Commissione Europea > RGE > Professioni giuridiche > Cipro

Ultimo aggiornamento: 09-02-2007
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Professioni giuridiche - Cipro

 

INDICE

GIUDICI GIUDICI
PROCURATORE GENERALE DELLA REPUBBLICA E VICEPROCURATORE GENERALE DELLA REPUBBLICA PROCURATORE GENERALE DELLA REPUBBLICA E VICEPROCURATORE GENERALE DELLA REPUBBLICA
PUBBLICI MINISTERI PUBBLICI MINISTERI
AVVOCATI AVVOCATI

 

GIUDICI

I laureati in legge e gli avvocati iscritti all'albo a Cipro possono essere nominati giudici se hanno esercitato la professione di avvocato per sei anni e se sostengono con successo un esame orale dinanzi ai giudici della Corte suprema di Cipro. Il grado iniziale della carriera è quello di giudice distrettuale presso i tribunali dei vari distretti. Gli altri gradi di sviluppo della carriera sono giudice distrettuale principale, presidente di tribunale e, infine, giudice della Corte suprema. Una categoria speciale è formata dai giudici dei tribunali della famiglia, dei tribunali del lavoro, dei tribunali per il controllo dei canoni di affitto e dei tribunali militari, che vengono nominati secondo le medesime modalità e seguono una carriera analoga a quella dei giudici distrettuali, ma la carica massima a cui possono giungere è quella di presidente di tali tribunali.

I giudici della Corte suprema e il loro presidente sono nominati dal presidente della Repubblica in base ai poteri conferitigli dalla Costituzione. Secondo la prassi consolidata, prima di procedere a una nomina il presidente della Repubblica riceve le raccomandazioni della Corte suprema. I giudici della Corte suprema vengono scelti, di norma, tra i presidenti dei tribunali distrettuali. Può essere nominato giudice della Corte suprema anche una persona che non è un magistrato, ma ha esercitato l'avvocatura per un lasso di tempo di 15 anni e presenta ottime garanzie etiche.

Secondo la Costituzione della Repubblica di Cipro, la Corte suprema è il massimo collegio giudiziario, avente la competenza esclusiva di procedere, nei confronti dei giudici, alla nomina, promozione, trasferimento, controllo disciplinare, cessazione dell'incarico e rimozione.

Inizio paginaInizio pagina

Attualmente vi sono a Cipro 96 giudici, tra cui i 13 giudici – numero fisso –della Corte suprema. Per tutti i giudici dei tribunali di primo grado l'età massima per il pensionamento è di 63 anni, mentre i giudici della Corte suprema (compreso il presidente) possono rimanere in servizio fino a 68 anni.

PROCURATORE GENERALE DELLA REPUBBLICA E VICEPROCURATORE GENERALE DELLA REPUBBLICA

Si tratta di funzionari statali indipendenti che, in base alla Costituzione, vengono nominati dal presidente della Repubblica. Essi acquisiscono così la qualifica per essere eventualmente nominati giudici della Corte suprema. Il procuratore generale è il capo dell'Ufficio legale della Repubblica, mentre il viceprocuratore generale ne è il vicecapo. L'Ufficio legale della Repubblica è un servizio indipendente, non collegato a nessun ministero. Il procuratore generale, con l'assistenza del suo vice, è il consulente legale della Repubblica, del presidente della Repubblica, del Governo e dei ministeri ed ha il potere d'istruire, condurre, subentrare nella conduzione e proseguire oppure porre termine a ogni procedimento giudiziario o di ordinare il perseguimento giudiziario di ogni persona, per qualsiasi reato, nel territorio della Repubblica. Il procuratore generale della Repubblica esercita questo suo potere direttamente o tramite gli impiegati della sua segreteria (Ufficio legale), che agiscono in base alle sue istruzioni. (Vedere più oltre: anche la polizia può condurre un procedimento giudiziario). Gli impiegati dell'Ufficio legale sono avvocati iscritti all'albo, ai quali si applica la legge 1/890 del 1990 sul servizio civile, che ne disciplina l'assunzione, l'inquadramento, le promozioni e le funzioni.

Inizio paginaInizio pagina

PUBBLICI MINISTERI

Sono laureati in legge o avvocati iscritti all'albo, che vengono nominati e prestano servizio nella polizia di Cipro. I pubblici ministeri rappresentano la polizia in tribunale nei procedimenti penali, ossia quelli per i quali la polizia può intentare causa. Vengono assunti nelle unità della polizia giudiziaria previo un esame scritto e orale. La loro categoria è disciplinata dalla legge 73(Ι)/2004 riguardante le forze di polizia. La conduzione di procedimenti penali e l'espletamento di cause penali in tribunale da parte della polizia sono soggetti al controllo e alle istruzioni del procuratore generale della Repubblica.

AVVOCATI

Sono laureati in legge il cui diploma è riconosciuto dal Consiglio giuridico in base alla legge sull'avvocatura (capo 2). Vengono iscritti all'albo dopo dodici mesi di pratica professionale, previo un esame scritto. Sono organizzati in associazioni locali di avvocati, aventi sede presso ogni tribunale distrettuale di Cipro, ma sono anche membri dell'Associazione pancipriota degli avvocati. La loro ammissione e l'iscrizione nell'albo degli avvocati, l'esercizio della professione, le norme disciplinari, il regime pensionistico e le prestazioni pecuniarie che ricevono sono stabiliti nel capo 2 della summenzionata legge sull'avvocatura (nelle sue successive modifiche sino ad oggi) e nei regolamenti emanati a norma di tale legge e della legge del 1964 in materia di amministrazione della giustizia. All'inizio hanno il diritto di comparire e di rappresentare le parti in causa dinanzi ai tribunali distrettuali (compresi i tribunali della famiglia, i tribunali del lavoro, i tribunali di controllo dei canoni d'affitto ed i tribunali militari) e successivamente, in funzione degli anni di esercizio professionale, dinanzi ai presidenti dei tribunali distrettuali, alla corte d'assise e alla Corte suprema.

Inizio paginaInizio pagina

A norma della legge 180(Ι)/2002, recante modifica della legge sull'avvocatura ai fini del recepimento della direttiva 98/05/CE, "volta a facilitare l'esercizio permanente della professione di avvocato in uno Stato membro diverso da quello in cui è stata acquisita la qualifica", che è entrata in vigore al momento dell'adesione di Cipro all'Unione europea, il 1° maggio 2004, gli avvocati cittadini degli Stati membri dell'UE possono esercitare la professione di avvocato a Cipro su base permanente, in qualità di lavoratori autonomi o subordinati. Prima d'iniziare la professione di avvocato a Cipro, gli interessati devono presentare il titolo professionale dello Stato membro nel quale l'hanno conseguito. A Cipro, questi avvocati vengono iscritti in una sezione speciale dell'albo degli avvocati in esercizio. Per l'iscrizione all'albo, il Consiglio giuridico esige che gli interessati presentino i seguenti certificati:

  1. certificato di cittadinanza dello Stato membro;
  2. fedina penale pulita;
  3. certificato d'iscrizione all'albo, rilasciato dall'autorità competente dello Stato membro d'origine, e certificato attestante che l'avvocato in questione continua ad esercitare le sue attività professionali e che non gli è stata né ritirata né sospesa l'autorizzazione per un qualsiasi motivo. Questi due certificati devono essere stati rilasciati non oltre tre mesi prima della loro presentazione.

Il titolo professionale deve essere redatto chiaramente nella lingua o in una delle lingue ufficiali dello Stato membro d'origine.

Se il Consiglio giuridico accetta la domanda d'iscrizione all'albo, l'avvocato interessato è soggetto ai medesimi doveri e gode dei medesimi diritti degli avvocati ciprioti, ma gli viene riconosciuto il medesimo status di un avvocato cipriota e gli è consentito di esercitare pienamente la professione di avvocato a Cipro soltanto dopo tre anni di esercizio effettivo e regolare della professione a Cipro nel settore della legislazione cipriota e del diritto comunitario.

Prima che siano trascorsi questi tre anni, allo scopo di rappresentare e difendere clienti in tribunale, l'avvocato interessato deve agire congiuntamente con un avvocato che esercita la professione a Cipro ed è autorizzato a comparire dinanzi al tribunale nel quale è discussa la causa. È anche possibile esercitare la professione di avvocato a Cipro in base al titolo professionale d'origine, in collaborazione a) secondo le medesime modalità alle quali la professione è esercitata in collaborazione dagli avvocati di Cipro, (i) con un avvocato cipriota o (ii) con un avvocato cittadino di uno Stato membro, il quale esercita la professione a Cipro, e b) con un avvocato cittadino di uno Stato membro, il quale esercita la professione su base permanente in tale Stato, in base al titolo professionale ivi conseguito.

« Professioni giuridiche - Informazioni generali | Cipro - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 09-02-2007

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito