Commissione Europea > RGE > Notificazione e comunicazione degli atti > Romania

Ultimo aggiornamento: 29-11-2007
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Notificazione e comunicazione degli atti - Romania

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. L'aggiornamento è in corso e sarà disponibile sul portale europeo della giustizia elettronica.


 

INDICE

1. Cosa significa in pratica l'espressione giuridica "notificazione e comunicazione di documenti"? 1.
2. Quali documenti devono essere notificati e comunicati formalmente? 2.
3. Chi è responsabile della notificazione e comunicazione di un documento? 3.
4. Come avviene, in pratica, la notificazione e comunicazione di un documento? 4.
5. Cosa avviene se in casi eccezionali non è possibile notificare e comunicare direttamente al destinatario (ad esempio perché non è in casa)? 5.
6. Esiste una prova scritta che l'atto è stato notificato e comunicato? 6.
7. Cosa succede se il destinatario della notifica e comunicazione del documento non lo riceve o se la notifica e comunicazione non è effettuata nelle forme prescritte dalla legge (ad esempio se il documento viene notificato e comunicato a una terza persona)? La notifica è tuttavia valida (può essere posto rimedio all'illegittimità) o l'atto deve essere notificato nuovamente? 7.
8. Devo pagare per la notificazione e comunicazione di un documento e se sì, quanto? 8.

 

1. Cosa significa in pratica l'espressione giuridica "notificazione e comunicazione di documenti"?

La notificazione di atti giudiziari ed extragiudiziari all'estero e provenienti dall'estero costituisce sostanzialmente il metodo con il quale si garantisce che le informazioni in essi contenute siano disponibili ai destinatari: parti, testimoni o partecipanti in processi civili o commerciali nello Stato di emissione.

Perché esistono norme specifiche per la "notificazione e comunicazione di documenti"?

Le norme rispondono a un crescente bisogno da parte delle autorità di garantire la rapidità e l'efficienza dell'amministrazione della giustizia nell'ambito dei procedimenti giudiziari con l'estero e di migliorare il coordinamento dei sistemi giuridici ai sensi del diritto internazionale.

2. Quali documenti devono essere notificati e comunicati formalmente?

Gli atti giudiziari emessi nel quadro di procedimenti in materia civile e commerciale: notifiche di procedimenti giudiziari, atti di citazione, decisioni, istanze di appello e altre notifiche simili.

Gli atti extragiudiziari non sono emessi dalle autorità giudiziarie ma possono essere utilizzati nel corso di processi civili o commerciali.

3. Chi è responsabile della notificazione e comunicazione di un documento?

(attori, avvocati, cancellieri, professioni specializzate come gli ufficiali giudiziari, pubblici funzionari, polizia postale, ecc.)?

  • Ufficiali giudiziari

    Il codice di procedura civile contiene disposizioni precise sulle modalità di notifica degli atti di citazione da parte degli ufficiali giudiziari.

    Inizio paginaInizio pagina

    Gli atti di citazione e gli altri documenti processuali devono esser notificati nel luogo di residenza o di domicilio della persona cui sono indirizzati. Nel caso in cui la persona in oggetto sia titolare di locali commerciali, industriali o professionali i documenti devono essere notificati nei suddetti luoghi. La notifica può aver luogo in ogni luogo nel quale la persona citata a comparire in giudizio possa ricevere i documenti. Se l'individuo è arruolato nelle forze armate, l'atto di citazione è notificato al suo superiore gerarchico. Nel caso in cui il luogo di residenza dei membri dell'equipaggio di una nave non sia conosciuto, gli atti sono notificati alla capitaneria di porto nel quale la nave è iscritta. Se la persona è in stato di custodia cautelare, gli atti sono notificati alle autorità carcerarie. Se si tratta di un paziente ricoverato in ospedale, in un luogo di cura o in un sanatorio, gli atti sono notificati all'amministrazione dell'istituto. Gli atti di citazione e tutti gli altri atti processuali possono essere notificati a un funzionario o a qualsiasi persona abilitata, chiaramente identificata (nome e cognome) la cui funzione è descritta e che debitamente firma la prova della ricevuta.

    Le persone citate in giudizio devono ricevere la notifica dell'atto di citazione in persona e firmano la ricevuta dell'atto, mentre l'ufficiale notificante certifica l'identità del firmatario e l'autenticità della firma. Quando il notificato è a casa ma non vuole accettare l'atto di citazione o lo accetta ma non intende firmare la ricevuta o è incapace di firmare, l'ufficiale giudiziario redige una relazione, lasciando l'atto di citazione alla persona. Se la persona citata in giudizio non intende accettare l'atto di citazione o non è a casa, l'ufficiale giudiziario lo affigge alla porta dell'abitazione. Se il notificato non è a casa l'ufficiale giudiziario consegna l'atto di citazione a un membro della famiglia o, in sua assenza, al convivente o alla persona che normalmente ritira la posta. Se la persona vive in un hotel o in un condominio e non ha indicato il numero della stanza o l'interno dell'appartamento dove vive, l'atto di citazione è consegnato all'amministratore o al portiere dell'immobile, o alla persona che generalmente esercita queste funzioni. La persona che riceve l'atto di citazione firma l'avviso di ricevimento e l'ufficiale giudiziario deve verificare l'identità e la firma e redigere una relazione di notifica. Se la persona non vuole ricevere l'atto di citazione o non è a casa, l'ufficiale giudiziario affigge l'atto alla porta o alla porta principale dell'edificio se la persona non ha indicato il numero della stanza o l'interno dell'appartamento. L'ufficiale giudiziario redige in seguito processo verbale, riportando i dettagli delle operazioni.

    Inizio paginaInizio pagina

    Gli atti non possono essere notificati ai minori di 14 anni o a chiunque sia processualmente incapace. La capacità legale è presunta fino a prova contraria.

    Non è possibile notificare atti di citazione o altri atti processuali alla persona giuridica mediante affissione di tali documenti alla porta, o alle associazioni o società giuridicamente legittimate al processo, a meno che esse rifiutino di accettarli o non ci sia nessuno sul posto al momento della notifica.

    Se la parte ha eletto domicilio e nominato qualcuno per ricevere atti processuali essi possono essere notificati a tale persona o, in mancanza di qualsiasi altra indicazione, al domicilio della parte.

    Laddove i documenti non possano essere notificati poiché l'edificio è stato demolito o abbandonato o per ragioni simili, l'ufficiale giudiziario deposita i documenti in cancelleria che informerà tempestivamente le parti del fatto. Se risulta palese che nonostante gli sforzi dell'attore sia impossibile scoprire dove vive il convenuto il giudice incaricato ordina la pubblicazione dell'atto di citazione.

    Essa si effettua mediante affissione alla porta del tribunale. L'atto di citazione può essere anche pubblicato sulla Gazzetta ufficiale della Romania o sui maggiori periodici, se il giudice lo ritiene necessario. L'atto di citazione deve essere affisso o pubblicato nella Gazzetta ufficiale o in uno dei maggiori periodici almeno 15 giorni prima della data dell'udienza. In casi di urgenza il giudice o il magistrato può ridurre tale termine di 5 giorni. Se il convenuto compare e può dimostrare che è stato citato in malafede, tutti gli atti processuali derivanti dall'autorizzazione a emettere l'atto di citazione sono dichiarati nulli e l'attore può essere condannato al pagamento di una sanzione pecuniaria e delle spese legali.

    Inizio paginaInizio pagina

    La parte che si presenta in giudizio personalmente o mediante rappresentante legale non può rifiutarsi di accettare gli atti processuali o gli altri documenti consegnati in udienza. In tali casi e il giudice può, su richiesta, concedere un periodo di tempo per l'esame degli atti.

    Gli atti processuali non possono essere notificati durante le ferie giudiziarie tranne il caso di atti urgenti e con il permesso del giudice.

    Nel caso in cui una delle parti cambi proprio domicilio durante il processo, il cambiamento di indirizzo non è preso in considerazione salvo che una richiesta a tal fine sia presentata in una memoria e la parte avversa ne sia informata con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno. La ricevuta deve essere allegata all'istanza insieme alla comunicazione del cambiamento di domicilio.

  • L'ufficiale giudiziario può procedere alla notifica di atti giudiziari e non giudiziari e di documenti processuali (legge n. 188/2000 sui poteri degli ufficiali giudiziari). Il costo del servizio è compreso tra 20 e 400 lei (dati riferiti al marzo 2007).
  • I pubblici notai possono anche procedere alla notifica di atti giudiziari e non giudiziari e di documenti processuali (legge n. 36/1995 sulle funzioni dei notai pubblici e sulle funzioni notarili e relative norme di attuazione).

4. Come avviene, in pratica, la notificazione e comunicazione di un documento?

Nel caso in cui esistano metodi alternativi si prega di descriverli.

(lettera ordinaria o lettera raccomandata, fax, posta elettronica).

Si vedano le risposte fornite ai quesiti 3 e 5.

Inizio paginaInizio pagina

5. Cosa avviene se in casi eccezionali non è possibile notificare e comunicare direttamente al destinatario (ad esempio perché non è in casa)?

Nel caso in cui esistano metodi alternativi si prega di descriverli.

(notifica personale a altre persone diverse da destinatario, deposito (ad esempio in caselle postali a domicilio o sul posto di lavoro, deposito presso le autorità pubbliche competenti come "remise au parquet" o all'ufficio postale, pubblica affissione, lettera indirizzata all'ultimo indirizzo conosciuto, ecc.)

Fatta salva ogni diversa previsione di legge, il tribunale non può decidere una controversia fino a che le parti non siano state citate in giudizio o siano comparse.

Gli atti di citazione e tutti gli atti processuali sono notificati ex officio dagli ufficiali giudiziari del tribunale o da qualsiasi funzionario del tribunale o da ufficiali del tribunale aventi giurisdizione territoriale per il luogo in cui la persona da notificare è attualmente residente.

La notifica di atti alle seguenti persone fisiche e giuridiche avviene:

  • per autorità statali, regionali o locali o ogni altra persona giuridica di diritto pubblico, mediante consegna al superiore gerarchico nell'ufficio centrale circoscrizionale o in assenza di un ufficio legale, l'ufficio principale dell'amministrazione;
  • per persone giuridiche di diritto privato, mediante consegna al loro rappresentante, nell'ufficio principale, secondario, o, in funzione delle circostanze, nell'ufficio di rappresentanza;
  • per associazioni e società prive della personalità giuridica, mediante consegna ai loro organi di amministrazione nei loro uffici amministrativi;
  • per enti che sono stati riorganizzati giudiziariamente o dichiarati falliti, mediante consegna all'amministratore giudiziario o, se necessario, al liquidatore;
  • per gli incapaci, mediante consegna al loro rappresentante legale;
  • o mediante consegna al curatore speciale nel caso sia stato nominato;
  • per il personale delle missioni diplomatiche rumene e i consolati, i cittadini rumeni distaccati in qualità di funzionari presso organizzazioni internazionali e membri dello loro famiglie conviventi all'estero, tramite il ministero degli affari esteri;
  • per gli altri cittadini rumeni all'estero per motivi di lavoro, mediante consegna all'organo centrale che ha inviato la persona o, in alternativa, alla persona che l'ha inviata;
  • nei casi in cui le convenzioni internazionali firmate dalla Romania non prevedano accordi particolari o disposizioni speciali, le persone all'estero il cui domicilio o luogo di residenza è conosciuto, mediante atto di citazione spedito con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno; nei casi in cui il convenuto viva all'estero il giudice può fissare un termine più lungo. Il convenuto è informato nell'atto di citazione che egli deve eleggere domicilio in Romania dove saranno inviati tutti gli atti di causa. Se il convenuto non adempie quest'onere, gli atti saranno notificati con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno dal servizio postale rumeno menzionando i documenti spediti come prova del corretto seguito delle procedure;
  • nei casi in cui il domicilio o il luogo di residenza delle persone all'estero siano sconosciuti, si procede alla pubblicazione dell'atto di citazione;
  • in tutti i casi in cui le persone viventi all'estero hanno un rappresentante legale nello Stato, gli atti di citazione sono notificati a quest'ultimo;
  • se il domicilio delle persone o il loro luogo di residenza è sconosciuto, si procede alla loro pubblicazione;
  • fino a quando i soggetti da notificare sono parti processuali, la notifica si effettua tramite un curatore speciale nominato dal tribunale.

Le modalità di notificazione dei documenti al destinatario sono contenute nell'articolo 92 del codice di procedura civile. Nel caso in cui la persona non possa essere reperita al suo domicilio o nei casi in cui essa non abbia indicato il numero del suo appartamento, l'ufficiale giudiziario notificherà l'atto di citazione alle seguenti persone:

Inizio paginaInizio pagina

  • un membro della famiglia;
  • qualsiasi altra persona convivente nello stesso luogo;
  • qualsiasi altra persona che regolarmente riceve la corrispondenza all'indirizzo di cui sopra; amministratori o portieri, o qualsiasi persona che svolga le loro funzioni.

Le modalità di notifica dei documenti al destinatario sono le seguenti:

  • di persona;
  • a mani (se il ricevente non intende firmare la ricevuta della notifica, l'atto di citazione gli viene comunque consegnato e l'ufficiale giudiziario lo annota nella relata di notifica);
  • mediante affissione alla porta o all'ingresso principale (nel caso in cui il destinatario non intende accettare l'atto di citazione o non sia presente è redatto un verbale di notifica).

Gli atti non possono essere notificati a persone di età inferiore a 14 anni o a soggetti privi della capacità di agire.

Lo scopo della notifica dell'atto di citazione è di informare le parti dell'esistenza di un procedimento, della data dell'udienza e della sede processuale. Quanto sopra può anche essere ottenuto informando la parte nel corso della prima udienza processuale.

6. Esiste una prova scritta che l'atto è stato notificato e comunicato?

(ricevuta postale,deposizione scritta e giurata,”Zustellungsurkunde, ecc.).

SI

  • La prova della notifica (o relata di notifica) costituisce un documento ufficiale probante le affermazioni rese dall'ufficiale giudiziario addetto alla notifica, fino a querela di falso. Pertanto, con riferimento alla giurisprudenza dei tribunali, i soli documenti in grado di provare che la notifica è stata eseguita conformemente alla legge sono costituiti dalla relata di notifica dell'ufficiale giudiziario notificante nei casi in cui la persona destinataria della notifica non era a casa al momento della notifica o ha rifiutato di ricevere i documenti e dalla prova di aver proceduto alla notifica negli altri casi.
  • Ricevuta postale. Ai sensi dell'articolo 87, comma 8, del codice di procedura civile nei casi in cui le convenzioni internazionali firmate dalla Romania non prevedano accordi particolari, o disposizioni speciali, le persone all'estero il cui domicilio o il cui luogo di residenza è conosciuto per mezzo di un atto di citazione spedito con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno. Si applica l'articolo 1141, comma 4. Nei casi in cui il domicilio o il luogo di residenza delle persone all'estero siano sconosciuti, i documenti sono notificati conformemente all'articolo 95. In tutti i casi in cui le persone viventi all'estero hanno un rappresentante legale nel paese, gli atti di citazione sono notificati a quest'ultimo.

Conformemente all'articolo 8 della legge 189/2003, la prova della notifica eseguita all'estero può essere ottenuta sotto forma di:

Inizio paginaInizio pagina

  1. lettera raccomandata con ricevuta di ritorno indirizzata al destinatario contenente le gli atti di citazione e i documenti allegati;
  2. comunicazione eseguita tramite le autorità centrali dello Stato richiedente o delle missioni diplomatiche rumene o i consolati nello Stato richiedente utilizzando il modulo di cui all'articolo 6, comma 3.

7. Cosa succede se il destinatario della notifica e comunicazione del documento non lo riceve o se la notifica e comunicazione non è effettuata nelle forme prescritte dalla legge (ad esempio se il documento viene notificato e comunicato a una terza persona)? La notifica è tuttavia valida (può essere posto rimedio all'illegittimità) o l'atto deve essere notificato nuovamente?

Effetti:

  • La sentenza può essere rinviata.

    Prima dell'udienza dibattimentale le parti possono richiedere al giudice di "differire il giudizio sulle questioni che non sono attualmente dibattute dinanzi al giudice". "I differimenti senza discussione" (rinvii) generalmente sono effettuati nei casi in cui debbano essere dibattute irregolarità processuali, come ad esempio la mancata citazione di testimoni o di esperti.

  • I documenti processuali possono essere annullati nei casi in cui non sia stata citata una persona o la citazione sia viziata.
  • Possono essere invocate le eccezioni processuali.

    Nella fase preliminare del processo, in udienza pubblica un momento essenziale del dibattimento è costituito dal primo giorno di comparizione. Ai sensi dell'articolo 134 del codice di procedura civile il primo giorno di comparizione in udienza costituisce la prima possibilità offerta alle parti legalmente citate di presentare le loro conclusioni. Il primo giorno di comparizione non deve essere confuso con la prima udienza del processo. La prima udienza del processo può essere la stessa del primo giorno di comparizione ma solo a condizione che siano rispettate le seguenti due condizioni: le parti siano state citate legittimamente a comparire e a presentare le loro conclusioni. Il primo giorno di comparizione è importante poiché il convenuto può sollevare obiezioni in diritto e sulla validità dei rispettivi aspetti processuali. Le obiezioni sui punti di diritto sono sostanzialmente relative alle condizioni formali di procedura. La maggior parte delle obiezioni ricade in questa categoria, come le obiezioni sulla mancata citazione di persone o alle citazioni irregolari.

  • Questo può costituire uno dei motivi di rigetto del riconoscimento dell'esecuzione di una decisione adottata da un tribunale straniero che pertanto può essere dichiarata non esecutiva all'estero. L'articolo 171 della legge n. 105/1992 di recepimento del diritto internazionale privato stabilisce che i documenti che devono essere allegati alle richieste di riconoscimento delle decisioni adottate dal tribunale stranieri devono contenere copie dell'avvenuta notifica degli atti di citazione e dei documenti relativi, notificate alle parti non presenti dinanzi al tribunale straniero o di qualsiasi altro documento ufficiale comprovante il fatto che l'atto di citazione e i documenti relativi sono stati debitamente riconosciuti dalle parti nei cui confronti la decisione è stata emessa.

8. Devo pagare per la notificazione e comunicazione di un documento e se sì, quanto?

No, se la notifica e la comunicazione sono state eseguite da un ufficiale giudiziario.

Le spese per la notifica e la comunicazione effettuata dall'ufficiale giudiziario è compresa tra 20 e 400 lei (dati riferiti al marzo 2007).

Ulteriori informazioni

(collegamenti a siti Internet, ecc.)

http://www.just.ro/ română 

http://www.executori.ro/ română

« Notificazione e comunicazione degli atti - Informazioni generali | Romania - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 29-11-2007

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito