Commissione Europea > RGE > Patrocinio a spese dello Stato > Diritto Comunitario

Ultimo aggiornamento: 12-07-2007
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Patrocinio a spese dello Stato - Diritto Comunitario

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. L'aggiornamento è in corso e sarà disponibile sul portale europeo della giustizia elettronica.


Un diritto fondamentale in tutta l’Unione.

La Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea prevede, all'articolo 47, paragrafo 3, che a coloro che non dispongono di mezzi sufficienti è concesso il patrocinio a spese dello Stato qualora ciò sia necessario per assicurare un accesso effettivo alla giustizia.

Una direttiva sul patrocinio a spese dello Stato nell'ambito delle controversie transfrontaliere è stata adottata nel gennaio 2003.

Il 27 gennaio 2003, il Consiglio ha adottato una direttiva intesa a migliorare l'accesso alla giustizia nelle controversie transfrontaliere, attraverso la definizione di norme minime comuni relative al patrocinio a spese dello Stato.

Le disposizioni di questa direttiva si applicano alle controversie civili dette “transfrontaliere”, in altri termini quando la parte che chiede il patrocinio a spese dello Stato non risiede nello Stato membro ove avrà luogo il processo oppure ove la decisione giudiziaria sarà eseguita.

In quest'ambito, la direttiva stabilisce il principio secondo il quale le persone che non posseggono risorse sufficienti per far valere i propri diritti in giudizio possono beneficiare di un adeguato patrocinio a spese dello Stato.

La direttiva definisce le prestazioni necessarie affinché il patrocinio a spese dello Stato sia considerato adeguato :

  • l'accesso ad una consulenza legale nella fase precontenziosa
  • l'assistenza di un avvocato per assicurare consulenza e rappresentanza in sede di giudizio
  • l'esonero o l'accollo delle spese di giustizia, comprese quelle inerenti al carattere transfrontaliero della controversia.

La direttiva determina altresì le condizioni relative alle risorse finanziarie del richiedente o alla fondatezza della controversia, che gli Stati membri possono esigere al fine di concedere il patrocinio a spese dello Stato.

Peraltro, il testo prevede che il patrocinio a spese dello Stato debba essere accordato, a certe condizioni, alle persone che ricorrono ai modi alternativi di risoluzione delle controversie.

Inizio paginaInizio pagina

Infine, la direttiva del Consiglio stabilisce alcuni meccanismi di cooperazione giudiziaria fra le autorità degli Stati membri, intesi ad agevolare la trasmissione e il trattamento delle domande di patrocinio a spese dello Stato. In particolare, la direttiva prevede la possibilità che una persona presenti la domanda di patrocinio a spese dello Stato nel suo paese di residenza, con obbligo per quest'ultimo di trasmetterla gratuitamente e rapidamente alle autorità del paese che concederà il patrocinio.

Il recepimento della direttiva era fissato al 30 novembre 2004, data limite indicata anche per la comunicazione da parte degli Stati membri di alcune informazioni utili per l'applicazione della direttiva (autorità competenti, modalità di ricevimento delle domande e lingue accettate per la loro compilazione). Con decisioni adottate nel 2003 e nel 2004 la Commissione ha introdotto due formulari standard per le domande di patrocinio a spese dello Stato e la loro trasmissione tra Stati membri. Per ulteriori informazioni, consultare la sezione "Patrocinio a spese dello Stato" dell'Atlante giudiziario europeo in materia civile.

Documenti di riferimento

  • Direttiva 2003/8/CE del Consiglio del 27 gennaio 2003 intesa a migliorare l'accesso alla giustizia nelle controversie transfrontaliere attraverso la definizione di norme minime comuni relative al patrocinio a spese dello Stato in tali controversie
  • Libro verde della Commissione - Assistenza giudiziaria in materia civile: problemi che si presentano al contendente transfrontaliero
  • Trattato di Amsterdam (articoli da 61 a 67)
  • Conclusioni del Consiglio europeo di Tampere (punto 30).
  • Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea (articolo 47)
  • Decisione della Commissione del 30 aprile 2003 che adotta un formulario per le domande di patrocinio a spese dello Stato C(2003) 1829, (da pubblicare nella Gazzetta ufficiale)
  • 2004/844/CE: Decisione della Commissione, del 9 novembre 2004, che adotta un formulario per le domande di patrocinio a spese dello Stato, in applicazione della direttiva 2002/8/CE del Consiglio intesa a migliorare l'accesso alla giustizia nelle controversie transfrontaliere attraverso la definizione di norme minime comuni relative al patrocinio a spese dello Stato in tali controversie

« Patrocinio a spese dello Stato - Informazioni generali | Diritto Comunitario - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 12-07-2007

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito