Questa carenza di Cultura della Progettualità - la cui chiave di lettura è, ovviamente, più complessa della semplice intuizione -è una delle cause più importanti del ritardo e dello squilibrio che si registra nello sviluppo socio-economico del paese.
Si asssiste, ultimamente, grazie anche all`esortazione a modernizzare e rinnovare i processi di sviluppo dei paesi membri proveniene dall`UE, ad una tendenza dell`Italia ad aprirsi a metodi innovativi, cosa che fa ben sperare in quanto prelude allo sfruttamento di nuove opportunità di lavoro intellettuale per nuovi profili professionali: gli Esperti dello Sviluppo. Le nuove impostazioni tecniche introdotte nel QCS, nei PON, nei POR e nei DOCUP (quali-quantificazione degli obiettivi, variabili di rottura, premialità ecc.) sono, infatti, una conferma della necessità di avviare un cambiamento sostanziale nelle regole tecniche di gestione dello sviluppo, avvertito già da tempo dagli operatori del settore pubblico e privato parimenti interessati a poter beneficiare degli strumenti finanziari predisposti dall`UE per favorire lo sviluppo economico e sociale dei Paesi membri.
All`uopo lo Stato ha emanato, in armonia con le direttive UE, una serie di leggi innovative in materia di Sviluppo che lasciano intravedere nuovi spazi occupazionali nel settore dello Sviluppo. Ci si riferisce in particolare alle leggi della Programmazione negoziata ( Patti territoriali e contratti d`area), delle opere pubbliche, del trasferimento dei poteri dello Stato alle Regioni ed agli enti locali( Leggi Bassanini e relativi decreti di attuazione), alla nuova legge sugli appalti (Legge Merloni con le innovazioni principali introdotte in materia di programmazione delle OO.PP in particolare negli art:14, progettazione preliminare, Art 16. project financing, art.27 bis e seguenti, le nuove direttive in materia di studi di fattibilità (legge 144/99 e approvazione della 1° guida alla certificazione degli studi di fattibilità della Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province autonome di Marzo 2001), gli incentivi alle imprese residenti nelle aree depresse del Paese (Legge 488/92).
Ciò non consente di indulgere in facili entusiasmi perché le nuove opportunità di occupazione che il settore dello Sviluppo può offrire si riveleranno tali solo se le problematiche metodologiche saranno affrontate al giusto livello di tecnicità, così come richiesto dalla moderna Economia dello sviluppo. Benché possa sembrare retorico, vale la pena segnalare di come l`impiego di metodologie improvvisate e surrettizie vanificherebbe le prospettive di creazione di sbocchi occupazionali aggiuntivi e riporterebbe l`Italia al triste fenomeno delle `Cattedrali nel deserto`.
L`abbondante produzione legislativa, da sola, non assicura né determina lo sviluppo del Paese a meno che non sia sostenuta da un sostrato culturale intellettualmente preparato e pronto a recepirne i concetti cardine ed a trasformarli in azioni concrete che attraverso l`utilizzo di metodologie idonee permetta la realizzazione di investimenti economicamente e socialmente produttivi.
Senza l`impiego di un modello tecnico di riferimento di programmazione e progettualità, positivamente sperimentato infatti,l`efficacia di tali leggi si affievolisce, la possibilità di un loro aggiramento si consolida e la buona intenzione del legislatore tende ad essere vanificata. Di qui la necessità del ricorso ad un`energica politica di divulgazione della moderna cultura della progettualità per la qualificazione specializzata delle risorse umane intellettuali candidate ad operare in materia di Sviluppo. Il progetto va esattamente in questa direzione e può qualificatamente partecipare al raggiungimento di questo obiettivo.

DESCRIZIONE DELLA STRATEGIA GENERALE
Per dare delle risposte valide al problema individuato saranno predisposte le metodologie e gli strumenti professionali che s`intendono trasferire (Le Il programma formativo sarà ispirato ai due indirizzi e presenterà carattere prettamente operativo: non si limiterà infatti al mero trasferimento della nuova cultura dal punto di vista della dottrina, ma insisterà sulla illustrazione dei suoi strumenti professionali trai quali il `Quaderno di analisi finanziaria ed economica` che, sulla base dell`esperienza a lungo maturata dal soggetto referente, si è rivelato il metodo applicativo più idoneo.
Per una capillare ed incisiva diffusione di tali metodologie verrà attivata `un`azione combinata` di incontri istituzionali e attività formativa durante i quali le Tecniche innovative della progettualità saranno presentate nella loro vera essenza: procedure complementari, indispensabili e non in conflitto con la cultura d`impresa che, al contrario, vedrebbe in esse l`elemento integratore che ne potenzierebbe il ruolo nell`ambito del processo di sviluppo socio economico del paese. Saranno previsti, inoltre eventi di mainstreaming orizzontale e verticale.
Allo scopo di faclitare al massimo il processo di divulgazione, sarà assicurata la migliore flessibilità delle attività progettuali presentando diversi schemi seminariali e corsuali, a durata variabile, per moduli tematici predeterminati e pertanto somministrabili a cadenza variabile in maniera tale da offrire ai partecipanti un`ampia gamma di alternative nella scelta dei tempi di frequenza; tale elasticità consentirà ai partecipanti di poter rispettare i loro abituali impegni di lavoro. Sarà costituita una Cabina di regia con compiti d`indirizzo, alta sorveglianza e monitoraggio di tutte le attività progettuali. Vi parteciperanno i rappresentanti dei partners che hanno sottoscritto l`accordo di partenariato o persone dagli stessi delegati.

dot Top


Innovation

Text available in

Il carattere innovativo dell`intervento consiste nella introduzione di una moderna cultura della programmazione e della progettualità ispirata a metodologie innovative di livello internazionale formulate dalla Scienza economica in materia di sviluppo. Tale azione si inserisce nel processo di modernizzazione che l`U.E. e l`Italia congiuntamente stanno portando avanti per la razionalizzazione delle politiche di sviluppo e la coesione economica e sociale dei Paesi membri.

Per quanto riguarda il `processo`, il progetto propone un iter particolare finalizzato al rafforzamento culturale e al potenziamento della domanda di lavoro intellettuale in materia di Sviluppo. Peculiarità di tale iter è il trasferimento di innovative metodologie e strumenti professionali ispirati al Quaderno di analisi finanziaria ed economica degli investimenti;

Per quanto riguarda gli obiettivi, il progetto intende assicurare l`aggiornamento culturale e professionale delle risorse umane occupate, delle istituzioni e delle imprese introducendole alla cultura innovativa dello sviluppo. Ciò consentirà ai partecipanti di sfruttare nicchie innovative del mercato di lavoro intellettuale rappresentate dalla richiesta di istituzioni pubbliche e private di prestazioni professionali specialistiche in materia di programmazione economica e progettualità (si ricorda al riguardo l`articolo del quotidiano `Il Mattino` sulle dichiarazioni di Bassolino riportate nel punto 5.4.)

Per raggiungere questo obiettivo il progetto prevede una intensa azione di sensibilizzazione delle autorità centrali e locali sulla opportunità di innovare e modificare le normative e le regolamentazioni vigenti ispirandosi a metodi e procedure di programmazione e progettualità di livello tecnico internazionale.

Il progetto, per le sue specificità, si presenta, inoltre, come un vero e proprio modello di riferimento per la capacità di integrazione che è in grado di esprimere e per favorire il mantenimento del posto di lavoro a coloro che soffrono di disuguaglianza nel mercato del lavoro. Esso prevede, infatti, in linea con lo spirito di Equal, la sperimentazione di modelli e procedure dirette a individuare nuovi approcci di adattamento ai cambiamenti del mercato del lavoro con la individuazione di nicchie specifiche di sbocchi occupazionali e la qualificazione mirata dei profili professionali.

Per quanto riguarda, infine, il supporto allo sviluppo locale, sociale e occupazionale, il progetto si presenta come lo strumento migliore in quanto, partendo dalla identificazione precisa dei bisogni di rinnovamento delle istituzioni preposte allo sviluppo economico locale, seleziona gli strumenti necessari a soddisfare tale bisogno, li trasferisce alle risorse umane creando così profili professionali innovativi capaci di fornire quel supporto professionale specifico di cui le istituzioni e le imprese hanno bisogno per fa fronte ai mutamenti economici e sociali.

dot Top


Agreement Summary

Text available in

RELATIVAMENTE AI PUNTI a) - d)

a) I partners convengono che le responsabilità di indirizzo e gestione della partnerschip siano affidate alla cabina di regia del progetto, organismo cui partecipano un rappresentante di ogni partner.
Essa assicurerà indirizzo, sorveglianza e monitoraggio delle attività progettuali. Opererà come organismo virtuale per evitare pesanti adempimenti amministrativi non in linea con la leggerezza e l`elasticità richieste per la gestione di un partenariato che deve operare su fronti diversi per attuare programmi particolarmente delicati e impegnativi quali la diffusione di metodologie innovative.
Per questa ragione le attività saranno svolte nel corso di incontri istituzionali ordinari dei partners, di scambi di visite e contatti personali nell`ambito di missioni diversificate, nonché per le vie di telecomunicazione ordinarie.In tal modo non sarà obbligatoria la verbalizzazione se non per decisioni di particolare rilievo e impatto sul progetto.
b) La responsabilità per la predisposizione della logistica (sede direttiva amministrativa del progetto, strumenti didattici e sito web) sarà del soggetto referente mentre alla impostazione di tale sito, i partners vi provvederanno di comune accordo. Per quanto riguarda:
- le azioni di sensibilizzazione degli attori dello sviluppo: l`Ordine degli Ingegneri;
- Il supporto a tutte le attività di progetto e alla preparazione degli incontri istituzionali: la RIMET;
- la realizzazione degli incontri istituzionali: Il Consiglio Nazionale Ingegneri;
- la formazione in Tecniche innovative della progettualità: la Orbiter e l`Ordine degli Ingegneri della Provincia dell`Aquila
- Attività transnazionale: Orbiter; gestione finanziaria: Orbiter,
- autovalutazione: Orbiter;
- mainstreaming: tutti i partners.

c) Per l`organizzazione delle modalità di gestione dei rapporti con le Amministrazioni referenti, previo accordo tra i partners e sentite tali Amministrazioni, sarà operata una distribuzione dei compiti cui attenersi per assicurare il corretto svolgimento delle azioni previste. Poiché i destinatari finali delle attività progettuali sono prevalentemente soggetti occupati, per agevolarne la partecipazione, si provvederà ad organizzare gli incontri istituzionali presso le sedi delle istituzioni di appartenenza. Nel caso si dovessero stabilire date difformi da quelle previste, il soggetto referente provvederà ad avvisare in tempo utile gli organi competenti.
d) Per la gestione dei contributi finanziari, si prevede, ad avvenuta approvazione dell`Azione 2, l`apertura di un conto corrente bancario utilizzato esclusivamente per il progetto. Anche la contabilizzazione delle spese del progetto sarà sviluppata autonomamente con l`ausilio di strumenti ad hoc quali schede e prima nota che assicurino la corrispondenza tra le spese effettuate, i relativi giustificativi e le diverse voci del budget. Il tutto supportato dalle registrazioni contabili di cassa e banca. La certificazione delle spese per la rendicontazione sarà effettuata in conformità dell`apposita legge regionale in materia.

RELATIVAMENTE AI PUNTI ì - ìv

ì) Il soggetto referente ha una vasta esperienza in materia di gestione di fondi pubblici (internazionale e nazionale) per aver svolto a lungo attività in collaborazione con Organizzazioni internazionali e Istituzioni nazionali quali:
- Organizzazione Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale (ONUDI): realizzazione di corsi di formazione residenziale (1990-1992), finanziati su fondi multibilaterali del Governo italiano, aventi ad oggetto le Tecniche innovative della progettualità, destinati a funzionari di istituzioni pubbliche e private dei paesi dell`Africa centrale e della Comunità dei Gran Laghi (CPGL). Durante tali corsi, realizzati presso la struttura residenziale sita in Zagarolo dove abitualmente la Orbiter svolge per le attività formative, sono stati organizzati convegni ai quali hanno partecipato autorità nazionali, locali e dei paesi di origine dei partecipanti.
- IRI: realizzazione di due corsi di formazione residenziale (1992-1993) aventi ad oggetto `Tecniche innovative della progettualità` adattate al contesto territoriale della Guinea Conakry e destinati a dirigenti e funzionari del Ministero del Piano di tale Paesei. Anche durante tali corsi (tenuti a Zagarolo) sono state organizzate conferenze e tavole rotonde che hanno registrato la partecipazione attiva di autorità pubbliche e private nazionali, locali e del paese di provenienza dei partecipanti.
- FSE/Ministero del Lavoro (P.O. 936033-I-6 Fasc.235): realizzazione di un mini-master di formazione residenziale a Zagarolo finalizzato all`occupazione e destinato a giovani laureati di tutte le regioni d`Italia, avente ad oggetto le `Tecniche innovative della progettualità`.
- FSE/Ministero del Lavoro (P.O. 940029-I-3 fasc.498): realizzazione di un programma di formazione residenziale a Zagarolo (1998-1999-2000) costituito da 7 edizioni del corso in `Tecniche innovative della progettualità`, finalizzato all`occupazione e destinato a giovani laureati di tutte le regioni d`Italia;
Il soggetto referente ha realizzato, inoltre, attività di formazione e assistenza consulenziale nelle tematiche della programmazione economica e progettualità alla Provincia di Brindisi (1998-2000) per la ottimizzazione dell`impiego delle risorse finanziarie comunitarie e a 7 Comuni della Provincia regionale di Palermo nell`ambito del PASS 3 P.O. 940022-I-1 su finanziamento del Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio e del Fondo Sociale Europeo. Ai corsi, tenuti presso la sala consiliare del Comune di Bagheria, hanno partecipato funzionari dei Servizi tecnici e di Segretariato dei 7 comuni beneficiari. Il progetto ha riscosso grande successo e ha avuto ampia eco sulla stampa locale.

ìì) I partners dichiarano di accettare che i risultati delle attività di progetto (prodotti, strumenti, metodologie ecc..) vengano diffusi, pubblicizzati e resi di dominio pubblico. E` questo, del resto, l`obiettivo principale del proggetto.

ììì) I partners, in via generale, presentano, in funzione delle rispettive finalità istituzionali, alti livelli di capacità di organizzazione dei soggetti interessati alle loro attività.
- Per quanto riguarda, in particolare, i partners che rappresentano la categoria degli Ingegneri, l`esperienza organizzativa maturata nel tempo e soprattutto l`ascendenza sociale di cui godono sul piano regionale e nazionale (l`Ordine della Provincia dell`Aquila e il Consiglio Nazionale degli Ingegneri sono essi stessi attori locali e centrali dello sviluppo) costituiscono garanzia della capacità di organizzare i soggetti interessati al progetto.
- Per quanto riguarda la Rimet: si citano alcune tra le attività più significative svolte:
con l`UNIDO: promozione e preparazione di progetti di assistenza tecnica e formazione; attività di ricerca metodologica applicata con traduzione di testi scientifici
- Per quanto riguarda la Orbiter si citano alcuni esempi tra i più significativi di capacità di organizzare soggetti interessati alle sue attività:
- promozione, organizzazione e realizzazione di progetti di formazione internazionali a carattere regionale (Africa dell`ovest e Paesi dei Gran Laghi) cofinanziati dalle Nazioni Unite (UNIDO) e dal Ministero degli Affari Esteri;
- promozione,organizzazione epartecipazione alla realizzazione di un seminario nazionale con l`ABI (Associazione Bancaria Italiana)
- promozione, organizzazione e realizzazione di un seminario nazionale con il CNI (Consiglio Nazionale degli Ingegneri);
- promozione, organizzazione e realizzazione di corsi di formazione con il Consiglio Nazionale dei Ragionieri Commercialisti nelle province del centro-sud.
I partners hanno fortemente voluto questo progetto e sono orgogliosi di poterlo realizzare in quanto spinti da profonde motivazioni istituzionali che non potranno non tenerli uniti per tutta la durata della PS. La buona riuscita del progetto sarà la conferma del successo della loro iniziativa e della volontà di essere i promotori di una nuova e moderna impostazione del processo di sviluppo, necessità questa sempre più avvertita sia a livello decisionale (politico) che gestionale (tecnico) e confermata dalla numerosa legislazione in materia. Si riportano di seguito alcune tra le molte leggi emanate in materia di sviluppo negli ultimi tempi (la nuova legislazione comunitaria per lo sviluppo (QCS; POR; DOCUP); Intese di programma; patti territoriali, contratti d`area; L. Merloni ter: Art. 14 Piano pluriennale opere pubbliche, art. 16: progettazioni preliminare, definitiva ed esecutiva, art. 27 bis e segg.: project financing; Finanziaria`95 - costituzione del fondo di rotazione per il finanziamento degli studi di fattibilità; Legge 44/99 dei Nuclei di valutazione regionali; Delib.8/3/2001 della Conferenza Regioni e Province autonome sull`adozione della Prima Guida sulla certificazione degli studi di fattibilità; L. 488/92; DPEF 2002/06 - Cap.III: Rilancio del Mezzogiorno ecc..

ìv) riguardo a questo punto si segnala che i partners internazionali hanno scelto di utilizzare la metodologia proposta dal progetto per la valutazione ex ante del progetto integrato internazionale ed insieme hanno predisposto un piano di divulgazione dei risultati.

dot Top


Empowerment

 With beneficiaries

Text available in

I partecipanti alle attività progettuali (incontri istituzionali e attività formative) presenzieranno agli eventi solenni di mainstreaming orizzontale e verticale sia in quanto beneficiari delle attività progettuali che come relatori su aspetti specifici delle tematiche approfondite nel corso delle attività progettuali.

dot Top


Empowerment

 Between national partners

Text available in

Il progetto prevede la partecipazione attiva di tutti i componenti della partnership sia nelle azioni d`indirizzo che nei processi decisionali.

All`uopo sarà costituita una cabina di regia alla quale parteciperanno rappresentanti designati dai singoli partners. Essa avrà compiti di alta sorveglianza e monitoraggio delle attività progettuali nel loro complesso.

Per quanto riguarda la realizzazione delle attività progettuali i partners saranno coinvolti come segue:
- le azioni di sensibilizzazione degli attori dello sviluppo locali e centrali saranno svolte dall`Ordine degli INgegneri della Provincia dell`Aquila congiuntamente e disgiuntamente al soggetto referente;
- le azioni di supporto tecnico, gli incontri istituzionali - vere e proprie azioni di mainstreaming orizzontale e verticale - e le attività formative saranno realizzate rispettivamente dalla Rimet, dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri, dall`Ordine degli Ingegneri della Provincia dell`Aquila e dal soggetto referente;
- la azioni internazionali saranno realizzate dal soggetto referente.

Poiché il progetto attribuisce importanza fondamentale e strategica al mainstreaming, ci si attende che gli incontri istituzionali e gli eventi possano far registrare un lusinghiero successo sia in virtù dell`importanza delle tematiche proposte dal progetto che dell`autorevolezza dei partner istituzionali del progetto (Consiglio Nazionale e Ordine degli Ingegneri della Provincia dell`Aquila).

Infatti:

- In questo particolare momento storico del Paese, gli attori dello sviluppo locale e centrale sono molto sensibili alle tematiche progettuali centrate sulle metodologie innovative della programmazione economica e della progettualità (ne sono testimonianza l`abbondante legislazione in merito e i dibattiti sociali riportati dai media);

- la forte ascendenza esercitata dai partners istituzionali del progetto sul contesto sociale - sono essi stessi primari atttori dello sviluppo locale e centrale - accrescerà la motivazione e l`interesse alle metodologie proposte da parte delle istituzioni e delle persone fisiche beneficiarie del progetto favorendo nel contempo l` implementazione delle attività progettuali soprattutto in termini di creazione di network tra tutte le istituzioni interessate alla diffusione, recepimento e applicazione di tali buone pratiche.

dot Top



Logo EQUAL

Home page
DP Search
TCA Search
Help
Set Language Order
Statistics