Commissione Europea > RGE > Patrocinio a spese dello Stato > Polonia

Ultimo aggiornamento: 02-03-2007
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Patrocinio a spese dello Stato - Polonia

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. L'aggiornamento è in corso e sarà disponibile sul portale europeo della giustizia elettronica.


 

INDICE

1. Quali sono i costi di un procedimento giudiziario e chi è tenuto a pagarli? 1.
2. Che cos'è il patrocinio a spese dello Stato? 2.
3. Chi può ottenere il patrocinio a spese dello Stato? 3.
4. Si può ottenere il patrocinio a spese dello Stato per ogni tipo di controversia? 4.
5. Vi è una procedura specifica in direttissima? 5.
6. Dove si può ottenere il modulo per chiedere il patrocinio a spese dello Stato? 6.
7. Quali documenti si devono allegare alla domanda di patrocinio a spese dello Stato? 7.
8. Dove si deve presentare la domanda di patrocinio a spese dello Stato? 8.
9. Come si viene informati della decisione riguardante l’ammissione al patrocinio a spese dello Stato? 9.
10. In caso di ammissione al patrocinio a spese dello Stato, che si deve fare? 10.
11. In caso di ammissione al patrocinio a spese dello Stato, chi sceglie l’avvocato? 11.
12. Il patrocinio a spese dello Stato copre tutti i costi del procedimento? 12.
13. In caso di patrocinio parziale, chi sostiene gli altri costi? 13.
14. Il patrocinio a spese dello Stato si estende anche all’eventuale ricorso in appello? 14.
15. In caso di ammissione al patrocinio a spese dello Stato, tale beneficio può essere revocato prima della chiusura del processo (o anche dopo)? 15.
16. In caso di rifiuto del patrocinio a spese dello Stato, è possibile ricorrere contro tale decisione? 16.

 

1. Quali sono i costi di un procedimento giudiziario e chi è tenuto a pagarli?

I costi di un procedimento giudiziario consistono in spese processuali e nell'onorario dell'avvocato – nei casi in cui si è rappresentati da un avvocato. Quando si è ottenuto un patrocinio totale o parziale dello Stato per le spese processuali, si può anche richiedere la nomina di un avvocato il cui onorario sarà pagato dallo Stato.

Le spese processuali comprendono le tasse e le spese affrontate dal tribunale.

Le tasse consistono in tasse di registrazione e spese legali.

Le spese giudiziarie affrontate da un tribunale sono:

  • le spese di viaggio della parte convocata dal tribunale per comparire personalmente dinanzi ad esso;
  • le spese di viaggio e di soggiorno di un testimone nonché un indennizzo del reddito perso a causa della comparizione in tribunale;
  • la retribuzione e il rimborso spese di esperti, testimoni, traduttori e agenti addetti alla vigilanza degli imputati in libertà vigilata;
  • la retribuzione e il rimborso delle spese di altre persone ed istituzioni;
  • i costi per l'assunzione di altre prove;
  • i costi per il trasporto e la custodia di oggetti ed animali;
  • i costi per la pubblicazione degli avvisi nei giornali ufficiali,
  • i costi di detenzione;
  • i costi inerenti alle indagini ambientali realizzate per gli agenti addetti alla vigilanza degli imputati in libertà vigilata.

Il patrocinio a spese dello Stato può essere totale o parziale. Chi ottiene il patrocinio parziale per le spese giudiziarie deve pagare il resto con i propri mezzi.

Inizio paginaInizio pagina

È tuttavia importante ricordare che la decisione sul patrocinio a spese dello Stato non esenta la parte soccombente dal pagamento delle spese processuali affrontate dalla parte che ha vinto il procedimento.

2. Che cos'è il patrocinio a spese dello Stato?

Il patrocinio a spese dello Stato è disciplinato dal codice di procedura civile, dal diritto in materia di spese processuali in materia civile e dal diritto in materia di patrocinio a spese dello Stato in procedimenti civili dinanzi ai tribunali degli Stati membri dell'UE.

Esistono due tipi principali di patrocinio a spese dello Stato:

  1. assunzione a carico dello Stato delle spese processuali;
  2. assunzione a carico dello Stato dell'onorario dell'avvocato.

3. Chi può ottenere il patrocinio a spese dello Stato?

Possono ottenere il patrocinio a spese dello Stato i cittadini polacchi, i cittadini di tutti gli Stati membri dell'UE e tutte le persone fisiche che risiedono legalmente in uno degli Stati membri dell'UE. Una persona fisica può ottenere il patrocinio a spese dello Stato se non è in grado di sostenere le spese dei procedimenti giudiziari senza pregiudizio del sostentamento proprio o della propria famiglia. Una persona giuridica può ottenere il patrocinio a spese dello Stato se non dispone delle risorse necessarie per sostenere le spese dei procedimenti giudiziari. Se tutte queste condizioni sono soddisfatte, il tribunale può decidere che il richiedente ha diritto alla concessione del patrocinio.

Inizio paginaInizio pagina

Alcune categorie sono automaticamente esentate dal pagamento delle spese processuali. Si tratta dei cittadini che si rivolgono ad un tribunale in relazione a:

  1. affiliazione et similia;
  2. obblighi alimentari;
  3. condizioni ingiuste negli accordi dei consumatori.

La stessa esenzione dal pagamento di tutte le spese processuali si applica a tutte le cause di lavoro o in materia di previdenza sociale (per esempio: in materia di pensioni).

4. Si può ottenere il patrocinio a spese dello Stato per ogni tipo di controversia?

Il patrocinio a spese dello Stato può essere ottenuto in tutte le cause civili relative a questioni di famiglia, di lavoro o di problemi sociali.

5. Vi è una procedura specifica in direttissima?

Esiste la possibilità di fare una richiesta orale di patrocinio a spese dello Stato durante l'udienza in modo da non doverne fare richiesta ufficiale prima dell'inizio del procedimento e dover aspettare la decisione fino alla sentenza finale.

6. Dove si può ottenere il modulo per chiedere il patrocinio a spese dello Stato?

Il modulo per chiedere il patrocinio a spese dello Stato può essere ottenuto presso qualsiasi tribunale regionale o distrettuale. Non esiste un modulo ufficiale per chiedere il patrocinio a spese dello Stato. La domanda deve essere fatta per iscritto. Ma esistono moduli speciali per le dichiarazioni da accludere alla domanda (cfr. il punto 7).

Inizio paginaInizio pagina

7. Quali documenti si devono allegare alla domanda di patrocinio a spese dello Stato?

Alla domanda di patrocinio a spese dello Stato occorre accludere una dichiarazione del richiedente concernente la sua situazione familiare e finanziaria, le proprietà e fonti di reddito. Le domande devono, inoltre, essere accompagnate da documenti ufficiali che comprovino le informazioni fornite nonché la nazionalità e la residenza abituale del richiedente e, qualora il richiedente non sia cittadino di uno Stato membro dell'UE, che dimostrino che egli risieda legalmente in uno degli Stati membri dell'UE.

8. Dove si deve presentare la domanda di patrocinio a spese dello Stato?

Le domande di patrocinio a spese dello Stato devono essere presentate al tribunale in cui sono in corso i procedimenti o in cui i procedimenti dovrebbero essere avviati. Se il richiedente non è domiciliato in Polonia, può presentare domanda all'autorità competente dello Stato membro in cui risiede o tramite il Ministero della Giustizia polacco, che trasmetterà la domanda al tribunale competente.

9. Come si viene informati della decisione riguardante l’ammissione al patrocinio a spese dello Stato?

Si possono ottenere informazioni sull’ammissione al patrocinio a spese dello Stato dal tribunale al quale si è presentata la domanda. Il tribunale decide in merito alla domanda e notifica la sua decisione al richiedente.

Inizio paginaInizio pagina

10. In caso di ammissione al patrocinio a spese dello Stato, che si deve fare?

Qualora abbia ottenuto l'ammissione al patrocinio a spese dello Stato, il richiedente deve farne richiesta al tribunale in cui sono in corso i procedimenti allegando tutte le dichiarazioni di cui al punto 7.

Qualora il patrocinio a spese dello Stato preveda anche l'assunzione a carico dello Stato dell'onorario dell'avvocato, l'associazione locale degli avvocati ne nominerà uno per rappresentare il richiedente il quale dovrà contattare l'avvocato in caso di qualsiasi dubbio.

11. In caso di ammissione al patrocinio a spese dello Stato, chi sceglie l’avvocato?

Gli avvocati vengono nominati dall'associazione locale degli avvocati. Il richiedente può, tuttavia, chiedere di cambiare avvocato, ma solo se le circostanze lo giustificano. Anche un avvocato può rifiutarsi di assumere la difesa in un causa ma solo qualora vi siano seri motivi che lo giustifichino.

È importante tuttavia che il tribunale conceda il patrocinio a spese dello Stato per l'onorario dell'avvocato solo qualora ritenga che il richiedente debba, in tale particolare caso, essere rappresentato da un avvocato.

12. Il patrocinio a spese dello Stato copre tutti i costi del procedimento?

Il patrocinio a spese dello Stato viene concesso per:

  • le spese processuali;
  • l'onorario dell'avvocato – nei casi in cui la parte è rappresentata da un avvocato.

È possibile ottenere il patrocinio a spese dello Stato per entrambi; in tal caso, il richiedente non deve pagare nulla tranne nel caso in cui perda la causa, nella cui evenienza dovrà pagare alla parte che ha vinto le spese giudiziarie in cui quest'ultima è incorsa.

Inizio paginaInizio pagina

13. In caso di patrocinio parziale, chi sostiene gli altri costi?

In caso di patrocinio parziale, i rimanenti costi sono sostenuti dal richiedente.

14. Il patrocinio a spese dello Stato si estende anche all’eventuale ricorso in appello?

L'approvazione dell'ammissione al patrocinio a spese dello Stato per il tribunale di primo grado si estende automaticamente al procedimento di appello e di esecuzione. Tuttavia, quando il patrocinio è parziale e copre solo i costi dei procedimenti presso il tribunale di primo grado, il richiedente può presentare una nuova domanda.

15. In caso di ammissione al patrocinio a spese dello Stato, tale beneficio può essere revocato prima della chiusura del processo (o anche dopo)?

Il patrocinio a spese dello Stato per le spese processuali e l'onorario dell'avvocato può essere revocato qualora sia stato concesso sulla base di circostanze che non sono mai esistite o che non sussistono dopo la concessione del patrocinio.

In tali situazioni, il richiedente deve rimborsare tutte le spese processuali e l'onorario dell'avvocato. Esiste però un caso di esonero per il quale il richiedente deve rimborsare i costi soltanto in parte e in maniera proporzionata al cambiamento intervenuto nella situazione del richiedente.

Tale norma non si applica nel caso in cui il patrocinio sia stato revocato perché si è ritenuto che la domanda o l'azione fossero prive di fondamento.

16. In caso di rifiuto del patrocinio a spese dello Stato, è possibile ricorrere contro tale decisione?

Esiste una possibilità di ricorrere contro la decisione di rifiutare il patrocinio a spese dello Stato o di revocarlo. Il ricorso deve essere indirizzato al tribunale di grado superiore a quello che ha pronunciato la decisione di rifiuto del patrocinio a spese dello Stato, ma deve essere presentato a quest'ultimo. Il termine per il ricorso è di una settimana a partire dal momento in cui tale risoluzione è effettivamente notificata al richiedente. Se il richiedente non ha chiesto la notifica della decisione sul patrocinio a spese dello Stato, in tal caso il termine per il ricorso è di una settimana a decorrere dalla data della pubblicazione della decisione del tribunale. Quando la decisione di rifiuto del patrocinio a spese dello Stato è stata presa in un'udienza a porte chiuse, al richiedente la decisione viene notificata automaticamente per cui il termine decorre a partire dalla data di notifica.

Ulteriori informazioni

Sito del mediatore europeo

« Patrocinio a spese dello Stato - Informazioni generali | Polonia - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 02-03-2007

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito