Commissione Europea > RGE > Organizzazione della giustizia > Romania

Ultimo aggiornamento: 18-12-2007
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Organizzazione della giustizia - Romania

Secondo la legge n. 304/2004 relativa al sistema giudiziario, pubblicata di nuovo con modifiche e integrazioni, il potere giudiziario viene esercitato dalla Corte di Cassazione (Înalta Curte de Casaţie şi Justiţie) e da altri organi giurisdizionali previsti dalla legge:

org_justice_rom_it1

La legge summenzionata prevede una serie di tribunali militari:

org_justice_rom_it2

La competenza dei giudici è stabilita dal codice di procedura civile come segue:

„Articolo 1

I tribunali provinciali sono competenti come segue:

  1. In primo grado, per tutte le cause e i ricorsi, ad eccezione di quelli che, per legge rientrano nella competenza di altri organi giurisdizionali;
  2. ricorsi contro le decisioni di autorità pubbliche con poteri giudiziari e di altri organismi con tali poteri, nei casi previsti dalla legge;
  3. per qualsiasi altra materia che, secondo la legge, rientra nella loro competenza.

Articolo 2

I tribunali sono competenti:

  1. in primo grado:
    1. per cause e ricorsi nel settore del diritto commerciale in relazione a controversie con un valore superiore a 100 000 lei, e cause e ricorsi nel settore del diritto commerciale in relazione a controversie di valore indeterminato;
    2. per cause e ricorsi nel settore del diritto civile in relazione a controversie di valore superiore a 500 000 lei, ad eccezione dei ricorsi per divisione giudiziale, ricorsi in materia di successioni, ricorsi per controversie di valore pecuniario indeterminato, e ricorsi in materia fondiaria, compresi i ricorsi regolati dalla legge ordinaria, istanze e, nei casi previsti dalla legge, azioni possessorie avviate da terzi i cui diritti sono stati violati alla luce della normativa in materia fondiaria;
    3. controversie di lavoro, ad eccezione di quelle che per legge rientrano nella competenza di altri organi giurisdizionali;
    4. cause e ricorsi relativi al contenzioso amministrativo, ad eccezione di quelli che rientrano nella competenza delle corti d'appello;
    5. cause e ricorsi in materia di opere d'ingegno e proprietà industriale;
    6. cause e ricorsi in materia di espropriazione;
    7. ricorsi relativi all'approvazione, nullità o cessazione di adozioni;
    8. ricorsi in relazione al risarcimento danni per errori giudiziari nei procedimenti penali;
    9. ricorsi per il riconoscimento o l'approvazione dell'esecuzione di decisioni giudiziarie emesse in paesi stranieri;
  2. in quanto giudici d'appello, sono competenti per le impugnazioni delle decisioni emesse dai tribunali provinciali in primo grado;
  3. in quanto giudici d'appello di livello superiore, sono competenti per le impugnazioni di decisioni dei giudici, che per legge, non sono soggetti ad appello;
  4. per qualsiasi altra materia che per legge rientra nella loro competenza.

Articolo 3

Inizio paginaInizio pagina

Le Corti d'appello sono competenti:

  1. in primo grado, per le cause e i ricorsi concernenti il contenzioso amministrativo relativo agli atti delle autorità e delle istituzioni centrali;
  2. in quanto giudici d'appello, per le impugnazioni delle decisioni emesse dai tribunali in primo grado;
  3. in quanto giudici d'appello di livello superiore, per le impugnazioni di decisioni emesse dai tribunali in sede d'appello o per le impugnazioni di decisioni emesse dai tribunali di primo grado, nei casi in cui, per legge, non sono soggetti ad appello, e per altre materie espressamente previste dalla legge;
  4. per qualsiasi altra materia che per legge rientra nella loro competenza.

Articolo 4

La Corte di Cassazione è competente:

  1. per le impugnazioni contro le decisioni delle corti d'appello e altre decisioni nei casi previsti dalla legge;
  2. per le impugnazioni proposte nell'interesse della legge;
  3. per qualsiasi altra materia che, per legge, rientra nella sua competenza.

Articolo 4 bis

La competenza in materia di arbitrato, regolata nella Sezione IV spetta al giudice che sarebbe stato competente a risolvere la controversia principale, in mancanza di un accordo sull'arbitrato. ”

L'organizzazione e la competenza ratione materiae della Corte di Cassazione sono stabilite agli articoli 21 - 25 della legge n. 304/2004 sull'organizzazione giudiziaria, pubblicata di nuovo, con modifiche e aggiunte:

„Articolo 21

La sezione civile e della proprietà intellettuale, la sezione penale, la sezione commerciale e per il contenzioso amministrativo e fiscale della Corte di Cassazione sono competenti per le impugnazioni contro le decisioni emesse dalle Corti d'appello e le altre decisioni nei casi previsti dalla legge.

Articolo 22

La sezione penale della Corte di Cassazione è competente:

  1. in primo grado, per le cause e i ricorsi che, per legge, rientrano nella competenza della Corte di Cassazione come giudice di primo grado;
  2. per le impugnazioni secondo le condizioni previste dalla legge.

Articolo 23

  1. Le sezioni della Corte di Cassazione, sono competenti, nell'ambito delle loro rispettive competenze, per quanto segue:
    1. ricorsi per trasferire procedimenti secondo quanto previsto dai codici di procedura;
    2. conflitti di competenza nei casi previsti dalla legge;
    3. per tutti gli altri ricorsi nei casi previsti dalla legge.
  2. Le sezioni della Corte di Cassazione sono inoltre competenti per le impugnazioni di decisioni non definitive o provvedimenti giudiziari di qualsiasi specie che non possono essere impugnati in altro modo, nei casi in cui il procedimento sia stato interrotto nella fase in corso in sede di corte d'appello.

Articolo 24

Inizio paginaInizio pagina

  1. Un organo giudicante composto da 9 giudici è inoltre competente per impugnazioni e ricorsi nei confronti di cause giudicate in primo grado dalla sezione penale della Corte di Cassazione.
  2. Un organo giudicante composto da 9 giudici è inoltre competente per altri casi che, per legge, rientrano nella sua competenza ed è competente inoltre per i procedimenti disciplinari.

Articolo 25

La Corte di Cassazione a sezioni unite è competente per quanto segue:

  1. impugnazioni nell'interesse della legge;
  2. decisioni, secondo quanto previsto dalla legge, su ricorsi concernenti le pronunce che si discostano rispetto alla giurisprudenza della Corte di Cassazione;
  3. rinvii alla Corte Costituzionale affinché si pronunci sulla costituzionalità dei progetti di legge prima della promulgazione.”

L'organizzazione delle corti d'appello, tribunali, giudici speciali e tribunali provinciali è stabilita dalla legge n. 304/2004 relativa al sistema giudiziario, pubblicata di nuovo con le seguenti modifiche e integrazioni:

„Articolo 35

  1. Le corti d'appello sono organi giurisdizionali con personalità giuridica, sotto la cui giurisdizione funzionano diversi tribunali di primo grado e tribunali speciali.
  2. Nell'ambito delle corti d'appello vi sono sezioni specializzate o, a seconda dei casi, organi giudicanti collegiali specializzati in processi civili, processi penali, processi commerciali, processi riguardanti minori e diritto di famiglia, processi riguardanti il contenzioso amministrativo e fiscale, processi di lavoro e previdenza sociale, nonché,secondo la natura delle controversie o il numero dei processi, sezioni specializzate in diritto della navigazione (marittima e fluviale) o altre cause.”

"Articolo 36

  1. I tribunali di primo grado sono tribunali con personalità giuridica, organizzati a livello di ogni circondario o della città di Bucarest, con sede, di regola, nel capoluogo del circondario.
  2. Nella competenza di ciascun tribunale di primo grado sono compresi tutti i giudici del circondario o, secondo il caso, della città di Bucarest.
  3. Nell' ambito dei tribunali di primo grado vi sono sezioni specializzate o, a seconda dei casi, organi giudicanti collegiali specializzati in processi civili, processi penali, processi commerciali, processi riguardanti minori e il diritto di famiglia, il contenzioso amministrativo e fiscale, il lavoro e la previdenza sociale, nonché, secondo la natura delle controversie o il numero dei processi, sezioni specializzate nel diritto della navigazione (marittima e fluviale) e per altre cause.

Articolo 39

  1. A seconda della natura e del numero delle cause, nell'ambito degli organi giurisdizionali di primo grado si possono istituire sezioni specializzate o organi giudicanti collegiali.
  2. Nell'ambito degli organi giurisdizionali di primo grado possono essere istituiti sezioni o organi giudicanti collegiali per i processi riguardanti minori e il diritto di famiglia.

Articolo 40

  1. Organi giudicanti collegiali e sezioni speciali per i processi riguardanti minori e il diritto di famiglia, nonché tribunali speciali per minori e in materia di diritto di famiglia possono trattare cause riguardanti reati commessi da minori o reati commessi contro minori.”

Link utili:

  • http://www.just.ro română
  • http://www.csm1909.ro English - română
  • http://www.scj.ro English - română

« Organizzazione della giustizia - Informazioni generali | Romania - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 18-12-2007

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito