Percorso di navigazione

Situazione economica nell'UE

La politica economica è orientata verso la creazione di una crescita stabile e di una maggiore occupazione nell’UE. Affronta sia problemi immediati che a lungo termine in campi quali le finanze pubbliche, gli squilibri macroeconomici e la competitività, nonché le ripercussioni delle tendenze a lungo termine, come l’invecchiamento della popolazione e la globalizzazione.

Il semestre europeo 2015 si è inaugurato lo scorso novembre con l'analisi annuale della crescita, in cui è stata illustrata la nuova strategia della Commissione per la crescita e l'occupazione articolata su tre pilastri: il rilancio degli investimenti, l'accelerazione delle riforme strutturali e il proseguimento di un risanamento di bilancio responsabile e propizio alla crescita.

Raccomandazioni specifiche per paese

Nel maggio del 2015 la Commissione ha pubblicato le raccomandazioni specifiche per paese per ogni Stato membro, insieme a una comunicazionepdf(191 kB) Scegli le traduzioni del link precedente  generale su come intensificare e sostenere la ripresa e su come viene data attuazione al semestre europeo semplificato. Le raccomandazioni si basano su:

  1. le relazioni per paese presentate in febbraio (vedere la tabella seguente)
  2. un'accurata valutazione dei piani di ciascun paese per una sana gestione delle finanze pubbliche (programmi di stabilità o di convergenza) e delle misure politiche per stimolare l'occupazione e la crescita (programmi nazionali di riforma) e
  3. il risultato del dialogo con gli Stati membri e altre parti interessate.

Nel febbraio 2015, la Commissione ha pubblicato una serie di relazioni nazionali che analizzano le politiche economiche degli Stati membri, riassunte in una comunicazione. Le relazioni contengono una disamina approfondita degli squilibri macroeconomici di 16 paesi.

Relazioni per paese pubblicate il 26 febbraio 2015.

Per ulteriori informazioni:

 

Altri strumenti

  • Versione stampabile 
  • Riduci carattere 
  • Ingrandisci carattere