Commissione Europea > RGE > Notificazione e comunicazione degli atti > Diritto Comunitario

Ultimo aggiornamento: 08-02-2007
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Notificazione e comunicazione degli atti - Diritto Comunitario

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. L'aggiornamento è in corso e sarà disponibile sul portale europeo della giustizia elettronica.


Per gli ultimi aggiornamenti cfr. English

Una procedura pratica, sicura e rapida per trasmettere gli atti in seno all'Unione europea.

Se avviate un procedimento giudiziario, sarete tenuti a trasmettere vari documenti alla controparte con cui siete in causa ed a riceverne degli altri. In termini giuridici, dovrete notificare e comunicare degli atti.

Fino a poco tempo fa, se dovevate trasmettere tali atti in uno Stato membro diverso da quello di vostra residenza, rischiavate di incontrare alcune difficoltà, in particolare la necessità di passare di volta in volta per un intermediario. Nel 2000, l’Unione europea ha adottato un regolamento che prevede delle regole di procedura volte a rendere più agevole la trasmissione degli atti da uno Stato membro all'altro. Le disposizioni di questo regolamento sono direttamente applicabili in tutta l’Unione, con l'eccezione, tuttavia, della Danimarca, che non partecipa ai meccanismi di cooperazione comunitari nel settore della giustizia.

I principali obiettivi del regolamento sono i seguenti:

  • Evitare i ritardi dovuti alla trasmissione degli atti tra vari intermediari. A questo fine, esso introduce delle relazioni più dirette tra le persone o le autorità incaricate della trasmissione (gli "organi mittenti") e quelle (gli "organi riceventi") incaricate di procedere alla notificazione o alla comunicazione di tali atti nello Stato membro in cui risiede la parte che deve riceverli. A seconda degli Stati membri, questi "organi" possono essere degli organi giudiziari, degli ufficiali giudiziari o altre autorità.
  • Fare sì che gli atti del procedimento possano essere inviati direttamente ai loro destinatari per posta. Per ragioni di sicurezza, è richiesto in quasi tutti gli Stati membri l'uso di una lettera raccomandata con avviso di ricevimento.
  • Semplificare la vita delle persone e delle autorità interessate istituendo un formulario tipo da utilizzare ed un manuale pratico recante un elenco degli organi riceventi in ciascuno Stato membro.
  • Garantire che i destinatari degli atti li ricevano nella lingua del loro paese o in una lingua che capiscono.

La Commissione europea ha adottato una Relazione sull'applicazione del regolamento (CE) n. 1348/2000 del Consiglio, del 29 maggio 2000, relativo alla notificazione e alla comunicazione negli Stati membri degli atti giudiziari ed extragiudiziali in materia civile o commerciale, elaborata conformemente all'articolo 24 del regolamento.

La relazione si basa sulle informazioni fornite in uno Studio English PDF File (PDF File 2.206 KB), e dagli Stati membri e da altre parti interessate in diverse occasioni, in particolare durante una riunione della rete giudiziaria europea in materia civile del dicembre 2002, un'audizione pubblica del luglio 2003 e una riunione del comitato consultivo sulla notificazione e sulla comunicazione degli atti dell'aprile 2004.

Inizio paginaInizio pagina

La relazione giunge alla conclusione che il regolamento, dall’entrata in vigore nel 2001, nel complesso ha migliorato e accelerato la trasmissione e la notificazione o comunicazione di atti fra gli Stati membri. Tuttavia, tra le persone che concorrono all’applicazione del regolamento - con particolare riferimento agli organi locali - nella fase di adeguamento in atto molte non dispongono ancora di una sufficiente padronanza dello strumento. Inoltre, l’applicazione di determinate disposizioni del regolamento non è del tutto soddisfacente. Per migliorare ed agevolare l'applicazione del regolamento occorrerebbe adattarle.

Cfr. anche il documento di lavoro del personale della Commissione English PDF File (PDF File 134.9 KB)

L'8 luglio 2005 la Commissione europea ha adottato una proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (CE) n. 1348/2000 del Consiglio, del 29 maggio 2000, relativo alla notificazione e alla comunicazione negli Stati membri degli atti giudiziari ed extragiudiziali in materia civile o commerciale.

Scopo di tale proposta è migliorare e accelerare la notifica e l’inoltro dei documenti, agevolare l’attuazione di certe disposizioni del regolamento e accrescere la certezza del diritto per i richiedenti e per i destinatari.

Le principali modifiche proposte consistono nell’introdurre:

  • una norma secondo la quale la notifica e comunicazione vanno effettuate in ogni caso entro un mese dalla data alla quale i documenti sono pervenuti all’organo ricevente;
  • un nuovo modulo standard inteso a informare l’interessato che è suo diritto rifiutare di accettare un documento, entro una settimana dalla data alla quale gli è stato notificato;
  • una norma secondo la quale i costi relativi all’intervento di un ufficiale giudiziario o altra persona competente a norma della legge dello Stato membro interessato devono corrispondere a una tariffa stabilita in anticipo dallo Stato membro stesso, in ottemperanza ai principi di proporzionalità e di non discriminazione;
  • condizioni uniformi per la notifica e comunicazione per via postale (lettera raccomandata con ricevuta di ritorno o formula equivalente).

Documenti di riferimento

  • Regolamento (CE) n. 1348/2000 del Consiglio, del 29 maggio 2000, relativo alla notificazione e alla comunicazione negli Stati membri degli atti giudiziari ed extragiudiziali in materia civile o commerciale
  • Manuale recante l'elenco degli organi riceventi
  • Relazione della Commissione al Consiglio, al Parlamento europeo e al Comitato economico e sociale europeo sull'applicazione del regolamento (CE) n. 1348/2000 del Consiglio relativo alla notificazione e alla comunicazione negli Stati membri degli atti giudiziari ed extragiudiziali in materia civile o commerciale
  • Studio English PDF File (PDF File 2.206 KB)sull'applicazione del regolamento (CE) n. 1348/2000 del Consiglio relativo alla notificazione e alla comunicazione negli Stati membri degli atti giudiziari ed extragiudiziali in materia civile o commerciale
  • Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (CE) n. 1348/2000 del Consiglio, del 29 maggio 2000, relativo alla notificazione e alla comunicazione negli Stati membri degli atti giudiziari ed extragiudiziali in materia civile o commerciale

« Notificazione e comunicazione degli atti - Informazioni generali | Diritto Comunitario - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 08-02-2007

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito