Commissione Europea > RGE > Patrocinio a spese dello Stato > Finlandia

Ultimo aggiornamento: 11-07-2005
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Patrocinio a spese dello Stato - Finlandia

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. L'aggiornamento è in corso e sarà disponibile sul portale europeo della giustizia elettronica.


 

INDICE

1. Quali sono i costi di un procedimento giudiziario e chi è tenuto a pagarli? 1.
2. Che cosa è il patrocinio a spese dello Stato ? 2.
3. Chi può essere ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato ? 3.
4. Il patrocinio a spese dello Stato si può ottenere per qualsiasi tipo di controversia? 4.
5. Esiste una procedura specifica per le emergenze? 5.
6. Dove posso ottenere un formulario per fare domanda di patrocinio a spese dello Stato? 6.
7. Quali documenti debbo allegare alla mia domanda di patrocinio a spese dello Stato? 7.
8. Dove debbo presentare la mia domanda di patrocinio a spese dello Stato? 8.
9. In che modo verrò informato della decisione se sono stato o no ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato ? 9.
10. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio gratuito, che cosa devo fare? 10.
11. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio gratuito, chi sceglierà il mio avvocato? 11.
12. Il patrocinio a spese dello Stato coprirà tutti i costi del mio processo? 12.
13. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato parziale, chi pagherà gli altri costi? 13.
14. Se sono ammesso al beneficio, la esenzione si estenderà anche all’eventuale grado di appello? 14.
15. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, il beneficio può essere revocato prima della chiusura del processo (o anche dopo il processo) ? 15.
16. Se non sono ammesso al beneficio del patrocinio gratuito, posso far ricorso contro la decisione? 16.

 

1. Quali sono i costi di un procedimento giudiziario e chi è tenuto a pagarli?

I costi di un procedimento giudiziario possono variare dai 1000 ai 20. 000 euro circa, in funzione della lunghezza e della natura del procedimento. Le retribuzioni degli ausiliari del giudice ne costituiscono la maggior parte. Il tribunale condanna la parte soccombente a pagare le spese sostenute dalla controparte. La tariffa oraria di base del patrocinio a spese dello Stato è fissata a 84 euro.

La persona celibe con un reddito mensile inferiore a 650 euro al massimo e la coppia in cui i coniugi dispongono, ciascuno, di un reddito inferiore a 550 euro mensili possono essere ammessi al beneficio del patrocinio a spese dello Stato totale.

La persona celibe con un reddito mensile compreso tra 650 e 1400 euro, e la coppia in cui i coniugi dispongono, ciascuno, di un reddito mensile compreso tra 550 e 1200 euro possono beneficiare di un'esenzione parziale dalle spese processuali tramite il patrocinio a spese dello Stato.

Non sono ammessi al beneficio del patrocinio coloro che dispongono di un reddito superiore a 1400 euro o 1200 euro, rispettivamente se si tratta di celibe o di persona coniugata.

Almeno il 25% dei costi derivanti da un procedimento giudiziario sono sostenuti dallo Stato. La percentuale maggiore (75%) dei costi complessivi del procedimento è sostenuta dal celibe con un reddito compreso tra 1. 301 e 1. 400 euro o dalla coppia in cui ciascuno dei coniugi dispone di reddito compreso tra 1. 101 e 1. 200 euro.

L'importo a carico del beneficiario del patrocinio a spese dello Stato può inoltre variare in funzione della sua situazione economica e patrimoniale. Se possiede depositi bancari o beni facilmente alienabili, per un valore superiore a 5. 000 euro, il beneficiario del patrocinio a spese dello Stato provvede al pagamento dei costi del procedimento con almeno il 50% dei suoi beni di valore superiore a 5. 000 euro.

Inizio paginaInizio pagina

2. Che cosa è il patrocinio a spese dello Stato ?

È l’assistenza fornita, a spese dello Stato, a coloro che, per motivi economici, non sono in grado di sostenere le spese necessarie per esercitare i loro diritti in giudizio.

3. Chi può essere ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato ?

Può essere ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato colui che è parte in una controversia sottoposta al giudizio di un tribunale finlandese o che risiede in Finlandia. Vi è anche ammesso il cittadino di uno Stato membro dell'Unione europea o dello Spazio economico europeo che lavora o è in cerca di occupazione in Finlandia.

Le società e le associazioni non possono beneficiare del patrocinio a spese dello Stato. Un professionista può ottenere assistenza giudiziaria nell'ambito di una procedura giurisdizionale o di altra natura soltanto se sussistono particolari motivi che la giustificano.

4. Il patrocinio a spese dello Stato si può ottenere per qualsiasi tipo di controversia?

Il patrocinio a spese dello Stato può essere accordato tanto per controversie di tipo contenzioso che per procedure di volontaria giurisdizione, quali la separazione dei beni tra coniugi, le divisioni ereditarie, gli inventari ai fini di successione, ecc..

Il patrocinio non è tuttavia accordato quando il richiedente può avvalersi di una copertura assicurativa finalizzata al pagamento di spese legali.

Non si è ammessi al beneficio nemmeno se la controversia riveste importanza soltanto secondaria per colui che ne fa richiesta, o se la concessione dell'assistenza appare manifestamente inutile rispetto al beneficio che ne trarrebbe l'interessato, o ancora se il procedimento costituisce un abuso di diritto o se si fonda su un diritto ceduto.

Inizio paginaInizio pagina

Nei procedimenti giudiziari semplici, il patrocinio a spese dello Stato non si estende alla difesa in giudizio, ma è possibile in tal caso ottenere una consulenza legale presso l'Ufficio di patrocinio a spese dello Stato (oikeusaputoimisto ).

5. Esiste una procedura specifica per le emergenze?

No. In caso d'urgenza, è necessario informarne l'Ufficio di patrocinio a spese dello Stato.

6. Dove posso ottenere un formulario per fare domanda di patrocinio a spese dello Stato?

È possibile ottenere un formulario di domanda presso tutti gli Uffici di patrocinio a spese dello Stato ed il Ministero della Giustizia.

7. Quali documenti debbo allegare alla mia domanda di patrocinio a spese dello Stato?

Il richiedente deve presentare all'Ufficio di patrocinio a spese dello Stato i documenti che comprovano il reddito mensile percepito personalmente e dal coniuge o convivente more uxorio.

Sono considerati ai fini del computo delle spese: le imposte e, fra le spese d'alloggio, l'affitto o le spese condominiali o ancora le spese incombenti al proprietario occupante, gli interessi di un prestito contratto per l'acquisto della residenza principale, gli assegni alimentari, le spese di affidamento, le rate versate per estinguere debiti, i pagamenti per recuperare crediti.

Le spese fino a 250 euro sono sostenute dal beneficiario del patrocinio, vale a dire che l'importo considerato ai fini dell'esonero dal pagamento è quello superiore alla soglia dei 250 euro.

Inoltre deve essere comprovata anche la situazione finanziaria e patrimoniale del beneficiario, presentando, ad esempio, gli estratti conto di depositi e del saldo bancario, la dichiarazione dei redditi, ecc..

Inizio paginaInizio pagina

8. Dove debbo presentare la mia domanda di patrocinio a spese dello Stato?

È possibile presentare la domanda di patrocinio a spese dello Stato e gli attestati relativi al reddito a qualsiasi Ufficio di patrocinio a spese dello Stato, ma è opportuno scegliere l'ufficio più vicino alla sede in cui verrà giudicata la causa. Gli indirizzi degli Uffici di patrocinio a spese dello Stato figurano nel seguente indirizzo Internet: Oikeusapu - Yhteystiedot fi.

9. In che modo verrò informato della decisione se sono stato o no ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato ?

L'Ufficio di patrocinio a spese dello Stato decide in merito all'istanza e ne comunica l'esito a mezzo posta all'indirizzo indicato dal richiedente.

10. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio gratuito, che cosa devo fare?

Quando il patrocinio a spese dello Stato è concesso conformemente alla domanda, il mandato del procedimento è affidato all'Ufficio di assistenza giudiziaria. Il richiedente deve comunicare a quest'ultimo le informazioni necessarie perché possa essere contattato.

11. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio gratuito, chi sceglierà il mio avvocato?

Nell'ambito di un procedimento, il patrocinio a spese dello Stato può essere fornito da un avvocato o consulente legale indipendente o da un avvocato designato d'ufficio. L'interessato stesso può cercare un legale prima di prendere contatto con l'Ufficio di patrocinio a spese dello Stato. Anche l'Ufficio stesso può aiutarlo a trovare un legale indipendente. All'atto della presentazione dell'istanza, è possibile esprimere il proprio desiderio con riferimento alla scelta dell'avvocato.

Inizio paginaInizio pagina

Se il richiedente è già assistito da un avvocato, questi continua a rappresentare il cliente nella controversia.

In caso contrario, l'Ufficio di patrocinio a spese dello Stato designa un avvocato incaricato di assistere il richiedente.

12. Il patrocinio a spese dello Stato coprirà tutti i costi del mio processo?

Il patrocinio a spese dello Stato copre tutte le spese necessarie del procedimento, quali le retribuzioni ed i costi relativi agli ausiliari del giudice, i costi di interpretazione e di traduzione, le indennità versate ai testimoni, i costi della prima domanda di esecuzione forzata.

Il patrocinio a spese dello Stato non copre i menzionati costi, qualora il beneficiario del gratuito patrocinio risulti soccombente al termine del procedimento.

13. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato parziale, chi pagherà gli altri costi?

La percentuale delle spese processuali che rimane a carico del beneficiario del patrocinio a spese dello Stato è stabilita nella decisione di assistenza giudiziaria e versata direttamente dal beneficiario all'avvocato indipendente.

Se l'avvocato è stato designato d'ufficio, il beneficiario del patrocinio a spese dello Stato versa l'importo delle spese a suo carico all'Ufficio di patrocinio a spese dello Stato.

14. Se sono ammesso al beneficio, la esenzione si estenderà anche all’eventuale grado di appello?

Il patrocinio a spese dello Stato copre tutte le spese necessarie ai fini del procedimento, compreso l’appello e la prima domanda di esecuzione forzata.

15. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, il beneficio può essere revocato prima della chiusura del processo (o anche dopo il processo) ?

Qualora sia accertato che i requisiti per l'accesso al patrocinio gratuito non sussistevano al momento dell'ammissione a tale beneficio o se sono intervenuti dei cambiamenti negli stessi o non sono più soddisfatti, l'Ufficio di patrocinio a spese dello Stato può modificare la decisione di ammissione all'assistenza o decidere di sospenderla. Anche il giudice investito dell'esame del caso può procedere in tal senso.

Nel contempo, viene stabilito se il beneficiario del patrocinio a spese dello Stato debba rimborsare i benefici percepiti e viene determinato l'importo da rimborsare.

16. Se non sono ammesso al beneficio del patrocinio gratuito, posso far ricorso contro la decisione?

Se l'istanza di patrocinio a spese dello Stato è respinta, è possibile intentare ricorso (fare appello) presso il tribunale. La comunicazione della decisione di rigetto dell'istanza contiene indicazioni sui mezzi di ricorso. Il ricorrente trasmette il ricorso all'Ufficio di patrocinio a spese dello Stato.

Ulteriori informazioni

Gli avvocati designati d'ufficio forniscono assistenza in tutte le procedure giuridiche (comprese quelle non giudiziarie).

Nell'ambito di un procedimento, l'assistenza in giudizio è anche fornita da avvocati indipendenti.

Oltre ai documenti attestanti la sua situazione finanziaria, il richiedente deve anche presentare una relazione sulla controversia di cui chiede il giudizio.

Il patrocinio a spese dello Stato non può superare un massimo di 100 ore; tuttavia, per ragioni particolari, il tribunale può decidere la concessione di gratuito patrocinio anche al di là di questo limite massimo.

Il patrocinio a spese dello Stato non è comunque concesso, in genere, se il richiedente può avvalersi di una assicurazione che copre le spese processuali.

Il richiedente che avrebbe diritto, in considerazione della sua situazione economica, alla piena assistenza in giudizio può ottenere il patrocinio a spese dello Stato per la parte dell'assicurazione che rimane a suo carico.

Eccezionalmente, il patrocinio a spese dello Stato può essere accordato per spese processuali superiori al massimale fissato dall'assicurazione di tutela legale.

Nelle cause penali, il patrocinio a spese dello Stato assume principalmente la forma della difesa d'ufficio. Il diritto alla difesa non dipende dalla situazione finanziaria del beneficiario ed è infatti possibile ottenere un difensore alle stesse condizioni valide per ottenere l'assistenza di un consulente legale. È il tribunale che nomina il difensore.

Maggiori informazioni sulla domanda di patrocinio a spese dello Stato sono disponibili al seguente indirizzo: Oikeusapu fi.



« Patrocinio a spese dello Stato - Informazioni generali | Finlandia - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 11-07-2005

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito