Commissione Europea > RGE > Termini processuali > Malta

Ultimo aggiornamento: 28-05-2007
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Termini processuali - Malta

 

INDICE

1. Si definiscano i vari tipi di termini applicabili secondo le norme processuali a Malta nelle cause civili; ad esempio, termini processuali, termine di prescrizione o decadenza, termini prestabiliti, ecc. 1.
2. Si fornisca l'elenco dei giorni considerati giorni conformemente al regolamento (CEE, Euratom) n. 1182/71 del 3 giugno 1971. 2.
3. Quali sono le norme generali applicabili ai termini per i diversi procedimenti civili? Quali sono i riferimenti alla normativa applicabile? 3.
4. Quando un atto o una formalità devono essere ufficialmente compiuti entro una determinata scadenza, come si determina il momento iniziale dal quale si fa decorrere il periodo ("termine a quo ") – di tale atto o formalità? (es. la data dell'atto, dell'evento, della decisione o della [data di notifica e/o intimazione dalla quale decorre). 4.
5. Da quando inizia a decorrere il termine: 5.
a) Quando il termine è espresso in giorni occorre tenere conto della data dell'atto, del fatto, della decisione o della notifica e/o intimazione (dies a quo) ? a)
b) Quando un termine è espresso in giorni, il numero di giorni indicato comprende i giorni di calendario o soltanto i giorni lavorativi? Ad esempio, nel caso in cui una persona debba compiere un atto o le sia stato notificato un documento lunedì 4 aprile 2005 e debba rispondere entro 14 giorni dalla notifica, ciò significa che deve rispondere entro: aa) lunedì 18 aprile (calcolando tutti i giorni del calendario) o bb) venerdì 22 aprile 2005 (calcolando solo i giorni lavorativi)? b)
c) Se il termine è espresso in mesi o in anni c)
d) Quando scadono tali termini ? d)
6. Se il termine scade di sabato, domenica, o in un giorno festivo o non lavorativo, viene prorogato fino al primo giorno lavorativo successivo? Tale proroga è applicabile anche quando il termine in questione comincia a decorrere dal verificarsi di un evento futuro? 6.
7. Quando l’azione è promossa dinanzi ad una giurisdizione la cui sede si trova sul territorio metropolitano dello Stato membro (per gli Stati che hanno entità territoriali separate dalla metropoli o entità geograficamente separate ), i termini sono prorogati per le persone che vivono/risiedono in una di dette entità o per quelle che vivono/risiedono all'estero? In caso affermativo, in che misura ? 7.
8. Per contro, quando l’azione è promossa dinanzi ad una giurisdizione la cui sede si trova in una di tali entità territoriali separate, sul piano geografico, dal continente, i termini sono prorogati per le persone che non vivono/non risiedono in tali entità o per le entità o per le persone che vivono/risiedono all'estero? 8.
9. Esistono termini particolari per specifiche impugnazioni in alcune materie civili? 9.
10. In caso di urgenza o per altra ragione, i tribunali possono ridurre i termini di comparizione o stabilire una data di comparizione speciale? Al contrario, questi termini possono essere prorogati 10.
11. Quando un atto destinato ad una parte residente in una località in cui beneficerebbe di una proroga del termine è notificato in un luogo in cui i residenti non beneficiano di tale proroga, l’interessato perde tale beneficio? 11.
12. Quali sono le sanzioni in caso di inosservanza dei termini? 12.
13. Quali sono le condizioni per essere rimessi in termini allorché il termine sia già scaduto? 13.

 

1. Si definiscano i vari tipi di termini applicabili secondo le norme processuali a Malta nelle cause civili; ad esempio, termini processuali, termine di prescrizione o decadenza, termini prestabiliti, ecc.

I termini individuati secondo il diritto maltese sono i seguenti: termini processuali, termini di prescrizione o decadenza, termini perentori, e termini fissati dal giudice.

I termini processuali sono stabiliti da una norma per il compimento di un atto processuale.

I termini di prescrizione sono stabiliti da una norma per l'esercizio di un'azione e possono essere interrotti.

I termini perentori sono stabiliti da una norma e non possono essere interrotti.

I termini fissati dal giudice vengono stabiliti per il compimento di un particolare atto.

I termini processuali e perentori fissati dalla legge non sono rinnovabili. I termini di prescrizione possono essere interrotti e i termini fissati dai provvedimenti del giudice possono essere prorogati su richiesta specifica.

2. Si fornisca l'elenco dei giorni considerati giorni conformemente al regolamento (CEE, Euratom) n. 1182/71 del 3 giugno 1971.

I giorni non lavorativi previsti dall'ordinamento giuridico maltese sono giorni festivi pubblici e giorni festivi nazionali:

Giorni festivi pubblici Giorni festivi nazionali
1o gennaio21 settembre
10 febbraio 13 dicembre
19 Marzo 31 marzo
Venerdì santo8 settembre
1o Maggio 7 giugno
29 giugno
15 agosto
8 dicembre
25 dicembre
Domeniche

3. Quali sono le norme generali applicabili ai termini per i diversi procedimenti civili? Quali sono i riferimenti alla normativa applicabile?

I termini processuali sono stabiliti dal Codice di organizzazione e di procedura civile, libro secondo, ‘sui procedimenti dinanzi ai giudici civili (www.justice.gov.mt English).

Inizio paginaInizio pagina

4. Quando un atto o una formalità devono essere ufficialmente compiuti entro una determinata scadenza, come si determina il momento iniziale dal quale si fa decorrere il periodo ("termine a quo ") – di tale atto o formalità? (es. la data dell'atto, dell'evento, della decisione o della [data di notifica e/o intimazione dalla quale decorre).

Ogni termine inizia a decorrere il giorno dopo la notifica o la pubblicazione dell'atto in questione.

5. Da quando inizia a decorrere il termine:

a) Quando il termine è espresso in giorni occorre tenere conto della data dell'atto, del fatto, della decisione o della notifica e/o intimazione (dies a quo) ?

Laddove un termine sia calcolato da un determinato giorno tale giorno non dev'essere computato nel periodo; e laddove sia calcolato in ore, l'ora in cui la notifica viene effettuata non viene ricompresa nel termine.

Il decorso del termine (processuale o legale) inizia comunque dalla ricezione o dalla conoscenza dell'azione da parte del destinatario? In questo caso, in che modo?

Nel caso dei termini processuali, il termine decorre dal momento in cui si attesta che la notifica è andata a buon fine. Tuttavia, la legge individua situazioni in cui il termine decorre dal momento della conoscenza del destinatario. Ad esempio, nel caso in cui venga impugnato un provvedimento amministrativo dinanzi a un organo giurisdizionale, il periodo di sei mesi previsto dalla legge entro il quale un'azione dev'essere avviata contro il governo, decorre dal giorno in cui la parte è venuta a conoscenza o verosimilmente avrebbe dovuto averne conoscenza.

Inizio paginaInizio pagina

b) Quando un termine è espresso in giorni, il numero di giorni indicato comprende i giorni di calendario o soltanto i giorni lavorativi? Ad esempio, nel caso in cui una persona debba compiere un atto o le sia stato notificato un documento lunedì 4 aprile 2005 e debba rispondere entro 14 giorni dalla notifica, ciò significa che deve rispondere entro: aa) lunedì 18 aprile (calcolando tutti i giorni del calendario) o bb) venerdì 22 aprile 2005 (calcolando solo i giorni lavorativi)?

La procedura civile maltese prevede entrambi i termini. Eccettuato il caso in cui il termine sia specificato in giorni lavorativi, il termine dev'essere calcolato in giorni di calendario.

c) Se il termine è espresso in mesi o in anni

Nel calcolo del decorso del termine, il giorno è calcolato in ventiquattr'ore e il mese e l'anno sono calcolati secondo il calendario.

d) Quando scadono tali termini ?

Salvo che sia altrimenti espressamente previsto, si considera che le ventiquattrore scadano il giorno seguente all'ora fissata per la chiusura della cancelleria.

Ad esempio se un atto è stato notificato il 24 maggio e il termine è di un giorno la memoria difensiva di risposta dev'essere depositata entro le 15.00 del 25 maggio poiché la cancelleria del tribunale civile è aperta dalle 8.00 alle 15.00 tra il 1o ottobre e il 15 giugno.

Nel caso in cui l'atto venisse notificato il 20 giugno e il termine fosse anche di un giorno, la memoria di risposta dovrebbe essere depositata il 21 giugno entro le 13.00 poiché la cancelleria del tribunale civile è aperta dalle 7.30 fino alle 13.00 tra il 16 giugno e il 30 settembre.

Inizio paginaInizio pagina

Esistono momenti iniziali di decorrenza di un termine che si applicano in casi eccezionali o particolari in alcuni specifici procedimenti civili?

Un esempio tipico di procedimento eccezionale/speciale si riferisce al caso in cui un provvedimento amministrativo venga impugnato dinanzi al giudice competente. (V. il quesito 5 a supra)).

6. Se il termine scade di sabato, domenica, o in un giorno festivo o non lavorativo, viene prorogato fino al primo giorno lavorativo successivo? Tale proroga è applicabile anche quando il termine in questione comincia a decorrere dal verificarsi di un evento futuro?

Se il termine scade di sabato, domenica o di giorno festivo nazionale o pubblico o nel giorno non lavorativo successivo, il termine è prorogato fino al primo giorno lavorativo successivo. Tale proroga si applica in tutti i casi.

7. Quando l’azione è promossa dinanzi ad una giurisdizione la cui sede si trova sul territorio metropolitano dello Stato membro (per gli Stati che hanno entità territoriali separate dalla metropoli o entità geograficamente separate ), i termini sono prorogati per le persone che vivono/risiedono in una di dette entità o per quelle che vivono/risiedono all'estero? In caso affermativo, in che misura ?

Non applicabile.

8. Per contro, quando l’azione è promossa dinanzi ad una giurisdizione la cui sede si trova in una di tali entità territoriali separate, sul piano geografico, dal continente, i termini sono prorogati per le persone che non vivono/non risiedono in tali entità o per le entità o per le persone che vivono/risiedono all'estero?

Non applicabile.

Inizio paginaInizio pagina

9. Esistono termini particolari per specifiche impugnazioni in alcune materie civili?

Sì esistono termini per specifiche impugnazioni in materie civili e costituzionali. Gli atti di impugnazione nelle cause civili devono essere depositati entro 20 giorni dalla pubblicazione della sentenza e entro 20 giorni lavorativi deve essere depositata una memoria difensiva; mentre le cause in materia costituzionale hanno un termine più breve, vale a dire 8 giorni lavorativi per depositare un atto di impugnazione e 6 giorni lavorativi per depositare una memoria di replica. Il termine per l'impugnazione di un decreto prima della sentenza definitiva è di 6 giorni dalla data della lettura in udienza del decreto. Quando un decreto provvisorio è stato emesso in camera di consiglio, si considera come se il giudice avesse letto tale decreto in occasione della prima udienza pubblica tenuta dall'organo giurisdizionale in questione successivamente all'emissione del provvedimento.

10. In caso di urgenza o per altra ragione, i tribunali possono ridurre i termini di comparizione o stabilire una data di comparizione speciale? Al contrario, questi termini possono essere prorogati

Soltanto i termini fissati dal giudice possono essere prorogati.

Il giudice, in caso di urgenza, può abbreviare qualsiasi termine e ordinare che un atto sia eseguito immediatamente da un giorno all'altro o addirittura immediatamente dopo essere stato emesso.

11. Quando un atto destinato ad una parte residente in una località in cui beneficerebbe di una proroga del termine è notificato in un luogo in cui i residenti non beneficiano di tale proroga, l’interessato perde tale beneficio?

Non applicabile.

12. Quali sono le sanzioni in caso di inosservanza dei termini?

Generalmente la mancata osservanza dei termini può generare effetti negativi. Ad esempio a una citazione occorre replicare entro 20 giorni dalla notifica dell'atto e le conseguenze della mancata osservanza del termine potrebbero comportare la decadenza dai diritti nel procedimento dinanzi al giudice. Il convenuto è considerato contumace e non può citare testimoni o partecipare al procedimento se non presentando memorie scritte al giudice.

13. Quali sono le condizioni per essere rimessi in termini allorché il termine sia già scaduto?

Nel caso di termini processuali, che non possono essere prorogati, non è possibile essere rimessi in termine. Tuttavia, ad esempio, qualora sussista un valido motivo/impedimento per non rispondere a una citazione entro il termine fissato di 20 giorni, il destinatario dell'atto può giustificare la sua mancata risposta e ottenere dal giudice l'autorizzazione a depositare una memoria difensiva fuori termine.

Ulteriori informazioni

www.gov.mt English - Malti

« Termini processuali - Informazioni generali | Malta - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 28-05-2007

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito