Commissione Europea > RGE > Modi alternativi di risoluzione delle controversie > Finlandia

Ultimo aggiornamento: 28-04-2005
Versione stampabile Aggiungi ai preferiti

Modi alternativi di risoluzione delle controversie - Finlandia

EJN logo

Questa pagina è obsoleta. L'aggiornamento è in corso e sarà disponibile sul portale europeo della giustizia elettronica.


 

INDICE

Quali sono i vari modi alternativi di risoluzione delle controversie in Finlandia? Quali sono i vari modi alternativi di risoluzione delle controversie in Finlandia?
Informazioni generali Informazioni generali
Servizi di consulenza Servizi di consulenza
Mediazione Mediazione
Raccomandazioni Raccomandazioni
La maggior parte delle controversie può essere composta tramite modi alternativi di risoluzione. Informazioni più dettagliate sulle procedure disponibili per le varie situazioni riguardano: La maggior parte delle controversie può essere composta tramite modi alternativi di risoluzione. Informazioni più dettagliate sulle procedure disponibili per le varie situazioni riguardano:
Controversie tra imprese Controversie tra imprese
Controversie tra lavoratori e datori di lavoro Controversie tra lavoratori e datori di lavoro
Controversie tra locatori e locatari Controversie tra locatori e locatari
Controversie tra consumatori e imprese Controversie tra consumatori e imprese
Controversie familiari Controversie familiari
Controversie tra privati Controversie tra privati
Altri casi particolari (ad esempio controversie con l’amministrazione, con i servizi sanitari, con avvocati e notai) Altri casi particolari (ad esempio controversie con l’amministrazione, con i servizi sanitari, con avvocati e notai)

 

Quali sono i vari modi alternativi di risoluzione delle controversie in Finlandia?

Informazioni generali

Una controversia può sempre essere sottoposta al giudizio di un tribunale, a prescindere dall’eventuale ricorso ad un modo alternativo di risoluzione. Il ricorso ai modi alternativi di risoluzione non è mai obbligatorio. Esso tuttavia può rivelarsi vantaggioso per una rapida composizione della controversia.

Ai sensi del capitolo 5, paragrafo 26, del codice di rito, il giudice, nel corso di un procedimento civile, ha l’obbligo di verificare la possibilità di una risoluzione amichevole della controversia.

È in fase di preparazione una legge speciale che consentirebbe al giudice di procedere ad una mediazione informale a prescindere dall’eventuale pendenza di un processo.

In Finlandia le parti possono stare in giudizio da sole, senza dover essere rappresentate o difese da un avvocato. Ciò vale sia per i modi alternativi di risoluzione descritti in questa sede che per i procedimenti giudiziari. Tuttavia, per la loro natura, determinati casi richiedono l’esperienza di un avvocato.

La risoluzione delle controversie in via stragiudiziale può avvenire nei tre modi di seguito descritti.

Servizi di consulenza

I servizi di consulenza offerti ai cittadini possono includere l’assistenza per la conclusione di contratti per la composizione di controversie civili, ad esempio per il riordino dei debiti. Alcuni servizi sono previsti dalla legge, come la consulenza finanziaria e in materia di debiti, altri invece sono forniti su base volontaria da vari organi.

Inizio paginaInizio pagina

Mediazione

Una seconda opzione è costituita dai servizi di mediazione. Scopo della mediazione è quello di avvicinare i punti di vista delle parti ed aiutarle a trovare una soluzione conformemente alle loro posizioni. L’accordo raggiunto può basarsi su ciò le parti ritengono ragionevole e non sul risultato che si sarebbe ottenuto agendo giudizialmente. Un servizio di mediazione degno di nota concerne gli accordi tra genitori in materia di affidamento dei figli, di diritti di visita e di mantenimento. In tali casi i servizi sociali, se coinvolti, consentono il venire in essere e il rispetto di tali accordi.

L’ordine degli avvocati offre servizi di mediazione a pagamento (sovittelua) fi, forniti da avvocati.

Raccomandazioni

Un altro modo di risoluzione dei conflitti è rappresentato dalle raccomandazioni. Le raccomandazioni si basano principalmente sulla normativa vigente. L’esempio più emblematico è quello della risoluzione dei conflitti all’interno della commissione per i reclami dei consumatori. Le raccomandazioni sono fornite sia da organi previsti dalla legge, come la commissione per i reclami dei consumatori, che da altri organi, quale la commissione delle assicurazioni competente per le questioni in materia di contratti di assicurazione.

La maggior parte delle controversie può essere composta tramite modi alternativi di risoluzione. Informazioni più dettagliate sulle procedure disponibili per le varie situazioni riguardano:

Controversie tra imprese

Controversie tra lavoratori e datori di lavoro

Controversie tra locatori e locatari

Controversie tra consumatori e imprese

Servizio municipale di consulenza dei consumatori

Il servizio municipale di consulenza dei consumatori è un servizio di consulenza fornito per legge dalle autorità locali.

Inizio paginaInizio pagina

Tale servizio offre informazioni generali e consulenze ad personam su questioni in materia di consumo e tutela dei consumatori; esso inoltre assiste i consumatori nelle controversie che li oppongono alle imprese. In questa occasione esso può chiarire la questione sorta tra le parti, tentare una conciliazione o rinviare il consumatore all’organo giudiziario competente.

La consulenza è fornita dal servizio municipale del comune di residenza del consumatore. Per le questioni di carattere transfrontaliero è competente il servizio di consulenza di Helsinki.

Se la controversia non può essere risolta tramite la consulenza, è possibile rivolgersi a due organi esterni: la commissione per i reclami dei consumatori e la commissione delle assicurazioni, entrambe competenti per l’intero paese.

Commissione per i reclami dei consumatori

Il compito principale della commissione per i reclami dei consumatori (Kuluttajavalituslautakunta) fi è quello di fornire raccomandazioni, su richiesta dei consumatori, in caso di divergenza di opinioni tra imprese e consumatori in merito a contratti relativi a beni di consumo o in caso di controversie relative all’acquisto di tali beni. Una situazione tipica è quella del consumatore che ritiene di aver acquistato un prodotto viziato e dell’impresa che lo contesta.

La procedura presso la commissione per i reclami dei consumatori è scritta. La parte avversa è invitata a rispondere alla domanda, salvo che il reclamo sia considerato manifestamente infondato. Nella fase istruttoria viene esperito un tentativo di conciliazione attraverso la formulazione di una proposta di conciliazione. Ai sensi del paragrafo 6 della legge sulla commissione per i reclami dei consumatori, la commissione non può risolvere casi che sono pendenti davanti a un tribunale o che sono già stati decisi giudizialmente.

Inizio paginaInizio pagina

Il ricorso alla commissione per i reclami dei consumatori è gratuito. Le parti sopportano le spese derivanti dalla trattazione del caso da parte della commissione. Tuttavia, in circostanze speciali, la sezione immobiliare della commissione può raccomandare il rimborso delle spese sostenute dalla parte avversa.

La commissione per i reclami dei consumatori pubblica le sue decisioni, che assumono carattere di rilievo per i consumatori e le imprese ai fini dell’applicazione della legge.

Commissione delle assicurazioni

Le controversie relative a contratti di assicurazione non obbligatori e ai rimborsi derivanti da tali contratti sono trattate dalla commissione delle assicurazioni (vakuutuslautakunta)fi . L’attività della commissione si basa sugli accordi contrattuali delle società di assicurazione ed è da queste finanziata. La procedura seguita dalla commissione delle assicurazioni è analoga a quella della commissione per i reclami dei consumatori.

Servizio di consulenza finanziaria e in materia di debiti

Gli accordi conclusi tra un privato e i suoi creditori possono essere modificati dal servizio di consulenza finanziaria e in materia di debiti. Il riordino dei debiti può anche comportare la formulazione di accordi per la composizione delle controversie.

Il servizio di consulenza finanziaria e in materia di debiti è un servizio municipale previsto dalla legge. Esso fornisce ai privati informazioni e consulenza in materia di gestione delle finanze e dei debiti. Se necessario, li aiuta a predisporre un piano di gestione finanziaria e illustra le varie possibilità di risoluzione dei problemi finanziari. I debitori beneficiano altresì di assistenza per la conclusione di accordi di riordino dei debiti con i loro creditori.

Inizio paginaInizio pagina

Se necessario, il servizio fornisce assistenza anche per la gestione dei debiti, in particolare attraverso la formulazione di domande di riordino e di altre dichiarazioni e documenti richiesti dalla legge sul riordino dei debiti dei soggetti privati (57/1993). Se opportuno, esso rinvia l’utente ad un consulente legale.

Il servizio di consulenza finanziaria e in materia di debiti deve essere richiesto presso il comune di residenza.

Informazioni relative a tale servizio sono disponibili sul sito webfi dell’ente per la tutela dei consumatori.

Controversie familiari

La mediazione nel campo delle controversie familiari viene svolta principalmente dai servizi sociali municipali. Si tratta quindi di un servizio pubblico. Esso va richiesto presso i servizi sociali del comune di residenza.

L’obiettivo può essere di carattere puramente sociale, come l’equilibrio della vita familiare, oppure consistere nella conclusione di accordi giuridici, ad esempio in materia di affidamento dei figli, diritti di visita e mantenimento.

In caso di separazione dei genitori o di altre situazioni in cui sono coinvolti minori, è importante concludere accordi sull’affidamento e il mantenimento dei figli. Tali accordi possono avere la forma di accordi tra le parti approvati dalla commissione sociale. Ai sensi della legge sull’affidamento dei figli e sui diritti di visita, l’accordo raggiunto può essere approvato solo se rispetta gli interessi dei figli. L’approvazione di un accordo di mantenimento è ammissibile solo se l’accordo garantisce un sostegno sufficiente per i figli, come disposto dalla legge sul mantenimento dei figli. Nella prassi, i servizi sociali aiutano i genitori a concludere tali accordi. Una volta approvati, gli accordi sono eseguibili ed acquistano valore di cosa giudicata.

Inizio paginaInizio pagina

La maggior parte delle questioni giuridiche relative all’affidamento dei figli, ai diritti di visita e al mantenimento sono regolate tramite accordi approvati dalla commissione sociale. Ogni anno i servizi sociali approvano circa 38 000 accordi di mantenimento.

Ai fini dell’esecuzione delle decisioni relative all’affidamento dei figli e ai diritti di visita, la principale procedura da seguire è per legge quella della mediazione. Il tribunale deve quindi nominare uno o più mediatori incaricati di promuovere la collaborazione tra le parti al fine di garantire il benessere del figlio. Le raccomandazioni sull’esecuzione sono di competenza dei servizi sociali.

(Si veda Responsabilità dei genitori – Finlandia e Crediti alimentari – Finlandia)

Controversie tra privati

La mediazione in materia di controversie tra privati è attualmente esperibile nella maggior parte dei comuni. In questi casi, il presunto reo e la persona offesa, tramite l’ausilio di un mediatore, si incontrano e discutono della riparazione. In tale circostanza può essere raggiunto un accordo sul risarcimento dei danni subiti in seguito al reato.

Attualmente questa forma di mediazione è volontaria. L’iniziativa dell’avvio della procedura può provenire dalle parti, dalla polizia, dal pubblico ministero o dai servizi sociali. È in esame una proposta di legge che renderebbe obbligatorio tale modo di risoluzione dei conflitti e lo estenderebbe a tutto il paese.

Per ulteriori informazioni sulla mediazione in materia di controversie tra privati è possibile consultare il sito web del ministero di Grazia e giustizia. fi

Altri casi particolari (ad esempio controversie con l’amministrazione, con i servizi sanitari, con avvocati e notai)

Per la risoluzione delle controversie riguardanti i servizi sanitari è possibile rivolgersi alla commissione per la tutela dei pazienti. La procedura è esposta sul sito web della suddetta commissione. fi

Le divergenze sui pagamenti da effettuare a titolo di risarcimento dei danni sofferti da terzi a causa della circolazione di veicoli a motore sono trattate dalla commissione dell’assicurazione RC auto. Essa può fornire pareri o raccomandazioni in materia. Per ulteriori informazioni sul funzionamento della commissione cliccare qui. fi

I clienti che vogliano contestare gli onorari richiesti dai loro avvocati possono presentare una domanda al consiglio dell’ordine degli avvocati, che la esaminerà secondo una procedura interna. Per informazioni al riguardo cliccare qui. La procedura non è obbligatoria e la questione può essere presentata anche alla commissione per i reclami dei consumatori o al tribunale.



« Modi alternativi di risoluzione delle controversie - Informazioni generali | Finlandia - Informazioni generali »

Inizio paginaInizio pagina

Ultimo aggiornamento: 28-04-2005

 
  • Diritto Comunitario
  • Diritto internazionale

  • Belgio
  • Bulgaria
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Germania
  • Estonia
  • Irlanda
  • Grecia
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Cipro
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Ungheria
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Austria
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Finlandia
  • Svezia
  • Regno Unito