Questo sito è stato archiviato il (12/08/2009)
12/08/2009
Print versionDecrease textIncrease text

La realtà sociale europea - Un bilancio

Nelle società europee sono in atto grandi cambiamenti che interessano il lavoro, la vita familiare, le tendenze demografiche, il ruolo della donna, la mobilità sociale e l'impatto della povertà e delle disuguaglianze. I valori stanno cambiando e le società abbracciano un numero crescente di culture diverse. Questa dinamica sociale comporta nuove sfide.

Per mettere a punto risposte politiche adeguate alle nuove esigenze occorre avere una chiara visione delle trasformazioni sociali in atto. Per raccogliere un'ampia gamma di punti di vista, la Commissione europea ha organizzato una consultazione pubblica sulla “realtà sociale europea”, sulla base di un documento di riflessione pdf - 394 KB [394 KB] български (bg) čeština (cs) dansk (da) Deutsch (de) eesti keel (et) ελληνικά (el) English (en) español (es) français (fr) latviešu valoda (lv) lietuvių kalba (lt) magyar (hu) Malti (mt) Nederlands (nl) polski (pl) português (pt) română (ro) slovenčina (sk) slovenščina (sl) suomi (fi) svenska (sv) dell'Ufficio dei consiglieri per le politiche europee della Commissione stessa. La consultazione, che si è conclusa il 15 febbraio 2008, era intesa a stimolare il dibattito sulle realtà sociali in Europa.

Prendendo spunto dai risultati iniziali della consultazione, il 20 novembre 2007 la Commissione ha adottato una comunicazione intitolata " Opportunità, accesso e solidarietà: verso una nuova visione sociale per l’Europa del XXI secolo" [COM(2007)726], nella quale illustrava una serie di possibili prime risposte alle sfide che le società europee devono affrontare.

I risultati finali del bilancio della situazione sono illustrati in un documento di lavoro dei servizi della Commissione (SEC(2008)1896) pdf - 81 KB [81 KB] English (en) , che sottolinea la rapidità dei mutamenti sociali in atto: nuove forme di organizzazione familiare e del lavoro, crisi dei valori, indebolimento dei legami tra le generazioni, nuove opportunità di occupazione, domanda di nuove qualifiche, mobilità e diversità.

Il 5-6 maggio 2008 si è infine svolto un Forum sull’Agenda sociale, organizzato per dare agli interessati – rappresentanti degli Stati membri, delle istituzioni europee, delle parti sociali, della società civile ed esperti – la possibilità di discutere i risultati del bilancio della realtà sociale e gli orientamenti di massima per un'agenda sociale rinnovata.

Il Forum è stato aperto da un intervento del commissario Vladimir Špidla e chiuso dal presidente Barroso, che ha sintetizzato le conclusioni tratte dalla Commissione ed ha spiegato come sarebbero confluite nel lavoro di messa a punto della nuova agenda sociale.

Ultimo aggiornamento: 27/04/2009 | Inizio pagina