Commissione Europea > RGE > Patrocinio a spese dello Stato > Portogallo

Ultimo aggiornamento: 18-08-2006
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Patrocinio a spese dello Stato - Portogallo

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. L'aggiornamento è in corso e sarà disponibile sul portale europeo della giustizia elettronica.


 

INDICE

1. Quali sono i costi di un procedimento giudiziario e chi è tenuto a pagarli? 1.
2. Che cosa è il patrocinio a spese dello Stato? 2.
3. Posso essere ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato? 3.
4. Il patrocinio a spese dello Stato si può ottenere per qualsiasi tipo di controversia? 4.
5. Esiste una procedura specifica per le emergenze? 5.
6. Dove posso ottenere un formulario per fare domanda di patrocinio a spese dello Stato? 6.
7. Quali documenti debbo allegare alla mia domanda di patrocinio a spese dello Stato? 7.
8. Dove debbo presentare la mia domanda di patrocinio a spese dello Stato? 8.
9. In che modo verrò informato della decisione se sono stato o no ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato? 9.
10. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, che cosa devo fare? 10.
11. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, chi sceglierà il mio avvocato? 11.
12. Il patrocinio a spese dello Stato coprirà tutti i costi del mio processo? 12.
13. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato parziale, chi pagherà gli altri costi? 13.
14. Se sono ammesso al beneficio, l’esenzione si estenderà anche all’eventuale appello che potrei proporre dopo il processo? 14.
15. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, il beneficio può essere revocato prima della chiusura del processo (o anche dopo il processo)? 15.
16. Se non sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, posso far ricorso contro la decisione? 16.

 

1. Quali sono i costi di un procedimento giudiziario e chi è tenuto a pagarli?

I costi di un procedimento giudiziario sono costituiti dalle spese di giustizia e dagli onorari dell'assistente legale (avvocato, avvocato tirocinante o procuratore legale):

  1. Le spese di giustizia comprendono la tassa giudiziaria e le spese processuali;
  2. La tassa giudiziaria è il corrispettivo versato dalle persone che fanno ricorso al giudice per ottenere il servizio pubblico dell'amministrazione della giustizia; l’importo è stabilito in funzione di una tabella che utilizza come criterio di base il valore economico della controversia; negli appelli si tiene conto dell'importo della condanna; gli incidenti sono tassati a parte, ma con riferimento al valore della controversia.
  3. Le spese processuali sono costituite dal rimborso delle spese il cui pagamento è stato anticipato dal tribunale, dai pagamenti dovuti a qualsiasi organismo a fronte della richiesta di certificati non ottenuti automaticamente dal tribunale, di documenti, perizie, piani ed altri elementi d'informazione o di prova e servizi che il tribunale ha chiesto, dalle indennità dovute a coloro che sono intervenuti incidentalmente nel processo, comprese le indennità previste dalla legge, dalle spese di trasporto e di soggiorno, dal rimborso dei diritti postali, delle comunicazioni telefoniche, telegrafiche, con fax o con mezzi elettronici, dal rimborso accordato alla parte vittoriosa per i costi e le spese d'avvocato che ha sostenuto;
  4. gli onorari dell'assistente legale sono fissati da quest'ultimo; egli deve, a tal fine, tenere conto del tempo dedicato alla causa, della difficoltà della stessa, dell'importanza del servizio prestato, delle risorse degli interessati, dei risultati ottenuti dalla controversia e delle tariffe praticate, in situazioni simili, nella rispettiva circoscrizione territoriale;
  5. l’obbligo del pagamento delle spese di giustizia deriva da una condanna giudiziaria passata in giudicato e spetta alla parte soccombente o alla parte che ha tratto vantaggio dall'azione;
  6. alcuni procedimenti sono, per legge, esenti dal pagamento di spese di giustizia e lo stesso vale per alcune parti in giudizio;
  7. la tassa giudiziaria nei processi civili è definitivamente liquidata al termine del procedimento; l’importo è tuttavia versato gradualmente: un quarto all’atto del deposito della richiesta o domanda introduttiva, della memoria difensiva o dell’appello; nella maggior parte dei casi, è dovuta anche un’ulteriore tassa giudiziaria, d’importo uguale a quello della tassa giudiziaria iniziale, che viene solitamente versata dopo la notificazione della data fissata per l'udienza finale;
  8. la parte vittoriosa ottiene il rimborso degli importi versati a titolo della tassa giudiziaria iniziale e successiva e delle somme versate per coprire i costi.

2. Che cosa è il patrocinio a spese dello Stato?

Il patrocinio a spese dello Stato è un sistema di emanazione costituzionale e sancito dalla legge volto ad assicurare che nessuno, a causa della sua condizione sociale o culturale o per insufficienza di risorse economiche, possa essere dissuaso o impossibilitato a conoscere, fare valere o difendere i propri diritti.

Comporta due aspetti:

a.l'informazione giuridica - che mira a fare conoscere il diritto e l'ordinamento giuridico, per garantire un migliore esercizio dei diritti ed il compimento dei doveri legalmente previsti; tale servizio è offerto, in particolare, attraverso la creazione progressiva di servizi d'accoglienza nei tribunali e di servizi giudiziari.
b.il patrocinio a spese dello Stato in senso stretto che comprende:
b.1.La consultazione giuridica - garantita da uffici che dovrebbero coprire tutto il territorio nazionale ed ai quali i cittadini possono ricorrere per ottenere gratuitamente i consigli giuridici di professionisti del diritto. La consultazione giuridica può estendersi al compimento di atti extragiudiziali o comportare meccanismi informali di conciliazione.
b.2.L'aiuto giudiziario, che comprende:
b.2.1.l'esenzione, totale o parziale, della tassa giudiziaria e delle altre spese processuali;
b.2.2.la dilazione del pagamento della tassa giudiziaria e delle altre spese processuali;
b.2.3.la designazione di un avvocato ed il pagamento dei suoi onorari, oppure il pagamento degli onorari dell'avvocato scelto dal ricorrente.

Quest'ultimo aspetto dell'assistenza giudiziaria può coesistere con l'uno o l'altro dei due precedenti.

3. Posso essere ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato?

I beneficiari del patrocinio a spese dello Stato (consulenza giuridica ed aiuto giudiziario) sono i seguenti:

Inizio paginaInizio pagina

  • i cittadini portoghesi e dell'Unione europea che dimostrano di non disporre di risorse sufficienti per pagare gli onorari degli avvocati e sostenere in tutto o in parte le spese normali di un'azione in giudizio;
  • gli stranieri o apolidi che risiedono abitualmente in Portogallo;
  • gli stranieri non residenti in Portogallo, nella misura in cui esiste reciprocità per i cittadini portoghesi nei loro rispettivi Stati;
  • le persone giuridiche e le società che dimostrano di non disporre di risorse sufficienti per pagare gli onorari degli avvocati e sostenere in tutto o in parte le normali spese di un'azione in giudizio;
  • le società individuali ed i commercianti, nelle cause relative all'esercizio del commercio, e le imprese a responsabilità limitata, quando la tassa giudiziaria e le altre spese processuali sono di un importo chiaramente superiore alle loro possibilità economiche calcolate, in particolare, in rapporto al loro fatturato, al valore del capitale o del patrimonio ed al numero dei dipendenti.

4. Il patrocinio a spese dello Stato si può ottenere per qualsiasi tipo di controversia?

Il patrocinio a spese dello Stato può essere concesso per la risoluzione di ogni tipo di questione giuridica o controversia indipendentemente, in particolare per quanto riguarda l'aiuto giudiziario, da una valutazione preliminare dell'oggetto e della complessità dell'azione prevista o già avviata, dell'importo della controversia o della sua forma procedurale.

5. Esiste una procedura specifica per le emergenze?

Non c'è nessuna procedura particolare per i casi urgenti.

Inizio paginaInizio pagina

Occorre tuttavia ricordare quanto segue:

  • l'interessato può sempre, in particolare nelle azioni urgenti, esporre il suo caso ad un avvocato, un avvocato tirocinante o un procuratore legale, che lo aiuterà a presentare la domanda di concessione di patrocinio a spese dello Stato in conformità delle norme procedurali applicabili;
  • quando la richiesta di patrocinio a spese dello Stato è presentata mentre l'azione giudiziaria è pendente e il ricorrente chiede la designazione di un avvocato, il termine in corso si interrompe con il deposito del documento che attesta l’avvenuta presentazione della domanda di concessione del patrocinio a spese dello Stato presso i servizi di sicurezza sociale;
  • il termine di conclusione del procedimento amministrativo e di decisione in merito alla richiesta di patrocinio a spese dello Stato è di trenta giorni. Se il termine scade senza che una decisione sia stata adottata, la domanda è considerata tacitamente accolta.

6. Dove posso ottenere un formulario per fare domanda di patrocinio a spese dello Stato?

Il modulo di richiesta d'assistenza giudiziaria può essere ottenuto gratuitamente:

  • su supporto cartaceo, in qualsiasi ufficio della sicurezza sociale aperto al pubblico.
  • su supporto digitale, all'indirizzo seguente: www.seg-social.pt English - português.

7. Quali documenti debbo allegare alla mia domanda di patrocinio a spese dello Stato?

La prova dell'insufficienza di risorse può essere fatta con ogni mezzo idoneo. Possono pertanto essere allegati alla domanda tutti i documenti utili a dimostrare che il ricorrente non dispone di risorse economiche sufficienti per sostenere completamente o parzialmente le normali spese di un procedimento.

Inizio paginaInizio pagina

8. Dove debbo presentare la mia domanda di patrocinio a spese dello Stato?

La richiesta di patrocinio a spese dello Stato deve essere presentata in un ufficio della sicurezza sociale aperto al pubblico, secondo una delle seguenti modalità:

  • personalmente
  • con fax
  • a mezzo posta
  • utilizzando mezzi elettronici (non ancora disponibile).

9. In che modo verrò informato della decisione se sono stato o no ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato?

La decisione definitiva sulla richiesta di patrocinio a spese dello Stato è comunicata per iscritto al ricorrente dal servizio di sicurezza sociale che ha trattato la domanda.

Se questa notifica non è effettuata entro il termine di trenta giorni, la domanda è considerata tacitamente accolta.

In quest'ultimo caso e per precauzione (poiché ci può essere stata sospensione dei termini o la notifica può essere stata inviata per posta dopo la scadenza dei trenta giorni), occorre informarsi della sorte della domanda presso i servizi di sicurezza sociale prima di intentare l'azione in giudizio.

10. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, che cosa devo fare?

Se il patrocinio a spese dello Stato concesso comprende la designazione di un legale, la notifica della decisione è indirizzata anche all'Ordine degli avvocati o alla Camera dei procuratori legali, che dispongono di un termine di dieci giorni, a partire dalla data della notifica, per procedere alla designazione.

Inizio paginaInizio pagina

La designazione è notificata al ricorrente ed all'avvocato designato e, se la domanda è stata presentata mentre l'azione in giudizio è pendente, la notifica è corredata di una esplicita menzione che il termine iniziale del procedimento decorre da quel momento.

La notifica al ricorrente della decisione di designazione dell'avvocato indica espressamente il nome e l’indirizzo dello studio dell'avvocato, come pure il dovere di collaborare con lui.

Il ricorrente deve quindi mettersi immediatamente in contatto con l'avvocato designato che gli fornirà le informazioni necessarie.

Se il beneficio concesso comporta soltanto l'esenzione totale o parziale o la dilazione del pagamento della tassa giudiziaria e delle altre spese processuali, il ricorrente dovrà allegare alla sua domanda un documento giustificativo di detta concessione.

11. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, chi sceglierà il mio avvocato?

Nei casi in cui la designazione di un avvocato è richiesta e concessa, spetta all'Ordine degli avvocati o alla Camera dei procuratori legali scegliere e nominare l’avvocato, a meno che l’interessato vi abbia già provveduto personalmente.

12. Il patrocinio a spese dello Stato coprirà tutti i costi del mio processo?

Nel caso in cui il beneficio concesso consiste nell'esenzione totale della tassa giudiziaria e delle altre spese processuali e del pagamento degli onorari dell'avvocato, tutte le spese di giustizia sono comprese.

13. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato parziale, chi pagherà gli altri costi?

Le spese che non sono incluse nel beneficio accordato sono a carico del ricorrente.

Inizio paginaInizio pagina

14. Se sono ammesso al beneficio, l’esenzione si estenderà anche all’eventuale appello che potrei proporre dopo il processo?

Il patrocinio a spese dello Stato è mantenuto in caso d'appello, indipendentemente dalla decisione nel merito della controversia.

15. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, il beneficio può essere revocato prima della chiusura del processo (o anche dopo il processo)?

Una volta concesso, il beneficio del patrocinio a spese dello Stato può essere revocato prima della fine del procedimento:

  1. se il ricorrente ha acquisito risorse sufficienti per potere fare a meno dell’aiuto giudiziario;
  2. quando nuovi documenti provano il carattere non fondato delle ragioni per le quali il beneficio del patrocinio è stato concesso;
  3. se i documenti sui quali si è basata la sua concessione sono stati dichiarati falsi con decisione passata in giudicato.

16. Se non sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, posso far ricorso contro la decisione?

Avverso la decisione in merito alla richiesta di patrocinio a spese dello Stato non è possibile far ricorso amministrativo o gerarchico, ma si può inoltrare un ricorso giudiziario presso il servizio di sicurezza sociale che si è pronunciato sulla domanda.

È competente a conoscere ed a pronunciarsi sul ricorso il tribunale del circondario in cui ha sede detto servizio o, nel caso in cui il ricorso sia stato promosso mentre l'azione è in corso, il tribunale dinanzi al quale la causa è pendente.

Ulteriori informazioni

  1. Maggiori informazioni sul sistema portoghese di patrocinio a spese dello Stato possono essere ottenute al seguente indirizzo:

    Direcção – Geral da Administração Extrajudicial

    Rua de Alcolena, 1

    P - 1400-004 Lisboa

    Tel.: 351.213041340

    Fax: 351.213041349

    www.dgae.mj.pt português

    correio@dgae.mj.pt

  2. L'accesso al diritto ed ai tribunali è, in particolare, disciplinato dai seguenti testi normativi:
    • Articolo 20 português della costituzione della repubblica portoghese;
    • Legge n. 30-E/2000, del 20 dicembre 2000 (che modifica il regime d'accesso al diritto ed ai tribunali ed attribuisce ai servizi della sicurezza sociale la valutazione delle domande di concessione di patrocinio a spese dello Stato);
    • Ordinanza (Portaria) n. 150/2002, di 19.02 (tabella degli onorari degli avvocati a titolo di patrocinio a spese dello Stato)
    • Decreto legge n. 224-A/96 português, del 26 novembre 1996 (che approva il codice delle spese di giustizia).

« Patrocinio a spese dello Stato - Informazioni generali | Portogallo - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 18-08-2006

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito