Di cosa si tratta?

La Commissione europea collabora con i paesi dell'UE per incoraggiarli a sviluppare i loro sistemi educativi. Se ciascun paese è responsabile dell'organizzazione e dei contenuti del suo sistema di istruzione e formazione, questa collaborazione consente di affrontare insieme problematiche condivise. La Commissione europea sostiene gli sforzi nazionali soprattutto in due modi:

  • collabora strettamente con i responsabili politici nazionali per aiutarli a mettere a punto le politiche e i sistemi scolastici. Raccoglie e condivide informazioni e analisi e incoraggia lo scambio delle buone pratiche nell'ambito di gruppi di lavoro. Ad esempio, i gruppi di lavoro sulla politica scolastica, operativi dal 2011 al 2013, hanno esaminato tematiche come: l'abbandono scolastico; l'insegnamento e l'assistenza nella prima infanzia; le materie matematiche, scientifiche e tecnologiche e lo sviluppo professionale dei docenti. Un unico gruppo di lavoro sulla politica scolastica ha proseguito i lavori nel 2014-2015 affrontando i temi della formazione iniziale degli insegnanti e dell'abbandono scolastico
  • attraverso il programma Erasmus+ la Commissione investe ogni anno milioni di euro in progetti di collaborazione che promuovono scambi scolastici, la riqualificazione dei singoli istituti e lo sviluppo professionale del personale scolastico e offrono altre opportunità.

Settori prioritari

I ministri dell'Istruzione dei paesi dell'UE hanno individuato le seguenti priorità:

La Commissione europea conduce anche regolarmente degli studi sulla situazione esistente all'interno dell'UE in modo da verificare i progressi compiuti.

Nel 2012 ha presentato "Ripensare l'istruzione", un'iniziativa per incoraggiare i paesi dell'UE a garantire che i giovani possano dotarsi delle qualifiche e competenze richieste dal mercato del lavoro. Il pacchetto include documenti di riferimento su come sostenere le professioni dell'insegnamento e valutare le competenze chiave nell'istruzione e formazione iniziale (rassegna della letteratura).

Nel dicembre 2016 la Commissione ha presentato la comunicazione Migliorare e modernizzare l’istruzione, che include una serie di iniziative per aiutare i paesi dell'UE a fornire un insegnamento e un'assistenza nella prima infanzia di qualità e mettere a punto sistemi scolastici innovativi e inclusivi.

La comunicazione sullo sviluppo scolastico e l'eccellenza nell'insegnamento del 30 maggio 2017 indica ulteriori esempi e iniziative su come migliorare la qualità e l'inclusività delle scuole, sostenere la professione di insegnante e dirigente scolastico e migliorare la gestione degli istituti.