Navigation path

Homepage Contatti Mappa del sito

Il diritto d'iniziativa

Trova un'iniziativa

Organizza un'iniziativa

Ulteriori informazioni

  • RSS
Informazioni essenziali

Cos'è un'iniziativa dei cittadini europei?

Si tratta di un strumento di democrazia partecipativa che consente ai cittadini di proporre modifiche legislative concrete in qualsiasi settore in cui la Commissione europea abbia facoltà di proporre un atto legislativo, ad esempio l’ambiente, l’agricoltura, l’energia, i trasporti o il commercio.

Un’iniziativa consente a cittadini di diversi Stati membri di riunirsi intorno a un tema che sta a loro a cuore allo scopo di influire sull’elaborazione delle politiche dell’UE.

Per lanciare un’iniziativa occorrono 7 cittadini dell’UE residenti in almeno 7 diversi Stati membri che abbiano l’età per votare. Una volta che un’iniziativa ha raggiunto un milione di firme rispettando le soglie minime in almeno 7 paesi, la Commissione europea decide se agire o meno.

Le norme e le procedure che disciplinano l’iniziativa dei cittadini figurano in un regolamento dell'UE adottato dal Parlamento europeo e dal Consiglio dell'Unione europea nel febbraio 2011.

Cosa si può proporre con un'iniziativa dei cittadini?

Un'iniziativa dei cittadini può essere promossa in qualsiasi settore nel quale la Commissione può proporre un atto legislativo, come ambiente, agricoltura, trasporti o salute pubblica.

Per maggiori informazioni, cliccare qui.

Chi può farsi promotore di un'iniziativa dei cittadini e come?

Per lanciare un'iniziativa dei cittadini occorre costituire un "comitato dei cittadini" composto da almeno 7 cittadini dell'UE residenti in almeno 7 Stati membri diversi.

I membri del comitato devono essere cittadini dell’UE e aver raggiunto l’età per esercitare il diritto di voto* alle elezioni per il Parlamento europeo (18 anni in ogni paese, salvo l'Austria, dove ne bastano 16).

Le iniziative dei cittadini non possono essere gestite da organizzazioni, le quali possono, tuttavia, promuoverle o sostenerle, purché lo facciano in piena trasparenza.

Prima di iniziare la raccolta delle dichiarazioni di sostegno da parte dei cittadini, gli organizzatori sono tenuti a registrare l'iniziativa proposta su questo sito. Dopo la conferma della registrazione, gli organizzatori hanno a disposizione un anno per raccogliere le firme.

* Non è necessario che i cittadini siano iscritti nelle liste elettorali, basta che abbiano raggiunto l'età richiesta.
Per maggiori informazioni, cliccare qui.

Chi può sostenere un'iniziativa dei cittadini e come?

Tutti i cittadini dell'UE (cittadini di uno Stato membro) che hanno raggiunto l'età alla quale si acquisisce il diritto di voto* per le elezioni al Parlamento europeo (18 anni in ogni paese, salvo l'Austria, dove ne bastano 16).

Per sostenere un'iniziativa, i cittadini devono compilare un apposito modulo di dichiarazione di sostegno messo a disposizione dagli organizzatori, su carta oppure online. Non è possibile dichiarare il proprio sostegno a un'iniziativa su questo sito.

* Non è necessario che i cittadini siano iscritti nelle liste elettorali, basta che abbiano raggiunto l'età richiesta.
Per maggiori informazioni, cliccare qui.

Cosa succede quando un'iniziativa dei cittadini raccoglie un milione di firme?

La Commissione ne esamina attentamente il contenuto. Entro 3 mesi dalla data in cui l'ha ricevuta:

La risposta, che prende la forma di una comunicazione, è adottata dal Collegio dei commissari e pubblicata in tutte le lingue dell'UE.

La Commissione non ha l'obbligo di proporre un atto legislativo a seguito di un'iniziativa. Se la Commissione decide di presentare una proposta, ha inizio la normale procedura legislativa: la proposta viene sottoposta al legislatore (in genere il Parlamento europeo e il Consiglio, oppure in alcuni casi soltanto il Consiglio) e, se adottata, avrà forza di legge.

Per maggiori informazioni, cliccare qui.