European Commission

Storie di consumatori: Trasporto aereo

ECC-Net aiuta i consumatori a risolvere i loro problemi quando noleggiano un'auto: alcuni casi concreti.

Risarcimento: consumatore cipriota / società autonoleggio italiana

Risarcimento: consumatore cipriota / società autonoleggio italiana

Si è rivolto al nostro sportello un cittadino cipriota il quale, durante un suo soggiorno in Italia, aveva noleggiato un’autovettura presso una società di autonoleggio italiana.

Lo stesso rimaneva coinvolto in un incidente stradale e benché il conducente del veicolo danneggiante avesse riconosciuto la propria responsabilità sottoscrivendo la constatazione amichevole di incidente, la società di autonoleggio aveva addebitato l’importo di euro 850,00 per i danni subiti dal veicolo noleggiato.

Alle contestazioni sollevate dal consumatore la società di autonoleggio rispondeva che lo stesso, con la sottoscrizione del contratto, aveva accettato tutte le clausole nello stesso previste e, nello specifico, si era obbligato a risarcire il Locatore per le conseguenze di qualsiasi danno cagionato al veicolo - a nulla rilevando che il danno era stato di fatto causato da terzi - e che avrebbe restituito le somme solo nel caso in cui fossero stati risarciti dalla compagnia di assicurazione.

Il nostro sportello ho provveduto a contattare la società di noleggio rammentando che, a norma del codice del consumo, le clausole che determinano a carico del consumatore un significativo squilibrio dei diritti e degli obblighi derivanti dal contratto si considerano clausole vessatorie come devono considerarsi clausole vessatorie quelle che prevedono l’adesione del consumatore a condizioni contrattuali che non ha avuto la possibilità di conoscere prima della conclusione del contratto.

La società di autonoleggio ha provveduto ad effettuare un risarcimento di euro 850,00 in favore del consumatore.
Rimborso: consumatore svedese / compagnia di autonoleggio italiana

Rimborso: consumatore svedese / compagnia di autonoleggio italiana

Il consumatore svedese ha noleggiato un’auto in Italia.

Accedendo ad un’area a traffico limitato nel Centro di Firenze per più di una volta, incorreva in sanzioni rilevate dalle macchine fotografiche poste ai varchi.

La compagnia di autonoleggio, proprietaria del veicolo individuato dal numero di targa, ha ricevuto 5 multe. In base alle condizioni di contratto, oltre all’importo delle 5 multe, il consumatore è stato chiamato a pagare altrettante quote amministrative per la gestione di ogni singola sanzione.

Grazie all’intervento della Rete ECC, il consumatore ha ricevuto un rimborso di circa € 160,00, corrispondente a 4 delle 5 quote di gestione amministrativa delle sanzioni.