Percorso di navigazione

Situazione economica dell’UE

Le periodiche previsioni macroeconomiche e le analisi delle finanze pubbliche, dello stato di convergenza e dei mercati finanziari dell’UE offrono una panoramica della situazione economica dei singoli Stati membri, dell’area dell’euro e dell’UE.

La politica economica ha come obiettivi una crescita costante e la creazione di nuovi posti di lavoro nell’UE. Se a breve termine si prefigge la stabilizzazione dell’economia e, a medio termine, l’incremento della crescita potenziale, è chiaro che essa deve affrontare altresì le varie sfide a lungo termine, come l’invecchiamento demografico e la globalizzazione.

Le politiche economiche vengono definite ed attuate a livello sia nazionale che europeo. In realtà, competenti in materia di politica economica sono principalmente i singoli paesi, sebbene il trattato stabilisca che tale politica va considerata “una questione di interesse comune” e coordinata nell’ambito del Consiglio. Un gruppo di Stati membri ha realizzato un grado più avanzato di integrazione delle proprie economie attraverso l’adozione della moneta unica, attualmente utilizzata da oltre la metà dei cittadini dell’UE.

Il coordinamento delle politiche economiche avviene seguendo la situazione economica di ciascuno Stato membro e dell’UE sulla base delle varie relazioni elaborate dalla DG Affari economici e finanziari per conto della Commissione. Questo meccanismo di sorveglianza multilaterale comporta, inoltre, la verifica della coerenza delle politiche economiche con la tabella di marcia europea per la crescita e l’occupazione nel quadro del cosiddetto “Pacchetto di orientamenti integrati”.

Altri strumenti

  • Versione stampabile 
  • Riduci carattere 
  • Ingrandisci carattere