Commissione Europea > RGE > Organizzazione della giustizia > Cipro

Ultimo aggiornamento: 06-06-2006
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Organizzazione della giustizia - Cipro

GIURISDIZIONI, POTERI, COMPETENZE E ORGANIZZAZIONE DELLA GIUSTIZIA A CIPRO



 

INDICE

1. Il potere giudiziario è esercitato dalla Corte suprema e dai tribunali di grado inferiore istituiti dalla legge. 1.
2. La Corte suprema è stata istituita nel 1964, subentrando nelle giurisdizioni e nei poteri alla Corte suprema costituzionale e alla precedente Corte suprema.* 2.
3. La Costituzione di Cipro prevede una rigorosa separazione dei poteri dello Stato. 3.
4. L’ORGANIZZAZIONE DELLA GIUSTIZIA A CIPRO 4.
5. La Corte suprema è la massima autorità giudiziaria. 5.
6. LA GIURISDIZIONE DELLA CORTE SUPREMA 6.
7. L’ESERCIZIO DELLA GIUSDIZIONE DELLA CORTE SUPREMA 7.
8. I TRIBUNALI DISTRETTUALI 8.
9. GIUDICI DEI TRIBUNALI DISTRETTUALI 9.
10. I TRIBUNALI DI GRADO INFERIORE AVENTI GIURISDIZIONE IN SETTORI SPECIFICI 10.
11. I POTERI DEI TRIBUNALI 11.
12. LE COMPETENZE DELLA CORTE SUPREMA PER LA NOMINA, PROMOZIONE, TRASFERIMENTO, CESSAZIONE DEL SERVIZIO E LICENZIAMENTO DEI MEMBRI DEL POTERE GIUDIZIARIO 12.
13. LE CANCELLERIE DELLA CORTE SUPREMA, DEI TRIBUNALI DISTRETTUALI, DEI TRIBUNALI DELLA FAMIGLIA, DEI TRIBUNALI PER LE VERTENZE DI LAVORO, DEI TRIBUNALI DI CONTROLLO DEGLI AFFITTI E DEL TRIBUNALE MILITARE 13.

 

1. Il potere giudiziario è esercitato dalla Corte suprema e dai tribunali di grado inferiore istituiti dalla legge.

La Costituzione prevede l’istituzione di tribunali civili e penali “in numero sufficiente per l’amministrazione adeguata e sollecita della giustizia e allo scopo di assicurare, entro i limiti della rispettiva competenza, l’efficace applicazione delle disposizioni della presente Costituzione, che garantiscono i diritti e libertà fondamentali” (articolo 158.2).

2. La Corte suprema è stata istituita nel 1964, subentrando nelle giurisdizioni e nei poteri alla Corte suprema costituzionale e alla precedente Corte suprema.*

La Corte suprema esercita la giurisdizione, i poteri e le competenze nel rispetto della Costituzione e nell’ambito giuridico da questa definito per l’esercizio dei poteri rispettivamente della Corte suprema costituzionale e della precedente Corte suprema.

3. La Costituzione di Cipro prevede una rigorosa separazione dei poteri dello Stato.

Una sua caratteristica centrale è proprio la distinzione istituzionale e funzionale tra i poteri. Tranne quando nella Costituzione è indicato esplicitamente il contrario, il potere è esercitato dal ramo (legislativo, esecutivo, giudiziario) al quale compete come normale conseguenza della natura della sua specifica funzione. Il criterio per determinare la natura e la classificazione delle funzioni statali è di natura sostanziale. In caso di disaccordo o di dubbio, l’arbitrato spetta al ramo giudiziario, adatto per sua natura a interpretare la Costituzione e le leggi. Ciascuno dei tre rami è indipendente e autonomo nel suo campo, agisce autonomamente nell’esercizio delle sue competenze ed ha la competenza esclusiva di determinare le proprie norme di funzionamento. Nel caso del potere giudiziario, le norme procedurali e, in generale, le disposizioni organiche di esercizio del potere giudiziario sono di competenza esclusiva della Corte suprema.

Inizio paginaInizio pagina

4. L’ORGANIZZAZIONE DELLA GIUSTIZIA A CIPRO

  1. A Cipro la giustizia è amministrata dalla Corte suprema e dai tribunali di grado inferiore istituiti dalla legge.
  2. È vietato costituire, sotto qualsiasi denominazione, commissioni giudiziarie o tribunali speciali. Nessun tribunale può costituirsi o agire al di fuori dell’ordinamento giudiziario definito dalla Costituzione. Tutti i tribunali di grado inferiore sono integrati nella gerarchia giudiziaria. I giudici della Corte suprema e dei tribunali di grado inferiore sono tutti giudici permanenti della Repubblica di Cipro e godono tutti delle medesime garanzie di permanenza e indipendenza.
  3. La creazione, la composizione e il funzionamento di ogni tribunale devono essere armonizzati e tali da salvaguardare le garanzie di giusto giudizio, sancito nella Costituzione (articolo 30.2) come diritto individuale. La salvaguardia effettiva dei diritti umani è obbligo di ciascun ramo dello Stato, nell’ambito della sua competenza (articolo 35 della Costituzione).
  4. La giustizia è amministrata:
    1. da tribunali imparziali e competenti a norma di legge,
    2. in udienza pubblica imparziale,
    3. entro un lasso di tempo ragionevole,
    ed ha come conclusione una sentenza giudiziaria motivata.

5. La Corte suprema è la massima autorità giudiziaria.

Si compone di un presidente e di altri 12 membri. I giudici della Corte suprema sono pari a tutti gli effetti; il presidente ha la supremazia.

6. LA GIURISDIZIONE DELLA CORTE SUPREMA

La Corte suprema è il tribunale di massimo grado nella Repubblica di Cipro. La Costituzione stessa non prevede il diritto di appello: il diritto di ricorrere contro le sentenze di ogni tribunale è previsto dalla legge. Vi sono due gradi di giurisdizione: ordinario e di appello. Oltre alla sua funzione di corte d’appello, la Corte suprema ha giurisdizione nei seguenti settori:

Inizio paginaInizio pagina

  1. Giurisdizione come corte costituzionale: controllo a priori ed a posteriori della costituzionalità delle leggi (e regolamenti), interpretazione della Costituzione in caso di non chiarezza delle sue disposizioni e composizione dei conflitti tra autorità e istituzioni della Repubblica.
  2. Revisione giudiziaria: esame della legalità degli atti, delle decisioni od omissioni di ogni organismo, autorità o individuo che esercita funzioni esecutive o amministrative. L’esame è effettuato previo il ricorso di una persona contro un atto o una decisione che incide negativamente e direttamente su un suo legittimo interesse. L’istanza di ricorso va presentata entro 75 giorni dalla data alla quale l’interessato è venuto a conoscenza della cosa.
  3. La giurisdizione di emanare mandati prerogativi: tale giurisdizione corrisponde a quella della Corte suprema d’Inghilterra di emanare habeas corpus, mandamus, divieti, quo warranto e certiorari, mandati che sono denominati “prerogativi” per ragioni storiche. Il mandato di habeas corpus è inteso ad accertare la legittimità della detenzione di un individuo. L’obiettivo principale dei mandati di certiorari e dei divieti è assicurare che i tribunali di grado inferiore agiscano entro i limiti della loro giurisdizione e nel rispetto delle regole fondamentali di amministrazione della giustizia. Il mandato di mandamus ha la natura di un ordine: consente di trasmettere a un tribunale di grado inferiore o ad una pubblica autorità l’ordine di assolvere un obbligo imposto dalla legge (fuori dell’ambito degli atti amministrativi). Il mandato di quo warranto conferisce l’autorità di controllare il fondamento dei pubblici poteri, per precluderne e impedirne l’usurpazione.
  4. Giurisdizione di tribunale elettorale.
  5. Giurisdizione di primo grado in tutte le questioni previste dalla legge.

7. L’ESERCIZIO DELLA GIUSDIZIONE DELLA CORTE SUPREMA

  1. In generale, la giurisdizione di primo grado della Corte suprema è esercitata da un giudice che agisce da solo.
  2. Contro una sentenza pronunciata dalla Corte suprema nell’esercizio della sua giurisdizione di primo grado si può presentare appello a una commissione di cinque membri della Corte stessa.
  3. Il riesame giudiziario può essere intrapreso, se la Corte suprema lo ritiene adeguato, direttamente dall’intera Corte, comprendente almeno sette giudici, ed esclude la possibilità di ricorso in appello.
  4. Per ricorsi contro sentenze di tribunali di grado inferiore, la giurisdizione di appello della Corte suprema è esercitata da una commissione di tre membri. Tuttavia, la Corte può decidere di ampliare la commissione di appello, se sono sollevate questioni legali di speciale importanza.
  5. Le giurisdizioni della Corte suprema come corte costituzionale e tribunale elettorale sono esercitate dall’integralità dei suoi membri.

8. I TRIBUNALI DISTRETTUALI

La giurisdizione civile e penale di primo grado è esercitata dai tribunali distrettuali e delle corti di assise, le quali sono formate da membri dei tribunali distrettuali. Le controversie civili sono escluse dalla giurisdizione dei tribunali distrettuali, se la legge attribuisce il potere di giudicarle:

Inizio paginaInizio pagina

  1. alla Corte suprema;
  2. a tribunali di grado inferiore aventi giurisdizione in settori speciali (giurisdizione ristretta).

Vi è un tribunale distrettuale in ogni distretto amministrativo di Cipro.*

La giurisdizione – civile e penale – dei tribunali distrettuali è di ambito locale. I tribunali distrettuali conoscono delle cause la cui materia di lite è sorta all’interno del distretto nel quale lavora o risiede il convenuto.**

9. GIUDICI DEI TRIBUNALI DISTRETTUALI

I tribunali distrettuali si compongono del presidente del tribunale, di giudici principali e di giudici distrettuali. La giurisdizione di un giudice civile per materia dipende dall’entità della lite in termini di valore monetario. Un giudice distrettuale ha giurisdizione per le cause il cui valore non supera l’importo di 50 mila lire cipriote, mentre un giudice principale ha giurisdizione per le cause del valore sino a 250 mila lire cipriote. Il presidente di un tribunale distrettuale ha giurisdizione civile di primo grado illimitata.

Tutti i giudici di un tribunale distrettuale hanno la medesima giurisdizione in materia penale: possono giudicare ogni reato passibile di pena detentiva della durata massima di cinque anni e anche al di là di tale limite, con il consenso del procuratore della Repubblica, se lo ritengono giustificato dal complesso dei fatti della causa, ma sempre nel rispetto dei poteri spettanti in materia penale al rispettivo tribunale.

La giurisdizione dei tribunali distrettuali è di ambito locale: essi conoscono di cause nelle quali i reati sono stati commessi entro i confini del rispettivo distretto.

Inizio paginaInizio pagina

La giurisdizione delle corti di assise non è soggetta a restrizioni locali o materiali: esse possono giudicare ogni delitto, indipendentemente dal luogo in cui è stato commesso e dalla sua gravità.

Ogni corte di assise comprende tre membri: un presidente di tribunale distrettuale, un giudice principale e un giudice distrettuale.

Attualmente vi sono a Cipro quattro corti di assise permanenti.

10. I TRIBUNALI DI GRADO INFERIORE AVENTI GIURISDIZIONE IN SETTORI SPECIFICI

  1. Tribunali della famiglia

    Un tribunale della famiglia ha giurisdizione per comporre controversie tra fedeli della chiesa ortodossa greca per questioni di divorzio, separazione, coabitazione di coniugi e rapporti familiari. Tra questi ultimi sono inclusi i rapporti di proprietà.

    Nei processi per divorzio il tribunale della famiglia si compone di tre membri: il presidente e due giudici.

    Di ogni altro tipo di controversia conosce un unico membro del tribunale.

    Attualmente vi sono a Cipro due tribunali della famiglia.

  2. Tribunali di controllo degli affitti

    Un tribunale di controllo degli affitti ha giurisdizione per controversie relative a terreni e abitazioni a basso canone. La corte si compone del presidente, che è un magistrato, e di due membri non giuristi, che vengono nominati dal Consiglio supremo della magistratura tra i rappresentanti rispettivamente dei proprietari e dei locatari.

    Il presidente del tribunale pronuncia la sentenza dopo aver preso in considerazione il parere dei suoi due assistenti, che hanno funzione consultiva.

    Attualmente vi sono a Cipro tre tribunali di controllo degli affitti.

    Inizio paginaInizio pagina

  3. Tribunali per le vertenze di lavoro

    Un tribunale per le vertenze di lavoro ha giurisdizione nei casi di risoluzione del contratto di lavoro e per stabilire la compensazione da versare al lavoratore.

    Il tribunale si compone del presidente, che è un magistrato, e di due membri non giuristi, che vengono nominati dal Consiglio supremo della magistratura tra i rappresentanti rispettivamente dei datori di lavoro e dei lavoratori, in base a un elenco presentato dal ministro competente. Il parere del presidente su ogni questione legale che sorga in qualsiasi fase del procedimento è vincolante per gli altri membri.

    Attualmente vi sono a Cipro tre tribunali per le vertenze di lavoro.

  4. Il tribunale militare

    Il tribunale militare ha giurisdizione per reati commessi da membri della Guardia nazionale. Esso si compone del presidente, che è un magistrato, e di due militari, che vengono nominati dal Consiglio supremo della magistratura in base a un elenco presentato dal ministro competente.

    I presidenti dei tribunali della famiglia, dei tribunali di controllo degli affitti, dei tribunali del lavoro e del tribunale militare sono giudici permanenti.

11. I POTERI DEI TRIBUNALI

I POTERI DEI TRIBUNALI NELL’ESERCIZIO DELLA LORO GIURISDIZIONE

LA CORTE SUPREMA

I poteri della Corte suprema nell’esercizio della sua giurisdizione sono stabiliti dalla Costituzione e, a titolo aggiuntivo, dalla giurisprudenza. Nel loro esercizio si deve sempre ottemperare al principio della separazione dei poteri e attenersi all’indipendenza e autonomia della funzione giudiziaria.

I TRIBUNALI DI GRADO INFERIORE

I poteri dei tribunali di grado inferiore nell’esercizio della loro giurisdizione sono stabiliti dalla legge, che ne dispone la creazione e il funzionamento. Anche in questo caso le disposizioni di legge devono corrispondere agli articoli della Costituzione. Le condizioni per l’amministrazione della giustizia sono le medesime per tutti i tribunali.

Inizio paginaInizio pagina

POTERI INTRINSECI DEI TRIBUNALI

La Corte suprema ed i tribunali di grado inferiore hanno ciascuno poteri intrinseci di emanare ogni ordine che sia necessario per assicurare la funzione e il fondamento degli organi giudiziari.

12. LE COMPETENZE DELLA CORTE SUPREMA PER LA NOMINA, PROMOZIONE, TRASFERIMENTO, CESSAZIONE DEL SERVIZIO E LICENZIAMENTO DEI MEMBRI DEL POTERE GIUDIZIARIO

  1. La Corte suprema s’identifica, a Cipro, con il Consiglio superiore della magistratura.
  2. Secondo la Costituzione, il Consiglio superiore della magistratura ha autorità esclusiva sulla nomina, promozione, trasferimento e sorveglianza disciplinare dei membri dei tribunali di grado inferiore.
  3. Un giudice è sollevato dall’incarico giudiziario se non è in grado di assolvere le proprie funzioni per incapacità o infermità mentale o fisica.
  4. Un giudice può essere licenziato per violazione dell’etica professionale.

La Corte suprema ha il potere di porre fine alla nomina di un giudice, indipendentemente dal suo grado, in caso d’incapacità mentale o fisica, o di licenziare un giudice per violazione dell’etica professionale, mediante un procedimento giudiziario nel quale il giudice in questione ha il diritto di comparire e di esporre il suo caso dinanzi al tribunale.

----------

(Il testo seguente è un estratto della relazione presentata dal Presidente della Corte suprema of Cipro, G. M. Pikis, alla Conferenza europea sugli attuali problemi europei nell’amministrazione interna della giustizia nel 2000 (Atene, 4-6 giugno 1999.)).

----------

13. LE CANCELLERIE DELLA CORTE SUPREMA, DEI TRIBUNALI DISTRETTUALI, DEI TRIBUNALI DELLA FAMIGLIA, DEI TRIBUNALI PER LE VERTENZE DI LAVORO, DEI TRIBUNALI DI CONTROLLO DEGLI AFFITTI E DEL TRIBUNALE MILITARE

Il personale delle cancellerie della Corte suprema e dei tribunali di grado inferiore si compone dei seguenti funzionari o impiegati, che svolgono le loro funzioni seguendo le istruzioni impartite dalla Corte suprema e le disposizioni di ogni pertinente testo di legge o norma procedurale.

Inizio paginaInizio pagina

  1. Il cancelliere capo presiede alle sezioni amministrative del servizio giudiziario.
  2. Il vicecancelliere capo assiste nell’organizzazione, supervisione, direzione e controllo del funzionamento delle sezioni amministrative del servizio giudiziario.
  3. I cancellieri di categoria superiore sono a capo del personale amministrativo dei tribunali distrettuali.
  4. I cancellieri di prima categoria sono a capo delle sezioni amministrative (domande, ricorsi in appello civile e penale, domande di riesame giudiziale e relazioni, pubblicazione di leggi, tribunale delle acque, cause civili, cause penali dei tribunali distrettuali, amministrazione di beni, esecuzione delle decisioni e mandati).
  5. Gli ufficiali giudiziari svolgono attività giuridiche presso la Corte suprema.
  6. Gli stenodattilografi principali prendono note nel corso del procedimento e le trascrivono nei verbali delle udienze.
  7. Gli agenti giudiziari principali svolgono funzioni relative all’esecuzione delle decisioni giudiziarie.
  8. I contabili.
  9. Il personale d’ufficio e di segreteria: segretari, dattilografi, commessi e fattorini.

Il cancelliere di ogni tribunale emette tutte le citazioni, i mandati di comparizione e gli ordini di esecuzione, registra ogni ordine e sentenza, tiene l’archivio di tutti i procedimenti, rilascia copie autenticate delle udienze e tiene registrazioni di tutti gli oneri e ammende pagati o da pagare al tribunale. Presso i tribunali distrettuali, il cancelliere sovrintende alla gestione dei beni secondo il disposto dell’articolo 189 della legge sull’amministrazione dei patrimoni e assicura che siano presentati debitamente i conti degli esecutori e amministratori. Il cancelliere è la persona incaricata dal tribunale di autorizzare le spese e di dare esecuzione alle sentenze.

* Legge 33/64;
Procuratore generale della Repubblica v. Mustafa Ibrahim e altri
(1964) Racc. 195.

* Aggiunta al testo iniziale. Vedere anche la sentenza della Corte suprema n. 1383, a norma dell’articolo 3(4) della legge 1960 (14/60) sui tribunali, Gazzetta ufficiale della Repubblica di Cipro n. 1130, del 13 settembre 1974.

** Aggiunta al testo iniziale. Vedere anche la legge 43/74.

« Organizzazione della giustizia - Informazioni generali | Cipro - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 06-06-2006

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito