left
  slide
right
transtrans
 

es da de el en fr it nl pt fi sv

Direzione generale per la Salute e la tutela dei consumatori

Press releases

Bruxelles, 7 maggio 2001

Autorita europea per gli alimenti : avviati a Bruxelles i preparativi per l'istitutione del Foro consultivo dell'AEA

Il Commissario David Byrne ha avviato oggi i preparativi per l'istituzione di uno degli organismi chiave della futura Autorità europea per gli alimenti. Il Commissario si è rivolto ai rappresentanti delle agenzie alimentari europee e di altri organismi responsabili di compiti analoghi negli Stati membri, che si riuniscono per la prima volta oggi a Bruxelles nel Foro consultivo scientifico ad interim ('Interim Scientific Advisory Forum'). La riunione si prefigge di individuare le agenzie o altri organismi che costituiranno le controparti nazionali dell'AEA e saranno rappresentate nel suo Foro consultivo, nell'intento di avviare i lavori verso una più stretta cooperazione scientifica. David Byrne ha ricordato ai rappresentanti il ruolo chiave che l'AEA svolgerà per far sì che le decisioni plitiche si fondino su una solida base scientifica e I rischi emergenti nella catena alimentare vengano individuati ad uno stadio precoce. Egli ha sottolineato l'importanza di una stretta cooperazione fra l'AEA e le agenzie nazionali per la sicurezza alimentare ai fini dello svolgimento dei compiti della prima e in ultima analisi del miglioramento della fiducia dei consumatori nella sicurezza degli alimenti.

"La Commissione è coinvolta già nello stadio iniziale dei lavori dell'Autorità europea per gli alimenti. Personalmente ho preso l'iniziativa di istituire questo gruppo quale precursore del Foro consultivo dell'AEA perchè voglio che quest'ultima diventi operativa quanto prima possibile. È più che tempo di concentrare le risorse scientifiche e tecniche e organizzare una rete scientifica integrata fra autorità europee e autorità nazionali. Dobbiamo riunire I massimi esperti scientifici nazionali in materia alimentare in seno al forum consultivo dell'AEA al fine di chiarire e possibilmente evitare conflitti e contraddizioni per quanto riguarda metodi e risultati della valutazione dei rischi. Il direttore responsabile non potrà essere nominato prima che venga adottata la legislazione che istituisce l'Autorità e sia stata creata una nuova entità giuridica. Ma sul piano scientifico e tecnico possiamo, e dobbiamo, andare avanti", ha dichiarato David Byrne.

La Commissione europea ha preso l'iniziativa di convocare il Foro consultivo scientifico ad interim quale parte dei preparativi di un rapido avvio dell'AEA. La proposta di regolamento che stabilisce i principi e i requisiti fondamentali della legislazione alimentare e che istituisce l'Autorità europea per gli alimenti è stata presentata dalla Commissione europea l'8 novembre dello scorso anno. È attualmente all'esame del Parlamento europeo e del Consiglio dei ministri. Si prevede che il PE adotterà la propria posizione in occasione della plenaria del 12 giugno. La presidenza svedese si adopera per giungere all'adozione di una posizione comune del consiglio entro il 1° luglio.

Il regolamento definisce il Foro consultivo una delle quattro componenti fondamentali della futura AEA ; le altre sono il direttore responsabile e il di lui/lei personale, il consiglio d'amministrazione e I panel scientifici. Il Foro consultivo svolge il ruolo chiave di assicurare un'armoniosa cooperazione scientifica e tecnica e l'individuazione ad uno stadio precoce di pareri scientifici eventualmente problematici e contrastanti. Il Foro sarà presieduto dal direttore responsabile dell'Autorità. Sarà costituito da rappresentanti di ogni Stato membro ed avrà l'ampio mandato di consigliare il direttore responsabile nell'esecuzione dei suoi compiti. I membri del Foro dovranno svolgere attività indipendente e nel pubblico interesse. Essi devono pronunciare una dichiarazione di impegno e una dichiarazione di interessi che saranno rese pubbliche.

Il Foro sarà direttamente implicato negli sforzi volti a risolvere I casi di pareri scientifici conflittuali fra le autorità UE e le autorità nazionali. Consiglierà il direttore responsabile nell'assegnazione delle priorità dell'attività scientifica e tecnica e negli sforzi volti ad evitare I doppioni. In particolare ai primi stadi, il Foro avrà inoltre l'importante compito di organizzare le reti scientifiche e la cooperazione fra gli organismi tecnici.

Il Foro consultivo scientifico ad interim si riunirà più volte prima della fine dell'anno per discutere una serie di questioni relative alla cooperazione scientifica e tecnica. Numerosi Stati membri hanno modificato negli ultimi anni l'organizzazione dei propri servizi di gestione alimentare. Altri Stati membri esaminano attualmente l'opportunità di passi analoghi. È pertanto importante individuare le controparti nazionali dell'Autorità europea per gli alimenti a questo stadio iniziale.

Top

Press releases
SICUREZZA DEI PRODOTTI ALIMENTARI | SANITÀ PUBBLICA | CONSUMATORI | DIREZIONE GENERALE PER LA SALUTE E LA TUTELA DEI CONSUMATORI

 
lefttranspright

 

  printable version  
Public HealthFood SafetyConsumer Affairs