Commissione Europea > RGE > Legge applicabile > Lettonia

Ultimo aggiornamento: 05-12-2008
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Legge applicabile - Lettonia

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. L'aggiornamento è in corso e sarà disponibile sul portale europeo della giustizia elettronica.


 

INDICE

I. Fonti normative I.
I.1. Diritto nazionale I.1.
I.2. Convenzioni multilaterali I.2.
I.3. Convenzioni bilaterali I.3.
II. Applicazione della disciplina dei conflitti di legge II.
II.1. Applicazione ufficiale della disciplina dei conflitti di legge II.1.
III. Disciplina dei conflitti di legge III.
III.1. Personalità giuridica III.1.
III.2. Paternità, rapporti tra genitori e figli, adozione III.2.
III.3. Matrimonio, convivenza, divorzio III.3.
III.4. Regime patrimoniale coniugale III.4.
III.5. Successione III.5.
III.6. Diritti di proprietà III.6.
III.7. Insolvenza III.7.

 

I. Fonti normative

I.1. Diritto nazionale

La gerarchia delle fonti normative è organizzata in base alla forza di legge delle proprie norme. La forza di legge delle norme emanate da un’istituzione può variare a seconda della procedura utilizzata a tal riguardo. La forza di legge determina se le norme contenute in un testo legislativo prevalgono su norme di grado inferiore o se sono subordinate a norme di grado superiore.

La gerarchia delle fonti del diritto lettone è la seguente:

  1. la Costituzione (Satversme) della Repubblica di Lettonia;
  2. le norme adottate dal Parlamento (il Saeima), le norme di diritto internazionale da esso ratificate e leggi relative all’approvazione di accordi internazionali;
  3. regolamenti del Consiglio dei ministri aventi forza di legge;
  4. regolamenti del Consiglio dei ministri e norme di diritto internazionale approvate dal Consiglio dei ministri;
  5. regolamenti obbligatori delle amministrazioni locali.

I.2. Convenzioni multilaterali

  • La convenzione di Roma del 1980 sulla legge applicabile alle obbligazioni contrattuali;
  • La convenzione dell’Aia del 1° marzo 1954 concernente la procedura civile;
  • La convenzione dell’Aja del 15 novembre 1965 relativa alla notificazione all’estero degli atti giudiziari e extragiudiziali in materia civile o commerciale;
  • La convenzione dell’Aja del 25 ottobre 1980 sull’ottenimento all’estero delle prove in materia civile o commerciale;
  • La convenzione dell’Aja del 18 marzo 1970 volta a facilitare l’accesso internazionale alla giustizia.

I.3. Convenzioni bilaterali

  • Accordo fra la Repubblica di Lettonia e la Federazione russa sull’assistenza giudiziaria e i rapporti giuridici in materia civile, familiare e penale;
  • Accordo fra la Repubblica di Lettonia e la Repubblica di Bielorussia sull’assistenza giudiziaria e i rapporti giuridici in materia civile, familiare e penale;
  • Accordo fra la Repubblica di Lettonia e la Repubblica di Uzbekistan sull’assistenza giudiziaria e i rapporti giuridici in materia civile, familiare e penale;
  • Accordo fra la Repubblica di Lettonia e la Repubblica di Kirghizistan sull’assistenza giudiziaria e i rapporti giuridici in materia civile, familiare e penale;
  • Accordo fra la Repubblica di Lettonia e la Repubblica di Moldova sull’assistenza giudiziaria e i rapporti giuridici in materia civile, familiare e penale;
  • Accordo fra la Repubblica di Lettonia e l’Ucraina sull’assistenza giudiziaria e i rapporti giuridici in materia civile, familiare e penale;
  • Accordo fra la Repubblica di Lettonia, la Repubblica di Estonia e la Repubblica di Lituania sull’assistenza giudiziaria e i rapporti giuridici;
  • Accordo fra la Repubblica di Lettonia e la Repubblica di Polonia sull’assistenza giudiziaria e i rapporti giuridici in materia civile, familiare, lavorativa e penale.

II. Applicazione della disciplina dei conflitti di legge

II.1. Applicazione ufficiale della disciplina dei conflitti di legge

Nei casi in cui il diritto lettone permette di applicare la legge di uno Stato estero, il suo contenuto è determinato secondo le modalità definite dalla legge di procedura civile. Qualora ciò non sia possibile, si presume che il sistema giuridico nello Stato estero pertinente, nel settore giuridico in questione, sia conforme al sistema giuridico lettone nello stesso settore. Qualora, conformemente al codice civile, debba essere applicata la legge di uno Stato estero, ma detta legge a sua volta stabilisce che sia applicabile il diritto lettone, dovrà essere applicata la legislazione lettone.

Inizio paginaInizio pagina

Non è possibile applicare il diritto di uno Stato estero in Lettonia, qualora esso sia in conflitto con il modello sociale o con la morale lettone oppure con norme obbligatorie o proibitive del diritto lettone.

III. Disciplina dei conflitti di legge

III.1. Personalità giuridica

La capacità giuridica e la capacità d’agire di una persona fisica sono determinate conformemente al diritto dello Stato di residenza. Qualora una persona risieda in più Stati, fra cui la Lettonia, la capacità giuridica e la capacità d’agire di tale persona nonché gli effetti dei suoi atti giuridici sono disciplinati dal diritto lettone.

I cittadini stranieri che non hanno capacità d’agire ma a cui potrebbe essere riconosciuta tale capacità ai sensi del diritto lettone, sono vincolati dai loro atti giuridici compiuti in Lettonia, qualora ciò risulti nell’interesse dell’amministrazione della giustizia.

La capacità giuridica e la capacità d’agire di una persona giuridica è determinata ai sensi del diritto dello Stato in cui ha sede il proprio consiglio di amministrazione.

Sono fatte salve le disposizioni del diritto lettone che limitano la capacità giuridica o la capacità d’agire di cittadini stranieri in Lettonia.

Le disposizioni sopra citate sono applicabili ove non disposto diversamente nella normativa internazionale vincolante per la Repubblica di Lettonia.

III.2. Paternità, rapporti tra genitori e figli, adozione

I rapporti giuridici concernenti la paternità di un minore e la relativa contestazione sono disciplinati dal diritto lettone, se la madre, al momento della nascita del minore, è residente in Lettonia.

Inizio paginaInizio pagina

È applicabile il diritto lettone anche qualora la controversia relativa alla paternità di un minore abbia origine in Lettonia.

Qualora il luogo di residenza assegnato ad un minore si trovi in Lettonia, i rapporti giuridici fra genitori e minore sono soggetti al diritto lettone.

La custodia e la tutela dei minori sono disciplinate dal diritto lettone, se il luogo di residenza delle persone soggette a custodia o a tutela si trova in Lettonia. Se il patrimonio di tali persone è ubicato in Lettonia, essi sono soggetti al diritto lettone, per quanto attiene a tale patrimonio, anche qualora non siano residenti in Lettonia.

L’adozione del figlio di un coniuge è regolata dal diritto lettone, se la residenza dell’adottando si trova in Lettonia.

Le disposizioni sopra citate sono applicabili ove non disposto diversamente nella normativa internazionale vincolante per la Repubblica di Lettonia.

III.3. Matrimonio, convivenza, divorzio

Se un matrimonio è stato concluso in Lettonia, il diritto di sposarsi, le formalità relative alla celebrazione del matrimonio e gli effetti del matrimonio sono determinati conformemente al diritto lettone.

Anche il diritto di un cittadino lettone di sposarsi in uno Stato estero è determinato conformemente al diritto lettone. In tali casi le formalità relative alla celebrazione del matrimonio sono determinate conformemente al diritto dello Stato in cui viene concluso il matrimonio.

Lo scioglimento o l’annullamento del matrimonio, se effettuato da un giudice lettone, è disciplinato dal diritto lettone, indipendentemente dalla nazionalità dei coniugi. A tale riguardo, è possibile prevedere una deroga alla prescrizione in base alla quale tutti i rapporti privati sono disciplinati dalla normativa vigente nel momento in cui tali rapporti si sono costituiti, sono stati modificati o sono stati estinti.

Inizio paginaInizio pagina

Possono essere disciplinati dal diritto lettone anche i rapporti fra i coniugi prima che vengano assoggettati al diritto lettone, conservando i diritti acquisiti precedentemente.

Inoltre viene riconosciuto lo scioglimento o l’annullamento di un matrimonio fra cittadini lettoni celebrato in uno Stato estero, salvo qualora i motivi presentati a giustificazione dello scioglimento o dell’annullamento non siano coerenti con il diritto lettone o siano in conflitto con il modello sociale o la morale lettone.

I rapporti personali e patrimoniali tra i coniugi sono determinati conformemente al diritto lettone. Se il patrimonio dei coniugi si trova in Lettonia, sono soggetti al diritto lettone, rispetto a tale patrimonio, anche se non hanno un luogo di residenza in Lettonia.

Le disposizioni sopra citate sono applicabili ove non disposto diversamente nella normativa internazionale vincolante per la Repubblica di Lettonia.

III.4. Regime patrimoniale coniugale

I rapporti personali e patrimoniali tra i coniugi sono determinati conformemente al diritto lettone. Se il patrimonio dei coniugi si trova in Lettonia, sono soggetti al diritto lettone, rispetto a tale patrimonio, anche se non hanno un luogo di residenza in Lettonia.

Le disposizioni sopra citate sono applicabili ove non disposto diversamente nella normativa internazionale vincolante per la Repubblica di Lettonia.

III.5. Successione

I diritti di successione relativi ad un’eredità situata in Lettonia vengono considerati conformemente al diritto lettone.

Inizio paginaInizio pagina

È possibile eseguire la divisione di un’eredità in uno Stato estero, soltanto dopo aver soddisfatto le legittime pretese degli eredi residenti in Lettonia.

Le disposizioni sopra citate sono applicabili ove non disposto diversamente nella normativa internazionale vincolante per la Repubblica di Lettonia.

III.6. Diritti di proprietà

I diritti di proprietà, tra cui il possesso, sono determinati conformemente alla legislazione del luogo in cui è situato il bene.

Se il bene mobile viene spostato dal luogo in cui si trova, rimangono impregiudicati i diritti di proprietà di terzi, acquisiti conformemente alla normativa del luogo in cui il bene mobile si trovava in precedenza.

Gli effetti della scadenza dei periodi di prescrizione o dei termini relativamente ai diritti di proprietà sono disciplinati dalla normativa del luogo in cui il bene è situato al momento della scadenza dei termini.

In termini di forma e sostanza, la costituzione, la modificazione e l’estinzione di diritti di proprietà, relativi a immobili situati in Lettonia e i diritti di obbligazione derivanti da operazioni giuridiche in base alle quali è possibile acquisire, modificare o estinguere diritti di proprietà, sono determinati esclusivamente conformemente al diritto lettone, indipendentemente dalla persona che ha eseguito le pertinenti operazioni giuridiche e dal luogo in cui ciò è avvenuto. Disposizioni e forme contrarie contenute in tali operazioni giuridiche non sono in vigore in Lettonia.

Le disposizioni sopra citate sono applicabili ove non disposto diversamente nella normativa internazionale vincolante per la Repubblica di Lettonia.

III.7. Insolvenza

(Consultare la pagina relativa all’insolvenza).

« Legge applicabile - Informazioni generali | Lettonia - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 05-12-2008

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito