Commissione Europea > RGE > Risarcimento delle vittime di reati > Irlanda

Ultimo aggiornamento: 16-11-2007
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Risarcimento delle vittime di reati - Irlanda

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. L'aggiornamento è in corso e sarà disponibile sul portale europeo della giustizia elettronica.


 

INDICE

1. Risarcimento danni a carico dell’autore del reato 1.
1.1. A quali condizioni si può far valere una pretesa risarcitoria nei confronti dell’autore del reato (nel processo penale)? 1.1.
1.2. In quale fase del procedimento deve essere proposta la domanda? 1.2.
1.3. Come e dinanzi a chi può essere fatta valere la pretesa risarcitoria? 1.3.
1.4. Quale deve essere il contenuto della domanda (occorre indicare un importo globale e/o precisare i danni specifici)? 1.4.
1.5. È possibile godere del patrocinio a spese dello Stato prima e/o durante il processo? 1.5.
1.6. Quali prove occorre fornire a sostegno della domanda? 1.6.
1.7. Qualora il giudice ritenga fondata la pretesa risarcitoria, la vittima del reato dispone di qualche assistenza particolare ai fini dell’esecuzione della sentenza nei confronti dell’autore del reato? 1.7.
2. Risarcimento danni a carico dello Stato o di enti pubblici 2.
2.1. È possibile ottenere un risarcimento dallo Stato o da enti pubblici? 2.1.
2.2. Tale possibilità è circoscritta alle vittime di alcuni tipi di reati? 2.2.
2.3. Tale possibilità è circoscritta alle vittime che hanno subito determinati tipi di danni? 2.3.
2.4. Se la vittima è deceduta, i parenti prossimi o i familiari a carico possono ottenere un risarcimento? 2.4.
2.5. La possibilità di ottenere un risarcimento è limitata alle persone di una determinata nazionalità o residenti in un determinato paese? 2.5.
2.6. Esiste la possibilità di chiedere un risarcimento in Irlanda se il reato è stato commesso in un altro paese? In caso affermativo, a quali condizioni? 2.6.
2.7. È necessario aver denunciato il fatto alla polizia? 2.7.
2.8. Occorre aspettare il risultato delle indagini della polizia o del procedimento penale prima di presentare la domanda? 2.8.
2.9. Qualora l’autore del reato sia stato identificato, è necessario tentare in primo luogo di ottenere il risarcimento dall’autore del reato? 2.9.
2.10. Qualora l’autore del reato non sia stato identificato o arrestato, è possibile ottenere un risarcimento? In caso affermativo, quali prove occorre presentare a sostegno della domanda? 2.10.
2.11. Esiste un termine per esercitare la domanda risarcitoria? 2.11.
2.12. Quali danni possono essere risarciti? 2.12.
2.13. Come viene calcolato il risarcimento? 2.13.
2.14. Vi è un importo minimo e/o massimo che può essere concesso? 2.14.
2.15. Il risarcimento che la vittima ha ricevuto o potrebbe ricevere per gli stessi danni da altre fonti (come ad esempio le assicurazioni) viene detratto dal risarcimento ricevuto dallo Stato? 2.15.
2.16. Vi sono altri criteri che possono influenzare la possibilità di ottenere un risarcimento, ovvero il modo in cui l’importo del risarcimento viene calcolato, come il comportamento della vittima in rapporto all’evento causale? 2.16.
2.17. E’ possibile ottenere un anticipo sul risarcimento? Se sì, a quali condizioni? 2.17.
2.18. Dove si possono ottenere i moduli necessari e ulteriori informazioni sulla presentazione della richiesta? Vi sono linee telefoniche di assistenza o siti internet per tali casi? 2.18.
2.19. Può la parte lesa ottenere assistenza legale gratuita per la presentazione della richiesta? 2.19.
2.20. A chi deve essere indirizzata la richiesta? 2.20.
2.21. Vi sono associazioni di assistenza alle vittime in grado di fornire ulteriore appoggio? 2.21.

 

1. Risarcimento danni a carico dell’autore del reato

Sul modo di presentare la domanda di risarcimento danni nei confronti dell'autore del reato fuori dell'ambito del procedimento penale si prega di far riferimento a: “Bringing a case to court - Ireland” (Ricorso in giustizia).

Per quanto riguarda le situazioni transfrontaliere, ad esempio, quando il reato è avvenuto fuori dello Stato membro in cui è residente la vittima, va ricordato che la vittima può citare l'autore del reato per danni dinanzi allo stesso giudice competente per il giudizio penale qualora ciò sia possibile secondo la legge nazionale.

1.1. A quali condizioni si può far valere una pretesa risarcitoria nei confronti dell’autore del reato (nel processo penale)?

Ai sensi del Criminal Justice Act, 1993 il giudice può condannare l'autore del reato al risarcimento dei danni (su istanza di parte o d'ufficio).

1.2. In quale fase del procedimento deve essere proposta la domanda?

L'ordinamento irlandese non lo specifica. In generale il pubblico ministero dovrebbe essere informato della pretesa risarcitoria all'inizio del procedimento penale.

1.3. Come e dinanzi a chi può essere fatta valere la pretesa risarcitoria?

Il pubblico ministero dev'essere informato della pretesa risarcitoria.

1.4. Quale deve essere il contenuto della domanda (occorre indicare un importo globale e/o precisare i danni specifici)?

Poiché non esiste un formulario per proporre la domanda, occorre presentare una ripartizione dettagliata delle voci.

Inizio paginaInizio pagina

1.5. È possibile godere del patrocinio a spese dello Stato prima e/o durante il processo?

Nell'ordinamento irlandese non esistono norme che prevedono che la parte lesa sia rappresentata. Tuttavia il pubblico ministero deve assistere l'istante.

1.6. Quali prove occorre fornire a sostegno della domanda?

Per quanto riguarda i danni derivanti da reati, di regola è necessario produrre prove documentali. Spetta al giudice decidere sui danni che derivino da tali reati.

1.7. Qualora il giudice ritenga fondata la pretesa risarcitoria, la vittima del reato dispone di qualche assistenza particolare ai fini dell’esecuzione della sentenza nei confronti dell’autore del reato?

Il giudice stabilisce un termine entro il quale il risarcimento dev'essere pagato. In difetto, verrà emesso un provvedimento esecutivo o un ordine di sequestro nei confronti dell'autore del reato.

2. Risarcimento danni a carico dello Stato o di enti pubblici

2.1. È possibile ottenere un risarcimento dallo Stato o da enti pubblici?

Sì. Una vittima di un reato violento può presentare domanda dinanzi al:

Criminal Injuries Compensation Tribunal,

13 Lower Hatch Street,

Dublino 2

Numero di telefono: +353-1-6610604.

2.2. Tale possibilità è circoscritta alle vittime di alcuni tipi di reati?

L’obiettivo dello Scheme irlandese è di concedere un indennizzo ex gratia per le spese e le perdite subite a causa di lesioni personali direttamente connesse a un reato commesso con violenza o che ha avuto luogo mentre la vittima contribuiva (o cercava di contribuire) a impedire il compimento di un reato o a salvare una vita umana. Lo Scheme non comprende lesioni provocate da un incidente stradale, a meno che il giudice abbia accertato che si è trattato di un tentativo volontario di investire la vittima. Il sistema non comprende situazioni in cui la vittima e l'autore del reato vivevano insieme e facevano parte dello stesso nucleo familiare quando la vittima ha subito il relativo danno.

Inizio paginaInizio pagina

2.3. Tale possibilità è circoscritta alle vittime che hanno subito determinati tipi di danni?

Lo Scheme riguarda i danni alla persona subiti come conseguenza del reato.

2.4. Se la vittima è deceduta, i parenti prossimi o i familiari a carico possono ottenere un risarcimento?

Nel caso di decesso della vittima, i parenti prossimi della vittima (in definitiva, i familiari a carico della vittima ai sensi del Civil Liability Act) possono chiedere il risarcimento dei danni.

2.5. La possibilità di ottenere un risarcimento è limitata alle persone di una determinata nazionalità o residenti in un determinato paese?

No. Nel caso in cui una persona sia stata vittima di un reato violento in Irlanda e abbia subito danni può chiedere un risarcimento.

2.6. Esiste la possibilità di chiedere un risarcimento in Irlanda se il reato è stato commesso in un altro paese? In caso affermativo, a quali condizioni?

No. Lo Scheme si applica solo ai danni subiti nello Stato o a bordo di una nave o di un aereo irlandese dopo il 30 settembre 1972.

2.7. È necessario aver denunciato il fatto alla polizia?

Il fatto dev'essere denunciato alla polizia al più presto possibile. Infatti, nel caso non sia stato denunciato alla polizia nei termini prescritti, il risarcimento del danno potrebbe essere dichiarato inammissibile. È possibile che il giudice deroghi a tale disposizione nel caso in cui sia soddisfatto del livello di cooperazione dato alla polizia nel corso delle relative indagini.

Inizio paginaInizio pagina

2.8. Occorre aspettare il risultato delle indagini della polizia o del procedimento penale prima di presentare la domanda?

Esiste un termine di tre mesi per presentare la domanda. Tuttavia, il giudice può concedere una proroga in determinate circostanze nel caso in cui il richiedente fornisca una ragionevole giustificazione del ritardo.

2.9. Qualora l’autore del reato sia stato identificato, è necessario tentare in primo luogo di ottenere il risarcimento dall’autore del reato?

No. Tuttavia, nel caso in cui la vittima decida di avviare un procedimento civile nei confronti dell'autore del reato il giudice attende la fine di quest'ultimo, in quanto si dovrà tener conto di qualsiasi risarcimento ricevuto nel corso dello stesso. Ciò vale anche nel caso in cui la vittima riceva un risarcimento come parte del procedimento penale. Anche in questo caso il giudice dovrà tenerne conto.

2.10. Qualora l’autore del reato non sia stato identificato o arrestato, è possibile ottenere un risarcimento? In caso affermativo, quali prove occorre presentare a sostegno della domanda?

Il giudice acquisirà un rapporto della polizia che dev'essere sufficiente a dimostrare che il richiedente è stato vittima del reato in questione.

2.11. Esiste un termine per esercitare la domanda risarcitoria?

Cfr. il punto 2.8.

2.12. Quali danni possono essere risarciti?

Lucro cessante, spese mediche effettive (comprese le spese odontoiatriche), spese di viaggio entro un limite ragionevole (andata e ritorno dal medico, dall’ospedale ecc.) medicinali, occhiali e dolore e sofferenza (se le lesioni sono intervenute prima dell’1.4.1986). Il risarcimento per dolore e sofferenza non può essere concesso a partire da tale data. Per le lesioni personali con conseguenze a lungo termine è possibile aggiungere, oltre alle summenzionate voci, perdita di futuri guadagni stimati, spese mediche previste in futuro (comprese le spese odontoiatriche), spese future stimate derivanti da un’invalidità, ad esempio futuri trattamenti sanitari, apparecchi speciali ecc. e la perdita stimata di futuri potenziali guadagni.

Inizio paginaInizio pagina

2.13. Come viene calcolato il risarcimento?

Poiché lo Scheme non prevede un risarcimento per dolore e sofferenza occorre produrre prove documentali in giudizio riguardanti le perdite per calcolare il risarcimento. Nella maggior parte dei casi il giudice contatta gli organismi competenti per accertare la fondatezza della domanda.

2.14. Vi è un importo minimo e/o massimo che può essere concesso?

Non viene pagato alcun risarcimento nel caso in cui la perdita risarcibile sia inferiore a 63,49 euro.

2.15. Il risarcimento che la vittima ha ricevuto o potrebbe ricevere per gli stessi danni da altre fonti (come ad esempio le assicurazioni) viene detratto dal risarcimento ricevuto dallo Stato?

Il risarcimento ricevuto da altre fonti viene tenuto in considerazione al momento di decidere sul risarcimento.

2.16. Vi sono altri criteri che possono influenzare la possibilità di ottenere un risarcimento, ovvero il modo in cui l’importo del risarcimento viene calcolato, come il comportamento della vittima in rapporto all’evento causale?

Vi sono numerose limitazioni e restrizioni per quanto riguarda le circostanze in cui il risarcimento può essere pagato.

Anzitutto, vi sono circostanze in cui non viene pagato alcun risarcimento:

  • nel caso in cui la perdita risarcibile sia inferiore a 63,49 euro
  • nel caso in cui la vittima e l'autore del reato vivevano insieme e facevano parte dello stesso nucleo familiare quando la vittima ha subito il relativo danno
  • nel caso in cui il danno è conseguenza di lesioni cagionate da una violazione del codice della strada, salvo che il tribunale ritenga che si tratti di un tentativo volontario di investire la vittima
  • nel caso in cui non abbia fornito ogni assistenza ragionevole al giudice.

In secondo luogo, il giudice può rifiutare la concessione di un indennizzo o concedere un indennizzo ridotto in presenza delle seguenti circostanze.

Inizio paginaInizio pagina

  • Se ritiene che la vittima sia parzialmente o del tutto colpevole dell’incidente, poiché lo ha provocato o per altre ragioni
  • Se la condotta, il carattere o lo stile di vita della vittima lo giustificano. Si tiene conto degli eventuali precedenti penali della vittima.
2.17. E’ possibile ottenere un anticipo sul risarcimento? Se sì, a quali condizioni?

Di norma l’indennizzo è versato in una soluzione unica. In alcuni casi il giudice concede una provvisionale e posticipa il pagamento finale dell’indennizzo al momento in cui è chiaro quale sarà probabilmente l’effetto a più lungo temine dell’offesa.

2.18. Dove si possono ottenere i moduli necessari e ulteriori informazioni sulla presentazione della richiesta? Vi sono linee telefoniche di assistenza o siti internet per tali casi?

È possibile presentare domanda al Criminal Injuries Compensation Tribunal per ottenere un formulario, scrivendo al recapito 13 Lower Hatch Street Dublin 2, Ireland, o telefonando al numero 00353-1-6610604. Non vi sono linee telefoniche di assistenza o siti internet speciali.

2.19. Può la parte lesa ottenere assistenza legale gratuita per la presentazione della richiesta?

Si tenga presente che l'organo giurisdizionale non rifonde le spese legali. La decisione di farsi rappresentare o meno per la presentazione della richiesta spetta all’interessato. Il personale dell'organo giurisdizionale è a disposizione per consigliare l’interessato sulle modalità per chiedere l’indennizzo.

2.20. A chi deve essere indirizzata la richiesta?

Cfr. supra al punto 2.18.

2.21. Vi sono associazioni di assistenza alle vittime in grado di fornire ulteriore appoggio?

È possibile rivolgersi al Victim Support al seguente indirizzo:

Haliday House, 32 Arran Quay,

Dublin 7.

Telefono: +353-1-8780870

e-mail: info@victimsupport.ie

Ulteriori informazioni

  • Oasis - Information on Public Service English

« Risarcimento delle vittime di reati - Informazioni generali | Irlanda - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 16-11-2007

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito