Commissione Europea > RGE > Risarcimento delle vittime di reati > Svezia

Ultimo aggiornamento: 18-12-2007
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Risarcimento delle vittime di reati - Svezia

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. L'aggiornamento è in corso e sarà disponibile sul portale europeo della giustizia elettronica.


 

INDICE

1. Risarcimento danni a carico dell’autore del reato. 1.
1.1. A quali condizioni è possibile richiedere il risarcimento danni a carico dell'autore del reato nel processo penale? 1.1.
1.2. Quando deve essere chiesto il risarcimento dei danni? 1.2.
1.3. Come e dinanzi a chi può essere esercitata l'azione civile? 1.3.
1.4. In che modo devono essere presentate le richieste di risarcimento (indicando l'importo totale e/o i danni specifici)? 1.4.
1.5. È possibile ottenere assistenza legale gratuita prima e/o durante il processo? 1.5.
1.6. Quali prove occorre fornire a sostegno della richiesta di risarcimento? 1.6.
1.7. Nel caso in cui l'organo giurisdizionale conceda un risarcimento danni, la parte lesa, in quanto vittima del reato, ha diritto ad una particolare assistenza ai fini dell'esecuzione della sentenza nei confronti dell'autore del reato? 1.7.
2. Risarcimento danni a carico dello Stato o di enti pubblici. 2.
2.1. È possibile ottenere un risarcimento dallo Stato o da enti pubblici? 2.1.
2.2. La possibilità è riservata solo alle parti che hanno subito determinati tipi di reati? 2.2.
2.3. La possibilità è riservata solo alle parti che hanno subito determinati tipi di danni? 2.3.
2.4. Possono ricevere un risarcimento i familiari prossimi o le persone a carico delle vittime decedute in conseguenza del reato? 2.4.
2.5. La possibilità di risarcimento è limitata a persone di una determinata nazionalità o a coloro che risiedono in un determinato paese? 2.5.
2.6. La vittima può richiedere il risarcimento in Svezia se il reato è stato commesso in altro Stato? In caso affermativo, a quali condizioni? 2.6.
2.7. È necessario presentare una denuncia alla polizia? 2.7.
2.8. Occorre aspettare il risultato delle indagini di polizia o del processo penale prima di presentare la richiesta? 2.8.
2.9. Nel caso in cui sia stato identificato l'autore del reato, è necessario tentare per prima cosa di ottenere un risarcimento dallo stesso? 2.9.
2.10. Se l'autore del reato non è stato identificato o arrestato, esiste tuttavia la possibilità di ottenere un risarcimento? In caso di risposta positiva, quali prove occorre presentare a sostegno della richiesta? 2.10.
2.11. Vi sono termini di scadenza per la richiesta di risarcimento danni? 2.11.
2.12. Quali danni possono essere oggetto di risarcimento? 2.12.
2.13. Come viene calcolato il risarcimento? 2.13.
2.14. Vi è un importo minimo e/o massimo che può essere concesso? 2.14.
2.15. Il risarcimento che la vittima ha ricevuto o che potrebbe ricevere per gli stessi danni da altre fonti (come ad esempio le assicurazioni) viene detratto dal risarcimento ricevuto dallo Stato? 2.15.
2.16. Vi sono altri criteri che possono influenzare la possibilità di ottenere un risarcimento, o il modo in cui l'importo del risarcimento viene calcolato, come il comportamento della vittima in rapporto all'evento causale? 2.16.
2.17. È possibile ottenere un anticipo sul risarcimento? 2.17.
2.18. Dove si possono ottenere i moduli necessari e le ulteriori informazioni sulla presentazione della richiesta? Vi sono linee telefoniche di assistenza o siti internet per tali casi? 2.18.
2.19. Il danneggiato dal reato può ottenere assistenza legale gratuita per la presentazione della richiesta? 2.19.
2.20. A chi deve essere indirizzata la richiesta? 2.20.
2.21. Esistono altre organizzazioni che assistono le vittime di reati e che possono fornire ulteriori informazioni? 2.21.

 

1. Risarcimento danni a carico dell’autore del reato.

1.1. A quali condizioni è possibile richiedere il risarcimento danni a carico dell'autore del reato nel processo penale?

È possibile richiedere un risarcimento dei danni subiti in conseguenza di un reato in relazione con le accuse formulate. Se il tribunale lo ritiene appropriato, la richiesta di risarcimento dei danni subiti sarà trattata congiuntamente all'azione penale.

1.2. Quando deve essere chiesto il risarcimento dei danni?

La richiesta deve, se possibile, essere presentata al più presto durante le indagini preliminari poiché il pubblico ministero, nella maggior parte dei casi, ha l’obbligo di esercitare l'azione per il risarcimento dei danni in relazione alle accuse formulate. (Se ritengono che una domanda di risarcimento per danni possa essere giustificata in conseguenza del reato, il pubblico ministero o il giudice per le indagini preliminari sono tenuti a informare la parte lesa in tempo utile prima del procedimento giudiziario).

1.3. Come e dinanzi a chi può essere esercitata l'azione civile?

Le richieste di risarcimento dei danni devono essere presentate per iscritto al pubblico ministero o, una volta avviato il procedimento giudiziario, al tribunale.

1.4. In che modo devono essere presentate le richieste di risarcimento (indicando l'importo totale e/o i danni specifici)?

Se possibile, devono essere specificati i diversi danni.

Inizio paginaInizio pagina

1.5. È possibile ottenere assistenza legale gratuita prima e/o durante il processo?

Sì, è possibile se sono soddisfatti i requisiti generali per l’assistenza legale. Qualora si disponga o si debba disporre di un’assicurazione che copre le spese legali non è possibile ottenere assistenza legale. In alcuni casi, il ricorrente può ottenere assistenza da parte di una persona per ottenere il risarcimento dei danni.

1.6. Quali prove occorre fornire a sostegno della richiesta di risarcimento?

In generale, se si dispone di un certificato medico relativo alle lesioni di documenti giustificativi, di permessi d’uscita ecc. essi dovrebbero,  essere allegati alla richiesta di risarcimento. Tuttavia non è possibile affermare qual è la prova richiesta in generale.

1.7. Nel caso in cui l'organo giurisdizionale conceda un risarcimento danni, la parte lesa, in quanto vittima del reato, ha diritto ad una particolare assistenza ai fini dell'esecuzione della sentenza nei confronti dell'autore del reato?

La sentenza del tribunale, una volta emessa, è esecutiva e viene inviata dal tribunale al servizio di esecuzione svedese. Quest’ultimo Le chiede per iscritto se Lei desidera ottenere assistenza al recupero del credito. In caso affermativo, il servizio di esecuzione contatterà l’autore del reato e aiuterà a recuperare il credito. Pertanto, non è necessario contattare direttamente l’autore del reato.

2. Risarcimento danni a carico dello Stato o di enti pubblici.

2.1. È possibile ottenere un risarcimento dallo Stato o da enti pubblici?

È possibile ottenere dallo Stato un risarcimento per danni subiti in conseguenza di un reato. Il risarcimento dei danni viene stabilito dall’ente per il risarcimento e il sostegno delle vittime di reati [Crime Victim Compensation and Support Authority].

Inizio paginaInizio pagina

2.2. La possibilità è riservata solo alle parti che hanno subito determinati tipi di reati?

No

2.3. La possibilità è riservata solo alle parti che hanno subito determinati tipi di danni?

No

2.4. Possono ricevere un risarcimento i familiari prossimi o le persone a carico delle vittime decedute in conseguenza del reato?

Sì, se la vittima è deceduta in seguito alle lesioni causate dal reato, i prossimi familiari o le persone che avevano un legame particolarmente stretto con vittima hanno diritto a un risarcimento dei danni subiti in conseguenza del decesso. Ai parenti prossimi e alle persone che avevano legami con la vittima e che, in base alla legge, erano a suo carico o dipendevano da questa in vari modi per il proprio sostentamento, viene corrisposto un risarcimento come pure a coloro che dipendevano da tale persona in altri modi per il proprio sostentamento se il loro assegno di mantenimento era stato pagato al momento del decesso o se si può desumere che sarebbe stato pagato poco dopo.

2.5. La possibilità di risarcimento è limitata a persone di una determinata nazionalità o a coloro che risiedono in un determinato paese?

No, la possibilità di ricevere il risarcimento esiste solo se il reato è stato commesso in Svezia. In caso di danni alla persona e di offese (cfr. punto 2.12) l'opzione esiste anche se il reato è stato commesso all'estero nei confronti di una persona residente in Svezia.

Inizio paginaInizio pagina

2.6. La vittima può richiedere il risarcimento in Svezia se il reato è stato commesso in altro Stato? In caso affermativo, a quali condizioni?

Sì, se si abitava in Svezia al momento del reato (cfr. punto 2.5).

2.7. È necessario presentare una denuncia alla polizia?

La richiesta verrà presa in esame solo se il reato è stato denunciato al pubblico ministero o all’autorità di polizia o se il richiedente può addurre un motivo valido per il fatto di non avere presentato denuncia o segnalato il fatto.

2.8. Occorre aspettare il risultato delle indagini di polizia o del processo penale prima di presentare la richiesta?

Sì, nella maggioranza dei casi.

2.9. Nel caso in cui sia stato identificato l'autore del reato, è necessario tentare per prima cosa di ottenere un risarcimento dallo stesso?

In linea di principio, non è obbligatorio esercitare un’azione per danni contro l'autore del reato. Tuttavia, se tale azione è stata esercitata, nella pratica, deve essere esaminata sulla base di una sentenza passata in giudicato ed è necessario che si sia cercato di ottenere un risarcimento da parte dell'autore del reato. In ogni caso, occorre poter dimostrare che l’autore del reato non è in grado di risarcire il danno.

2.10. Se l'autore del reato non è stato identificato o arrestato, esiste tuttavia la possibilità di ottenere un risarcimento? In caso di risposta positiva, quali prove occorre presentare a sostegno della richiesta?

Sì, è possibile ottenere un indennizzo anche se l’autore del reato non viene identificato o condannato. Tuttavia, occorre presentare documenti indicanti che si è stati vittima di un reato, ad esempio, i verbali di indagine delle autorità di polizia o un certificato medico.

Inizio paginaInizio pagina

2.11. Vi sono termini di scadenza per la richiesta di risarcimento danni?

Se è stato avviato un processo penale, la richiesta di risarcimento danni deve essere presentata entro due anni dal deposito della sentenza o della decisione finale. Se non è stato avviato un processo penale ma è stata avviata un’indagine preliminare, la richiesta deve pervenire entro due anni dalla chiusura o dalla conclusione dell’indagine preliminare. Negli altri casi, la domanda deve essere presentata entro due anni dalla data in cui è stato commesso il reato.

Se esistono motivi particolari, una richiesta può essere presa in considerazione anche se viene ricevuta in ritardo?

2.12. Quali danni possono essere oggetto di risarcimento?

Il risarcimento alle vittime di reati viene erogato per i danni personali. Le lesioni fisiche o mentali vengono considerate alla stregua di danni personali. Affinché le lesioni mentali possano essere considerate danni personali, occorre che esistano conseguenze dimostrabili dal punto di vista medico. Anche i danni causati ad abiti, occhiali e oggetti simili, indossati dalla vittima al momento del reato vengono risarciti quali danni alla persona.

Se una persona ha commesso un reato grave di violenza nei confronti di un'altra persona, pregiudicandone la libertà o la tranquillità, viene corrisposto un risarcimento per il danno che è stato causato da tale reato. Esempi di reati di violenza che in genere danno diritto a un risarcimento sono il tentato omicidio e gli altri reati contro la vita e la salute, oltre alla violenza sessuale e gli altri reati contro la libertà sessuale.

Inizio paginaInizio pagina

Il risarcimento per danni materiali o lucro cessante viene corrisposto solo entro un certo limite, ad esempio se il reato è stato commesso da un detenuto di un istituto penitenziario, se è stata messa gravemente a repentaglio a causa del danno la possibilità della vittima di far fronte suoi bisogni o se il risarcimento si rivela particolarmente importante sotto altri aspetti.

2.13. Come viene calcolato il risarcimento?

In linea di principio il risarcimento viene calcolato conformemente alla legge svedese sui danni (1972:207). Ciò significa, tra l'altro, che in caso di danni alla persona, è possibile ottenere un risarcimento per

  1. spese mediche e altre spese personali, tra cui un risarcimento ragionevole destinato a una persona particolarmente vicina,
  2. lucro cessante,
  3. sofferenza fisica e mentale di natura temporanea (dolore e sofferenza) o di natura permanente (invalidità e deturpazione permanente) e disagi particolari causati dal danno.

Il risarcimento del lucro cessante è equivalente alla differenza tra la somma che la vittima sarebbe stata in grado di guadagnare se non avesse subito il danno e la somma che, indipendentemente dal danno, avrebbe dovuto guadagnare o che si prevedeva avrebbe guadagnato da una attività corrispondente alle sue capacità fisiche e alle sue competenze e che potrebbe ragionevolmente essergli richiesta tenendo in considerazione la sua formazione e l'attività precedentemente svolta, una sua ulteriore formazione o altri fattori simili, oltre all'età, alle relazioni familiari e altre circostanze.

In caso di reati il risarcimento è determinato in misura ragionevole rispetto alla natura e alla durata dell'evento. Occorre valutare se l'azione

Inizio paginaInizio pagina

  1. comprendeva elementi di infamia o umiliazione,
  2. era suscettibile di far temere gravemente per la vita, l'incolumità o la salute,
  3. era diretta contro qualcuno che aveva particolari difficoltà a difendere la propria integrità personale,
  4. implicava abuso di uno stato di dipendenza o di una posizione di fiducia, o
  5. era suscettibile di attirare l'attenzione pubblica.

Il risarcimento dei danni materiali comprende il risarcimento per

  1. il valore dei beni o il costo della riparazione o la perdita del valore,
  2. altri costi conseguenti al danno,
  3. lucro cessante o gravi conseguenze per l'attività commerciale.
2.14. Vi è un importo minimo e/o massimo che può essere concesso?

Se il risarcimento totale a netto delle deduzioni per franchigia è inferiore a 10 corone svedesi, non deve essere corrisposto alcun risarcimento. Attualmente, la franchigia è pari a 1 200 corone svedesi.

I risarcimenti per danni alla persona stabiliti sotto forma di pagamenti di somme forfetarie sono pagati fino a un massimo di venti volte l’unità base del prezzo che si applica quando il risarcimento viene determinato in conformità con la legge sull’assicurazione sociale svedese (1968:381). Il risarcimento stabilito sotto forma di pagamento annuale viene corrisposto ogni anno fino a un massimo pari a tre volte l’unità base del prezzo che si applica quando viene determinato il risarcimento. Il risarcimento per ingiuria o per danni materiali e mera perdita economica viene corrisposto fino a un massimo pari a dieci volte l’importo della base del prezzo che si applica quando viene determinato il risarcimento. L’importo della base del prezzo per il 2003 corrisponde a 38 600 corone svedesi.

Inizio paginaInizio pagina

2.15. Il risarcimento che la vittima ha ricevuto o che potrebbe ricevere per gli stessi danni da altre fonti (come ad esempio le assicurazioni) viene detratto dal risarcimento ricevuto dallo Stato?

Quando si eroga il risarcimento per lesioni personali quindi, oltre al risarcimento per i danni, viene detratta l’altra assicurazione a cui ha diritto la parte lesa per via del risarcimento e che non è stata detratta durante il calcolo dei danni. Tuttavia, la detrazione si verifica solo nella misura in cui il risarcimento equivale a un risparmio per la parte lesa.

Quando si eroga il risarcimento per violazione, per danni materiali o per mera perdita economica oltre al risarcimento dei danni viene detratta qualsiasi altra assicurazione a cui ha diritto la parte lesa in seguito al danno.

Quando si eroga il risarcimento per danni a beni che non erano stati assicurati contro i danni alla proprietà e che si presume che la parte lesa abbia tralasciato di assicurare a causa dell’ambito di azione dei suoi beni e dell’estensione del rischio d’impresa, viene detratto il risarcimento dell’assicurazione che sarebbe stato erogato nel caso in cui fosse stata stipulata un'assicurazione. Quando si eroga il risarcimento per danni a beni che dovrebbero, conformemente a questa convenzione, essere stati assicurati contro il rischio di danni ma che la parte lesa ha tralasciato di assicurare, viene detratto il risarcimento dell’assicurazione che sarebbe stato erogato se fosse stata stipulata l’assicurazione.

2.16. Vi sono altri criteri che possono influenzare la possibilità di ottenere un risarcimento, o il modo in cui l'importo del risarcimento viene calcolato, come il comportamento della vittima in rapporto all'evento causale?

Nel calcolo del risarcimento per danni alla persona il comportamento della vittima potrebbe essere valutato se essa ha intenzionalmente contributo al danno tramite una grave negligenza. Anche nel calcolo del risarcimento agli autisti di veicoli a motore colpevoli di avere guidato in stato di ebbrezza o in forte stato di ebbrezza può essere valutato se l’autista ha contribuito colpevolmente al danno. Se la lesione personale ha provocato il decesso, anche il risarcimento alle persone che avevano legami con la vittima potrebbe subire delle modifiche se la vittima ha contribuito intenzionalmente al decesso.

Inizio paginaInizio pagina

Nel calcolo del risarcimento per danni materiali o lucro cessante potrebbe essere valutato se la negligenza della persona danneggiata dal reato ha contribuito al danno.

Il risarcimento può anche essere ridotto o non essere erogato se esiste la probabilità che il danneggiato dal reato o, qualora il danno abbia condotto al decesso, la vittima, intenzionalmente o negligentemente abbia accresciuto il rischio di danno con il proprio comportamento al momento del reato o con altra modalità. In caso di danno materiale o di lucro cessante, il risarcimento può essere ridotto o non essere erogato se è possibile provare che, a causa dell’assenza delle abituali misure di sicurezza, intenzionalmente o per negligenza, la parte lesa abbia concorso ad aumentare il rischio di danno.

2.17. È possibile ottenere un anticipo sul risarcimento?

Se l’indagine riguardante determinati danni richiede molto tempo, ad esempio, a causa di esami medici in corso, il risarcimento per altri danni evidenti, in taluni casi, potrebbe essere erogato in anticipo.

2.18. Dove si possono ottenere i moduli necessari e le ulteriori informazioni sulla presentazione della richiesta? Vi sono linee telefoniche di assistenza o siti internet per tali casi?

È possibile ottenere informazioni presso:

The Crime Victim Compensation and Support Authority [Ente per il risarcimento e l'assistenza delle vittime di reati],
Casella postale 470, S 901 09 UMEÅ
Telefono: + 46 90 57 10,
Fax + 46 90 17 83 53
: registrator@brottsoffermyndigheten.se

Ulteriori informazioni sono reperibili presso il sito web dell'ente per il risarcimento e l'assistenza delle vittime di reati English - svenska (HTML) - българскиDeutschespañol - françaisromânăsuomi PDF File (PDF File 170 KB).

Inizio paginaInizio pagina

2.19. Il danneggiato dal reato può ottenere assistenza legale gratuita per la presentazione della richiesta?

Nella maggior pare dei casi è possibile presentare da soli la richiesta e ottenere l’aiuto necessario dall’ente per il risarcimento e l’assistenza delle vittime di reati. I costi dell’assistenza o della compilazione dei rapporti sui casi di danni conseguenti a reati possono essere risarciti da fondi pubblici se esistono motivi particolari che tengono conto della posizione finanziaria del richiedente e altre circostanze.

2.20. A chi deve essere indirizzata la richiesta?

All’ente per il risarcimento e l’assistenza delle vittime di reati.

2.21. Esistono altre organizzazioni che assistono le vittime di reati e che possono fornire ulteriori informazioni?
  • Federazione nazionale dei centri per le vittime di reati svenska
    Casella postale 11014, S 100 61 STOCKHOLM
    Telefono: + 46 200-212019
    : telefoncentralen@boj.se ; boj.riks@boj.se
  • Organizzazione nazionale per i centri di accoglienza di donne e ragazze in Svezia ROKS svenska
    Casella postale 19517, S 104 32 STOCKHOLM
    Telefono: + 46 8 442 99 30
    : info@roks.se
  • Associazione svedese dei centri di accoglienza per le donne
    Bondegatan 40, S 116 33 STOCKHOLM
    Telefono: + 46 8 642 64 01

« Risarcimento delle vittime di reati - Informazioni generali | Svezia - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 18-12-2007

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito