Commissione Europea > RGE > Esecuzione delle decisioni giudiziarie > Diritto internazionale

Ultimo aggiornamento: 06-08-2007
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Esecuzione delle decisioni giudiziarie - Diritto internazionale

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. L'aggiornamento è in corso e sarà disponibile sul portale europeo della giustizia elettronica.


“Voglio che sia data esecuzione ad una decisione in un paese che non è uno Stato membro dell’Unione europea.”

Diverse organizzazioni internazionali hanno avviato lavori in parallelo sul tema dell'esecuzione delle decisioni giudiziarie. Esistono anche convenzioni bilaterali concluse tra Stati membri e paesi terzi.

Accordi multilaterali

La Convenzione del 16 settembre 1988 concernente la competenza giurisdizionale e l'esecuzione delle decisioni in materia civile e commerciale (detta "Convenzione di Lugano" – di cui sono parti Stati membri dell'Unione europea e Islanda, Norvegia, Svizzera e Polonia) ha per oggetto di estendere alle relazioni tra gli Stati membri e gli Stati dell'EFTA, nonché la Polonia, le norme della Convenzione di Bruxelles del 27 settembre 1968, che si applicano già tra gli Stati membri. Esiste il progetto di una nuova Convenzione volta ad estendere alle relazioni tra gli Stati membri e gli Stati "Lugano" le disposizioni del regolamento (CE) n. 44/2001 ("Bruxelles I") che ha sostituito la Convenzione di Bruxelles.

Altre Convenzioni internazionali elaborate in questa materia non sono entrate in vigore. Si citi ad esempio la Convenzione dell'Aia English - français, conclusa il 1° febbraio 1971, sul riconoscimento e l'esecuzione delle decisioni straniere in materia civile e commerciale, che non è stata ratificata da un numero sufficiente di Stati. Nel 2005, una nuova Convenzione sugli accordi di scelta del foro (Convention on Choice of Court Agreements) è stata adottata dalla Conferenza dell'Aia di diritto internazionale privato. La Convenzione non è ancora in vigore.

L'esecuzione di una decisione giudiziaria è considerata parte integrante del diritto fondamentale dell'uomo ad un processo equo entro un termine ragionevole ai sensi dell'articolo 6 della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali. In questo contesto, il Consiglio d'Europa ha adottato nel 2001 una risoluzione English - français relativa ad un "approccio generale ed i mezzi per raggiungere un'attuazione efficace dell'esecuzione delle decisioni giudiziarie". È in fase di preparazione anche una raccomandazione, intesa a stabilire norme e principi comuni sul piano europeo concernenti le procedure d'esecuzione e gli ufficiali giudiziari.

Inizio paginaInizio pagina

Convenzioni bilaterali

Alcuni Stati membri hanno concluso Convenzioni bilaterali con paesi terzi aventi per oggetto il riconoscimento e l'esecuzione delle decisioni giudiziarie. Per avere maggiori informazioni, si consultino le pagine nazionali cliccando sulle bandiere degli Stati membri.

Documenti di riferimento

  • Convenzione sugli accordi di scelta del foro English - français (Convention on Choice of Court Agreements) del 30.6.2005 (Conferenza dell'Aia di diritto internazionale privato)
  • Risoluzione English - français n. 3 relativa ad un "Approccio generale ed i mezzi per raggiungere un'attuazione efficace dell'esecuzione delle decisioni giudiziarie" ("General approach and means of achieving effective enforcement of judicial decisions") (Consiglio d'Europa, 24° Conferenza dei ministri europei della Giustizia, Mosca, ottobre 2001)
  • Regolamento (CE) n. 44/2001 del Consiglio, del 22 dicembre 2000, concernente la competenza giurisdizionale, il riconoscimento e l'esecuzione delle decisioni in materia civile e commerciale
  • Convenzione 88/592/CEE concernente la competenza giurisdizionale e l'esecuzione delle decisioni in materia civile e commerciale – Lugano, 16 settembre 1988
  • Convenzione di Bruxelles del 1968 concernente la competenza giurisdizionale e l'esecuzione delle decisioni in materia civile e commerciale (versione consolidata)
  • Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali (Consiglio d’Europa)

« Esecuzione delle decisioni giudiziarie - Informazioni generali | Diritto internazionale - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 06-08-2007

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito