Commissione Europea > RGE > Provvedimenti cautelari e misure conservative > Romania

Ultimo aggiornamento: 30-11-2007
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Provvedimenti cautelari e misure conservative - Romania

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. La versione nella lingua originale è stata aggiornata e trasferita sul portale europeo della giustizia elettronica.


 

INDICE

1. Quali sono i differenti tipi di misure? 1.
2. Quali sono le condizioni per l'emissione di tali misure? 2.
2.1. Si prega di descrivere il procedimento 2.1.
2.2. Si prega di descrivere le condizioni sostanziali 2.2.
3. Qual è l'oggetto e la natura di tali misure? 3.
3.1. Quali sono gli effetti di tali misure? 3.1.
3.2. Quali sono gli effetti di tali misure? 3.2.
3.3. Qual è la validità di tali misure? 3.3.
4. È possibile proporre impugnazione contro la misura? 4.

 

1. Quali sono i differenti tipi di misure?

  • (si prega di definire i tipi di misure)
  • (si prega di elencare le misure esistenti)

Le misure cautelari sono provvedimenti emessi dal giudice aventi ad oggetto il patrimonio del debitore durante il procedimento o nella fase dell'esecuzione per garantire l'esecuzione della decisione del giudice.

Le misure cautelari sono le seguenti: sequestro conservativo, sequestro esecutivo in seguito a una sentenza, e sequestro presso terzi.

2. Quali sono le condizioni per l'emissione di tali misure?

2.1. Si prega di descrivere il procedimento
  • (Occorre comunque chiedere un provvedimento del giudice per autorizzare la misura?)
  • (Quale giudice è competente per emettere tali misure?)
  • (Occorre essere rappresentati da un avvocato?)
  • (Qual è il ruolo degli intermediari come i funzionari che rappresentano le autorità o gli ufficiali giudiziari?)
  • (Si prega di descrivere i costi di questo tipo di misure)
  • Le misure cautelari possono essere prese soltanto dal giudice di primo grado che ha competenza per la causa nel merito o dal giudice del luogo in cui si trovano i beni.
  • L'assistenza di un avvocato non è obbligatoria in tali procedimenti speciali, poiché il gratuito patrocinio non viene concesso necessariamente in ogni fase dei procedimenti civili in Romania.
  • Le decisioni giudiziarie concernenti le misure cautelari sono eseguite dagli ufficiali giudiziari con l'assistenza della polizia rumena.
  • I soli costi sono rappresentati dalle marche da bollo che, ai sensi dell'articolo 3, lettere e) e p) della legge n. 146/1997 sono di 10 RON (nuovi lei) per le istanze che si riferiscono alle misure cautelari e 388 RON per le istanze di sequestro di navi e aerei. In alcuni casi, la garanzia richiesta corrisponde alla metà della somma stabilita.
2.2. Si prega di descrivere le condizioni sostanziali
  • (Quali sono i criteri sui quali il giudice basa una decisione di emettere una misura cautelare?
  • Per quanto riguarda una eventuale istanza: deve trattarsi di un procedimento in contraddittorio?
  • Per quanto riguarda il debitore:
    • Esistono requisiti per quanto riguarda l'urgenza?
    • Esistono requisiti per provare che la decisione non sarà eseguita in seguito alla rimozione o alla sparizione dei beni del debitore?)

L'esistenza di un procedimento in corso è necessaria nel caso di sequestro conservativo e sequestro presso terzi (articoli 591 e 597 del codice di procedura civile). Tuttavia, nel caso di un sequestro esecutivo in seguito a una sentenza la misura può essere presa anche se non esiste alcun procedimento pendente (articolo 599 del codice di procedura civile).

Inizio paginaInizio pagina

Non è previsto un requisito in materia di urgenza. Tuttavia, esiste la possibilità per il creditore (non un requisito) di provare che la decisione non sarà eseguita in seguito alla rimozione o alla sparizione dei beni del debitore, nei casi di sequestro conservativo e sequestro presso terzi, anche se il diritto oggetto della pretesa non può essere eseguito. In ogni caso dev'essere fornita una garanzia.

3. Qual è l'oggetto e la natura di tali misure?

3.1. Quali sono gli effetti di tali misure?
  • conti bancari?
  • beni mobili materiali?
  • mezzi di trasporto registrati?
  • beni immobiliari?
  • altri?
  • conti bancari, mediante sequestro presso terzi;
  • beni mobili materiali, mediante sequestro conservativo;
  • mezzi di trasporto registrati mediante sequestro conservativo;
  • beni immobili, sequestro conservativo e sequestro esecutivo in seguito a una sentenza;
  • beni immateriali, titoli, mediante sequestro presso terzi.
3.2. Quali sono gli effetti di tali misure?
  • rispetto al debitore che non osserva le misure cautelari:
    • può ancora avere accesso ai suoi beni?
    • può essere soggetto a sanzioni?
  • rispetto ai terzi:
    • Quali sono gli obblighi della banca per quanto riguarda la disponibilità di informazioni e il sequestro di conti?
    • Quali sono le sanzioni per l'inosservanza di misure cautelari?

Il debitore che non osserva le disposizioni concernenti le misure cautelari non può accedere ai suoi beni nel caso di semplice sequestro, che è un tipo di sequestro in sede di esecuzione. Nei confronti dei terzi, non esistono disposizioni che prevedono sanzioni nei confronti del debitore. Le banche hanno in generale l'obbligo della riservatezza per quanto riguarda i dati, le persone, le attività della banca ecc. come descritto negli articoli 111-116 del decreto governativo sull'emergenza n. 99/2006 relativo agli istituti di credito e all'adeguatezza del capitale.

Inizio paginaInizio pagina

Vengono inflitte multe soltanto se il richiedente ottiene, in malafede, una misura cautelare che danneggia il convenuto. È previsto che al convenuto/debitore possa essere inflitta una sanzione penale per mancata osservanza del provvedimento del giudice.

3.3. Qual è la validità di tali misure?
  • È previsto dalla legge un termine o viene specificato nel provvedimento del giudice?
  • La misura è valida fino all'emissione della sentenza o di una ulteriore misura?
  • Nel caso in cui una misura iniziale sia emessa inaudita altera parte, esiste un termine entro il quale va fissata un'udienza in contraddittorio?

La sentenza stabilisce un termine, ad esempio per il creditore di fornire una garanzia a pena di nullità, ex lege, del sequestro.

La misura è valida finché viene emessa una decisione di revoca del sequestro se il ricorso viene respinto, oppure fino alla scadenza del termine o viene annullato. Se il ricorso viene accolto, la misura è valida fino all'esecuzione della decisione o finché il debitore fornisce sufficienti garanzie.

Se la sentenza relativa alla misura cautelare è stata emessa in camera di consiglio, in caso di impugnazione le parti devono comparire prima che sia emessa una decisione.

4. È possibile proporre impugnazione contro la misura?

  • chi può impugnare la misura?
  • quale organo giurisdizionale devo adire per impugnare la misura?
  • qual è il termine per le impugnazioni?
  • quali sono gli effetti di una impugnazione?

La parte che è risultata soccombente può impugnare un provvedimento del giudice relativo a una misura cautelare soltanto con una impugnazione presentata presso il giudice immediatamente di livello superiore rispetto a quello che ha emesso la decisione concernente la fondatezza del ricorso per le misure cautelari.

Il termine per depositare una impugnazione è di 5 giorni dalla data della sentenza (se le parti sono state citate a comparire) o dalla data della notifica (se le parti non sono comparse). In seguito all'impugnazione la misura cautelare viene revocata o confermata.

« Provvedimenti cautelari e misure conservative - Informazioni generali | Romania - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 30-11-2007

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito