Percorso di navigazione

Istruzione e formazione per l'integrazione sociale

Di cosa si tratta?

La politica di istruzione e formazione dovrebbe consentire a tutti i cittadini di beneficiare di un insegnamento di qualità e di acquisire e aggiornare nel tempo le conoscenze, competenze e qualifiche necessarie per il lavoro, l'integrazione, la cittadinanza attiva e la realizzazione personale.

Nei sistemi educativi europei persistono, tuttavia, delle disparità. In tutti i paesi dell'UE gli alunni provenienti da ambienti socioeconomci disagiati ottengono infatti risultati inferiori a quelli dei loro compagni. I figli di immigrati, i disabili e i rom sono tra i gruppi vulnerabili più colpiti. Al tempo stesso, l'influenza dell'estrazione sociale sui risultati scolastici cambia molto da un paese all'altro.

In questo contesto, l'Europa ha bisogno di sistemi educativi più efficienti e al tempo stesso più solidali ed equi, che diano accesso ad un insegnamento di qualità. L'Unione europea sostiene attivamente ed integra gli sforzi compiuti dagli Stati membri a tal fine.

Cosa è stato fatto finora?

Negli ultimi anni una serie di iniziative europee hanno dato un forte impulso e orientamento strategico, aiutando i paesi dell'UE a perseguire sia l'equità che la qualità nei loro sistemi educativi. Tra queste figurano:

Nel periodo 2014-2020, per migliorare l'equità e l'integrazione nell'istruzione e nella formazione, i paesi dell'UE possono avvalersi delle opportunità disponibili tramite il programma Erasmus+ e i fondi strutturali e d'investimento europei.

Come si fa?

Nell'ambito dell'impegno a promuovere l'elaborazione di politiche fondate su elementi concreti nel campo dell'istruzione, la Commissione europea pubblica recensioni indipendenti di ricerche condotte su argomenti correlati all'equità, principalmente tramite la rete di esperti sugli aspetti sociali dell'istruzione e della formazione. Queste riassumono le conoscenze esistenti su temi specifici, forniscono un orientamento politico indipendente ed illustrano gli elementi che ne stanno alla base.

Inoltre, la European Agency for Special Needs and Inclusive Education (Agenzia europea per l'integrazione scolastica delle persone con disabilità e l'istruzione solidale) fornisce analisi, dati e informazioni sulla realtà dell'istruzione solidale in Europa, raccomandazioni per la politica e la pratica, nonché strumenti per valutare e controllare i progressi compiuti.

 

How can we help?