Percorso di navigazione

  • Print version
  • Decrease text
  • Increase text

Valutazione dei progressi compiuti dalla Bulgaria e dalla Romania

Qando sono entrate a far parte dell'UE, il 1° gennaio 2007, la Romania e la Bulgaria dovevano ancora realizzare dei progressi in materia di riforma giudiziaria e lotta alla corruzione e alla criminalità organizzata.

Al fine di agevolare l'adesione di entrambi i paesi e garantire al tempo stesso il corretto funzionamento delle loro politiche e istituzioni, l'UE ha deciso di istituire uno speciale "meccanismo di cooperazione e verifica" per aiutare tali paesi a rimediare alle carenze riscontrate.

Nel dicembre 2006, la Commissione ha fissato i criteri (parametri di riferimento) in base ai quali valutare i progressi compiuti nei settori interessati (consultare le relazioni English (en) ).

La decisione di proseguire la valutazione della Bulgaria e della Romania dimostra l'impegno dell'UE ad accompagnare questi due paesi affinché possano sviluppare sistemi amministrativi e giudiziari efficaci, necessari per conformarsi agli obblighi e beneficiare dei vantaggi derivanti dall'adesione.

I progressi in materia di riforma giudiziaria e lotta alla corruzione e alla criminalità organizzata consentiranno ai cittadini bulgari e rumeni di esercitare pienamente anche i loro diritti di cittadini dell'UE.

Base giuridica

  • Bulgaria: Decision of 13/12/2006 [C(2006) 6570] pdf - 26 KB [26 KB] Deutsch (de) English (en) français (fr)
  • Romania: Decision of 13/12/2006 [C(2006) 6569] pdf - 26 KB [26 KB] Deutsch (de) English (en) français (fr)