Commissione Europea > RGE > Responsabilitá dei genitori > Irlanda

Ultimo aggiornamento: 04-05-2005
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Responsabilitá dei genitori - Irlanda

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. L'aggiornamento è in corso e sarà disponibile sul portale europeo della giustizia elettronica.


 

INDICE

1. Che cosa si intende, nella pratica, con l’espressione "potestà dei genitori"? Quali sono i diritti e i doveri di chi esercita la potestà dei genitori? 1.
2. In linea di principio, chi esercita la potestà sui figli? 2.
3.
3.a) Se i genitori non sono in grado o non sono disposti ad esercitare la potestà, può essere designata un’altra persona in loro vece? 3.a)
3.b) Oppure può essere nominato un tutore se i genitori sono deceduti o non sono in grado di prendersi cura del figlio) ? 3.b)
4. Se i genitori divorziano o si separano, in che modo viene presa una decisione sulla potestà? 4.
5. Se i genitori concludono un accordo sulla potestà, quali formalità occorre espletare per rendere tale accordo legalmente vincolante? 5.
6. Se i genitori non riescono a raggiungere un accordo sulle questioni attinenti alla potestà, quali sono i metodi alternativi per risolvere la controversia senza ricorrere al giudice? 6.
7. Se i genitori adiscono un giudice, quali sono le questioni su cui il giudice può prendere una decisione inerente al figlio 7.
8. Qualora il giudice decida che l'affidamento spetti a uno solo dei genitori, ciò significa che tale genitore può prendere tutte le decisioni inerenti al figlio senza previa consultazione dell'altro genitore? 8.
9. Se il giudice dispone l'affidamento congiunto, cosa comporta ciò nella pratica? 9.
10. A quale tribunale o autorità occorre rivolgersi per presentare una domanda in materia di potestà dei genitori? Quali formalità occorre espletare e quali documenti devono essere allegati? 10.
11. Quale procedura si applica in questi casi? Esiste una procedura d'urgenza? 11.
12. È possibile ottenere un patrocinio a spese dello Stato per coprire le spese dei procedimenti? 12.
13. È possibile ricorrere in appello contro una decisione sulla potestà dei genitori? 13.
14. In alcuni casi può essere necessario chiedere al giudice o a un'altra autorità l'esecuzione di una decisione sulla potestà dei genitori. Quale procedura si applica in questi casi? 14.
15. Cosa occorre fare per ottenere il riconoscimento e l'esecuzione in Irlanda di una decisione relativa alla potestà dei genitori pronunciata dal tribunale di un altro Stato membro? Quale procedura si applica in questi casi? 15.
16. A quale tribunale occorre rivolgersi in Irlanda per opporsi al riconoscimento di una decisione relativa alla potestà dei genitori pronunciata da un tribunale di un altro Stato membro? Quale procedura si applica in questi casi? 16.
17. Quale legge si applica in materia di potestà dei genitori se il figlio o i genitori non vivono in Irlanda o hanno nazionalità diverse? 17.

 

1. Che cosa si intende, nella pratica, con l’espressione "potestà dei genitori"? Quali sono i diritti e i doveri di chi esercita la potestà dei genitori?

Il dovere di mantenere, proteggere ed educare i figli nonché di garantire loro un'adeguata istruzione.

2. In linea di principio, chi esercita la potestà sui figli?

(di norma esercitata congiuntamente dai genitori fintanto che essi convivono, ma può spettare alla madre se i genitori non sono coniugati)

Il genitore o il tutore del figlio. (Quest'ultimo può essere una persona che diventa 'de facto' in loco parentis per il figlio, oppure essere designato dal giudice.)

3.

3.a) Se i genitori non sono in grado o non sono disposti ad esercitare la potestà, può essere designata un’altra persona in loro vece?

Sì. In generale le autorità locali del Ministero della sanità possono presentare al tribunale distrettuale locale una richiesta di affidamento per ottenere l'affidamento dei minori di 18 anni. In alcuni casi può essere nominato un tutore.

3.b) Oppure può essere nominato un tutore se i genitori sono deceduti o non sono in grado di prendersi cura del figlio) ?

Sì - In caso di morte dei genitori è possibile nominare un tutore.

4. Se i genitori divorziano o si separano, in che modo viene presa una decisione sulla potestà?

(mediante accordo congiunto o ricorrendo a un giudice)

Inizio paginaInizio pagina

In entrambi i modi. Se ci si rivolge a un tribunale, il giudice può disporre l’affidamento esclusivo o congiunto e fissare i diritti di visita. Raramente, nei casi in cui i genitori o i tutori non siano in grado o non vogliano assolvere i loro obblighi, il giudice è adito dalle autorità statali.

5. Se i genitori concludono un accordo sulla potestà, quali formalità occorre espletare per rendere tale accordo legalmente vincolante?

(ad esempio approvazione di un'autorità o di un giudice)

Di norma la potestà spetta al genitore che ha il figlio in affidamento. Tuttavia i genitori non possono esimersi dai loro obblighi; se un accordo viene violato, il ricorso al tribunale è l'unico mezzo per ottenere una disposizione giuridicamente vincolante.

6. Se i genitori non riescono a raggiungere un accordo sulle questioni attinenti alla potestà, quali sono i metodi alternativi per risolvere la controversia senza ricorrere al giudice?

(ad esempio la mediazione)

Sì, oppure mediante consulenza.

7. Se i genitori adiscono un giudice, quali sono le questioni su cui il giudice può prendere una decisione inerente al figlio

(ad esempio la residenza del figlio, se i genitori devono avere l'affidamento congiunto o se un genitore deve avere l'affidamento esclusivo, i diritti di visita dei genitori, l'obbligo di corrispondere gli alimenti per il figlio, la scelta della scuola del figlio, il nome del figlio ecc.)

Inoltre, tutte le questioni relative alla crescita del figlio, inclusi residenza, visite, mantenimento, istruzione e cure sanitarie.

Inizio paginaInizio pagina

8. Qualora il giudice decida che l'affidamento spetti a uno solo dei genitori, ciò significa che tale genitore può prendere tutte le decisioni inerenti al figlio senza previa consultazione dell'altro genitore?

(ad esempio traslocare con il figlio in un altro indirizzo nello stesso paese, trasferirsi con il figlio in un altro paese, decidere quale scuola frequenterà il figlio ecc.)

No, il genitore non affidatario rimane tutore del figlio e ha il diritto di essere interpellato in tutte le decisioni a lungo termine. Di norma, il genitore cui è affidato il figlio ha il diritto di prendere le decisioni quotidiane senza consultare l'altro.

9. Se il giudice dispone l'affidamento congiunto, cosa comporta ciò nella pratica?

Solitamente tale affidamento viene concesso solo se i figli non sono oggetto di contenzioso e se c'è pieno accordo in merito alla loro educazione, alla loro istruzione, ecc.

10. A quale tribunale o autorità occorre rivolgersi per presentare una domanda in materia di potestà dei genitori? Quali formalità occorre espletare e quali documenti devono essere allegati?

Di norma la competenza spetta al tribunale distrettuale (District Court) , a meno che non sia in atto un procedimento in materia di famiglia (separazione, divorzio o annullamento) , nel qual caso è competente la Circuit o la High Court. (Allegare certificati di nascita.)

11. Quale procedura si applica in questi casi? Esiste una procedura d'urgenza?

Sì, è possibile adire le vie legali 'ex parte' (senza notifica) se è in gioco il benessere del bambino.

Inizio paginaInizio pagina

12. È possibile ottenere un patrocinio a spese dello Stato per coprire le spese dei procedimenti?

Sì, tramite il regime di un patrocinio a spese dello Stato (Civil Legal Aid Scheme) , previa valutazione delle risorse finanziarie.

13. È possibile ricorrere in appello contro una decisione sulla potestà dei genitori?

Sì, sempre.

14. In alcuni casi può essere necessario chiedere al giudice o a un'altra autorità l'esecuzione di una decisione sulla potestà dei genitori. Quale procedura si applica in questi casi?

Si applica la legge sulla sottrazione di minori e sull'esecuzione delle decisioni in materia di affidamento (Child Abduction and Enforcement of Custody Orders Act) del 1991. L'Irlanda ha sottoscritto in toto la Convenzione dell'Aia sulla sottrazione dei minori e la Convenzione di Lussemburgo sul riconoscimento delle decisioni in materia di affidamento.

15. Cosa occorre fare per ottenere il riconoscimento e l'esecuzione in Irlanda di una decisione relativa alla potestà dei genitori pronunciata dal tribunale di un altro Stato membro? Quale procedura si applica in questi casi?

La procedura è definita dalla legge sulla sottrazione dei minori e sull'esecuzione delle decisioni in materia di affidamento (Child Abduction and Enforcement of Custody Orders Act) del 1991.

16. A quale tribunale occorre rivolgersi in Irlanda per opporsi al riconoscimento di una decisione relativa alla potestà dei genitori pronunciata da un tribunale di un altro Stato membro? Quale procedura si applica in questi casi?

La procedura è definita dalla legge sulla sottrazione dei minori e sull'esecuzione delle decisioni in materia di affidamento (Child Abduction and Enforcement of Custody Orders Act) del 1991.

17. Quale legge si applica in materia di potestà dei genitori se il figlio o i genitori non vivono in Irlanda o hanno nazionalità diverse?

(esporre le norme nazionali di conflitto di ciascuno Stato membro).

La procedura è definita dalla legge sulla sottrazione dei minori e sull'esecuzione delle decisioni in materia di affidamento (Child Abduction and Enforcement of Custody Orders Act) del 1991.

Ulteriori informazioni

« Responsabilitá dei genitori - Informazioni generali | Irlanda - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 04-05-2005

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito