Commissione Europea > RGE > Patrocinio a spese dello Stato > Austria

Ultimo aggiornamento: 23-10-2007
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Patrocinio a spese dello Stato - Austria

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. L'aggiornamento è in corso e sarà disponibile sul portale europeo della giustizia elettronica.


 

INDICE

1. Quali sono i costi di un procedimento giudiziario e chi è tenuto a pagarli? 1.
2. Che cosa è il patrocinio a spese dello Stato? 2.
3. Posso essere ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato? 3.
4. Il patrocinio a spese dello Stato si può ottenere per qualsiasi tipo di controversia? 4.
5. Esiste una procedura specifica per le emergenze? 5.
6. Dove posso ottenere un formulario per fare domanda di patrocinio a spese dello Stato? 6.
7. Quali documenti debbo allegare alla mia domanda di patrocinio a spese dello Stato? 7.
8. Dove debbo presentare la mia domanda di patrocinio a spese dello Stato? 8.
9. In che modo verrò informato della decisione se sono stato o no ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato? 9.
10. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, che cosa devo fare? 10.
11. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, chi sceglierà il mio avvocato? 11.
12. Il patrocinio a spese dello Stato coprirà tutti i costi del mio processo? 12.
13. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato parziale, chi pagherà gli altri costi? 13.
14. Se sono ammesso al beneficio, l'esenzione si estenderà anche all’eventuale grado di appello? 14.
15. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, il beneficio può essere revocato prima della chiusura del processo (o anche dopo il processo)? 15.
16. Se non sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, posso far ricorso contro la decisione? 16.

 

1. Quali sono i costi di un procedimento giudiziario e chi è tenuto a pagarli?

I costi che un procedimento giudiziario comporta sono le spese processuali e - soltanto se necessario - le indennità dei periti, i costi del servizio d'interpretariato, le indennità ai testimoni e rappresentanti legali designati dal tribunale (per rappresentare le parti assenti o le parti soggette a tutela), i costi di pubblicazione e l’onorario dell’avvocato. Ciascuna parte sostiene le proprie spese, ma chi vince la causa viene rimborsato dalla parte soccombente.

2. Che cosa è il patrocinio a spese dello Stato?

Chiunque può chiedere gratuitamente una consulenza giuridica (al tribunale distrettuale o al locale Ordine degli avvocati) su punti di diritto e al fine di stabilire le possibilità di successo di un'azione in giudizio.

Chi versa in condizioni economiche molto modeste può presentare domanda di patrocinio a spese dello Stato (Beratungs-/Prozesskostenhilfe) contestualmente all'avvio dell'azione giudiziaria o in un momento successivo, prima della conclusione del procedimento civile. Su richiesta, il tribunale può accordare patrocinio a spese dello Stato esentando (in tutto o in parte) la parte non abbiente dal pagamento delle spese di giustizia e delle altre spese di cui al punto 1 e fornendo gratuitamente la rappresentanza in giudizio.

In caso di rappresentanza in giudizio di un avvocato il patrocinio a spese dello Stato comprende anche la consulenza preprocessuale dell'avvocato.

3. Posso essere ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato?

Il patrocinio a spese dello Stato è accordato soltanto qualora l'istante - in considerazione del suo reddito, del suo patrimonio e delle obbligazioni alimentari a suo carico - non sia in grado di pagare (interamente o in parte) le spese processuali di cui al punto 1 senza compromettere i mezzi di sussistenza minimi necessari per garantirgli un modesto tenore di vita.

Inizio paginaInizio pagina

La domanda di patrocinio a spese dello Stato è respinta se la pretesa o i mezzi di difesa del richiedente appaiano manifestamente infondati o egli abbia agito in mala fede.

4. Il patrocinio a spese dello Stato si può ottenere per qualsiasi tipo di controversia?

Il patrocinio a spese dello Stato è accordato per qualsiasi tipo di procedimenti giudiziari civili e commerciali, indipendentemente dalla cittadinanza o dal luogo di residenza della parte interessata.

Il patrocinio a spese dello Stato non è accordato per le azioni civili intraprese nell'ambito di procedimenti penali dinanzi alle giurisdizioni penali (poiché non sono richiesti contributi alle spese processuali né la rappresentanza legale e perché non è ammessa l'assunzione delle prove con riferimento alle azioni civili); tuttavia, gli stessi diritti possono essere tutelati tramite azioni intraprese parallelamente - con patrocinio a spese dello Stato - dinanzi ad una giurisdizione civile.

Se nel procedimento principale è stato concesso il patrocino a spese dello Stato esso si estende anche al processo esecutivo. La parte processuale ammessa al patrocinio a spese dello Stato in un altro Stato membro dell'Unione europea ha diritto ad esservi ammesso anche in Austria relativamente al procedimento relativo al riconoscimento e all'esecuzione della sentenza relativa.

5. Esiste una procedura specifica per le emergenze?

No, ma se l'urgenza è implicita nella domanda di gratuito patrocinio (per quanto riguarda la rappresentanza in giudizio in caso di misura cautelare, ad esempio), il tribunale deve prendere una decisione rapidamente. Giacché è il tribunale (lo stesso tribunale che è competente per decidere nel caso) che accorda il patrocinio a spese dello Stato che verrà fornito da un avvocato, il locale Ordine degli avvocati designa di solito entro alcuni giorni un avvocato per rappresentare il richiedente.

Inizio paginaInizio pagina

6. Dove posso ottenere un formulario per fare domanda di patrocinio a spese dello Stato?

Il formulario necessario (chiamato "ZPForm 1") può essere ottenuto direttamente o per posta presso qualsiasi tribunale di primo grado austriaco (Bezirksgericht, Landesgericht o Arbeits - und Sozialgericht), ed anche tramite Internet Deutsch PDF File (PDF File 67 KB), e presso alcuni Consolati austriaci. L'utilizzo del formulario è obbligatorio. La presentazione del formulario deve avvenire entro le quattro settimane dalla firma, altrimenti il formulario non è più valido.

7. Quali documenti debbo allegare alla mia domanda di patrocinio a spese dello Stato?

Il formulario di domanda comprende un inventario patrimoniale (redditi, patrimonio, depositi bancari, polizze di assicurazioni, ecc..) e degli impegni (crediti alimentari, ecc.), nonché i dati personali ed indicazioni sul tenore di vita. Per quanto possibile, la domanda è corredata di documenti giustificativi. La presentazione di dichiarazioni non veritiere o volontariamente incomplete è punita da ammende elevate e chi se ne rende responsabile può anche essere chiamato a risponderne civilmente a titolo di responsabilità civile per i danni causati e anche penalmente per frode.

8. Dove debbo presentare la mia domanda di patrocinio a spese dello Stato?

La domanda di patrocinio a spese dello Stato (ZPForm 1) può essere presentata (per posta o personalmente) al tribunale di primo grado competente per conoscere la causa o accordare o rifiutare il patrocinio a spese dello Stato. Può anche essere depositata personalmente presso il tribunale distrettuale di residenza della parte in Austria, anche se questo tribunale non ha competenza per giudicare la causa. La domanda è in seguito trasmessa al tribunale competente.

Inizio paginaInizio pagina

9. In che modo verrò informato della decisione se sono stato o no ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato?

In Austria, la decisione del tribunale è notificata a mezzo lettera con ricevuta di ritorno (Rückscheinbrief) all'interessato, ad una delle persone che convivono con il richiedente o ad un suo dipendente (al suo domicilio o sul suo luogo di lavoro). Se nessuno è presente o vuole accettare e firmare la ricevuta di ritorno, viene lasciato nella cassetta delle lettere un avviso per il ritiro della comunicazione giudiziaria presso l'ufficio postale. Il termine di 14 giorni per l'impugnazione avverso una decisione di rifiuto della domanda inizia a decorrere dal primo giorno successivo all'avvenuta notificazione (consegna diretta alla persona o deposito all'ufficio postale). Negli altri Stati membri, la comunicazione e notifica è regolata dalle disposizioni nazionali dello Stato interessato.

10. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, che cosa devo fare?

Se il giudice decide che il patrocinio a spese dello Stato include l'assistenza di un avvocato e quest'ultimo è già stato designato (si veda il punto 11), la cosa migliore è rivolgersi a lui.

Prima di decidere se intentare un'azione giudiziaria, una consulenza giuridica gratuita può essere ottenuta anche di persona o per telefono presso il tribunale distrettuale competente (le informazioni sulla competenza sono disponibili su Internet all'indirizzo: “Gerichtsdatenbankâ€� Deutsch - English - français, indicando il distretto (Bereich), la città o il villaggio dell'Austria in cui risiede l'interessato o che presenta i collegamenti più stretti con la causa) o il locale Ordine degli avvocati Deutsch (Rechtsanwaltkammer) o il Ministero federale della giustizia Deutsch - English - français (Bundesministerium für Justiz).

Inizio paginaInizio pagina

11. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, chi sceglierà il mio avvocato?

Se il tribunale decide di concedere il patrocinio a spese dello Stato comprendente la rappresentanza di un avvocato, l'Ordine degli avvocati locale sceglie un avvocato a turno fra i suoi membri. Il richiedente può tuttavia designare un determinato avvocato. Tale scelta non vincola l'Ordine degli avvocati locale, che generalmente accoglie però una proposta motivata (ad esempio se l'avvocato è d'accordo ed è già al corrente della causa).

12. Il patrocinio a spese dello Stato coprirà tutti i costi del mio processo?

Il tribunale ha il potere discrezionale di accordare patrocinio statale pieno o - in funzione della situazione finanziaria del richiedente ed in considerazione delle spese previste per il futuro - soltanto parziale. Il beneficio può comprendere:

  1. un'esenzione provvisoria dal pagamento delle spese di giustizia, le indennità ai testimoni e ai periti ed i costi delle comunicazioni; le spese relative ai tutori e le spese in contanti dei tutori o avvocati in caso di rappresentanza tramite patrocinio a spese dello Stato;
  2. la rappresentanza da parte di un ausiliario di giustizia o - se necessario - di un avvocato.

In caso di soccombenza, Lei dovrà rimborsare alla controparte vincitrice le spese di causa.

13. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato parziale, chi pagherà gli altri costi?

Se è necessario sostenere altre spese - che il tribunale ha escluso dall'ambito del patrocinio a spese dello Stato concesso - esse dovranno essere pagate, per lo meno temporaneamente. Nella misura in cui il richiedente ottiene il riconoscimento del proprio diritto nel processo civile, la controparte o le controparti soccombenti dovranno rimborsare tali spese (ad esempio: se il richiedente ottiene il riconoscimento di due terzi di quanto richiesto - nel qual caso la controparte se ne vede riconoscere l'altro terzo - la controparte è generalmente tenuta a sostenere le proprie spese ed a rimborsare un terzo delle spese necessarie del richiedente).

Inizio paginaInizio pagina

14. Se sono ammesso al beneficio, l'esenzione si estenderà anche all’eventuale grado di appello?

Il patrocinio a spese dello Stato concesso dai tribunali è valido per ogni fase del procedimento. Fintantoché il beneficio del gratuito patrocinio non viene revocato a causa di una modifica della situazione materiale o viene annullato dal tribunale, perché se le reali circostanze fossero state conosciute il beneficio non sarebbe mai stato concesso, (questa decisione del tribunale di primo grado può essere impugnata) il beneficio si estende a qualsiasi eventuale tipo di appello (o procedura di riesame).

15. Se sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, il beneficio può essere revocato prima della chiusura del processo (o anche dopo il processo)?

Il tribunale revoca il beneficio del patrocinio a spese dello Stato se le condizioni esistenti al momento della concessione del patrocinio non sono più soddisfatte (ad esempio se la parte interessata recupera capitali o beni o se la pretesa appare manifestamente infondata o dolosa) o si accerta che i presupposti necessari per l'ammissione erano insussistenti persino al momento della concessione del beneficio. In quest'ultimo caso, l'interessato è tenuto a rimborsare i benefici ricevuti.

Entro tre anni dalla conclusione del procedimento, la parte che recupera risorse economiche sufficienti rimborsa il patrocinio ricevuto, sempre che ciò non comprometta i mezzi minimi necessari alla sua sussistenza. Ai fini dell'esame della situazione finanziaria della parte interessata, il tribunale chiede un estratto patrimoniale (di solito con l'invio del formulario ZPForm 1 qualche tempo dopo la conclusione del procedimento). Se il formulario non è compilato per tempo e corredato dei documenti giustificativi, il patrocinio a spese dello Stato può essere revocato ed i benefici goduti devono essere rimborsati.

16. Se non sono ammesso al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, posso far ricorso contro la decisione?

Sì, può essere inoltrato un ricorso presso il secondo grado di giurisdizione, la cui decisione è definitiva. Non è ammesso l'appello presso la Corte suprema.

« Patrocinio a spese dello Stato - Informazioni generali | Austria - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 23-10-2007

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito