Commissione Europea > RGE > Competenza dei giudici > Svezia

Ultimo aggiornamento: 31-08-2006
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Competenza dei giudici - Svezia

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. La versione nella lingua originale è stata aggiornata e trasferita sul portale europeo della giustizia elettronica.


 

INDICE

A. Ci si deve rivolgere a un tribunale ordinario o a un tribunale specializzato? A.
B. Se sono competenti i tribunali ordinari, come sapere quale è competente per una determinata lite? B.
I. Tra i tribunali ordinari, vi è distinzione tra giurisdizioni inferiori e superiori? I.
II. Il tribunale competente II.
1. Regola generale relativa alla competenza giurisdizionale 1.
2. Eccezioni alla regola generale 2.
a) Quando è possibile scegliere tra il tribunale della località dove abita il convenuto e un altro tribunale? a)
b) Quando si deve scegliere un tribunale diverso da quello della località dove abita il convenuto? b)
c) Le parti possono esse stesse attribuire giurisdizione a un tribunale che altrimenti non sarebbe competente? c)
C. Se sono competenti i tribunali specializzati, come si può sapere a quali di essi occorre rivolgersi? C.

 

A. Ci si deve rivolgere a un tribunale ordinario o a un tribunale specializzato?

Di norma, le controversie civili vengono esaminate da un tribunale ordinario. Occorre quindi rivolgersi al tribunale di circoscrizione (tingsrätt) competente per territorio.

Per determinate controversie civili vi sono due tribunali specializzati: il tribunale del lavoro (Arbetsdomstolen) e il tribunale mercantile (Marknadsdomstolen). Inoltre, alcuni tribunali di circoscrizione trattano tipi specifici di cause. La competenza di tali tribunali è descritta al capitolo C.

Di alcune altre controversie civili si occupano organi che non sono veri e propri tribunali. Con procedura semplificata, nell’ambito di un procedimento sommario, il pretore (kronofogdemyndigheten) può ingiungere a una parte di pagare un importo o di compiere altre azioni (vedere Organizzazione della giustizia – Svezia). Le decisioni di quest’autorità possono essere riesaminate da un tribunale di circoscrizione. Alcuni tipi di controversie in materia di locazioni e fitti vengono trattate da tribunali specializzati in tali settori.

B. Se sono competenti i tribunali ordinari, come sapere quale è competente per una determinata lite?

I. Tra i tribunali ordinari, vi è distinzione tra giurisdizioni inferiori e superiori?

La quasi totalità delle cause civili va intentata dinanzi ai tribunali di primo grado, ossia i tribunali di circoscrizione.

Inizio paginaInizio pagina

II. Il tribunale competente

1. Regola generale relativa alla competenza giurisdizionale

Come regola generale, ci si deve rivolgere al tribunale competente per il territorio nel quale risiede il convenuto. Le persone fisiche sono considerate residenti nella località in cui sono iscritte all’anagrafe, mentre per le persone giuridiche la residenza corrisponde alla sede sociale.

Ci si può rivolgere a un tribunale svedese anche se il convenuto non abita in Svezia. Se il convenuto non risulta residente in nessun luogo, si può intentare l’azione legale nel luogo in cui egli soggiorna o, in determinati casi, nel luogo della sua ultima residenza o soggiorno. In alcune controversie civili l’azione legale può essere intentata in Svezia anche se il convenuto risiede all’estero: l’elemento determinante ai fini di tale competenza è che il convenuto abbia una proprietà in Svezia o abbia concluso in Svezia un contratto.

Nei casi internazionali, è importante rammentare che le disposizioni svedesi in materia di giurisdizione possono applicarsi soltanto se sono competenti i tribunali svedesi. Nella massima parte dei casi, ciò avviene se le disposizioni nazionali conferiscono la competenza giurisdizionale ai tribunali svedesi. In tale contesto, è necessario tener conto anche degli accordi internazionali. Per la Svezia, i più importanti sono il regolamento Bruxelles I, la convenzione di Bruxelles e la convenzione di Lugano, che disciplinano congiuntamente la competenza giurisdizionale nel caso che il convenuto risieda in uno Stato al quale tali testi si applicano. Nel regolamento e nelle convenzioni è indicato, in particolare, che il fondamento della competenza giurisdizionale, in forza del quale un’azione legale intesa a ottenere l’adempimento di un’obbligazione pecuniaria può essere intentata nello Stato dove il convenuto è proprietario di un bene, non si applica nei confronti di una persona residente in uno Stato membro o in uno Stato che è parte dell’una o dell’altra convenzione.

Inizio paginaInizio pagina

2. Eccezioni alla regola generale
a) Quando è possibile scegliere tra il tribunale della località dove abita il convenuto e un altro tribunale?

In materia di competenza giurisdizionale, vi sono varie norme secondo le quali l’azione può essere intentata anche dinanzi a un tribunale diverso da quello competente per la località dove abita il convenuto. Norme relative alle giurisdizioni concorrenti figurano anche in vari accordi internazionali, quali il regolamento Bruxelles I, la convenzione di Bruxelles e la convenzione di Lugano.

Per quanto riguarda le giurisdizioni concorrenti, le principali norme svedesi sono le seguenti:

  • Chi ha subito un danno, può intentare l’azione legale dove è stato commesso il fatto che l’ha danneggiato oppure dove si è verificato il danno. In linea di principio, tale norma non si applica nei casi d’inadempimento contrattuale. Una domanda di risarcimento per danni causati da un reato penale può esser trattata nell’ambito del perseguimento di tale reato.
  • I consumatori hanno la possibilità di adire le vie legali contro un produttore dinanzi al tribunale della propria giurisdizione, se sono in questione importi non di grande entità.
  • Un’azione intesa a ottenere il pagamento di un’obbligazione pecuniaria derivante da un contratto può essere intentata, in determinati casi, nella località dove è stato concluso il contratto. Nella legislazione svedese non vi è invece nessuna disposizione che conferisca la giurisdizione, in casi di questo genere, al tribunale della località nella quale deve essere eseguito il contratto.
  • Un’azione contro un’impresa, per una controversia sorta nell’ambito delle attività dell’impresa stessa, in determinati casi può essere intentata nella località in cui si svolgono tali attività.
  • Un’azione relativa all’affidamento e all’alloggio dei figli e ai contatti tra genitori e figli va intentata, di norma, nella località in cui abitano i figli (vedere anche Responsabilità dei genitori – Svezia).
  • Un’azione relativa al mantenimento dei figli va intentata, di norma, dinanzi al tribunale della località dove risiede il convenuto, ma per le questioni relative alla paternità e al matrimonio o alla responsabilità dei genitori (affidamento e alloggio dei figli) ci si può rivolgere anche a un altro tribunale.
b) Quando si deve scegliere un tribunale diverso da quello della località dove abita il convenuto?

Il diritto svedese comprende varie norme relative alla competenza giurisdizionale esclusiva, in base alle quali un’azione legale deve essere intentata dinanzi a un determinato tribunale. Norme analoghe sono enunciate anche in vari accordi internazionali, quali il regolamento Bruxelles I, la convenzione di Bruxelles e la convenzione di Lugano. Se un’azione alla quale si applicano tali norme viene intentata dinanzi a un tribunale diverso da quello avente la competenza giurisdizionale esclusiva, non è consentito a questo tribunale di esaminare il caso.

Inizio paginaInizio pagina

Per quanto riguarda la competenza giurisdizionale esclusiva, le principali norme svedesi sono le seguenti:

  • Le controversie relative al diritto fondiario devono essere esaminate, nella maggior parte dei casi, dal tribunale della località in cui si trova la proprietà fondiaria.
  • Alcune controversie riguardanti proprietà fondiarie devono essere esaminate dal tribunale specializzato in diritto fondiario oppure dai consigli per le questioni di locazioni e fitti. Anche in questi casi è determinante la località in cui si trova la proprietà fondiaria.
  • Un’azione legale riguardante i diritti di successione deve essere esaminata dal tribunale della località nella quale abitava il deceduto.
  • Le controversie in materia matrimoniale o relative alla separazione dei beni devono essere esaminate dal tribunale della località nella quale abita una delle parti.
  • Quando una controversia deve essere esaminata dal tribunale del lavoro o dal tribunale mercantile, non è consentito rivolgersi al tribunale ordinario della località in cui abita il convenuto.
  • Per le controversie inerenti al diritto ambientale, al diritto marittimo e al diritto di proprietà intellettuale e per le questioni inerenti al diritto di famiglia aventi implicazioni internazionali, nella maggior parte dei casi si applicano disposizioni speciali, che conferiscono la competenza giurisdizionale a un unico tribunale.
  • La corte d’appello di Stoccolma (Svea hovrätt) ha la competenza esclusiva per conoscere determinate domande relative all’esecuzione di decisioni di tribunali esteri.
c) Le parti possono esse stesse attribuire giurisdizione a un tribunale che altrimenti non sarebbe competente?

Le parti possono concludere un accordo in base al quale una controversia può o deve essere esaminata da un determinato tribunale. Tale accordo, che è denominato proroga convenzionale della giurisdizione, va concluso per iscritto e può prevedere la competenza giurisdizionale esclusiva di un unico tribunale. È anche possibile accordarsi per conferire la competenza a un tribunale diverso da quello a cui spetterebbe normalmente la giurisdizione. Le parti possono pure conferire la competenza giurisdizionale a più di un tribunale.

Inizio paginaInizio pagina

Il tribunale scelto dalle parti quale foro competente è tenuto, in linea di principio, ad esaminare il caso che gli viene sottoposto, a meno che l’accordo concluso tra le parti non violi una delle norme di competenza giurisdizionale esclusiva. Se una delle parti impugna la validità della proroga convenzionale della giurisdizione, il tribunale deve esaminare anche questa opposizione, e può risultarne che il tribunale stesso non è competente.

Un tribunale che altrimenti non sarebbe competente può diventarlo se il convenuto non ha obiezioni riguardo al fatto che l’azione sia intentata presso il tribunale non idoneo: si tratta allora di una proroga convenzionale tacita. Tuttavia, ciò non è ammissibile se devono applicarsi norme di competenza giurisdizionale esclusiva, il che va esaminato dal tribunale stesso, di propria iniziativa. Tuttavia, il tribunale non esaminerà di propria iniziativa se la causa gli è stata sottoposta in violazione della regola generale, delle norme relative alla giurisdizione concorrente o di una proroga convenzionale della giurisdizione. Se una parte ha un’obiezione riguardo alla competenza del tribunale, deve esprimerla la prima volta che compare in giudizio. Tuttavia, se il convenuto non compare e il procedimento si svolge in contumacia, il tribunale deve esaminare la questione della propria competenza.

C. Se sono competenti i tribunali specializzati, come si può sapere a quali di essi occorre rivolgersi?

Vi sono due tribunali specializzati che trattano controversie civili: il tribunale del lavoro (Arbetsdomstolen), che si occupa di vertenze di lavoro, ossia controversie riguardanti le relazioni tra lavoratori e datori di lavoro, e il tribunale mercantile (Marknadsdomstolen), che si occupa del diritto della concorrenza e di questioni di commercializzazione.

Alcuni tribunali di circoscrizione trattano tipi specifici di cause civili. Dei tribunali svedesi di circoscrizione, 25 sono anche tribunali fondiari (fastighetsdomstolar), che esaminano le cause relative agli espropri e alle lottizzazioni. Per i casi ai quali si applica il codice ambientale sono competenti cinque tribunali di circoscrizione, che sono tribunali ambientali (miljödomstolar). Le questioni di diritto marittimo vengono trattate da sette tribunali di circoscrizione, che sono tribunali di diritto marittimo (sjörättsdomstolar). Disposizioni speciali riguardanti le controversie sui diritti di proprietà intellettuale, in particolare sui brevetti, conferiscono la competenza esclusiva in tal campo al tribunale di circoscrizione di Stoccolma. Disposizioni analoghe si applicano a varie questioni inerenti al diritto di famiglia che abbiano implicazioni internazionali.

« Competenza dei giudici - Informazioni generali | Svezia - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 31-08-2006

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito