Commissione Europea > RGE > Competenza dei giudici > Slovacchia

Ultimo aggiornamento: 04-09-2007
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Competenza dei giudici - Slovacchia

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. La versione nella lingua originale è stata aggiornata e trasferita sul portale europeo della giustizia elettronica.


 

INDICE

A. Devo rivolgermi ad un tribunale civile ordinario o ad un tribunale speciale? A.
B. Se la competenza spetta ai tribunali civili ordinari come individuare quello a cui rivolgersi? B.
I. Esiste una distinzione tra tribunali civili ordinari “inferiori” e “superiori” ed eventualmente a quale devo rivolgermi? I.
II. Competenza territoriale (Il tribunale competente per il mio caso è il tribunale della città A o il tribunale della città B?) II.
1. Regola generale della competenza territoriale 1.
2. Eccezioni alla regola generale 2.
C. Se la competenza spetta ai tribunali speciali, come individuare quello a cui rivolgersi? C.

 

A. Devo rivolgermi ad un tribunale civile ordinario o ad un tribunale speciale?

Per i procedimenti di primo grado i tribunali competenti sono fondamentalmente i tribunali distrettuali (articolo 9, paragrafo 1 del Codice di procedura civile).

In linea di principio, per “competenza per materia” si intende la ripartizione delle competenze di primo grado tra i diversi tribunali. L'essere competenti per materia è una delle condizioni procedurali di base applicabili a qualsiasi tribunale. I tribunali devono verificare in ogni fase e livello del procedimento se sono competenti in materia.

Qualora vi sia un problema insolubile dovuto alla mancanza di competenza in materia, il tribunale deve sospendere il procedimento. Se il caso non rientra nelle competenze del tribunale oppure deve essere preceduto da un altro procedimento, il tribunale sospende il procedimento e trasmette il caso all'organo competente. In tali casi, gli effetti giuridici dell'azione avviata restano impregiudicati.

Quando c'è un problema di competenza che può essere risolto, il tribunale prende le misure necessarie a tal fine. In genere, il tribunale può proseguire il procedimento, ma non può emettere una decisione che ponga fine al procedimento. Qualora il problema della mancanza di competenza non possa essere risolto, il tribunale sospende il procedimento.

B. Se la competenza spetta ai tribunali civili ordinari come individuare quello a cui rivolgersi?

Una mancata competenza per materia è un difetto procedurale che costituisce un motivo per il ricorso in appello.

Inizio paginaInizio pagina

I. Esiste una distinzione tra tribunali civili ordinari “inferiori” e “superiori” ed eventualmente a quale devo rivolgermi?

La legge n. 371/2004 relativa alle sedi dei tribunali e alla loro giurisdizione, entrata in vigore il 1° gennaio 2005, introduce delle modifiche sostanziali per quanto riguarda la competenza per materia dei tribunali civili e crea dei tribunali con competenze settoriali. La legge definisce tali tribunali in funzione delle materie che rientrano tra le loro competenze.

Di tali tribunali fanno parte i tribunali distrettuali come organi di primo grado con una sola eccezione: l'esame delle decisioni in materia di asilo ai sensi della legge sull'asilo n. 480/2002, in base a cui il tribunale di primo grado è il tribunale regionale competente.

La nuova legislazione che disciplina le giurisdizioni, le sedi e le attività dei tribunali ha stabilito le competenze dei tribunali responsabili dei registri commerciali, dei tribunali fallimentari e dei tribunali in materia di conciliazione, dei tribunali in materia di cambio valuta e assegni, dei tribunali in materia di tutela dei diritti relativi alla proprietà industriale o di protezione contro la concorrenza sleale e del tribunale che si occupa di operazioni di borsa.

Conformemente all'articolo 9, paragrafo 2 del codice di procedura civile, i tribunali regionali agiscono come tribunali di primo grado nei seguenti casi:

  1. nelle controversie relative alla regolarizzazione reciproca di un beneficio indebitamente concesso o di un importo superiore al dovuto tra un datore di lavoro e il beneficiario, conformemente alla legislazione vigente in materia di sicurezza sociale;
  2. nelle controversie tra l'organo competente in materia di assicurazione di malattia e il datore di lavoro in merito al risarcimento dei danni causati da errori amministrativi nelle procedure di assicurazione di malattia;
  3. nelle controversie relative a uno Stato straniero oppure a persone che godono di immunità e privilegi diplomatici nei casi in cui tali casi siano di competenza dei tribunali della Repubblica slovacca.

II. Competenza territoriale (Il tribunale competente per il mio caso è il tribunale della città A o il tribunale della città B?)

1. Regola generale della competenza territoriale

La competenza territoriale determina quale tribunale tra quelli dello stesso tipo sia competente in un determinato caso a procedere e a prendere decisioni.

Inizio paginaInizio pagina

L'articolo 84 del Codice di procedura civile stabilisce che il tribunale competente è quello ordinario della parte contro cui viene avviata l'azione, tranne che nei casi in cui sia previsto diversamente.

2. Eccezioni alla regola generale

Sulla base della legislazione vigente, la letteratura giuridica distingue tra le seguenti competenze territoriali:

  • la competenza territoriale generale;
  • la competenza a scelta;
  • la competenza territoriale esclusiva.
Quando posso scegliere fra il tribunale della località di domicilio del convenuto (tribunale scelto in base alla regola generale) e un altro tribunale?

La competenza territoriale esclusiva ha la precedenza quando si determina la competenza territoriale di un tribunale. Solo se la competenza territoriale esclusiva non si applica, si prende in considerazione la competenza generale oppure la competenza a scelta.

In quali casi devo scegliere un tribunale?

Se sono soddisfatte le condizioni stabilite dall'articolo 87 del Codice di procedura penale, il richiedente ha il diritto di scegliere un tribunale che sia competente, conformemente all'articolo 87, diverso dal tribunale ordinario del convenuto.

Possono le parti designare un tribunale diverso da quello di regola competente?

La competenza territoriale generale viene presa in considerazione quando non si applica la competenza territoriale esclusiva, se il richiedente non ha esercitato il diritto di scegliere il tribunale competente e non è stato raggiunto un accordo sulla competenza territoriale prima che l'azione fosse avviata.

C. Se la competenza spetta ai tribunali speciali, come individuare quello a cui rivolgersi?

Quando il caso riguarda una materia che è di competenza dei tribunali della Repubblica slovacca, ma le condizioni per la competenza territoriale non sono soddisfatte o non possono essere determinate, è la Corte suprema della Repubblica slovacca a stabilire quale tribunale sia competente per il merito.

Ove opportuno, un caso può essere assegnato a un tribunale diverso da quello che è competente territorialmente. Anche in tali casi, occorre presentare la domanda al tribunale di competenza territoriale.

Nei casi relativi alla custodia dei minori, se cambiano le circostanze in base alle quali è stata determinata la competenza, il tribunale che sarebbe stato competente può trasferire la sua competenza ad un altro tribunale.

Quando i tribunali territorialmente competenti sono più di uno, il tribunale competente è quello che avvia per primo il procedimento.

« Competenza dei giudici - Informazioni generali | Slovacchia - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 04-09-2007

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito