Percorso di navigazione

Situazione economica nell'UE

La politica economica è orientata verso la creazione di una crescita stabile e di una maggiore occupazione nell’UE. Affronta sia problemi immediati che a lungo termine in campi quali le finanze pubbliche, gli squilibri macroeconomici e la competitività, nonché le ripercussioni delle tendenze a lungo termine, come l’invecchiamento della popolazione e la globalizzazione.

Il semestre europeo 2016 si è inaugurato lo scorso novembre con l'analisi annuale della crescita. La Commissione ha confermato le priorità economiche e sociali dell’analisi annuale della crescita del 2015; le priorità per il 2016 riguardano un aggiornamento di tali priorità, tenendo conto dei progressi realizzati e delle nuove sfide: rilanciare gli investimenti, proseguire con le riforme strutturali e attuare politiche di bilancio responsabili.

Area dell’euro e raccomandazioni specifiche per paese 2016

Per integrare meglio le sfide comuni nell’area dell’euro con le singole dimensioni nazionali del ciclo della governance economica del semestre europeo, la Commissione, insieme all’analisi annuale della crescita 2016, ha anche formulato una raccomandazione sulle politiche economiche della zona euro nel suo complesso. Questa è una novità importante rispetto ai clicli precedenti del semestre europeo, quando la raccomandazione veniva formulata successivamente. La raccomandazione per l'area dell'euro si concentra su questioni fondamentali per il buon funzionamento della zona euro e propone orientamenti sulle azioni concrete da attuare.

Nel 2016, la Commissione ha pubblicato una serie di relazioni nazionali che analizzano le politiche economiche degli Stati membri, riassunte in una comunicazionepdf Scegli le traduzioni del link precedente . Le relazioni comprendono analisi approfondite degli squilibri macroeconomici e valutano i progressi compiuti dagli Stati membri per attuare le raccomandazioni specifiche per paese del 2015.

Come prossima tappa, prima dell’estate la Commissione pubblicherà le raccomandazioni specifiche 2016 per ogni Stato membro.

Per ulteriori informazioni:

 

Altri strumenti

  • Versione stampabile 
  • Riduci carattere 
  • Ingrandisci carattere