Perché serve?

L'insegnamento e l'assistenza nella prima infanzia possono preparare il terreno per futuri successi in termini di istruzione, benessere, prospettive professionali

български (bg) čeština (cs) dansk (da) Deutsch (de) eesti keel (et) ελληνικά (el) English (en) español (es) français (fr) Gaeilge (ga) hrvatski (hr) italiano (it) latviešu valoda (lv) lietuvių kalba (lt) magyar (hu) Malti (mt) Nederlands (nl) polski (pl) português (pt) română (ro) slovenčina (sk) slovenščina (sl) suomi (fi) svenska (sv) e, specie per i bambini provenienti da ambienti svantaggiati, integrazione

български (bg) čeština (cs) dansk (da) Deutsch (de) Deutsch (de) eesti keel (et) ελληνικά (el) English (en) español (es) français (fr) Gaeilge (ga) hrvatski (hr) italiano (it) latviešu valoda (lv) lietuvių kalba (lt) magyar (hu) Malti (mt) Nederlands (nl) polski (pl) português (pt) română (ro) slovenčina (sk) slovenščina (sl) suomi (fi) svenska (sv) .

I sistemi educativi e assistenziali per la prima infanzia (dalla nascita all'inizio della scuola dell'obbligo) variano da un paese all'altro; per garantire la presenza strutture di qualità e accessibili in ciascun paese, gli Stati membri dell'UE collaborano tra loro.

Cosa è stato fatto finora?

Al fine di migliorare l'accesso e la qualità dei servizi in questo campo, la Commissione ha definito le priorità per l'insegnamento e l'assistenza nella prima infanzia. I lavori sono iniziati nel 2012 in collaborazione con diverse organizzazioni internazionali e parti interessate.

Le priorità sono le seguenti:

  • mettere a punto orientamenti strategici
  • raccogliere più dati e promuovere la ricerca a livello europeo
  • favorire un uso più efficiente dei finanziamenti europei.

Prossime tappe

 

Per saperne di più