Commissione Europea > RGE > Patrocinio a spese dello Stato > Grecia

Ultimo aggiornamento: 23-03-2005
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Patrocinio a spese dello Stato - Grecia

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. L'aggiornamento è in corso e sarà disponibile sul portale europeo della giustizia elettronica.


 

INDICE

1. Quali sono i costi di un procedimento giudiziario e chi è tenuto a pagarli? 1.
2. Che cosa è il patrocinio a spese dello Stato? 2.
3. Posso essere ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato? 3.
4. Il patrocinio a spese dello Stato si può ottenere per qualsiasi tipo di controversia? 4.
5. Esiste una procedura specifica per le emergenze? 5.
6. Dove posso ottenere un formulario per fare domanda di patrocinio a spese dello Stato? 6.
7. Quali documenti debbo allegare alla mia domanda di patrocinio a spese dello Stato? 7.
8. Dove debbo presentare la mia domanda di patrocinio a spese dello Stato? 8.
9. In che modo verrò informato della decisione se sono stato o no ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato? 9.
10. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio gratuito, che cosa devo fare? 10.
11. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio gratuito, chi sceglierà il mio avvocato? 11.
12. Il patrocinio a spese dello Stato coprirà tutti i costi del mio processo? 12.
13. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato parziale, chi pagherà gli altri costi? 13.
14. Se sono ammesso al beneficio, la esenzione si estenderà anche all’eventuale grado di appello? 14.
15. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, il beneficio può essere revocato prima della chiusura del processo (o anche dopo il processo) ? 15.
16. Se non sono ammesso al beneficio del patrocinio gratuito, posso far ricorso contro la decisione? 16.

 

1. Quali sono i costi di un procedimento giudiziario e chi è tenuto a pagarli?

Sono così designate le spese processuali sostenute nell'ambito di un procedimento giudiziario, ovvero l'imposta di bollo, le tasse per i vari servizi, il pagamento degli onorari all'avvocato e la cauzione per mancata comparizione. Di norma, spetta alla persona che ha intrapreso l'azione giudiziaria sostenere tali costi, tranne nel caso in cui la controparte rimanga soccombente.

2. Che cosa è il patrocinio a spese dello Stato?

Il patrocinio a spese dello Stato esonera il beneficiario dal pagamento di tutte le spese processuali, compresa l'imposta di bollo, i diritti relativi al titolo esecutivo, o le sovrattasse su tali imposte, gli onorari dei legali e degli ufficiali giudiziari, le indennità versate ai testimoni ed ai periti e gli onorari d'avvocato o di altri rappresentanti.

3. Posso essere ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato?

Il beneficio del patrocinio a spese dello Stato può essere concesso alle seguenti persone:

a. qualsiasi persona (cittadino) indigente, in grado di dimostrare che il pagamento delle spese processuali la priverebbe o priverebbe la sua famiglia dei mezzi di sussistenza;

b. le persone giuridiche d'interesse pubblico o senza scopo di lucro e i gruppi di persone aventi capacità di stare in giudizio, qualora sia dimostrato che il pagamento delle spese processuali pregiudicherebbe in tutto o in parte il conseguimento dei loro obiettivi;

c. le società di persone o le associazioni, qualora non siano in grado di sostenere i costi di un procedimento ed i loro membri non possano pagare le spese giudiziarie senza rischiare di privare se stessi o le loro famiglie dei mezzi di sussistenza;

Inizio paginaInizio pagina

d. i cittadini stranieri a condizione che esistano accordi di reciprocità e gli apolidi alle stesse condizioni previste per i cittadini greci.

4. Il patrocinio a spese dello Stato si può ottenere per qualsiasi tipo di controversia?

Il gratuito patrocinio è concesso per qualsiasi tipo di giurisdizione (civile, penale ed amministrativa).

Può essere chiesto in materia contenziosa o di volontaria giurisdizione.

5. Esiste una procedura specifica per le emergenze?

Esiste una procedura di concessione di patrocinio a spese dello Stato nei casi di emergenza.

6. Dove posso ottenere un formulario per fare domanda di patrocinio a spese dello Stato?

Non esiste uno specifico formulario di domanda di patrocinio a spese dello Stato per gli indigenti. Il patrocinio a spese dello Stato è concesso da: a) il tribunale di zona, b) il tribunale regionale o Giudice unico o c) il presidente del tribunale regionale dinanzi al quale l'azione è stata introdotta o è pendente; in questioni non attinenti ad un procedimento giudiziario, da parte del giudice di pace del luogo di residenza del richiedente.

7. Quali documenti debbo allegare alla mia domanda di patrocinio a spese dello Stato?

Possono essere ammessi al beneficio del patrocinio a spese dello Stato anche coloro che, dopo aver pagato le spese processuali, non sono più in grado di assicurare i mezzi di sostentamento necessari a sé o alla loro famiglia. Per comprovare le circostanze in cui versa, il richiedente deve presentare:

Inizio paginaInizio pagina

a. un attestato del sindaco o presidente del municipio sulla sua situazione finanziaria, familiare e professionale, che certifica che non è in grado di assumere le spese in questione senza rischio per sé o per la sua famiglia; nel caso di una persona giuridica senza scopo di lucro, deve dimostrare che il pagamento delle spese pregiudicherebbe in tutto o in parte il conseguimento dei suoi obiettivi; una società di persone deve dimostrare che la società non può sostenere le spese processuali e che i suoi membri sono possono farlo senza rischiare di privare se stessi o le loro famiglie dei mezzi di sussistenza;

b. un attestato rilasciato dall'ufficio delle imposte che certifica che nel corso dei tre anni precedenti il richiedente ha presentato la dichiarazione dei redditi e di ogni altra imposta diretta, che è stata oggetto di un controllo;

c. nel caso di un cittadino straniero, un documento rilasciato dal Ministero della giustizia che attesta l'esistenza di accordi di reciprocità.

8. Dove debbo presentare la mia domanda di patrocinio a spese dello Stato?

La domanda è depositata presso uno dei tribunali di cui sopra in funzione dell'appartenenza ad una delle categorie menzionate.

9. In che modo verrò informato della decisione se sono stato o no ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato?

Da qualsiasi servizio giuridico (tribunali, ordine degli avvocati, mediatore).

10. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio gratuito, che cosa devo fare?

Avviare l'azione giudiziaria come sopra descritto.

Inizio paginaInizio pagina

11. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio gratuito, chi sceglierà il mio avvocato?

L'avvocato è designato dal tribunale che ha concesso il patrocinio, su richiesta del beneficiario; nella pratica, il beneficiario può influire su questa scelta.

12. Il patrocinio a spese dello Stato coprirà tutti i costi del mio processo?

Si rimanda alla domanda n. 2.

13. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato parziale, chi pagherà gli altri costi?

Il pagamento delle altre spese spetta al richiedente.

14. Se sono ammesso al beneficio, la esenzione si estenderà anche all’eventuale grado di appello?

L’ammissione è valida per ogni grado e per ogni fase del processo fino all'esecuzione forzata della decisione.

15. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, il beneficio può essere revocato prima della chiusura del processo (o anche dopo il processo) ?

Il beneficio del patrocinio a spese dello Stato può essere revocato o limitato dal giudice, su richiesta del procuratore o d'ufficio, se i requisiti di concessione dell'assistenza non sono più soddisfatti o se le circostanze che hanno determinato la concessione del patrocinio sono cambiate.

Inoltre, se la parte che beneficia del patrocinio a spese dello Stato rimane soccombente, dovrà pagare anche in tutto o in parte le spese sostenute dalla parte vittoriosa, non appena verrà constatato un miglioramento della sua situazione personale.

16. Se non sono ammesso al beneficio del patrocinio gratuito, posso far ricorso contro la decisione?

Non esiste possibilità di ricorso contro una decisione negativa, ma esiste un diritto di revoca.

Ulteriori informazioni

Se il beneficio è ottenuto sulla base di dichiarazioni non veritiere e di dati inesatti, il giudice che decide la revoca dell'assistenza condanna il richiedente ad una pena pecuniaria; quest'ultimo rimane obbligato a pagare le spese processuali e può anche essere sottoposto ad un'azione penale.



« Patrocinio a spese dello Stato - Informazioni generali | Grecia - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 23-03-2005

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito