Commissione Europea > RGE > Ricorso in giustizia > Lussemburgo

Ultimo aggiornamento: 04-05-2006
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Ricorso in giustizia - Lussemburgo

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. La versione nella lingua originale è stata aggiornata e trasferita sul portale europeo della giustizia elettronica.


Siete in conflitto con un'impresa, un professionista, il vostro datore di lavoro, un componente della vostra famiglia o qualsiasi altra persona, nel vostro paese o all'estero. Per risolvere tale conflitto sarete indotti a porvi un certo numero di domande, tra cui:



 

INDICE

1. Devo necessariamente rivolgermi ad un giudice? 1.
2. Sono ancora in tempo per ricorrere al giudice? 2.
3. È sicuro che io mi debba rivolgere ai giudici del Lussemburgo? 3.
4. In caso affermativo, a quale giudice in particolare mi devo rivolgere nel Lussemburgo in funzione del mio domicilio e di quello dell'altra parte o di altri elementi di localizzazione della mia richiesta? 4.
5. A quale giudice mi devo rivolgere nel Lussemburgo in funzione della natura della mia pretesa e del valore della controversia ? 5.
6. Posso adire il giudice da solo oppure devo rivolgermi ad un intermediario, un ausiliario di giustizia quale un avvocato? 6.
7. A chi devo rivolgermi in pratica: allo sportello per il pubblico o alla cancelleria del tribunale o ad un altro ufficio amministrativo? 7.
8. In che lingua posso formulare la mia domanda? Posso presentarla oralmente o devo presentarla necessariamente per iscritto? Posso farlo per fax o per posta elettronica? 8.
9. Esistono dei moduli per adire l'autorità giudiziaria o, se non esistono, che cosa si deve fare per adire le vie legali? Quali sono gli elementi che il fascicolo deve obbligatoriamente contenere? 9.
10. Ci sono diritti da pagare? Se sì, quando bisogna pagarli? L'avvocato deve essere pagato fin dall'inizio? 10.
11. Posso beneficiare del patrocinio a spese dello Stato? (si veda tema: 'Patrocinio a spese dello Stato') 11.
12. A partire da quale momento si considera effettivamente introdotta la mia domanda? Riceverò conferma dalle autorità che la domanda è stata validamente introdotta? 12.
13. Potrò avere informazioni precise sul calendario degli eventi che si svolgeranno a seguito della domanda (per esempio il termine di comparizione)? 13.

 

DOMANDE A CUI RISPONDERE PRIMA DI ADIRE IL GIUDICE:

1. Devo necessariamente rivolgermi ad un giudice?

Potrebbe in effetti essere opportuno ricorrere ai 'Modi alternativi di risoluzione delle controversie'. (Si veda il tema specifico).

2. Sono ancora in tempo per ricorrere al giudice?

Infatti i termini di prescrizione per il ricorso al giudice variano a seconda delle fattispecie. La questione dei termini può essere chiarita presso un avvocato oppure un ufficio d'informazioni al pubblico sull'accesso alla giustizia.

3. È sicuro che io mi debba rivolgere ai giudici del Lussemburgo?

Si veda il tema 'Competenza dei giudici'

4. In caso affermativo, a quale giudice in particolare mi devo rivolgere nel Lussemburgo in funzione del mio domicilio e di quello dell'altra parte o di altri elementi di localizzazione della mia richiesta?

Si veda il tema 'Competenza dei giudici - Lussemburgo'

5. A quale giudice mi devo rivolgere nel Lussemburgo in funzione della natura della mia pretesa e del valore della controversia ?

Si veda il tema 'Competenza dei giudici - Lussemburgo'

Inizio paginaInizio pagina

MODALITÀ PER ADIRE IL GIUDICE

6. Posso adire il giudice da solo oppure devo rivolgermi ad un intermediario, un ausiliario di giustizia quale un avvocato?

La risposta a tale domanda dipende dal valore e dalla natura della controversia.
Si può fornire la seguente sintesi, fatte salve particolari eccezioni previste dalle leggi:

  1. Se la controversia ha un valore inferiore a 10 000 euro, è generalmente il giudice di pace (justices de paix) ad essere competente. Dinanzi al giudice di pace, le parti possono comparire personalmente o tramite un rappresentante che, se non è un avvocato, deve disporre di un potere rappresentativo (procura) speciale.
  2. Se la controversia ha un valore superiore a 10 000 euro, la competenza spetta generalmente al tribunale di zona (tribunal d'arrondissement). Dinanzi a questa giurisdizione, è necessario essere rappresentati da un procuratore legale (avocat à la cour), eccetto per i procedimenti per direttissima e per le azioni che si svolgono secondo la procedura commerciale, nella quale le parti possono comparire di persona, ma possono anche farsi assistere o rappresentare. Dinanzi alla Corte superiore di giustizia (cour supérieure de justice) (=Corte d'appello), è obbligatorio essere rappresentati da un procuratore legale.
  3. Talune materie, anche se il valore della causa supera i 10 000 euro, sono di competenza del giudice di pace: ad esempio, le controversie inerenti al diritto del lavoro, le contestazioni tra proprietari ed inquilini di immobili, le istanze relative alla legge sull'indebitamento (surendettement), le richieste di versamento di alimenti, ad eccezione di quelle collegate ad una istanza di divorzio o separazione legale. In questi casi, le parti possono avviare esse stesse l'azione giudiziaria, spesso con richiesta scritta indirizzata al giudice (= procedura semplificata e meno onerosa di quella davanti al tribunale di zona) e comparire personalmente dinanzi al giudice di pace.

7. A chi devo rivolgermi in pratica: allo sportello per il pubblico o alla cancelleria del tribunale o ad un altro ufficio amministrativo?

La risposta a questa domanda dipende dalle distinzioni illustrate al punto precedente.
Per le azioni di cui al punto 1, le parti possono rivolgersi direttamente al giudice di pace territorialmente competente (materialmente, sono i cancellieri capi (greffiers en chef) di queste giurisdizioni che ricevono le domande).

Inizio paginaInizio pagina

Per le azioni di cui al punto 2, le parti devono normalmente rivolgersi ad un avvocato, che procederà a citare la controparte a nome del proprio cliente e tramite un ufficiale giudiziario. L'avvocato depositerà gli atti introduttivi dell'istanza presso il tribunale di zona o la Corte superiore di giustizia territorialmente competente.

8. In che lingua posso formulare la mia domanda? Posso presentarla oralmente o devo presentarla necessariamente per iscritto? Posso farlo per fax o per posta elettronica?

Nei procedimenti giudiziari si può parlare francese, tedesco o lussemburghese, fatte salve alcune disposizioni speciali riguardanti alcune materie. Nella pratica è la lingua francese ad essere di solito utilizzata.

Salvo casi eccezionali, riguardanti domante presentate al giudice di pace per alcune materie particolari, (ad esempio, le domande di ingiunzione di pagamento), la domanda giudiziale deve essere presentata per iscritto. Non sono ammessi documenti trasmessi per fax o e-mail.

9. Esistono dei moduli per adire l'autorità giudiziaria o, se non esistono, che cosa si deve fare per adire le vie legali? Quali sono gli elementi che il fascicolo deve obbligatoriamente contenere?

In generale, la risposta a questa domanda dipende dalla distinzione illustrata nella prima domanda della presente scheda.

Per alcune materie particolari (es. le domande di ingiunzione di pagamento per somme di denaro dovute o fatture insolute) esistono dei formulari da compilare.

Di norma, le citazioni a comparire davanti al giudice di pace, i ricorsi o le citazioni avanti ad un tribunale di zona e gli atti introduttivi dell'appello dinanzi alle giurisdizioni superiori, devono contenere - pena la nullità - alcuni elementi obbligatori ed essere redatte secondo forme precise. Non esistono a tal fine formulari prestabiliti.

Inizio paginaInizio pagina

10. Ci sono diritti da pagare? Se sì, quando bisogna pagarli? L'avvocato deve essere pagato fin dall'inizio?

In linea di massima, le spese processuali dovranno essere pagate alla conclusione dell'azione in giudizio. Il giudice può anche ordinare che una cauzione o provvisionale (= anticipo) sia versata da una o più delle parti in giudizio (ad esempio, nel caso di una perizia ordinata dal giudice).

L'onorario dell'avvocato in relazione al cliente rientra tra gli accordi conclusi tra queste due persone. In pratica, è d'uso versare un anticipo all'avvocato.

11. Posso beneficiare del patrocinio a spese dello Stato? (si veda tema: 'Patrocinio a spese dello Stato')

SEGUITO DELLA COSTITUZIONE IN GIUDIZIO

12. A partire da quale momento si considera effettivamente introdotta la mia domanda? Riceverò conferma dalle autorità che la domanda è stata validamente introdotta?

Di nuovo, la risposta a questa domanda dipende dalla distinzione illustrata nella prima domanda della presente scheda.

Se il giudice è stato adito dal richiedente stesso, nei casi in cui la legge lo permette, sarà il giudice ad informare l'interessato del seguito della sua azione giudiziale.

Se l'azione in giudizio deve essere o è introdotta da un avvocato, a nome del cliente, la giurisdizione informerà l'avvocato del seguito dell'azione, poiché questi è il mandatario legale del suo cliente. L'avvocato potrà fornire al cliente le informazioni circa il calendario previsto degli avvenimenti, nella misura in cui questi sono disponibili o prevedibili.

13. Potrò avere informazioni precise sul calendario degli eventi che si svolgeranno a seguito della domanda (per esempio il termine di comparizione)?

Per la risposta si richiama anche la risposta fornita alla domanda precedente.

Il termine di comparizione in giudizio è di solito fissato per legge, o può essere fissato o convenuto tra le parti, oltre ai termini di comparizione che il giudice può stabilire in particolare per sentire personalmente una parte o terzi.

Ulteriori informazioni

« Ricorso in giustizia - Informazioni generali | Lussemburgo - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 04-05-2006

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito