This site was  archived on 27/06/14
27/06/14
Visit the new website!

Language selector

 
left
  Salvaguardia degli interessi dei consumatorislide
right
transtrans
 

Il ruolo centrale della tutela del consumatore nell'Ue è sancito dall'articolo 153 del trattato. Gli interessi dei consumatori a livello dell'Ue richiedono che tutti i mercati all'interno degli Stati membri europei (i quali tutti insieme formano il "mercato interno") funzionino efficacemente. Per funzionare efficacemente, il mercato deve essere competitivo ed offrire condizioni eque ai consumatori. Un mercato competitivo e ben regolamentato offre le migliori opportunità economiche e garantisce la scelta, i prezzi bassi, l'innovazione ed il servizio di qualità che i consumatori desiderano.

Il completamento del mercato interno, ovvero la creazione di uno spazio in cui beni, persone, servizi e capitali possono circolare senza restrizioni, ha inevitabilmente mutato l'ambiente in cui i consumatori europei compiono le loro transazioni.

Le attività dei consumatori non si svolgono più soltanto entro i confini del loro paese, al contrario, oggi i consumi sono spesso caratterizzati da una componente transnazionale, dovuta semplicemente all'aumento dei viaggi e all'introduzione di nuove tecniche di vendita e prestazione di servizi, come il commercio elettronico, Internet ecc.

Oggi i consumatori possono:

  • Acquistare facilmente beni e servizi ad uso privato nel corso dei viaggi in altri paesi dell'Unione;
  • Acquistare beni e servizi da commercianti residenti in un altro paese dell'Unione che si recano nel paese del consumatore;
  • Ordinare e acquistare beni in un altro paese dell'Unione tramite vari metodi di vendita a distanza, soprattutto per via elettronica;
  • Trasferire denaro in un altro paese per pagare transazioni correnti o per realizzare investimenti.

Data la dimensione europea delle questioni legate al consumo, sono stati adottati numerosi testi legislativi a livello europeo per conferire ai consumatori una serie di diritti di cui beneficiano in tutti gli Stati membri.

L'introduzione di questi diritti a livello comunitario consente ai consumatori di trarre maggiori benefici dal mercato interno. Ciò non significa che le politiche comunitarie abbiano sostituito le norme nazionali; anzi, esse non fanno che completarsi a vicenda, via via che i mercati acquisiscono una dimensione sempre più europea.

Anche gli Stati membri, che sono i primi responsabili della tutela dei consumatori, hanno adottato, di propria iniziativa, una serie di normative volte a conferire diritti specifici ai consumatori e a garantire loro una tutela migliore.

 
lefttranspright

 

  Print  
Public HealthFood SafetyConsumer Affairs
   
   
requires javascript