Commissione Europea > RGE > Responsabilitá dei genitori > Polonia

Ultimo aggiornamento: 02-03-2007
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Responsabilitá dei genitori - Polonia

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. L'aggiornamento è in corso e sarà disponibile sul portale europeo della giustizia elettronica.


 

INDICE

1. Qual è il significato nella pratica della nozione di potestà genitoriale? Quali sono i diritti e i doveri del titolare della potestà genitoriale? 1.
2. Come regola generale, chi ha la potestà genitoriale sul figlio minore? 2.
3. Se i genitori sono incapaci o non desiderano esercitare la potestà genitoriale, può un’altra persona essere nominata al loro posto? 3.
4. Se i genitori divorziano o si separano, le modalità di esercizio della potestà genitoriale come sono regolate per il futuro? 4.
5. Se i genitori concludono un accordo sulle modalità di esercizio della potestà genitoriale, quali sono le formalità da rispettare perchè l’accordo sia per loro vincolante? 5.
6. Se i genitori non raggiungono un accordo sulle questioni relative all’esercizio della potestà genitoriale, quali sono i mezzi alternativi di soluzione delle controversie? 6.
7. Se i genitori fanno ricorso all’autorità giudiziaria, su quali questioni relative ai figli il giudice può pronunciarsi? 7.
8. Se il tribunale dispone l’affidamento del minore in via esclusiva ad uno dei coniugi, questo significa che il coniuge affidatario potrà prendere decisioni concernenti il minore senza prima consultare l’altro genitore? 8.
9. Se il tribunale dispone l’affidamento congiunto del minore, cosa significa questo nella pratica? 9.
10. Qual è il tribunale (o un'altra autorità) competente a decidere in materia di potestà genitoriale? Quali sono le formalità da rispettare e quali documenti devono essere presentati insieme alla domanda? 10.
11. Qual è la procedura applicabile in questi casi? Esiste una procedura di urgenza? 11.
12. È possibile ottenere il patrocinio a spese dello Stato per coprire i costi della procedura? 12.
13. È possibile proporre appello avverso una decisione sulla potestà genitoriale? 13.
14. In certi casi potrebbe essere necessario rivolgersi ad una corte o ad altra autorità per ottenere una decisione sulla potestà genitoriale da far valere come titolo esecutivo. Quali procedure si applicano in tali casi? 14.
15. Cosa è necessario fare per ottenere il riconoscimento e l’esecuzione in Polonia di una decisione sulla potestà genitoriale resa da un tribunale di un altro Stato della UE? Quali procedure si applicano in questi casi? 15.
16. A quale tribunale occorre rivolgersi in Polonia per opporsi al riconoscimento di una decisione sulla potestà genitoriale resa da un tribunale di un altro Stato dell'UE? Qual è la procedura applicabile in questi casi? 16.
17. Qual è la legge applicabile in una procedura sulla potestà genitoriale quando il minore o le parti non risiedono in Polonia o sono di nazionalità diversa? 17.

 

1. Qual è il significato nella pratica della nozione di potestà genitoriale? Quali sono i diritti e i doveri del titolare della potestà genitoriale?

Nel codice polacco relativo alla famiglia e alla tutela manca una definizione della potestà (responsabilità) genitoriale. In linea di massima, si può affermare che la potestà (responsabilità) genitoriale è l'insieme degli obblighi e dei diritti dei genitori nei confronti del figlio minorenne al fine di garantirgli la dovuta cura e di tutelarne gli interessi.

La potestà genitoriale insorge ex lege al momento della nascita del figlio e dura fino al compimento della maggiore età, cioè fino al diciottesimo anno d'età (con determinate eccezioni).

Colui che esercita la potestà genitoriale deve prendersi cura del figlio, provvedere alla sua educazione, occuparsi del suo sviluppo fisico e spirituale e della sua istruzione, rappresentarlo e amministrarne i beni.

2. Come regola generale, chi ha la potestà genitoriale sul figlio minore?

La potestà genitoriale viene esercitata da entrambi i genitori, indipendentemente dal fatto che siano coniugati o meno, che convivano o meno.

Tuttavia, nel caso in cui la paternità del figlio sia stata stabilita da un tribunale, la potestà genitoriale viene esercitata dal padre solo quando il tribunale ha deliberato in tal senso nella decisione con cui viene stabilita la paternità. Se uno dei genitori è deceduto o non ha piena capacità giuridica, oppure è stato privato, a titolo permanente o provvisorio, della potestà genitoriale, in tal caso la potestà genitoriale viene esercitata dall'altro genitore. Se la paternità del figlio non è stata stabilita, la potestà genitoriale viene esercitata esclusivamente dalla madre.

Inizio paginaInizio pagina

3. Se i genitori sono incapaci o non desiderano esercitare la potestà genitoriale, può un’altra persona essere nominata al loro posto?

Qualora nessuno dei genitori eserciti la potestà genitoriale, ad esempio perché gli è stata tolta a causa di un esercizio improprio o di un mancato esercizio, viene nominata una persona per la tutela del bambino.

4. Se i genitori divorziano o si separano, le modalità di esercizio della potestà genitoriale come sono regolate per il futuro?

In caso di separazione o di divorzio, la questione dell'esercizio della potestà genitoriale è oggetto di una decisione del tribunale.

5. Se i genitori concludono un accordo sulle modalità di esercizio della potestà genitoriale, quali sono le formalità da rispettare perchè l’accordo sia per loro vincolante?

Il diritto polacco non prevede la possibilità di un tale accordo.

6. Se i genitori non raggiungono un accordo sulle questioni relative all’esercizio della potestà genitoriale, quali sono i mezzi alternativi di soluzione delle controversie?

È possibile ricorrere alla mediazione, ma questa deve essere realizzata da un tribunale per la tutela dei minori. Tale tribunale può invitare i genitori a seguire una terapia familiare ad opera di organizzazioni sociali, non governative, ecc..

7. Se i genitori fanno ricorso all’autorità giudiziaria, su quali questioni relative ai figli il giudice può pronunciarsi?

Esiste una disposizione che stabilisce che entrambi i genitori debbano decidere di comune d'accordo sulle questioni fondamentali che concernono il figlio. In mancanza di accordo tra i genitori, le decisioni vengono prese dal tribunale per la tutela dei minori. Non esiste un elenco delle questioni considerate fondamentali. Sulla base della giurisprudenza possono essere considerate questioni fondamentali: il luogo di abitazione del figlio, la scelta della scuola, la scelta del nome e del cognome, le decisioni riguardo alle cure mediche e ai viaggi all'estero.

Inizio paginaInizio pagina

Dei crediti alimentari non si occupa il tribunale per la tutela dei minori. Naturalmente, qualora uno dei genitori non provveda al sostentamento del figlio, l'altro genitore ha il diritto di rivolgersi al tribunale per chiedere il pagamento degli alimenti.

8. Se il tribunale dispone l’affidamento del minore in via esclusiva ad uno dei coniugi, questo significa che il coniuge affidatario potrà prendere decisioni concernenti il minore senza prima consultare l’altro genitore?

No, l’affidamento del minore in via esclusiva ad uno dei coniugi non priva l'altro genitore del diritto di partecipare alle decisioni sulle questioni fondamentali che concernono il figlio.

9. Se il tribunale dispone l’affidamento congiunto del minore, cosa significa questo nella pratica?

Possono ottenere l’affidamento congiunto del minore soltanto i genitori che convivono. Nel caso in cui i genitori non convivano, l'affidamento viene concesso ad uno di essi. L'altro genitore conserva il diritto ad avere contatti liberi con il figlio e la piena potestà genitoriale. Occorre distinguere tra il concetto di affidamento e quello dell'esercizio della potestà genitoriale.

10. Qual è il tribunale (o un'altra autorità) competente a decidere in materia di potestà genitoriale? Quali sono le formalità da rispettare e quali documenti devono essere presentati insieme alla domanda?

In materia di potestà genitoriale l'autorità competente a decidere è il tribunale di distretto (‘rejonowy’) – settore famiglia e minori (tribunale per la tutela dei minori), competente sulla base del luogo in cui risiede il minore.

Inizio paginaInizio pagina

Alla domanda devono essere allegati un certificato di nascita del figlio, il certificato di matrimonio dei genitori (qualora essi siano coniugati), e altri documenti utili ai fini della domanda, come certificati medici, scolastici, pareri pedagogici, ecc.

11. Qual è la procedura applicabile in questi casi? Esiste una procedura di urgenza?

I casi relativi alla potestà genitoriale vengono esaminati con un procedimento detto "non processuale", che è meno formale di quello processuale.

In situazioni di emergenza, cioè quando è in pericolo il bene del minore, il tribunale per la tutela dei minori può agire d'ufficio e prendere decisioni di urgenza. Tali decisioni sono immediatamente esecutive.

12. È possibile ottenere il patrocinio a spese dello Stato per coprire i costi della procedura?

Le procedure relative alla potestà genitoriale sono gratuite. Inoltre, in casi giustificati i genitori possono ottenere di essere rappresentati gratuitamente da un avvocato.

13. È possibile proporre appello avverso una decisione sulla potestà genitoriale?

Sì, è possibile presentare un appello avverso una decisione sulla potestà genitoriale a un tribunale di grado superiore.

14. In certi casi potrebbe essere necessario rivolgersi ad una corte o ad altra autorità per ottenere una decisione sulla potestà genitoriale da far valere come titolo esecutivo. Quali procedure si applicano in tali casi?

Le procedure connesse all'esecuzione forzata di una decisione sulla potestà genitoriale devono essere svolte dallo stesso tribunale che ha emesso la decisione. La persona interessata deve farne domanda in tribunale. Le procedure si svolgono in conformità con il codice polacco di procedura civile.

Inizio paginaInizio pagina

15. Cosa è necessario fare per ottenere il riconoscimento e l’esecuzione in Polonia di una decisione sulla potestà genitoriale resa da un tribunale di un altro Stato della UE? Quali procedure si applicano in questi casi?

La Polonia partecipa alla convenzione europea sul riconoscimento e l'esecuzione delle decisioni in materia di affidamento dei minori e ristabilimento dell'affidamento (Lussemburgo 20 maggio 1980).

Occorre dunque presentare domanda in tribunale. Dopo l'adesione della Polonia all'Unione europea sono applicabili le norme in materia del diritto comunitario.

16. A quale tribunale occorre rivolgersi in Polonia per opporsi al riconoscimento di una decisione sulla potestà genitoriale resa da un tribunale di un altro Stato dell'UE? Qual è la procedura applicabile in questi casi?

Tali casi vengono esaminati nella procedura di appello dalla corte di appello che è superiore per grado al tribunale che ha emesso la decisione relativa al riconoscimento di una decisione del tribunale di un altro Stato.

Si applicano le norme del codice di procedura civile.

17. Qual è la legge applicabile in una procedura sulla potestà genitoriale quando il minore o le parti non risiedono in Polonia o sono di nazionalità diversa?

Il diritto applicabile è il diritto nazionale del bambino, conformemente all'articolo 19 della legge del 12 novembre 1965 – Diritto privato internazionale

Inoltre, la Polonia partecipa alla convenzione dell'Aia del 5 ottobre 1961 concernente la competenza delle autorità e la legge applicabile in materia di protezione dei minorenni che permette l'applicazione del diritto dello Stato in cui risiede il minore.

« Responsabilitá dei genitori - Informazioni generali | Polonia - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 02-03-2007

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito