Quale ruolo svolge l'UE nel campo dell'istruzione e della formazione?

Ciascun paese europeo è responsabile del proprio sistema di istruzione e formazione. La politica dell'UE si limita a sostenere gli interventi nazionali e contribuisce ad affrontare sfide comuni, come l'invecchiamento della popolazione, il fabbisogno di qualifiche, lo sviluppo tecnologico e la concorrenza mondiale. Istruzione e formazione 2020 (ET 2020) è la cornice in cui si svolge la collaborazione in questo settore.

ET 2020 è un forum per lo scambio delle migliori pratiche, l'apprendimento reciproco, la raccolta e la diffusione di informazioni e soluzioni vincenti, nonché consulenze o misure di sostegno per le riforme strategiche.

Per garantire l'attuazione del quadro strategico ET 2020, gruppi di lavoro composti da esperti nominati dagli Stati membri e altri interlocutori chiave definiscono strumenti e orientamenti politici comuni a livello europeo.

La consulenza tra pari (DE FR) riunisce colleghi esperti di un numero limitato di amministrazioni nazionali per aiutare uno Stato membro a progettare e mettere in atto una politica. Offre una sede per ricercare insieme e con la partecipazione di tutti gli interessati soluzioni a specifiche sfide nazionali.

Il programma Erasmus+ mette inoltre a disposizione dei fondi per sostenere le politiche e progetti innovativi destinati ad attività che promuovono l'apprendimento e l'istruzione a tutti i livelli e per tutte le fasce d'età.

Nel 2009 ET 2020 ha fissato quattro obiettivi comuni dell'UE per affrontare le sfide per i sistemi di istruzione e formazione entro il 2020:

Per l'istruzione sono stati fissati a livello europeo i seguenti parametri di riferimento per il 2020:

Cosa è stato fatto finora?

Nel 2014 la Commissione e i paesi dell'UE hanno fatto un bilancio per valutare i progressi compiuti dalla relazione comune del 2012 in poi e preparare le prossime priorità per la collaborazione a livello europeo.

Sono stati ricevuti i seguenti contributi:

  • le relazioni nazionali ET 2020
  • la valutazione indipendente esterna ET 2020 da parte della Ecorys
  • il forum annuale per l'istruzione, la formazione e la gioventù (9-10 ottobre 2014)
  • contributi da parte degli operatori del settore.

Sulla base delle conclusioni del recente bilancio, la Commissione europea ha proposto sei nuove priorità per il periodo 2016-2020. La relazione comune della Commissione e degli Stati membri è stata adottata dal Consiglio dei ministri europei dell'Istruzione nel novembre 2015.

Le prossime tappe

I progressi rispetto a questi parametri vengono misurati ogni anno nell'ambito della valutazione di monitoraggio del settore dell'istruzione e della formazione.

La Commissione europea e il Consiglio dell'Unione europea hanno convenuto per il settore dell'istruzione e formazione una serie di priorità comuni di qui al 2020. Ora bisognerà concentrarsi sull'efficace attuazione di tali priorità, in particolare attraverso i gruppi di lavoro ET 2020.

Per restare informati sulla cooperazione europea nel settore dell'istruzione e della formazione: ET 2020 Newsletter (disponibile soltanto in inglese).

Per saperne di più

Istruzione e formazione: bilancio 2020 Relazioni nazionali ET 2020

Contributi da parte degli operatori del settore

Legislazione/iniziative dell'UE