Dialogo con i cittadini a Milano

È in gioco  l'Europa, sei in gioco tu. Parliamone
9 maggio 2015 Milano, Italia, Auditorio all'Expo 2015

Sintesi dell'evento

Oggi nell'UE i problemi non mancano, ma nelle nostre mani abbiamo la cosa più importante: la pace

- Il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz -

L'Europa è nata perché abbiamo capito che possiamo risolvere i nostri problemi soltanto insieme

- L'AR/VP Federica Mogherini-

Un incontro stimolante e pieno di energia

Il futuro dell'Europa, lo sviluppo sostenibile e il ruolo dell'UE nel mondo sono stati i temi al centro del dialogo con i cittadini che il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz e l'alto rappresentante dell'Unione per gli Affari esteri e la politica di sicurezza, nonché vicepresidente della Commissione Federica Mogherini hanno tenuto il 9 maggio all'EXPO 2015 di Milano in occasione della Festa dell'Europa. La discussione ha visto la partecipazione di oltre 1 200 cittadini, tra cui molti giovani.

"Un'UE politica non può sottrarsi al dibattito aperto con i cittadini" ha affermato Martin Schulz. Come ha evidenziato un sondaggio condotto in sala tra i partecipanti all'inizio dell'incontro, quasi due europei su tre ritengono di non poter far sentire la loro voce. La discussione si è quindi concentrata sui temi che stanno a cuore alla gente: occupazione, norme sociali e ambientali, ma anche immigrazione e pace.

Sia il presidente del Parlamento europeo che la vicepresidente della Commissione hanno ammonito che, se i giovani non riescono a trovare un lavoro e avere una prospettiva di vita, l'Europa è destinata a fallire. Hanno quindi evidenziato la necessità di rilanciare la crescita e gli investimenti.

Molti cittadini presenti nell'auditorium dell'EXPO sapevano bene che soltanto insieme l'Europa può trovare soluzioni a problemi globali. "Serve una visione comune sulla nostra posizione nel mondo", ha sottolineato Federica Mogherini. "E serve una risposta europea comune all'immigrazione", ha continuato. Con Martin Schulz e numerosi partecipanti, ha convenuto che solidarietà, stabilità ed equità sono essenziali per prevenire ulteriori catastrofi umanitarie.

Sul ruolo che l'Europa dovrebbe svolgere nel XXI secolo è emerso in sala un forte idealismo: l'83% dei partecipanti si è espresso a favore di un continente che promuove la pace, lo sviluppo e i diritti umani. Facendo riferimento alla storia della propria famiglia, il presidente Schulz ha affermato che "grazie all'Europa, sarò il primo membro della mia famiglia a non aver mai vissuto la guerra nel corso della sua vita".

Per entrambi i politici il dialogo con i cittadini è stato un'esperienza molto valida che deve continuare. "Si è trattato di un incontro stimolante e pieno di energia, ed è stato fantastico vedere come i giovani siano fermamente convinti che possiamo risolvere meglio i nostri problemi insieme", ha concluso la vicepresidente Mogherini.

A seguito del dialogo tutti i partecipanti si sono incamminati verso il padiglione dell'UE per l'inaugurazione ufficiale.

Il dialogo con i cittadini ospitato da EXPO Milano 2015 fa parte di una serie di dialoghi che si svolgono in tutti gli Stati membri dell'UE e vedono la partecipazione dei singoli commissari europei e di molti altri esponenti politici nazionali ed europei.

Contributi del pubblico

Contatti per la stampa

Addetto stampa: Rappresentanza della Commissione europea in Italia, Ufficio di Milano
Francesco LAERA
+39 334 6233048

RepAddetto stampaAccount dell'EXPO su Twitter