Biodiversità in Africa: ricchezza di un continente Prato Via Irlanda Paludi, foreste, prati, terre adibite ad uso agricolo, aree costiere e la loro biodiversità hanno un elevato valore economico e sociale. Realizzando l’importanza dell’interdipendenza tra povertà, ecosistemi e biodiversità, l’UE é impegnata significativamente per fermare la perdita di biodiversità in Africa. Il JRC contribuisce ad un sistematico monitoraggio, basato prevalentemente su tecniche di Osservazione della Terra, per identificare le risorse biologiche e determinare i rischi dovuti alle attività umane ed ai Cambiamenti Climatici. Lo stand illustrerà la ricerca dell’Azione MONDE sui temi della biodiversità. Una mappa della superficie dell’Africa di 25 m2, ricavata tramite osservazioni satellitari, sarà esposta insieme ad una galleria fotografica sulle specie animali che popolano i principali ecosistemi. Lo stand ospiterà inoltre animazioni video e giochi, poster e volantini sulle tematiche della biodiversità.
Le attività si svolgono nel corso dell’intera giornata, in Italiano/Inglese/FranceseTop Inondazioni, incendi boschivi, siccità, creature mostruose che abitano il sottosuolo – hai il coraggio di rischiare? Prato Via IrlandaIn che modo possiamo prepararci a disastri naturali quali erosione, siccità, incendi boschivi e allagamenti? Perché é importante non sfruttare eccessivamente la terra? Cosa vive realmente sotto i nostri piedi? Questo stand illustra le attività dell’Unità per la Gestione del Territorio e i Rischi Naturali, attraverso quattro attività dedicate e mostre interattive su suolo, foreste, allagamenti e desertificazione – il tutto di particolare interesse per i bambini.
Le attività si svolgono nel corso dell’intera giornata, in varie lingue Top Tieniti pronto per la inodazione! Prato Via IrlandaL’Unità per la Gestione del Territorio e i Rischi Naturali gestisce un sistema che combina previsioni meteo con sofisticati modelli di paesaggio per fornire avvisi preventivi di allagamenti in Europa (EFAS). Questa esposizione spiega i motivi principali degli allagamenti, come questi cambiano nel tempo e il modo in cui gli avvisi sono preparati. I visitatori potranno capire come avviene un allagamento e comprendere la relazione tra quest’ultimo e l’utilizzo del suolo. Non ci si bagna! Particolarmente indicato per I bambini!
Le attività si svolgono nel corso dell’intera giornata, in varie lingueTop Cosa vive sotto i nostri piedi? Prato Via IrlandaSenza suolo fertile, la vita sotto la Terra sarebbe molto diversa. Il suolo, come l’aria e l’acqua, é una delle risorse naturali più importanti, ma dato che giace sotto i nostri piedi ed é spesso nascosto alla vista, dimentichiamo quanto quest'ultimo influisca sulle nostre vite e quanto ne dipendiamo. L’attività sul suolo permetterà di esplorare il mondo sotto i nostri piedi, spiegando il ruolo cruciale di questo elemento, perché determinati tipi di suolo sono a rischio e quali sono le azioni intraprese dall’Unione Europea. L’esibizione consentirà di vedere le affascinanti creature che vivono nel sottosuolo e darà l’opportunità di vincere un’unica maglietta e mangiare vermi realmente gustosi! Indicato per i bambini!
Le attività si svolgono nel corso dell’intera giornata, in varie lingueTop Quanto diventerà secco? Prato Via IrlandaLa perdita di terreno causato dall’avanzamento del deserto é un grosso problema in molte parti del mondo. Questo fenomeno, conosciuto col nome di desertificazione, é il risultato di processi naturali come cambiamenti climatici e un uso improprio del territorio da parte di alcune persone (ad esempio, pascoli che si nutrono esaurendo la vegetazione), il che rende il suolo non fertile e queste aree vulnerabili all’erosione. L’Unione Europea ha firmato la "UN Convention to Combat Desertification." (Convenzione delle Nazioni Unite per la lotta alla desertificazione). Visita la tenda dei beduini per capire di cosa si sta occupando il JRC per combattere la degradazione delle terre secche e monitorare la siccità. Utilizza le informazioni apprese giocando al Quiz interattivo sull’Acqua e l’esperimento Dryland Sustainable Management Monopoly! Non diventare assetato! Consigliato per i bambini!
Le attività si svolgono nel corso dell’intera giornata, in varie lingueTop Quando diventa troppo caldo – prevedere gli incendi boschivi Prato Via IrlandaDurante i mesi estivi, gli incendi boschivi sono fenomeni pericolosi che si sviluppano in varie zone del Mediterraneo. Tali incendi possono uccidere persone, distruggere proprietà, devastare habitat e portare ad alti livelli di inquinamento atmosferico ed erosione del suolo. L’Unità per la Gestione del Territorio e i Rischi Naturali raccoglie informazioni sullo stato delle foreste in Europa, combinandole con immagini satellitari e previsioni meteo, per dar vita ad un servizio unico che fornisce alle agenzie di protezione civile avvisi preventivi sul rischio di incendi boschivi (EFFIS). Questa presentazione vi porterà ad osservare più da vicino un incendio boschivo, spiegando il modo in cui sono preparati gli avvisi preventivi e le valutazioni post-incendio. Non avvicinarti troppo al fuoco! Consigliato per i bambini!
Le attività si svolgono nel corso dell’intera giornata, in varie lingueTop VELA – Laboratori per le Emissioni dei Veicoli Ed. 24 e 69AIl laboratorio VELA è dedicato alla misura e alla completa caratterizzazione chimico/fisica delle emissioni inquinanti e clima-alteranti di tutti i tipi di veicoli stradali e non stradali. Le misure vengono eseguite sia su motori, dai piccoli macchinari quali tosaerba e similari ai grandi motori per mezzi pesanti, sia su veicoli completi, a partire dagli scooter più semplici fino alle autovetture ed ai veicoli pesanti (autobus e camion). La strumentazione avanzata con cui il laboratorio è equipaggiato consente di effettuare misure sia su veicoli/motori convenzionali che su quelli ibridi, elettrici, ecc.. Analogamente, possono essere valutate diverse tipologie di combustibili, da quelli fossili tradizionali (gasolio e benzina) a combustibili alternativi quali i bio-combustibili o l’idrogeno. Le attività di ricerca che vengono svolte nel laboratorio VELA hanno come obiettivo generale la realizzazione di un sistema di trasporto che concili la richiesta di mobilità dei cittadini con l’esigenza di protezione della salute umana e dell’ambiente. Il laboratorio è aperto al pubblico con dimostrazioni pratiche delle prove che vi vengono eseguite. Un veicolo dimostrativo equipaggiato con un sistema di misura portatile sarà a disposizione per valutare l’influenza dello stile di guida sulle emissioni.
Le visite si svolgono nel corso dell’intera giornata.
Mattina: una presentazione generale in Italiano ed una in Inglese
Pomeriggio: una presentazione generale in Italiano ed una in Inglese
Top Stazione EMEP-GAW per la ricerca atmosferica Ed. 48Visitate la Stazione per la ricerca atmosferica del JRC! In funzione dalla seconda metà degli anni ’80, questa é l’unica stazione regionale non immediatamente perturbata da fonti inquinanti dell'Europa con una serie temporale così lunga di dati di monitoraggio dell’inquinamento dell’aria, grazie alla strumentazione più avanzata: biossido di zolfo (anidride solforosa), monossido di carbonio, ozono, ossidi d'azoto, concentrazione e composizione chimica del particolato, deposizione di inquinanti con la pioggia. In più, il gruppo di lavoro che si occupa del progetto, studia l’interazione della luce solare col particolato dell’atmosfera, sparando un raggio laser nel cielo (senza pericolo per la vista!), fornendo maggiori informazioni su come l’inquinamento locale finisca con l’interessare anche aree più distanti. Oltre ad assistere agli esperimenti che illustrano vari aspetti dei Cambiamenti Climatici (effetto serra di anidride carbonica e ozono, effetti del particolato), i visitatori avranno l’opportunità di incontrare gli scienziati e porre loro domande specifiche.
Le attività si svolgono nel corso dell’intera giornata in Italiano/Inglese/Francese.
Attenzione! Per arrivare alla stazione EMEP-GAW é necessario servirsi del pullmino alla fermata situata alle spalle dell’ELSA.
Top Il ciclo dell'acqua esperimenti e spiegazioni Davanti all’ Ed. 26A - Gazebo AL’Unità per le Risorse Rurali, Acquatiche ed Ecosistemi si cimenterà in simpatici esperimenti all’aperto per giovani e adulti, illustrando l‘influenza umana sul ciclo dell’acqua ed il ruolo della ricerca. Gli scienziati forniranno spiegazioni pratiche sulla quantità dell’acqua (impronta acquatica ed acqua virtuale) insieme ad un kit della World Water Federation per testarla. I ragazzi potranno così procedere ad attività di campionamento e misurazione della torbidità, del pH e del contenuto d’ossigeno, attorno ad una piccola piscina animata da pesciolini colorati.
Le attività si svolgono nel corso dell’intera giornata, in varie lingueTop La scienza del futuro o il futuro della scienza? Un giorno in un laboratorio di ecologia molecolare per giovani scienziati Ed. 30Il Laboratorio di ecologia molecolare dell’ Unità per le Risorse Rurali, Acquatiche ed Ecosistemi dell’ Istituto per l’Ambiente e la Sostenibilità offre la possibilità di lavorare per un giorno in un laboratorio, diventando “piccoli scienziati”, alla scoperta della biologia molecolare applicata all’ ambiente. I bambini di età compresa tra i 6 e i 13 anni sono invitati a partecipare! Pipettando acqua e sostanze colorate, si preparerà una soluzione salina necessaria a far crescere alghe marine. Inoltre, si realizzerà una piastra con i lieviti usati comunemente per fare pane, birra e vino, ma utili anche in laboratorio di biologia molecolare!
Attenzione! Per partecipare a queste attività é necessaria una preregistrazione, da effettuarsi al mattino davanti all’edificio 30, scegliendo tra le diverse fasce di orario. Sono previsti 8 turni, rispettivamente con 10 bambini per gruppo.Top Informazioni geografiche in Europa Ed. 36 - Sala 2L’Unita’ Infrastrutture di Dati Spaziali svolgerà dimostrazioni sull’uso delle informazioni geografiche in Europa e su come chiunque possa creare una mappa informativa da pubblicare immediatamente su Internet. Uno schermo interattivo, reso disponibile grazie alla collaborazione con la Regione Lombardia, mostrerà mappe dettagliate della regione. Mappe in rete e mappamondi digitali sono utilizzati quotidianamente per mostrare la Terra nel dettaglio. La creazione e compilazione di tali informazioni pone ancora grandi sfide – ed utilizzare lo schermo interattivo della Regione Lombardia permetterà di trovare nuovi modi di utilizzare tali mappe per aiutare a capire l’ambiente circostante. Tramite l’uso di dispositivi comuni quali apparecchiature di ripresa video digitale e telefoni cellulari, chiunque può creare mappe geografiche: vieni a visitare la Sala 2 e prova!
Le attività si svolgono nel corso dell’intera giornataTop Occhi di bosco Davanti all’Ed 5 – GazeboAlla scoperta degli alberi attraverso i cinque sensi. L’attività’ si mostra particolarmente appropriata per i bambini!
Sono previste tre sessioni, unicamente al mattinoTop Il respiro degli ecosistemi Davanti all’Ed 5 – GazeboGli scienziati dell'Unità Cambiamenti Climatici mostreranno strumenti per misurare in tempo reale le concentrazioni di gas ad effetto serra nell’atmosfera ed i flussi dalle piante.
Sono previste tre sessioni, unicamente al mattinoTop

Il Centro Comune di Ricerca ha il compito di fornire un sostegno scientifico e tecnico alla progettazione, allo sviluppo, all’attuazione e al controllo delle politiche dell’Unione Europea, adeguato alle esigenze poste. Come servizio della Commissione europea, il Centro Comune di Ricerca funge da centro di riferimento per le questioni di carattere scientifico e tecnologico in seno all’Unione. Vicino agli ambienti in cui vengono formulate le politiche, il Centro Comune di Ricerca agisce nell’interesse comune degli Stati membri, senza essere legato ad interessi privati o nazionali.