Bilancio
I finanziamenti dell’Unione europea - Una guida per principianti

Principali fonti di finanziamento

Principali fonti di finanziamento

COSME, un programma speciale per le PMI

La sigla COSME (EN) sta per “Competitività delle imprese e le piccole e medie imprese”. Questo nuovo programma gestito dalla Commissione europea è specificamente studiato per sostenere le PMI. COSME si prefigge di migliorare l’accesso delle PMI ai finanziamenti e ai mercati, di sostenere gli imprenditori e di migliorare le condizioni per la creazione e la crescita delle imprese.

Il programma facilita e migliora l’accesso delle PMI ai finanziamenti mediante due strumenti finanziari:

  • lo strumento di garanzia dei prestiti,
  • lo strumento di capitale proprio per la crescita.

COSME è gestito dalla Commissione attraverso l’Agenzia esecutiva per le piccole e le medie imprese (EN) (EASME) (EN).

Prestiti alle piccole imprese sostenuti dall’UE

Gli imprenditori e le aziende possono beneficiare, tramite intermediari finanziari locali, del sostegno offerto da un’ampia gamma di programmi UE. Il portale web “Finanziamenti” aiuta a reperire fondi UE per progetti, sotto forma di prestiti, garanzie, capitale proprio, ecc.

Trasporti, energia e TIC

Le PMI possono anche ottenere finanziamenti tramite il “Meccanismo per collegare l’Europa” (CEF). Tale meccanismo finanzia progetti che completano i collegamenti mancanti delle reti europee di trasporto, energia e digitali. Le regole di ammissibilità sono enunciate in ciascun invito a presentare proposte. La Commissione gestisce i fondi del CEF direttamente tramite l’Agenzia esecutiva per l’innovazione e le reti (INEA) (EN).

Ricerca e innovazione

Le PMI possono partecipare al nuovo programma di ricerca dell’UE Orizzonte 2020 (EN) nei settori seguenti:

  • “leadership industriale”: innovazione nelle PMI
  • il Programma di basse emissioni di carbonio per un’industria sostenibile (SILC II)
  • parte della dimensione di Orizzonte 2020 “leadership nelle tecnologie abilitanti e industriali”
  • “sfide della società”: la parte relativa all’efficienza energetica della sfida “energia da fonti sicure, pulita ed efficiente”
  • inviti a presentare proposte in materia di rifiuti, innovazione nel settore idrico e approvvigionamento sostenibile di materie prime nell’ambito della sfida “azione per il clima, ambiente, efficienza sotto il profilo delle risorse e materie prime”.

Questi settori del programma Orizzonte 2020 sono gestiti dalla Commissione tramite l’EASME (EN).

Lo strumento per le PMI (EN) è rivolto alle PMI altamente innovative con la forte ambizione di crescere e di internazionalizzarsi, siano esse imprese operanti nei settori di alta tecnologia, della ricerca, sociale o dei servizi. Le PMI possono ottenere fino a 2,5 milioni di euro ciascuna in fondi destinati al sostegno alle imprese e al mentoring.

Politica di coesione

La politica di coesione dell’UE mira a ridurre il divario di ricchezza tra le regioni europee. Essa si prefigge in particolare di investire nelle regioni, nelle città e nell’economia reale al fine di stimolare la crescita e l’occupazione, affrontare la problematica dei cambiamenti climatici e della dipendenza dalle importazioni di energia, nonché ridurre la povertà e l’esclusione sociale.

Il sostegno alle PMI è una priorità chiave della politica di coesione. Ogni Stato membro stabilisce le condizioni per l’erogazione del sostegno nei programmi operativi in cui sono definite le priorità di finanziamento nazionali. Ciascuno Stato è anche responsabile della gestione dei fondi di coesione sul proprio territorio.

Agricoltura

La politica agricola comune (PAC) offre diverse opportunità di finanziamento alle piccole imprese:

Condividi questa pagina