Percorso di navigazione

Mobilità a fini di studio

Quanto tempo si può trascorrere all'estero?

Gli studenti possono trascorrere all'estero un periodo che va da 3 a 12 mesi (incluso un periodo di tirocinio complementare, se programmato). Uno studente può ricevere una borsa per studiare o seguire un corso di formazione all'estero per un massimo di 12 mesi per ogni ciclo di studi:

  • durante il primo ciclo di studi (laurea o equivalente), incluso il ciclo breve (livelli 5 e 6 del quadro europeo delle qualifiche)
  • durante il secondo ciclo di studi (laurea magistrale o equivalente – livello 7 del quadro europeo delle qualifiche) e
  • durante il terzo ciclo di studi (dottorato o livello 8 del quadro europeo delle qualifiche).

La durata di un tirocinio da parte di un neolaureato rientra nei 12 mesi complessivi del ciclo durante il quale può candidarsi.

Quali sono le condizioni?

Gli studenti devono essere iscritti presso un istituto d'istruzione superiore e frequentare gli studi che comportano il rilascio di un diploma riconosciuto o un'altra qualifica riconosciuta di terzo livello (fino a e incluso il livello di dottorato).

La mobilità viene svolta nell'ambito di un "accordo interistituzionale" concluso in precedenza dagli istituti di provenienza e di destinazione, che devono essere entrambi in possesso della carta Erasmus per l'istruzione superiore (se hanno sede in un paese partecipante).

Quali accordi vengono presi?

Prima della partenza, allo studente Erasmus+ viene rilasciato:

  • un accordo riguardante il periodo di mobilità, firmato dallo studente e dall'istituto di provenienza
  • un "accordo di apprendimento" che definisce il programma di studi da seguire, approvato dallo studente, dall'istituto di provenienza e quello di destinazione
  • la "carta dello studente Erasmus+" che fissa i diritti e doveri dello studente rispetto al periodo di studi all'estero.

Alla fine del soggiorno all'estero:

  • l'istituto di destinazione deve fornire allo studente e all'istituto di provenienza un fascicolo accademico che confermi il completamento del programma concordato e i risultati conseguiti
  • ai sensi dell'accordo di apprendimento, l'istituto di provenienza è tenuto a riconoscere pienamente le attività completate in modo soddisfacente durante il periodo di mobilità, avvalendosi dei crediti ECTS o di un sistema equivalente. Il periodo di mobilità va inoltre riportato nel supplemento al diploma.
È previsto un sostegno finanziario o si applicano tasse universitarie?

Gli studenti possono beneficiare di una borsa Erasmus+ per le spese di viaggio e di vitto e alloggio sostenute nel corso del periodo di studio all'estero.

Gli studenti Erasmus+, beneficiari o meno di una borsa di studio, sono esentati dal pagamento delle tasse previste per le ore di lezione, l'iscrizione, gli esami e l'accesso ai laboratori e alle biblioteche nell'istituto di destinazione.

Durante il periodo di studio all'estero va mantenuto il pagamento di borse o prestiti nazionali a favore degli studenti interessati.

Esiste un'assistenza linguistica? Come funziona?

Gli studenti Erasmus+ possono avvalersi di un'assistenza linguistica online, disponibile per il tedesco, l'inglese, lo spagnolo, il francese, l'italiano e l'olandese, che sono le principali lingue di circa il 90% delle mobilità Erasmus+. L'assistenza linguistica consente agli studenti di valutare e migliorare la padronanza della lingua che dovranno utilizzare durante la mobilità o, per coloro che già la conoscono, della lingua del paese (se disponibile).

Per saperne di più sull'assistenza linguistica online di Erasmus+: http://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/tools/online-linguistic-support_en.htm.

Per le lingue non ancora disponibili, l'assistenza è fornita dall'organizzazione di provenienza o di destinazione attraverso un'apposita sovvenzione.

Come candidarsi?

Gli studenti interessati devono fare domanda all'ufficio internazionale e/o Erasmus+ del proprio istituto d'istruzione superiore. L'ufficio potrà fornire informazioni sulle possibilità di studio all'estero e sulle modalità per fare domanda e ricevere una borsa Erasmus+.

Domande frequenti

Per ulteriori informazioni su come partecipare al programma Erasmus+, consultare le domande frequentipdf(276 kB) Scegli le traduzioni del link precedente  prima di rivolgersi al proprio istituto, all'agenzia nazionale Erasmus+ o all'ufficio nazionale.

Contributo video

Testimonianza video di Brechje Schwachofer, ambasciatore dei Paesi Bassi a Cipro, che illustra come Erasmus l'abbia aiutata a intraprendere una carriera nel ministero degli Esteri.

 

How can we help?