Commissione Europea > RGE > Patrocinio a spese dello Stato > Slovenia

Ultimo aggiornamento: 28-09-2006
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Patrocinio a spese dello Stato - Slovenia

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. L'aggiornamento è in corso e sarà disponibile sul portale europeo della giustizia elettronica.


 

INDICE

1. Quali sono i costi di un procedimento giudiziario e chi è tenuto in genere a pagarli? 1.
2. Che cos’è il patrocinio a spese dello Stato? 2.
3. Chi ha diritto a beneficiare del patrocinio a spese dello Stato? 3.
4. Il patrocinio a spese dello Stato si può ottenere per qualsiasi tipo di controversia? 4.
5. Dove è possibile ottenere un modulo per fare domanda di patrocinio a spese dello Stato? 5.
6. Quali documenti vanno allegati alla domanda di patrocinio a spese dello Stato? 6.
7. Dove va presentata la domanda di patrocinio a spese dello Stato? 7.
8. In che modo il richiedente viene informato della decisione sulla sua domanda di ammissione al beneficio del patrocinio a spese dello Stato? 8.
9. Se viene ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, che cosa deve fare il richiedente? 9.
10. Se il richiedente viene ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, chi ne designa l’avvocato? 10.
11. Nel patrocinio a spese dello Stato sono compresi tutti costi del procedimento? 11.
12. Se il richiedente è ammesso al beneficio di un patrocinio a spese dello Stato parziale, chi pagherà gli altri costi? 12.
13. Il beneficio del patrocinio a spese dello Stato si estende anche all’eventuale grado di appello? 13.
14. Il beneficio del patrocinio a spese dello Stato può essere revocato prima della chiusura del procedimento? 14.
15. È possibile ricorrere contro la decisione di non concedere il beneficio del patrocinio a spese dello Stato? 15.

 

1. Quali sono i costi di un procedimento giudiziario e chi è tenuto in genere a pagarli?

Ai sensi dell’articolo 151 della legge sulla procedura civile (“Zakon o pravdnem postopku”, “ZPP”, Gazzetta ufficiale della Repubblica di Slovenia, n. 36/2004 - testo consolidato), le spese giudiziarie comprendono le spese sostenute nel corso o a causa di un procedimento e gli onorari di avvocati e di altre persone il cui diritto alla remunerazione è riconosciuto per legge (ad esempio esperti giudiziari). Inizialmente le parti stesse sostengono i costi derivanti dalle azioni intraprese. I rimborsi delle spese sostenute nelle cause in materia civile e commerciale sono regolamentate dalla ZPP, mentre il rimborso nelle cause relative al diritto sociale e del lavoro è regolamentato dalla legge sui tribunali competenti in materia (“Zakon o delovnih in socialnih sodiščih”, Gazzetta ufficiale della Repubblica di Slovenia, n. 19/1994 e 61/2004). In questa sede, viene presentato soltanto il sistema di rimborso delle spese nelle cause civili e commerciali. In pratica, i costi più frequentemente sostenuti nelle cause civili sono le spese processuali e i costi degli esperti giudiziari, la convocazione di testimoni, gli interpreti giurati, la cauzione richiesta all’attore e gli anticipi versati per la presentazione di prove. La regola di base è che i costi vengono rimborsati alla parte che vince la causa. Ai sensi dell’articolo 154, primo comma della ZPP, la parte soccombente rimborsa i costi del procedimento alla controparte e a tutte le parti intervenienti della controparte. Norme particolari si applicano qualora i costi siano dovuti a colpa di una parte specifica, quando la sentenza si basa sul riconoscimento della tesi dell’attore, quando l’istanza viene ritirata, in caso di conciliazione giudiziaria e in caso di litisconsorti (articoli 155-162 della ZPP).

Inizio paginaInizio pagina

2. Che cos’è il patrocinio a spese dello Stato?

Ai sensi dell’articolo 1 della legge sul patrocinio a spese dello Stato (“Zakon o brezplačni pravni pomoči”, “ZBPP” - Gazzetta ufficiale della Repubblica di Slovenia, n. 48/2001 e 50/2004), tale patrocinio è un mezzo per permettere alle persone di esercitare il proprio diritto alla tutela legale - in linea con il principio di uguaglianza e tenendo conto delle circostanze sociali - qualora siano altrimenti incapaci di farlo senza danneggiare la propria capacità di mantenere se stessi e la propria famiglia. Una persona che ha diritto al patrocinio a spese dello Stato può richiedere fondi per sostenere i costi dell’assistenza giuridica completamente o in parte e l’esonero dalle spese processuali. Si tratta in pratica dei costi della consulenza legale, dalla rappresentanza legale dinanzi a tribunali generali, a tribunali specialistici e alla corte costituzionale slovena e dinanzi a tutti gli organi, enti e persone in Slovenia che hanno giurisdizione per la composizione extragiudiziale di controversie e dell’esonero dal pagamento delle spese processuali.

3. Chi ha diritto a beneficiare del patrocinio a spese dello Stato?

È possibile ottenere il patrocinio a spese dello Stato se la persona interessata, tenuto conto della sua posizione finanziaria e di quella della sua famiglia, non può sostenere le spese di un procedimento giudiziario senza danneggiare dette posizioni. La posizione finanziaria viene valutata in base al reddito mensile e al patrimonio dell’interessato e della sua famiglia. Le persone che hanno diritto al patrocinio a spese dello Stato sono soggette a norme diverse a seconda che si tratti di una controversia interna o di una controversia con elementi transfrontalieri. Hanno diritto ad ottenere il patrocinio a spese dello Stato in controversie in cui non vi siano elementi internazionali: i cittadini sloveni che risiedono stabilmente in Slovenia; gli stranieri che detengono un permesso di residenza temporaneo o permanente e gli apolidi che risiedono legalmente in Slovenia; altri stranieri ai quali si applicano accordi di reciprocità o che sono soggetti alle condizioni stabilite e ai casi previsti dagli accordi internazionali vincolanti per la Slovenia, nonché, a determinate condizioni, organizzazioni e associazioni non governative. Le persone che hanno diritto al patrocinio a spese dello Stato in controversie transfrontaliere sono soggette alle norme della legge di modifica della ZBPP, entrata in vigore il 1.12.2004 in linea con la direttiva (CE) del Consiglio intesa a migliorare l’accesso alla giustizia nelle controversie transfrontaliere attraverso la definizione di norme minime comuni relative al patrocinio a spese dello Stato in tali controversie. Nelle controversie transfrontaliere in materia civile nelle quali una persona che risiede in altro Stato membro dell’Unione europea al momento in cui viene presentata la richiesta di patrocinio a spese dello Stato (controversia transfrontaliera interna) sia attore o convenuto, tale persona ha diritto ad ottenere il patrocinio a spese dello Stato in Slovenia indipendentemente dalla sua nazionalità. Analogamente, l’attore o il convenuto che risiedono in Slovenia al momento in cui viene presentata la richiesta di patrocinio a spese dello Stato (controversia transfrontaliera esterna) hanno diritto ad ottenere il patrocinio connesso all’invio della richiesta di detto patrocinio indipendentemente dalla propria nazionalità.

Inizio paginaInizio pagina

4. Il patrocinio a spese dello Stato si può ottenere per qualsiasi tipo di controversia?

Per le controversie transfrontaliere il patrocinio a spese dello Stato può essere ottenuto solo in materia civile, ossia nelle cause di competenza dei tribunali con giurisdizione generale (ai sensi della normativa che regolamenta i tribunali) e nelle cause di competenza dei tribunali che si occupano di cause sociali e del lavoro (ai sensi della normativa che regolamenta detti tribunali).

5. Dove è possibile ottenere un modulo per fare domanda di patrocinio a spese dello Stato?

In caso di controversia nazionale è possibile ottenere il modulo di richiesta presso i servizi specializzati per il patrocinio a spese dello Stato o nelle librerie.

Se al momento della presentazione della domanda l’interessato è residente in uno degli altri Stati membri e richiede il patrocinio a spese dello Stato dinanzi ad un tribunale in Slovenia (controversia transfrontaliera esterna), è necessario inviare la richiesta al Ministero della Giustizia sloveno direttamente oppure attraverso l’organo responsabile per tale trasmissione nello Stato membro interessato. La richiesta va inviata per iscritto utilizzando il modulo specificato dalla Commissione delle Comunità europee e pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea o il modulo pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica di Slovenia, sulla base della ZBPP.

Se al momento della presentazione della domanda, l’interessato è residente in Slovenia e richiede il patrocinio a spese dello Stato dinanzi ad un tribunale di uno degli altri Stati membri (controversia transfrontaliera interna), è necessario inviare la richiesta al tribunale distrettuale nella regione in cui l’interessato risiede in modo temporaneo o permanente. La richiesta va fatta utilizzando il modulo specificato dalla Commissione delle Comunità europee e pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea o il modulo stabilito dai regolamenti dello Stato membro dell’UE nel quale si trova il tribunale competente nella causa in questione.

Inizio paginaInizio pagina

6. Quali documenti vanno allegati alla domanda di patrocinio a spese dello Stato?

La richiesta, debitamente compilata utilizzando il modulo previsto, deve essere accompagnata da documenti che comprovano il rispetto dei criteri sui quali essa si basa. Il regolamento relativo al modulo per la richiesta del patrocinio a spese dello Stato e la presentazione dei documenti (Gazzetta ufficiale della Repubblica di Slovenia, n. 75/2001) specifica quali documenti possono essere utilizzati per comprovare le informazioni relative al reddito e alle altre entrate, alla posizione finanziaria e alla situazione familiare, allo stato di salute e ad altri motivi di rischio materiale.

7. Dove va presentata la domanda di patrocinio a spese dello Stato?

In caso di controversia interna è necessario presentare la richiesta di patrocinio a spese dello Stato al tribunale distrettuale competente, al tribunale del lavoro o al tribunale amministrativo nel cui territorio l’interessato risiede a livello temporaneo o permanente o al tribunale di propria scelta se l’interessato risiede al di fuori del paese per il quale richiede il patrocinio a spese dello Stato o se è apolide.

Se, al momento della presentazione della domanda, l’interessato è residente in uno degli altri Stati membri e richiede il patrocinio a spese dello Stato dinanzi ad un tribunale in Slovenia (controversia transfrontaliera esterna), la richiesta va inviata al Ministero della Giustizia sloveno direttamente oppure attraverso l’organo responsabile per tale trasmissione le richieste nello Stato membro interessato.

Inizio paginaInizio pagina

Se al momento della presentazione della domanda l’interessato è residente in Slovenia e richiede il patrocinio a spese dello Stato dinanzi ad un tribunale di uno degli altri Stati membri (controversia transfrontaliera interna), la richiesta va inviata al tribunale distrettuale nella regione in cui l’interessato risiede in modo temporaneo o permanente.

8. In che modo il richiedente viene informato della decisione sulla sua domanda di ammissione al beneficio del patrocinio a spese dello Stato?

L’organismo responsabile decide sul diritto dell’interessato al patrocinio a spese dello Stato in base alla richiesta e informa l’interessato della propria decisione.

9. Se viene ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, che cosa deve fare il richiedente?

Una volta informato della decisione di concedere il patrocinio a spese dello Stato, il dipartimento specializzato nel patrocinio a spese dello Stato apre un fascicolo di riferimento con i dati personali, una descrizione del caso per il quale viene concesso il patrocinio, la sua forma e la sua portata ed altre informazioni previste dalla normativa rilevante (“Pravilnik o obrazu napotnice”, Gazzetta ufficiale n. 136/2004). Una volta beneficiato dei servizi di patrocinio, l’interessato rinvia il fascicolo al dipartimento specializzato allegando tutti i giustificativi di spesa e i certificati di esenzione dal pagamento delle spese.

10. Se il richiedente viene ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, chi ne designa l’avvocato?

Il legale che fornisce il patrocinio a spese dello Stato viene nominato dall’organismo responsabile nella decisione di concessione del beneficio.

Inizio paginaInizio pagina

11. Nel patrocinio a spese dello Stato sono compresi tutti costi del procedimento?

Nelle controversie interne il patrocinio a spese dello Stato viene generalmente concesso per l’intero importo richiesto dal richiedente e per il periodo necessario in base alla forma con la quale viene approvato. L’organismo competente per il patrocinio a spese dello Stato può tuttavia stabilire livelli diversi per forme specifiche di patrocinio, concedere determinate forme di patrocinio solo in parte, limitare il tipo di servizi o il numero di ore di consulenza legale o limitare il patrocinio ad un determinato numero o tipo di prove qualora i costi siano sproporzionati.

Nelle controversie transfrontaliere interne il patrocinio a spese dello Stato è concesso per procedimenti dinanzi ai tribunali di primo e secondo grado.

12. Se il richiedente è ammesso al beneficio di un patrocinio a spese dello Stato parziale, chi pagherà gli altri costi?

Le altre spese sono sostenute inizialmente dalla parte stessa. In caso tuttavia di vincita della causa, il tribunale decreta che la controparte rimborsi le spese del procedimento.

13. Il beneficio del patrocinio a spese dello Stato si estende anche all’eventuale grado di appello?

Come già sottolineato, la restrizione con la quale l’organismo responsabile del patrocinio a spese dello Stato può limitare il patrocinio concesso alla fine di una fase specifica del procedimento non si applica alle controversie transfrontaliere interne, poiché in questo caso il patrocinio è concesso per procedimenti di primo e secondo grado.

14. Il beneficio del patrocinio a spese dello Stato può essere revocato prima della chiusura del procedimento?

Il beneficiario deve soddisfare le condizioni per ottenere il patrocinio a spese dello Stato per tutto il periodo per il quale esso viene concesso. Nel periodo compreso tra il momento in cui viene concesso il patrocinio e la data dell’ultimo rendiconto delle spese, l’interessato deve informare l’organismo competente in merito a tutti i fatti, le circostanze o le modifiche che riguardano o potrebbero riguardare il diritto al patrocinio o la sua forma, portata e durata entro otto giorni dopo esserne venuto a conoscenza. Se il dipartimento specializzato nel patrocinio a spese dello Stato constata che sono intervenute circostanze che richiedono un’ulteriore decisione, in quanto il richiedente non è più ammissibile o lo è soltanto in misura inferiore o solo per determinate forme di patrocinio, avvia d’ufficio la procedura per stabilire l’ammissibilità. Una volta completata la procedura, il dipartimento specializzato propone che l’organismo competente emetta una decisione che stabilisca che il diritto al patrocinio è cessato o che ne è cambiata la portata o la forma.

15. È possibile ricorrere contro la decisione di non concedere il beneficio del patrocinio a spese dello Stato?

Non è possibile ricorrere contro la decisione dell’organismo competente, ma è possibile presentare un ricorso amministrativo dinanzi al tribunale amministrativo della Repubblica di Slovenia.

Ulteriori informazioni

  • Legge sul patrocinio a spese dello Stato (Zakon o brezplačni pravni pomoči - ZBPP - Gazzetta ufficiale della Repubblica di Slovenia n. 48/2001); legge di modifica della ZBPP (Gazzetta ufficiale della Repubblica di Slovenia n. 50/2004)
  • Legge sulla procedura civile (Zakon o pravdnem postopku - ZPP - Gazzetta ufficiale n. 36/2004) e Legge sui tribunali del lavoro e sui tribunali sociali (Zakon o delovnih in socialnih sodiščih - Gazzetta ufficiale n. 19/94 e n. 61/2004). Tali leggi (in sloveno) sono consultabili al seguente indirizzo Internet: Sprejeti Zakoni - Pomoč English - slovenšcina

« Patrocinio a spese dello Stato - Informazioni generali | Slovenia - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 28-09-2006

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito