Commissione Europea > RGE > Provvedimenti cautelari e misure conservative > Malta

Ultimo aggiornamento: 25-05-2007
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Provvedimenti cautelari e misure conservative - Malta

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. La versione nella lingua originale è stata aggiornata e trasferita sul portale europeo della giustizia elettronica.


 

INDICE

1. Tipi di provvedimenti 1.
2. Condizioni per l’adozione dei provvedimenti 2.
2.1. Procedura 2.1.
2.2. Condizioni di merito 2.2.
3. Oggetto e natura dei provvedimenti 3.
3.1. Tipi di beni che possono essere oggetto dei provvedimenti 3.1.
3.2. Effetti dei provvedimenti 3.2.
3.3. Validità dei provvedimenti 3.3.
4. Mezzi di impugnazione 4.

 

1. Tipi di provvedimenti

Il diritto maltese non prevede specificatamente dei provvedimenti cautelari, tuttavia questi possono risultare da un'ordinanza del tribunale emessa su istanza dell'attore all'inizio o durante il procedimento giudiziario per impedire che il convenuto agisca in modo pregiudizievole ai diritti dell'attore nel corso del procedimento.

Esistono altre misure conservative specifiche che chiunque può prendere per tutelare i propri diritti mediante uno o più atti conservativi, senza necessità di una previa decisione giudiziaria. Tali atti sono emessi ed eseguiti sotto la responsabilità della persona che li chiede. Essi sono:

  • Warrant of description (volto a garantire un diritto su beni mobili; contiene la descrizione dei beni con l'indicazione del loro numero e della loro qualità);
  • Warrant of seizure (volto al sequestro di beni del debitore per un valore equivalente alla somma richiesta dal creditore);
  • Garnishee order (volto al sequestro presso terzi di somme di denaro o beni mobili dovuti o appartenenti al debitore);
  • Warrant of impediment of departure (volto a impedire la partenza di una nave al fine di garantire una pretesa o un credito che potrebbe essere pregiudicato dalla partenza della nave);
  • Warrant of prohibitory injunction (volto a impedire a una persona di iniziare o continuare a costruire un edificio o altra opera, demolire o ristrutturare un edificio o altra opera, entrare in locali o luoghi, fare qualsiasi cosa che possa recare pregiudizio alla persona che chiede la misura, condurre un minore all'estero, garantire un credito o una pretesa di importo non inferiore a 4 000 lire maltesi).

(Le istanze per l'emissione di tali atti sono presentate in tribunale sotto giuramento).

Inizio paginaInizio pagina

2. Condizioni per l’adozione dei provvedimenti

2.1. Procedura

I provvedimenti cautelari e le misure conservative sono disposti con ordinanza del tribunale. La parte che intende ottenerli deve quindi presentare istanza al tribunale.

Per quanto riguarda le misure conservative indicate al punto 1, se la misura riguarda una pretesa superiore a 5 000 lire maltesi l'istanza deve essere presentata alla prima camera del tribunale civile (Civil court first hall); se la pretesa è inferiore a 5 000 lire maltesi la competenza spetta alla Court of Magistrates in composizione civile. Tale organo, tuttavia, non può emettere warrant of description o warrant of impediment of departure per garantire l'esecuzione di decisioni giudiziarie che non riguardano il pagamento di somme riconosciute.

L'istanza di misura conservativa è presentata dinanzi al tribunale competente a conoscere della causa. Le misure conservative possono essere chieste anche dalle parti di un accordo arbitrale.

L'istanza deve essere presentata mediante un modulo standard disponibile presso la cancelleria del tribunale e deve contenere l'indicazione di tutti i fatti materiali che il tribunale deve conoscere. Per quanto riguarda le altre istanze di provvedimenti cautelari introdotte nel corso di un procedimento giudiziario, non è necessario l'uso di un modulo standard particolare.

In tutti i casi l'istanza deve essere firmata da un avvocato. Essa è notificata alla controparte, che può contestarla. Può essere accolta o respinta anche senza che le parti siano chiamate a comparire in tribunale, tuttavia, qualora siano convocate, le parti devono farsi rappresentare da un avvocato, che presenterà le osservazioni in loro nome.

Inizio paginaInizio pagina

L'istanza di ordinanza comporta spese di giustizia specifiche, il cui ammontare dipende anche dal numero di persone cui l'atto deve essere notificato. Le spese di introduzione dell'istanza sono inizialmente sostenute dal richiedente ma possono in ultimo essere poste a carico del convenuto.

2.2. Condizioni di merito

Il tribunale accoglie o respinge l'istanza di provvedimento cautelare o di misura conservativa in base a una serie di criteri. Esso verifica, tra l'altro, se:

  • l'istanza è futile o vessatoria;
  • sussistono le condizioni previste per legge per la concessione della misura conservativa;
  • esistono altre garanzie adeguate per soddisfare la pretesa della parte che chiede il provvedimento cautelare o la misura conservativa;
  • la pretesa è a prima vista infondata o eccessiva;
  • la garanzia fornita può considerarsi sufficiente.

3. Oggetto e natura dei provvedimenti

3.1. Tipi di beni che possono essere oggetto dei provvedimenti

Per quanto riguarda le misure conservative specifiche:

  • Il warrant of description può avere ad oggetto qualsiasi bene mobile per il quale è richiesta la descrizione a garanzia dei diritti del creditore.
  • Il warrant of seizure consente il sequestro solo di beni mobili (automobili, gioielli, merci, ecc.).
  • Il garnishee order consente il sequestro presso terzi di somme di denaro o di qualsiasi altro bene mobile. Esso tuttavia non può avere ad oggetto, pena l'illegittimità: alcun tipo di retribuzione (compresi premi, indennità, straordinari e altri emolumenti); alcun tipo di sussidio, pensione, indennità o contributo di cui alla legge sulla sicurezza sociale (Social security act, capitolo 318 delle Laws of Malta) o altra indennità spettante a persone che percepiscono una pensione statale; alcun tipo di contributo di beneficenza versato dallo Stato; alcun tipo di legato effettuato espressamente a scopo di mantenimento, qualora il debitore non disponga di altri mezzi di sussistenza e il credito non riguardi gli alimenti; alcuna somma dovuta a titolo di mantenimento, stabilita giudizialmente o per atto pubblico, qualora il credito non riguardi gli alimenti; alcuna somma dovuta da una sezione civile o militare della pubblica amministrazione a titolo di corrispettivo per prestazioni o forniture.

Tuttavia se la retribuzione, i sussidi, la pensione o l'indennità di cui al paragrafo precedente sono superiori a 300 lire maltesi mensili, il tribunale, su istanza di qualsiasi creditore, può autorizzare l'emissione di un garnishee order per la parte che eccede detto importo, salvo che il debitore, su richiesta, dimostri al tribunale di aver bisogno di tale eccedenza per il proprio mantenimento o quello della sua famiglia.

Inizio paginaInizio pagina

Ciononostante, se il creditore è il coniuge, un figlio minore o incapace, o un ascendente del debitore, il tribunale può ordinare che una parte specifica della retribuzione o dell'indennità sia pagata direttamente al creditore.

  • Il warrant of impediment of departure è ammesso solo per impedire la partenza di una nave.
  • Il warrant of prohibitory injunction ha un oggetto più ampio in quanto non solo può impedire a una persona di iniziare o continuare a costruire un edificio o altra opera oppure di demolire o ristrutturare un edificio o altra opera, ma può anche impedire a una persona di entrare in locali o luoghi oppure di fare qualsiasi cosa che possa recare pregiudizio alla persona che chiede la misura, incluso impedire a una persona di condurre un minore all'estero o, in caso di separazione personale, impedire al coniuge di vendere, alienare o trasferire qualsiasi partecipazione in una società commerciale. Questo tipo di misura conservativa può essere emessa anche per garantire un credito o una pretesa di importo non inferiore a 4 000 lire maltesi.
3.2. Effetti dei provvedimenti

Il debitore che non ottempera alla misura può essere citato in giudizio per mancata osservanza delle disposizioni del tribunale ed essere condannato alla reclusione o al pagamento di un'ammenda o ad entrambe le sanzioni.

3.3. Validità dei provvedimenti

Le misure conservative sono valide fino alla loro revoca da parte del tribunale.

4. Mezzi di impugnazione

In pendenza del procedimento giudiziario, il convenuto direttamente interessato da un provvedimento cautelare o da una misura conservativa può chiedere in qualsiasi momento al tribunale che ha emesso il provvedimento o la misura di modificare o revocare l'ordinanza. I motivi che possono giustificare tale richiesta comprendono il mancato rispetto di una delle condizioni per la concessione dell'ordinanza (ad esempio, notificazione irregolare dell'istanza), un cambiamento materiale delle circostanze tale da far venir meno la giustificazione dell'ordinanza e il mancato rispetto da parte dell'attore dei termini per far valere la pretesa.

Un atto conservativo emesso su istanza di una parte di un accordo arbitrale può essere revocato se la parte contro cui è rilasciato effettua un deposito o fornisce una garanzia per garantire le pretese o i diritti indicati nell'atto; se l'istante non fa valere la pretesa entro 20 giorni dall'emissione dell'atto conservativo; se è scaduta la durata dell'atto in questione; su richiesta del debitore, se sussiste una giusta causa e il tribunale la ritiene adeguata.

Ulteriori informazioni

  • Giustizia e affari interni English

« Provvedimenti cautelari e misure conservative - Informazioni generali | Malta - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 25-05-2007

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito