Percorso di navigazione

Valutazione dell’impatto economico

Tutte le politiche hanno un obiettivo essenziale sul quale si concentrano. Spesso, tuttavia, possono anche provocare effetti indesiderati su altre politiche. Ignorare tali effetti può determinare lo sviluppo di politiche inefficienti ed incoerenti; nella peggiore delle ipotesi, si potrebbero scatenare reazioni a catena che, a lungo termine, risulterebbero insostenibili. Le valutazioni d’impatto servono ad individuare e quantificare gli effetti voluti e indesiderati delle proposte, con particolare riguardo all’individuazione delle alternative tra cui è necessario scegliere.

Nell’ambito del suo impegno a garantire che le proposte della Commissione poggino su solide basi analitiche, la Direzione generale Affari economici e finanziari (DG ECFIN) ha sempre visto con favore lo strumento della valutazione di impatto.

Il fine di una valutazione d’impatto è quello di favorire la messa a punto di politiche più efficaci, suddividendo il processo in più fasi distinte. Qualsiasi proposta ben congegnata deve partire da un’adeguata analisi del problema da affrontare. Basandosi su tale presupposto, la valutazione d’impatto contribuisce alla formulazione della proposta grazie alla definizione di obiettivi chiari e delle possibili opzioni per il loro conseguimento. Vengono poi individuati i vantaggi e gli svantaggi di ciascuna opzione, analizzandone il probabile impatto a livello economico, ambientale e sociale.

Il contributo della DG ECFIN


La DG ECFIN ha svolto un ruolo guida nella stesura delle linee direttrici in materia di valutazione d’impatto emanate dalla Commissione, che offrono precisi orientamenti al personale della Commissione responsabile dell’elaborazione delle proposte. La Direzione generale partecipa altresì alle valutazioni d’impatto realizzate per un’ampia gamma di politiche.

Inoltre, la DG ECFIN sostiene l’attività del comitato per la valutazione d’impatto, il cui compito è giudicare la qualità dei progetti di relazioni finali di valutazione e suggerire eventuali miglioramenti alle direzioni generali. I membri del comitato sono scelti tra i direttori delle DG Affari economici e finanziari, Occupazione, Imprese, Ambiente; presiede il comitato il Segretario generale aggiunto della Commissione europea.

La valutazione d’impatto costituisce un ausilio importante per il processo decisionale a livello politico, ma non lo sostituisce. Fornisce ai responsabili delle decisioni le informazioni relative al probabile impatto delle proposte, ma lascia loro la facoltà di decidere. Ogni proposta della Commissione viene corredata da una valutazione di impatto che indica i motivi per i quali essa ritiene che la linea d’azione proposta sia quella giusta.

Altri strumenti

  • Versione stampabile 
  • Riduci carattere 
  • Ingrandisci carattere